PRIMO CONTATTO

Mazda CX-3: divertente, ma più da coppia che da famiglia

La nuova crossover Mazda CX-3 si fa apprezzare per la linea sportiva e il piglio brioso. Lo spazio a bordo, però, non è granché.
Pubblicato 19 marzo 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 26.000*
  • Consumo medio (dichiarato)

    15,6 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    150 grammi/km
  • Euro

    6
Mazda CX-3
Mazda CX-3 2.0 150 CV Exceed AWD
* Prezzo indicativo
 
Arriva in primavera
 
In vendita da maggio 2015, con prezzi a partire da circa 18.000 euro, la piccola (è lunga 428 cm) crossover Mazda CX-3 spicca per l’aspetto aggressivo e tagliente: non si tratta, però, di una sportiva tutta cattiveria, quanto di una briosa “tuttofare disponibile” con tre motori. Quello a gasolio è il 1.5 da 105 CV, proposto con cambio manuale e trazione anteriore, oppure con l’automatico insieme alla trasmissione 4x4 o no. Quello a benzina, un 2.0, è disponibile in una versione più potente (quella del test) da 150 CV, abbinato alla sola trazione integrale, con cambio manuale (come nell’auto in prova) o automatico; ma anche in una variante da 120 CV, sempre con i due tipi di trasmissione, ma abbinato esclusivamente alle ruote motrici anteriori. Di serie o a pagamento, ci sono molti sistemi di aiuto alla guida: come quello che (fino a 30 km/h) frena da solo l’auto per evitare un tamponamento, o quello che segnala l’uscita involontaria dalla propria corsia.
 
Più grintoso che spazioso
 
L’interno della Mazda CX-3 sfoggia una spiccata impostazione sportiva e finiture di apprezzabile qualità, ma con plastiche dure al tatto. La plancia, derivata da quella dell’utilitaria Mazda 2 anch’essa fresca di debutto, è lineare, dotata di ricercate bocchette circolari per la climatizzazione e, al centro, di un grande schermo tipo tablet (di 7”): visualizza i servizi del sofisticato impianto multimediale (si comanda con la manopola fra i sedili) che, fra l’altro, può collegarsi a internet e utilizzare “app” specifiche. La posizione di guida è confortevole, ma la registrazione a scatti dello schienale (tramite una poco accessibile leva) non è il massimo della praticità. La strumentazione è vistosa, con il grande tachimetro centrale e, a sinistra, il contagiri digitale di dimensioni lillipuziane (c'è anche il cruscotto con il maxi contagiri al centro, che ingloba una finestrella per il tachimetro digitale). Lo spazio è sufficiente per chi siede davanti, meno per chi sta dietro: i più alti possono sfiorare con la testa il soffitto e le gambe non stanno molto larghe. Il baule è ben accessibile; il piano di fondo è posizionabile su due altezze ma, scegliendo quella più bassa, si forma un salto di una ventina di centimetri rispetto alla soglia. La capienza del vano (350/1260 litri) è nella media.
 
Andante con brio
 
Nella guida la Mazda CX-3 2.0 4WD conferma quanto anticipato dal suo aspetto sportivo: si lascia condurre con un certo dinamismo, anche nei percorsi tortuosi, dove il peso non elevato dell’auto, le sospensioni “solide” (ma non penalizzanti per il comfort) e lo sterzo piuttosto diretto danno alla vettura un’agilità non sempre scontata per una crossover, e senza rinunciare a una tenuta di strada sicura (grazie anche alla trazione integrale). Il “duemila” a iniezione diretta di benzina spinge con buona progressione, anche se i 150 cavalli si segnalano più per fluidità che per cattiveria. Nulla da ridire sul cambio: ha inserimenti precisi per le sei marce e la corsa della leva è ridotta. Invece, la visibilità laterale è ridotta dai finestrini piccoli. Infine i consumi, rilevati nel test dal computer di bordo: abbiamo sfiorato i 13 km/l, non male. 
 
Secondo noi
 
Pregi
> Aspetto. Personale e grintoso: la carrozzeria non è banale.
> Cambio. È preciso e si manovra senza fatica.
> Guida. Di questa crossover maneggevole e intuitiva si prende volentieri il volante.
 
Difetti
> Abitabilità posteriore. Lo spazio non è molto.
> Sedili. Si reclinano all’indietro a scatti, invece che in modo continuo, e con una scomoda leva.
> Visibilità. Quella posteriore di lato è limitata dai finestrini minuscoli.

 

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm3 1998
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (150)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 205/2800
Emissione di CO2 grammi/km 150
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 200
Accelerazione 0-100 km/h (s) 8,7
Consumo medio (km/l) 15,6
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 428/177/154
Passo cm 257
Peso in ordine di marcia kg 1235
Capacità bagagliaio litri 350/1260
Pneumatici (di serie) 215/60 R16

 

Mazda CX-3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
232
126
65
53
81
VOTO MEDIO
3,7
3.67325
557


Aggiungi un commento
Ritratto di Sepp0
6 aprile 2015 - 00:24
...il cambio automatico pare essere disponibile solo per il diesel da 105 CV. Questi sono fuori come delle lanterne, così per me la macchina diventa da molto appetibile a scartata a priori. Vediamo se sono più furbi con la nuova CX-5, altrimenti per me Mazda muore oggi.
Ritratto di M93
6 aprile 2015 - 10:29
Purtroppo si, in Italia la CX-3 con cambio automatico ci sarà, per il momento, solo a gasolio. In altri mercati, invece, ci sarà anche in abbinamento al propulsore a benzina di 2 litri. Credo (ma non ne sono completamente certo) che la medesima politica sarà adottata per la più grande CX-5.
Ritratto di Sepp0
6 aprile 2015 - 10:49
io non capisco. Le case si lamentano che da noi l'automatico non vende e poi lo relegano a una motorizzazione sola, spesso in abbinamento obbligatorio all'allestimento più costoso. Sembra piuttosto che NON vogliano venderlo. Speriamo che non facciano la stessa idiozia con CX-5, altrimenti le mie uniche scelte rimarranno Renegade o 500X, non ci sono purtroppo altri SUV a massimo 25-30 mila euro con un benzina decente e il cambio automatico.
Ritratto di M93
6 aprile 2015 - 11:18
Tradizionalmente il cambio automatico, da noi, è sempre stato piuttosto snobbato (se non per alcuni tipi di auto) e solo negli ultimi anni comincia ad essere apprezzato veramente: basti pensare che la Fiat Sedici (ma di esempi, anche più vecchi, ce ne sono molti: uno dei più curiosi è l'Alfa 75) all'estero era proposta anche con trasmissione automatica, mai vista da noi... Tra le poche suv e crossover sui generis con motore a benzina (con potenza adeguata) e trasmissione automatica di quella fascia di prezzo, attualmente, mi vengono in mente anche Opel Mokka 1.4 Turbo e, volendo, la Kia Soul. Allo stato attuale di proposte similari con le sopra citate caratteristiche ce ne sono davvero poche. Nei prossimi mesi la situazione dovrebbe migliorare, con il lancio delle varie HR-V, Tucson e Kadjar, sperando che possano soddisfare anche le richieste e le necessità dei clienti come te. D'altronde la tendenza di mercato in questo segmento è il diesel e le case puntano molto su questo, abbinandovi la trasmissione automatica, spesso e volentieri, trascurando gli omologhi a benzina o, come dicevi, rilegandoli a nicchie limitatissime. E pensare che fino a qualche anno fa la tendenza era inversa...
Ritratto di Sepp0
6 aprile 2015 - 12:17
...sotto una certa soglia di prezzo e per certi tipi di auto/motori, avere il cambio automatico è difficile qua da noi. Al momento (Mokka e Soul non mi piacciono), le uniche SUV medio-piccole che offrono un benzina col cambio automatico sono solo 500X, Renegade e Qashqai (che però offre un CVT - che non mi piace tanto - su un polmonico benza da 115CV). Spero a questo punto nella nuova CX-5, HR-V/Tucson/Kadjar usciranno troppo in la (senza contare che per Kadjar non mi aspetto nulla di diverso da Qashqai, visto che ne è un clone), la mia Focus del 2002 è morta 20 giorni fa e dovrò - temo - ordinare la nuova entro giugno-luglio al massimo.
Ritratto di M93
6 aprile 2015 - 12:28
In effetti si, per esigenze, gusti e tempistiche la scelta è ristretta, e anche parecchio. La Qashqai mi piace, ma il motore 1.2 Turbo mi sembra un po' sottodimensionato e in questo senso, il CVT non aiuta di certo. Rimangono in lizza Renegade e 500X: se dovessi scegliere tra queste ultime, opterei per la 500X, perché la trovo più gradevole nel design, rispetto alla Renegade. Quest'ultima, la valuterei solo in caso di esigenze di spazio e praticità, doti più limitate sull'italiana. Purtroppo, a disposizione non c'è molto, anzi... Curiosità mia: ma anche la Focus ha il cambio automatico?
Ritratto di Sepp0
6 aprile 2015 - 14:04
Piace molto anche a me, ma quel cambio su quel benzina proprio non ci sta. E sul 163 cv ovviamente non si può mettere. La mia prima scelta sarebbe Renegade, ma a mia moglie fa abbastanza schifo (come biasimarla, è un rettangolo su 4 ruote). 500x metterebbe d'accordo tutti, ma il bagagliaio è identico a quello della mia Focus, qualcosa di più capiente non mi avrebbe fatto schifo. Certo, se rinunciassi all'AT sarebbe tutto più semplice, ma non so se mi va, considerando che poi mi terrò l'auto 10 anni. La Focus rotta non ha ovviamente il cambio automatico, nel 2002 avevo 28 anni e non lo presi minimamente in considerazione. Aspetto di vedere il listino di cx5 e poi vedrò di che morte morire :D
Ritratto di M93
6 aprile 2015 - 14:20
Capisco perfettamente le esigenze e spero che tu possa trovare ciò che fa al caso tuo, senza rinunciare all'indubbia comodità dell'automatico (molto adatto a suv e similari) sul propulsore a benzina. Un saluto ;)
Ritratto di Sepp0
6 aprile 2015 - 20:19
...se avessi 10k in più di budget il problema sarebbe risolto con Q1 o Tiguan, ma non mi va di spendere così tanto per una macchina con cui poi farò 600-700 km al mese a dire tanto (che è poi il motivo per cui scarto il diesel). Vediamo, per il momento e' proprio nera (anche perché il doppia frizione su 500x è stato annunciato è presentato a Ginevra, ma nessuno sembra sapere quando sarà ordinabile).
Ritratto di M93
6 aprile 2015 - 20:50
Con la forbice di prezzo più "aperta", la scelta è sicuramente maggiore ma anche io sono del tuo medesimo avviso. La 500X, al pari della Renegade, è stata presentata anche nella variante 1.4 Turbo con cambio TCT ma non ci sono informazioni certe ed esaurienti in merito alla messa in commercio effettiva. Sulla precedentemente citata CX-5, che mi piace molto, attualmente il cambio automatico c'è solo per il motore a gasolio, diversamente dalla versione pre-restyling. In quest'ottica e in quest'ultima variante, proverei a dare un' occhiata sul nuovo in pronta consegna o cose così: magari potresti trovare qualcosa di interessante, risparmiando qualcosa. Vista l'attuale scarsità di scelta, mi sentirei di vagliare anche questa possibilità, anche solo per farmi un'idea, in attesa di qualche novità in più.
Pagine