PRIMO CONTATTO

Mercedes A Berlina: guidarla è un piacere

La Mercedes A Berlina brilla per stabilità e maneggevolezza. Il piccolo 1.5 diesel è abbastanza brillante, mentre il mantenimento in corsia un po’ brusco.

Pubblicato 11 luglio 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 36.260
  • Consumo medio

    26,3 km/l
  • Emissioni di CO2

    100 grammi/km
  • Euro

    6d-TEMP
Mercedes A Berlina
Mercedes A Berlina 180 Premium Automatic
Ha la “coda”

La Mercedes A Berlina è la prima Classe A con la “coda”: rispetto alla cinque porte, è più lunga di 15 cm, ha un baule più grande di 50 litri (420 contro 370) e richiede un esborso superiore di quasi 800 euro. Già nelle concessionarie, con prezzi da 30.720 euro per la 180 d (1.5 a gasolio da 116 CV, che abbiamo testato), è disponibile in quattro allestimenti: Executive, Business, Sport e Premium. L’abitabilità è buona, anche per persone alte 190 cm. Finiture molto curate, mentre la plancia è dominata dai due schermi “futuribili” del sistema multimediale MBUX: i menù si “sfogliano” grazie a superfici sensibili al tocco poste sulle razze del volante. Il comando del freno a mano elettronico, tuttavia, è nascosto a sinistra del volante, non raggiungibile dai passeggeri in caso di emergenza. 

Si muove come la cinque porte

La Mercedes A Berlina ha lo stesso sterzo preciso della “A”, mentre le sospensioni filtrano bene le asperità. Il 1.5 a gasolio di origine Renault è fluido e regolare nel passaggio da 1500 a 4500 giri, senza ritardi. Il suo rombo non è mai forte, ma presente anche a velocità costante. Il consumo omologato è di 26,3 km/litro, mentre noi ne abbiamo letti 20 nel computer di bordo: ottimo, visto che di tanto in tanto abbiamo dovuto sfruttare al massimo i 116 CV sulla tangenziale di Napoli e sulla Costiera Amalfitana. Molto comodo il cambio robotizzato a doppia frizione: innesti inavvertibili. Volendo cambiare in modalità manuale, ci sono le due piccole palette sul volante. Per chi non lo conosce, specie quindi le prime volte che entra in azione, il sistema di mantenimento in corsia (di serie, si attiva fra 60 e 200 km/h) è brusco durante l’intervento di correzione.

Secondo noi

PREGI

> Guida. Maneggevolezza, stabilità e frenata sono di ottimo livello. Soprattutto in rapporto ai 116 cavalli del motore.
> Sistema multimediale. Il MBUX è fra i più ricchi e facili da usare.

DIFETTI

> Freno di stazionamento. La levetta non è raggiungibile dai passeggeri in caso di emergenza.
> Mantenimento di corsia. La correzione della traiettoria è brusca.

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1461
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 85 (116)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 260/1750-2500
Emissione di CO2 grammi/km 100
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (robotizz. doppia frizione) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 205
Accelerazione 0-100 km/h (s) 10,7
Consumo medio (km/l) 26,3
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 455/180/145
Passo cm 273
Peso in ordine di marcia kg 1445
Capacità bagagliaio litri 420
Pneumatici (di serie) 225/45 R18
Mercedes A Berlina
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
29
29
20
17
14
VOTO MEDIO
3,4
3.38532
109
Aggiungi un commento
Ritratto di Nigani
13 luglio 2019 - 21:59
Inutile. Una mercedes con un motore 1.5 è inutile. Se si hanno 40.000 euro non si stanno a guardare i 3 km/litro in meno con il 2 litri o il costo più alto di bollo e assicurazione di un paio di centinaia di euro all'anno. Tra l'altro conosco e ho toccato i motori Renault, ottimi e con bassi consumi, ma su Mercedes esigo motore Mercedes e qualità più elevata rispetto alla concorrenza, cosa che qui non vedo.
Ritratto di supermax63
14 luglio 2019 - 14:45
Se devo guidare una Mercedes con un (ottimo) motore Renault tanto vale comprare Captur o Kadjar
Ritratto di ELAN
15 luglio 2019 - 09:24
1
Eh, ma il motore non si vede. Così come la marca delle gomme e lo stato delle stesse. Invece le lucine e il tablet scenografico sì, eccome!
Ritratto di Spock66
11 luglio 2019 - 16:58
Quali sono le differenze con la CLA ??
Ritratto di Demon_v8
11 luglio 2019 - 17:01
Secondo me non ne venderanno mezza, non ha senso uno a quel punto si compra un cla
Ritratto di HomerSimpson
11 luglio 2019 - 17:58
CLA più gran coupè.
Ritratto di alex_rm
11 luglio 2019 - 20:11
La cla costa un po’ di più
Ritratto di ALAIN PROST
13 luglio 2019 - 09:58
Nessuna, sono due ciofeche!
Ritratto di Fdet_
11 luglio 2019 - 17:13
Francamente la preferisco alla CLA, mi sembra più sobria ed elegante. Considerando poi che differenze sostanziali non ci sono, a livello di meccanica e di contenuti, punterei su questa forte anche di un prezzo leggermente migliore. Per gli interni vorrei fare un appunto, i due schermi, si sa, non raccolgono gradimento di molti, personalmente preferisco impostazioni più integrate anche io, ma probabilmente siamo ancora in una fase di "trapasso" in cui i designer vari devono capire bene la migliore impostazione per integrare gli ormai diversi schermi nell'abitacolo. A tal proposito mi auguro ci si fermi a due, 3 li vedo eccessivi, quasi forzati. Tornando agli interni, però, ed essendo entrato in una Classe A esposta, non posso non riconoscere che la qualità percepita sia parecchio elevata, a tal punto che diventa anche un piacere il potersi sedere nel suo abitacolo. E, a mio parere, questi dettagli sono quelli che fanno la differenza in un mercato che piano piano si sta appiattendo, come per gli Smartphone. Non sono mai entrato in una serie 1, ma sicuramente lo ritengo 3 spanne sopra rispetto ad A3 e Golf che con l'ultimo aggiornamento si è impoverita parecchio, specie dietro, sembra che abbia le stesse plastiche della Panda.
Ritratto di Unknown
11 luglio 2019 - 21:50
Ma quali “sperimentazioni di design”?? Quello poteva succedere una ventina di anni fa, dove vedevi interni particolari e molto diversi anche tra modelli degli stessi marchi. Oggi invece tutto sta nel catturare l’attenzione: più display ha, meglio è. Più ha lucine, LED, effetti scenici e tante altre cretinerie, meglio è. Non parliamo poi della tecnologia: con questa penso si abbia raggiunto l’apice del non commentabile, rendendola non solo ridondante, ma talvolta anche inutile...
Pagine