PRIMO CONTATTO

Mercedes GLS: un (elegante) “bestione” che sa essere agile

La Mercedes GLS diventa ancora più lussuosa, ma mantiene le buone doti di guida sull’asfalto e in fuori strada. Potente e silenzioso il motore. Scarsa la visibilità posteriore; e i sensori si pagano a parte.

3 dicembre 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 96.350
  • Consumo medio

    13,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    199 grammi/km
  • Euro

    6
Mercedes GLS
Mercedes GLS 350 d Premium Plus 4MATIC
Non solo una S in più
 
La grande fuoristrada a sette posti cambia nome e si rifá il trucco, e adesso mostra quanto sia stretto il suo rapporto di parentela con la lussuosa Classe S. Rispetto alla vecchia GL, la nuova Mercedes GLS si differenzia per il frontale inedito, con i fari dalla linea elaborata, il paraurti con le grandi prese d’aria e il cofano caratterizzato dai generosi rigonfiamenti. Dietro, cambiano leggermente i fanali e il fascione paracolpi. Quanto agli interni, l’ambiente resta accogliente e luminoso, ma, se possibile, ora appare ancora più lussuoso. Il volante multifunzione a tre razze ha uno stile inedito (e può essere ordinato anche nell’elegante abbinamento legno/pelle); la plancia e la consolle sono state rinnovate, con lo schermo a sfioramento di 8 pollici parzialmente integrato del sistema multimediale Comand Online, a cui si accede anche attraverso il touchpad e la manopola del controller montati nel tunnel centrale. L’equipaggiamento include una lunga serie di sistemi elettronici di ausilio alla guida, tra cui il Collision Prevention Assist Plus (che avvisa con un segnale ottico e acustico quando la distanza col veicolo che precede è inferiore al limite di sicurezza), l’Attention Assist (che valuta il livello di attenzione del conducente, ne riconosce i segnali di stanchezza e lo avvisa per evitare un colpo di sonno), la frenata d’emergenza e l’Active Curve System, che mantiene l’auto piatta in curva (anche ad alta velocitè) grazie alle barre antirollio attive; oppure il dispositivo antiarretramento in salita e il controllo della velocitè in discesa.
 
Avvolti dal lusso
 
Quasi superfluo parlare della raffinata atmosfera, mista di lusso e di eleganza, che si respira nella Mercedes GLS. La posizione di guida, che si può adattare al meglio attraverso numerose regolazioni elettriche (anche per il volante), è comoda; le poltrone in morbida pelle sostengono a dovere il corpo e, all’occorrenza, possono massaggiarlo, rinfrescarlo o riscaldarlo. Le finiture curate e i dettagli di classe (si possono avere anche inserti in legno di frassino, in pioppo, in radica di noce o in carbonio) danno un’idea della ricchezza degli interni. I comandi nel complesso sono ben disposti, eccetto quello del freno di stazionamento elettronico, a sinistra del volante: è scomodo e irraggiungibile dai passeggeri in caso d’emergenza. Lo spazio non manca, anche nella terza fila di sedili, comodi perfino per due adulti (l’accesso, però, resta abbastanza difficoltoso, se non si è particolarmente agili). Peccato che il divano (un po’ più rigido e stretto al centro) non sia scorrevole. Il baule della Mercedes GLS segna un altro punto a favore dell’imponente fuoristrada tedesca. È davvero capiente, assai profondo con i sedili della seconda e della terza fila reclinati (si arriva a 210 cm), ha il pavimento piatto e non delude neppure con tutte le poltrone in uso: con sette persone la profondità del vano è di 47 cm, sufficienti per stivare dei trolley e qualche borsa morbida. L’unico neo è rappresentato dall’altezza della soglia di carico, a 83 cm da terra, ma per una fuoristrada di queste dimensioni è un peccato veniale.
 
Grande e pesante, ma non impacciata
 
Vi chiederete, ma come si muove un bestione lungo 513 cm, alto 185 e con un peso di 2380 kg? La risposta è: senza nessuna difficoltà, sia sull’asfalto sia su fango e neve. E non c’è bisogno dei 455 CV della Mercedes GLS 500 e neppure dei 333 della 400, entrambe a benzina. I 258 CV della Mercedes GLS 350 d Premium Plus 4Matic del test sono più che sufficienti per trarsi d’impaccio anche sui fondi a scarsa aderenza. Certo, in città le dimensioni si fanno sentire, e la scarsa visibilitá posteriore può mettere in difficoltà nei parcheggi (e i sensori di distanza con la telecamera a 360 gradi costano 805 euro). Appena si esce dal traffico cittadino, comunque, la vettura appare più maneggevole, meno difficile da guidare. Anzi, emerge la prontezza di risposta del 3.0 V6 turbodiesel: un motore progressivo e docile, ma che all’occorrenza sa sfoderare la giusta grinta. Grazie all’efficace trazione integrale, la tenuta di strada e la stabilitá sono di buon livello, ma se si esagera, l’Esp interviene rapidamente a rimettere le cose a posto. Dolce e abbastanza veloce il cambio automatico a nove marce, mentre lo sterzo, leggero in manovra, risulta poco diretto e perde un po' di precisione in velocità. In autostrada sulla Mercedes GLS si viaggia alla grande, con livelli di rumore contenuti, che mantengono elevato il comfort. Gran parte del merito va alle sospensioni pneumatiche Airmatic, che ora offrono una maggiore accuratezza nella gestione del molleggio. Migliorato anche il Dynamic Select (si comanda con una manopola nella console), che aggiunge due modalità di guida (Individual, Offroad) alle tre già selezionabili (Comfort, Slippery e Sport), garantendo il miglior comportamento stradale a seconda delle condizioni di marcia. L’auto del test aveva anche il pacchetto Offroad (2.318 euro), provvisto della modalità Offroad+, studiata per i percorsi non asfaltati: il differenziale centrale è bloccabile sui fondi a più bassa aderenza, sterzo ed Esp modificano la risposta e le sospensioni Airmatic intervengono sull’assetto (rialzato fino a 30,6 cm). In questo modo la Mercedes promette una capacità di guado pari a 60 cm. Normale, per una 4x4 di queste dimensioni, il consumo calcolato dal computer di bordo a fine test: la percorrenza è di 10 chilometri con un litro (vicino ai 13,2 km/l medi omologati).
 
Su neve e ghiaccio non soffre
 
Abbiamo testato le capacità off-road della Mercedes GLS 350 d Premium Plus 4Matic sulle nevi delle montagne austriache, e vi possiamo assicurare che la mole imponente non impedisce alla vettura di osare qualcosa di più della semplice marcia su sterrati e strade infangate. Sulle strade innevate e in parte ghiacciate della pista di prova, abbiamo potuto constatare quanto sia agile la possente 4x4 tedesca, che comunica sempre una sensazione di sicurezza. Utile anche la funzione di controllo dell’auto nelle discese ripide: consente di impostare velocitá diverse, occupandosi solo di girare il volante per controllare la direzionalità della vettura, che frena da sola.
 
Secondo noi
 
PREGI

> Comfort. Abitacolo acogliente, sospensioni pneumatiche attive efficaci e l’insonorizzazione curata. 
> Fuori strada. Nonostante gli ingombri, l’auto non teme I percorsi insidiosi (soprattutto con il sistema Offroad).
> Motore. Il 3.0 V6 è potente, silenzioso e dolce nell’erogazione. E si abbina bene al cambio automatico a nove marce.
 
DIFETTI
 
> Freno a mano elettronico. Il comando, a sinistra del volante, non può essere raggiunto dai passeggeri in caso d’emergenza.
> Quinto posto. L’eventuale passeggero al centro del divano è penalizzato dal tunnel alto sul pavimento.
> Visibilitá posteriore. In retromarcia non si percepisce al meglio dove finisce la parte posteriore (e i sensori di distanza cotano 805 euro).

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2987
No cilindri e disposizione 6 a V di 72°
Potenza massima kW (CV)/giri 190 (258)/3400 giri
Coppia max Nm/giri 620/1600-2400
Emissione di CO2 grammi/km 199
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 9 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 222
Accelerazione 0-100 km/h (s) 7,8
Consumo medio (km/l) 13,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 513/193/185
Passo cm 308
Peso in ordine di marcia kg 2380
Capacità bagagliaio litri 300/680/2300
Pneumatici (di serie) 275/45 - 315/40 R21

 

Mercedes GLS
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
23
11
16
17
28
VOTO MEDIO
2,8
2.83158
95
Aggiungi un commento
Ritratto di luca-motard
6 dicembre 2015 - 13:25
Scusa ma te con un suv vuoi farci gli spari sul quarto di miglio? Bah...
Ritratto di luperk
26 dicembre 2015 - 12:19
Non so se sia più ridicolo il tizio che tira in ballo il nuovo Q7 nella comparativa con la GL, quando entrambi i modelli hanno guadagnato cm nella terza fila delle nuove generazioni, o il tizio che nel commento precedente ammette quanto il GL sia grosso pesante e non sia un vero fuoristrada per certi percorsi, e poi si contraddice paragonandolo al pajero & co. Siete uno spasso ragazzi. P.S. La nuova Q7 3.0 TFSI elaborata da MTM a 450 cv è MOLTO più sportiva dei vari GLE 63 AMG, X5 M e Range Rover Sport SVR , spero che anche i bambini capiscano che i KW sono relativi per rendere un auto sportiva.
Ritratto di DRUIDI PAOLO
26 dicembre 2015 - 20:37
4
Sig. Luperk, pur non sentendomi tirato in ballo come primo tizio (non ho mai parlato di 5/7 posti) ne' come secondo tizio(ho sostenuto fin dall'inizio che il GL, a differenza di tutte le auto da Lei citate è un fuoristrada, cosa che tra l'altro Lei continua a fare/ negare questa differenza), a proposito, potrebbe chiamare le persone per nome e non screditarle aprioristicamente come "tizio"? fin dal medioevo almeno usavano Tizio, Caio e Sempronio. Non capisco poi perchè Lei continui a citare una Q7, tra l'altro neppure in listino, elaborata da MTM (carneade chi era costui?), quando la più potente in listino è la Q7 3.0 TFSI tiptronic da 333 cv. e snobbi la GL AMG 63 S da 585 cv., è pur vero che la potenza non è tutto come dice Lei, ma 250 cv. nel caso "a listino" e 135 nel caso GL listino VS Q7 truccata è comunque di 135cv (circa + 30%, fonte tuttofuoristrada dic. 2015)? Lei sembra molto di parte, non sarebbe più sincero dire che nonostante la Q7 sia un SUV inutile in ogni campo lo si consideri (strada, fuoristrada ecc.) a Lei piace e basta? Buone Feste. Paul.
Ritratto di Robcalp
4 dicembre 2015 - 17:34
Una mostruosità ...ma in perfetto stile nuovo Suv...X5, Ml, range rover, range rover sport...molto più belle e attuali le versioni precedenti...comunque questa Mercedes e' davvero brutta...roba da toccarsi le olive ad ogni passaggio
Ritratto di Robcalp
4 dicembre 2015 - 18:31
Druidi Paolo...andrà anche forte, ma guardando bene la foto gallery c'è' davvero da grattarsi....e' un carro funebre a tutti gli effetti...certo se la salma ha fretta può servire anche...
Ritratto di DRUIDI PAOLO
4 dicembre 2015 - 20:00
4
Guardi, ho sempre pensato che il Q7, fin dalla sua prima versione, con quella forma così lineare, sembrasse più molto più lunga dei 5,05 mt. che è in effetti, a differenza di tutte le altre auto che invece hanno la fiancata un pò modulata ... quasi una macchina ... allungata ... mi ha sempre ricordato quelle Mercedes modificate per il trasporto bare ... lei si tocca adesso? Io è da quando è uscito il Q7 che mi tocco quando ne vedo uno ma ... non prima però di essermi accertato che sia vuoto, altrimenti ... lo sà come ci si deve comportare vero? mi faccio il segno della croce in rispetto del morto ... al volante. Lei è come il bue che stà dando del cornuto al toro, ma tant'è ... non se ne rende conto. Le faccio notare che questi SUV come il Q7, l'XC90 e altri che ho citato prima, che lei ammira tanto (ma che evidentemente non possiede), sono le automobili più inutili che esistano: in autostrada si fanno passare dai fuoristrada, in fuoristrada non valgono una Panda, badi bene, a due sole ruote motrici, la Q7 fino a pochi mesi fa non era nemmeno 7 posti, molto più spazioso e comodo un Voyager, Lei ha mai provato l'ebbrezza di sentir sbandare un oggetto lungo 5 mt e pesante 2,5 ton? io si e quando poi controsterzando si ritrova i sistemi di controllo che la sovraccorreggono portandola da tutta l'altra parte? Bisogna essere coscienti che tutte le autovetture sono un compromesso fra le varie esigenze ... i SUV NO, sono solo di moda, ma se analizza ogni esigenza che un utente della strada può avere, troverà sempre oggettivamente un mezzo adatto ... che non è un suv. Ognuno comunque è libero di pensarla come vuole. Stia bene. Paul.
Ritratto di DRUIDI PAOLO
4 dicembre 2015 - 21:54
4
Guardi, ho sempre pensato che il Q7, fin dalla sua prima versione, con quella forma così lineare, sembrasse più molto più lunga dei 5,05 mt. che è in effetti, a differenza di tutte le altre auto che invece hanno la fiancata un pò modulata ... quasi una macchina ... allungata ... mi ha sempre ricordato quelle Mercedes modificate per il trasporto bare ... lei si tocca adesso? Io è da quando è uscito il Q7 che mi tocco quando ne vedo uno ma ... non prima però di essermi accertato che sia vuoto, altrimenti ... lo sà come ci si deve comportare vero? mi faccio il segno della croce in rispetto del morto ... al volante. Lei è come il bue che stà dando del cornuto al toro, ma tant'è ... non se ne rende conto. Le faccio notare che questi SUV come il Q7, l'XC90 e altri che ho citato prima, che lei ammira tanto (ma che evidentemente non possiede), sono le automobili più inutili che esistano: in autostrada si fanno passare dai fuoristrada, in fuoristrada non valgono una Panda, badi bene, a due sole ruote motrici, la Q7 fino a pochi mesi fa non era nemmeno 7 posti, molto più spazioso e comodo un Voyager, Lei ha mai provato l'ebbrezza di sentir sbandare un oggetto lungo 5 mt e pesante 2,5 ton? io si e quando poi controsterzando si ritrova i sistemi di controllo che la sovraccorreggono portandola da tutta l'altra parte? Bisogna essere coscienti che tutte le autovetture sono un compromesso fra le varie esigenze ... i SUV NO, sono solo di moda, ma se analizza ogni esigenza che un utente della strada può avere, troverà sempre oggettivamente un mezzo adatto ... che non è un suv. Ognuno comunque è libero di pensarla come vuole. Stia bene. Paul.
Ritratto di Robcalp
5 dicembre 2015 - 14:25
Paul..segui il labiale...ho solo detto che le versioni precedenti dei Suv erano più belle delle attuali..e confermo che tra i brutti, il più brutto è questo della Mercedes....detto in altre parole - così capisce anche lei - fa davvero schifo...Quanto a me forse un briciolo di esperienza - al contrario di lei che sembra un felice possessore di una Duna sw - me la sono fatta avendo posseduto negli ultimi 14 anni (nell'ordine): una RR P38, una Ml 270 cdi, una X5 3.0i, una X5 3.0d, una Cayenne S, e al momento una RR Sport che non cambierei (nonostante i sei anni sul groppone) mai più...Si faccia mille chilometri a bordo di una RR e vedrà cosa vuol dire viaggiare stando sdraiati sul divano di casa...Rosichi di meno e buone feste
Ritratto di DRUIDI PAOLO
6 dicembre 2015 - 12:30
4
Sig. Robcalp, faccio fatica a seguire il suo labiale, forse non se n'è reso conto ma siamo su un forum e stiamo scrivendo, questa battuta, efficace nei film, qui è fuori luogo. La GL, se non sen'è ancora reso conto, è un FUORISTRADA che Lei non conosce assolutamente, e non un'auto da corsa come quelle che ama Lei, è stato Lei che per chiudere il discorso ha citato una versione del Q7 particolarmente potente che avrebbe dovuto stracciarla, ma Lei non conosce la GL e non sapeva che c'è una da 585 cv., probabilmente non lo sa ma sui fuoristrada si viaggia seduti (lo stinco è verticale) e non sdraiati come sul divano di casa, la GL non è in competizione stradale con nessuna delle AUTOVETTURE da Lei citate (che personalmente non comprerei mai), ma se portassimo le vetture che lei ama e ha posseduto su fangaie sconnesse non farebbero un metro, non ho mai posseduto una Duna, ma non me ne vergognerei mai, anche se Lei, forse, con ciò voleva darmi del pezzente? Non solo non rosico come Lei, com'è evidente dal livore che esprime, ma sono un automobilista soddisfatto: ho un L200 comprato nuovo nel 1996 e che tuuttora mi soddisfa nonostante i 310.000 km., ho un Pajero SW instile da 200 cv. comprato nuovo nel 2011 con 75.000 km. che mi soddisfa, uno YAMA TT600 del 1988 che non cambierei con nessun'altra moto (più di una persona mi ha chiesto di venderglielo ed ho sempre rifiutato) ed altre due auto (moglie e figlia), il mio problema semmai, è stare dietro a questo parco auto. In futuro eviti di offendere e di esporsi con affermazioni sul prossimo basate sul ... niente la vita è corta e non dobbiamo passarla litigando ma chiaccherando. Stia bene Paul.
Ritratto di DRUIDI PAOLO
6 dicembre 2015 - 12:39
4
Sig. AMG, la ringrazio per il “bambino”, visto che ho 60 anni ma mi dicono li porto bene, i giornali specializzati (non solo motoristici) li leggo perché servono per discutere con cognizione ma ho anche una pratica motoristica cinquantennale così da poter parlare a segno e non a vanvera e di pancia come fà Lei. Il mio primo fuoristrada, un L200 con cui ho già fatto 310.000 km. lo comprai nuovo nel 1996 e lo uso tutt'ora con soddisfazione, Lei c'era già in quella data? visto che non mette nessun dato anagrafico come chi ha qualcosa da nascondere? Il secondo fuoristrada l'ho comprato nuovo nel 2011, è un Pajero SW instile da 200 cv. e ad oggi ci ho già fatto 75.000 km. con soddisfazione; avrei anche potuto comperare un GL (mi piaceva molto) ma un po’ l’alto costo, un po' l'affezione al marchio MITSU, ma soprattutto la scelta TECNICA di poter disporre di un integrale permanente a tre differenziali (come il GL e pochi altri) ma con la possibilità di poter disinserire la trazione anteriore (possibilità unica del superselect Mitsu), quando non indispensabile (anche su strada asfaltata con un mezzo simile, 5 mt. - 2,5 ton. - H 2 mt. ci sono occasioni in cui è necessario disporre di un integrale permanente a 3 DIFFERENZIALI e non col giunto viscoso), mi ha indotto a questa scelta, sono un amante della trazione posteriore, come gli americani che amano le musclecar proprio per questa ragione ... ma chi è nato su di una trazione anteriore non può capire cosa voglio dire, è un po' la sensazione che si prova sugli sci o su una moto da enduro in derapata ... non so se mi spiego ... chissà se Lei potrà mai capire ... -In futuro eviti di pestar merde ad ogni piè sospinto sentenziando e ritrovandosi poi a dover ritrattare tutto, già gli antichi romani dicevano “verba volant, scripta manent” intendendo dire che “le cazzate dette nel tempo scompaiono, quelle scritte rimangono, occhio quando scrive: è indelebile”. -In futuro non offenda ma rimanga nei limiti della correttezza e non dia del TU a chi non gliel'ha ancora concesso: gl’altri utenti di questo FORUM ci leggono e ci giudicano da ciò che scriviamo. P.S. mi elenchi le DIFFERENZE SOSTANZIALI per cui le piace la GL e le fa schifo la GLS (stessi lamierati, solo il restiling di qualche plastica), e vediamo se è sostanza o livore la spinta che la porta a scrivere su questo forum. Stia sereno, Paul.
Pagine