PRIMO CONTATTO

Mini Countryman: più brillante che silenziosa

Rinnovata più che altro nei motori, la Mini Countryman si conferma un’agile e scattante (con il 1.6 a benzina da 190 CV) crossover. Peccato che sia rimasta rumorosa.

Pubblicato 12 luglio 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 28.250
  • Consumo medio

    16,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    139 grammi/km
  • Euro

    6
Mini Countryman
Mini Countryman Cooper S
Euro 6
 
Come la Mini Paceman, anche la più pratica e spaziosa Mini Countryman si aggiorna più che altro nei motori, ora tutti Euro 6: a benzina, 1.6 aspirati con 98 e 122 CV e, turbo, da 190 cavalli (6 più di prima) e 218; a gasolio, 1.6 con 90 e 112 CV, oltre al 2.0 da 143. I modelli meno potenti non possono avere la trazione integrale, prevista invece per le altre Mini Countryman con un supplemento di 1.700 euro (per quella più potente è di serie). A richiesta (sempre 1.700 euro) il cambio automatico a sei marce, che è abbinabile ai 1.6 da 122 CV a benzina e a quello a gasolio con 112 cavalli. 
 
Poche modifiche
 
A quattro anni dal lancio, la Mini Countryman è ancora fresca: sul piano estetico, le modifiche si limitano a nuovi fendinebbia a led e con luci diurne, a tre inedite tinte per la carrozzeria (Jungle Green, Midnight Grey e Star light Blue), alle finiture esterne anche color nero lucido (Piano Black), oltre a cerchi in lega di nuovo disegno. Già in vendita, la rinnovata Mini Countryman non ha una generosa dotazione di serie. I prezzi sono compresi fra i 21.750 euro della 1.6 One da 98 CV (con climatizzatore manuale, divano scorrevole e radio/mp3 con presa Aux) e i 36.700 euro della John Cooper Works All4 a trazione integrale, forte di 218 CV (il prezzo include cerchi di 18” e fendinebbia). La Cooper S del test non costa poco (28.250 euro) e fa pagare a parte il climatizzatore automatico (420 euro), i retrovisori ripiegabili elettricamente (205 euro) e il volante multifunzionale (300 euro).
 
Atmosfera conosciuta
 
Lunga appena 410 centimetri, la Mini Countryman offre un interno spazioso, il pratico divano scorrevole e un baule capiente (350-450/1170 litri). Peccato che il portalattine fra i sedili anteriori tolga spazio a chi siede al centro del divano. Il fondo del tachimetro e del contagiri di colore scuro e i pomelli cromati delle bocchette d’aerazione impreziosiscono ulteriormente il già ricercato abitacolo, e sono le uniche novità. Certo, la disposizione dei comandi non è delle più intuitive (piccoli i tasti per il climatizzatore nella consolle), però l’occhio è appagato. Semmai, almeno nelle versioni più sportive (come la Cooper del test), sarebbe preferibile aggiungere il termometro per la temperatura dall’acqua e il manometro per la temperatura dell’olio del motore. La posizione di guida è comoda e completa di molte regolazioni, anche se quella per lo schienale, a scatti, non è granché precisa. 
 
Maneggevolezza ok
 
Il quattro cilindri 1.6 turbo ha 6 cavalli in più (190 anziché 184), ma il suo temperamento è rimasto lo stesso. Pronto già ai bassi regimi, spinge con decisione senza essere scorbutico, dando alla Mini Countryman un piglio da sportiva. In questo senso sono efficacemente tarati lo sterzo (diretto e preciso) e il cambio (breve la corsa della leva). L’assetto, piuttosto rigido, dà molta agilità alla vettura pur essendo divenuto un poco più “attento” al comfort. Bisogna fare l’abitudine alla sensibilità dello sterzo: minimi movimenti del volante bastano per cambiare traiettoria e, specie in autostrada, questo può comportare qualche correzione in più. Quel che dà proprio fastidio è il rumore di rotolamento dei pneumatici (di serie sono di 17”), udibile già viaggiando a 100 km/h. I consumi, infine, registrati dal computer di bordo, non sono male: 12 km/l (ma senza abusare delle elevate prestazioni). 
 
Secondo noi
 
Pregi
> Cambio. È preciso e la leva ha una corsa non lunga.
> Spazio. Risulta più che sufficiente per persone e bagagli.
> Sterzo. Ha una risposta sportiva: è diretto e preciso. 
 
Difetti
> Comandi. Non sono razionali e la strumentazione è incompleta.
> Dotazione. Non è ricca in rapporto al prezzo elevato.
> Rumorosità. Quella delle gomme che rotolano sull’asfalto è avvertibile.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 140 (190)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 240/1600-5000*
Emissione di CO2 grammi/km 165
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 218
Accelerazione 0-100 km/h (s) 7,5
Consumo medio (km/l) 16,7
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 411/179/156
Passo cm 260
Peso in ordine di marcia kg 1310
Capacità bagagliaio litri 350-450/1170
Pneumatici (di serie) 205/55 R17

 

Mini Countryman
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
46
45
24
16
55
VOTO MEDIO
3,1
3.05914
186
Aggiungi un commento
Ritratto di Shakito
13 luglio 2014 - 01:20
1
In fondo in questa versione, anche con questo colore (molto british), non è poi così brutta...piuttosto,fa molta più tristezza pensare che esista gente al mondo che si compra una countryman in versione one, marrone, coi cerchi d'acciaio, senza manco i copricerchi (vista coi miei occhi), stile fiat anni 80...
Ritratto di prinz
13 luglio 2014 - 08:18
bella sempre piu desiderabile
Ritratto di Necchi
13 luglio 2014 - 10:56
La mini, (cosi' come la 500), dovrebbe esser fatta solo la versione "classica".. e solo la cooper s. Le altre non hanno senso,.
Ritratto di Robx58
13 luglio 2014 - 12:22
12
come minimo costa 35.000 euro ( altra nota dolente della rivista, non vengono mai menzionati gli optional montati dalle auto prese in esame e i loro costi ) il prezzo base si riferisce ad un'auto praticamente priva di qualsiasi accessorio che oggi troviamo anche nelle citycar, è rivolta a clienti benestanti e modaioli, con quella cifra ci sono vetture in commercio molto più valide e di qualità, de gustibus non est disputandum.
Ritratto di M93
13 luglio 2014 - 17:32
Non mi piace per nulla, costosa e dall'estetica poco equilibrata. Con tutte queste varianti, il concetto originale della Mini viene sempre più a mancare.
Ritratto di opinionista
14 luglio 2014 - 16:38
2
È il piacere di rinnovarsi e rimanere un icona con tendenze attuali! non come ma Golf con estetiche banali e sempre costanti nel tempo, quello che è nuovo è sempre nascosto...
Ritratto di M93
14 luglio 2014 - 17:10
Beh siamo in due differenti trend e filosofie costruttive e progettuali. La Golf da sempre rappresenta qualità, discrezione e razionalità, mentre la Mini è l'emblema della vettura trendy, personalizzabile e per chi si vuol far notare: praticamente l'opposto della compatta di Wolfsburg. A voler fare paragoni esatti, parlando di filosofia costruttiva, bisognerebbe prendere Mini e Golf nelle loro originarie accezioni. E, nonostante le debite differenze che ho evidenziato prima, entrambe fruiscono sempre dal passato, reinterpretandone i concetti in chiave contemporanea, ma con fini, modi e segmenti di mercato nettamente diversi. Io ritengo che questa Mini, rispetto all'originale modello, sia eccessivamente tutt'altro che bella: non metto in dubbio che assecondi le mode e i trend attuali sul tema "suv" e personalizzazione delle vetture, ma a me non piace per niente: con tutto il rispetto per le opinioni altrui (come giusto e lecito sia, ci mancherebbe) si tratta di un mio personale e soggettivo giudizio, condivisibile o meno. Un saluto.
Ritratto di Tizi65
15 luglio 2014 - 01:06
Approvo, per me la Golf ha un estetica sempre più banale e scontata. La prima poteva essere carina, nuova con un estetica che si distaccava dalle altre, poi alla VW non hanno più avuto il coraggio si provare un piccolo azzardo con un estetica un pochettino personale. Ripetono con poche varianti gli stessi stilemi con ritocchi qua e la. È sexi come una donna piatta, senza seno e sedere, inutile posarci l'occhio.
Ritratto di Gordo88
14 luglio 2014 - 12:54
Ma perchè questa monta il 1.6 turbo portato a 190hp mentre la nuova cooper s il 2.0??? Al max dovrebbe essere il contrario visto che la countryman pesa di più
Ritratto di febius
15 luglio 2014 - 11:18
Ok, esteticamente può non piacere, ognuno ha i suoi gusti e su un'automobile il concetto di bellezza è diventa ancora più soggettivo, però chi parla della sua qualità l'ha mai provata? C'è mai salito sopra? No perché io ne sono un felicissimo possessore e posso dire che su qualità e prestazioni proprio non si discute!
Pagine