PRIMO CONTATTO

Mini Mini: a gasolio, trotta ma non corre

Identica alla Cooper S, sotto il cofano questa Mini nasconde un motore 2 litri turbodiesel da 143 cavalli: ha una discreta grinta, anche se non impressiona. Bassi i consumi dichiarati, ma il prezzo di listino è addirittura più salato di quello della “sorella” a benzina.

3 giugno 2011
  • Prezzo (al momento del test)

    € 27.250
  • Consumo medio

    18,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    139 grammi/km
  • Euro

    Euro 5
Mini Mini
Mini Mini Cooper SD Steptronic
Motore a parte, non cambia di una virgola

Osservandola, la Cooper SD è identica a una Cooper S: identici sono i dettagli come la (finta) presa d’aria sul cofano, il paraurti “minaccioso”, lo spoilerino posteriore sul lunotto e il doppio terminale di scarico al centro dei fascione paracolpi. Alla fine, l’unico elemento distintivo è la scritta SD sul portellone. Anche l’interno conserva i pregi e i difetti delle altre Mini (qui il primo contatto della John Cooper Works): si sta seduti in basso (i sedili sportivi, con regolazione in altezza, sono di serie) e il piccolo volante è regolabile anche in profondità, permettendo di ritagliarsi la posizione di guida ideale. Dietro, però, lo spazio sul divano è più adatto a due bambini che agli adulti; e il bagagliaio è microscopico (appena 160 litri).

Duemila grintoso, ma non impressionante

Il due litri di questa Mini (è disponibile anche per la Cabrio, la Clubman e la Countryman) è lo stesso della BMW 118d. Rispetto alla Cooper D (che monta un 1.6 da 111 cavalli), la potenza cresce di quasi il 30%, ma il peso da “portarsi a spasso” aumenta di 60 kg: non pochi per un’auto da meno di 1200 kg. Infatti, se non si può dire che questo propulsore manchi di grinta, non è così rabbioso come ci saremmo aspettati. I 305 Nm di coppia vengono erogati in modo piuttosto fluido. Alla fine, resta il dubbio di aver speso bene i 1.000 euro in più della (costosa, ma brillante) Mini Cooper S a benzina da 184 cavalli, che si fa rimpiangere anche per il bel rombo (con tanto di scoppiettii in rilascio).

Per cambiare dal volante vanno via 2.000 euro

Il vero (se non unico) vantaggio rispetto alla Cooper S sono i consumi più contenuti: la casa dichiara percorrenze medie di 23,3 km/litro (contro i 17,2 della versione a benzina), che passano a 18,9 con il cambio automatico a sei marce (e le emissioni di CO2 passano da 114 a 139 g/km). Presente sulla vettura del nostro test la trasmissione con convertitore di coppia, costa 1.650 euro, e non ha neppure le palette al volante. Se ci tenete, preparatevi a sborsare altri 350 euro e a comandi non proprio intuitivi: infatti, sia la levetta di sinistra, sia quella di destra si tirano per salire di marcia e si premono per scalare. In compenso, le cambiate non sono lente neppure in modalità automatica, tant’è che lo scatto “0-100” è peggiore di soli 0,3 secondi rispetto a quello della Cooper SD manuale: 8,4 secondi, anziché 8,1. Un valore discreto, pur se lontano dai sette secondi della Cooper S a benzina. Dignitosa anche la punta di 205 km/h (10 in più per la Mini con trasmissione manuale).

Le curve restano il suo terreno ideale

Comunque, come le “sorelle” a benzina e a gasolio, la nuova Mini Cooper SD si apprezza soprattutto nei percorsi misti: l’assetto “piatto” limita il rollio e tiene l’auto incollata all’asfalto. Efficaci anche le gomme ribassate di 205/45 R 17 (costano tra 590 e 1.220 euro, in base al disegno dei cerchi), mentre la misura di serie (le 195/55 R 16) ci sembra un po’ troppo “turistica” per una vettura con questa verve. In curva si può contare inoltre su uno sterzo preciso e molto pronto, mentre in “staccata” i freni mostrano sempre il giusto mordente. In più questa versione ha la spinta che manca alle altre versioni a gasolio: la si apprezza soprattutto sulle strade in salita o nell’affrontare un sorpasso.

Secondo noi

 PREGI
> Guida. L’assetto “da kart” resta la dote migliore delle Mini: sterzo pronto e tenuta di strada elevata. 
> Motore. Rispetto alla Cooper D ha un po’ più di verve. Comunque non impressiona.

DIFETTI
> Prezzo. È addirittura 1.000 euro più alto di quello della (più emozionante) Cooper S.  
> Spazio. È sufficiente per due adulti (con pochi bagagli) e una coppia di bambini.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1.995
No cilindri e disposizione 4
Potenza massima kW (CV)/giri 105 (143)/4000
Coppia max Nm/giri 305/1750-2250
Emissione di CO2 grammi/km 139
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (automatico sequenziale) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 373/168/141
Passo cm 247
Peso in ordine di marcia kg 1150
Capacità bagagliaio litri 160/680
Pneumatici (di serie) 195/55 R 16
 
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
One 72 kW 18.350 benzina 1.598 98/72 186 10,5 18,5 127 1070
One 55 kW 17.200 benzina 1.598 75/55 175 13,2 18,5 127 1070
One 55 kW Minimalism 17.550 benzina 1.598 75/55 175 13,2 19,6 119 1070
One 72 kW Minimalism 18.700 benzina 1.598 98/72 186 10,5 19,6 119 1070
One 72 kW Steptronic 20.000 benzina 1.598 98/72 181 12,3 15,6 150 1100
Cooper 20.200 benzina 1.598 122/90 203 9,1 18,5 127 1075
Cooper Steptronic 21.850 benzina 1.598 122/90 197 10,4 15,6 150 1115
Cooper S 24.600 benzina 1.598 184/135 228 7,0 17,2 136 1140
Cooper S Steptronic 26.250 benzina 1.598 184/135 223 7,2 15,6 149 1165
John Cooper Works 29.950 benzina 1.598 211/155 238 6,5 14,1 165 1140
Cooper SD 25.600 benzina 1.995 143/105 215 8,1 23,3 114 1150
Cooper SD Steptronic 27.250 benzina 1.995 143/105 205 8,4 18,9 139 1170
One D 19.850 gasolio 1.560 90/66 184 11,4 26,3 99 1090
Cooper D 21.800 gasolio 1.560 111/82 197 9,7 26,3 99 1090
Cooper D Steptronic 23.450 gasolio 1.560 111/82 192 10,1 19,6 135 1112
Mini Mini
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
18
11
14
8
17
VOTO MEDIO
3,1
3.07353
68
Aggiungi un commento
Ritratto di Al86
4 giugno 2011 - 18:18
Bah, ipercostosa come tutte le mini, solo perché è "di moda", poi accostare la parola "sportiva" con "diesel" ce ne vuole, come si fa a considerare sportivo un tipo di motore che dopo i 4000 giri/min ha già dato tutto? Bah, se devo spendere da 27000€ vado a prendere altro e meglio, e se proprio fossi completamente rimbecillito da comprare una mini, non prenderei certo questa, ma la più "economica" cooper s, o meglio ancora cercherei una Austin/Morris Mini Cooper S 1275
Ritratto di cooper
4 giugno 2011 - 20:23
cosa??? Se le vuoi pepate, di pari segmento la 500 abarth è la più economica (ma beve) e costa cmq 20mila euro. Mito quadrifoglio oltre 23mila Ds3 155cv benza idem come sopra Polo GTI pure Gpunto abarth 21mila Audi A1 stronic 24mila Clio Rs 23mila
Ritratto di Al86
4 giugno 2011 - 21:08
Forse non ti è chiaro, ma io non spenderei mai cifre del genere per NESSUNA micromachine pepata e "modaiola", non solo Mini, che comunque sarebbe l'ultima che prenderei in considerazione (la MiTo neanche se me la regalano, che con quel muso da pantegana e quel "culone" che gli han fatto mi fa solo ribrezzo), e se dovessi per forza scegliere solo tra quelle o la 500 Abarth o la Clio RS. Comunque la mia critica (oltre al prezzo esagerato per una micromachine) è nel legare assieme "diesel" e "sportiva", che per quanto un motore diesel possa essere un buon motore, potente e vigoroso, NON è un motore "sportivo" e sinceramente, se avessi 30000€ da buttare in un'auto, sai quanto mi importerebbe consumare poco?... Appunto...
Ritratto di draid
7 giugno 2011 - 13:12
hai ragione... ma le piccole pepate fanno divertire chi non puo permettersi una enzo o una martin, ossia noi comuni mortali... poi il discorso benza è soggettivo, tra autovelox e tutor dove la fai girare a 6000 giri di quinta a 200kmh e poi ti diverte sfrecciare su una tre corsie dritta? il brivido è là sulla corda della curva dove coppia ai bassi regimi diverte te lo garantisco, per il prezzo molti aspetteranno di prenderla usata, prezzo dimezzato e costi di gestione umani la rendono davvero appetibile
Ritratto di Al86
7 giugno 2011 - 13:57
No, scusa, non ho capito, per te un'auto a benzina rende solo sui rettilinei? Vuoi forse dirmi che una 500 Abarth non sia divertente sul misto? O una Clio RS non è altrettanto divertente sul misto? O una Lotus Elise non è divertente sul misto? Guarda caso le auto nei rally sono tutte diesel perché il motore a benzina sul misto fa pena... Poi, scusa, ma a bassi regimi faccio una guida turistica e rilassata, la guida sportiva la faccio tenendo il motore in regimi vicino alla potenza massima esfruttando l'allungo del motore, oltre che usando anche il cambio, o magari la guida sportiva la si fa tenendo il motore a 2000 giri/minuto e col cambio automatico?
Ritratto di DaveK1982
5 giugno 2011 - 09:01
7
ma diesel e sportività è un binomio che ormai è realtà, una diesel ha vinto anche a le mans.
Ritratto di Al86
5 giugno 2011 - 11:05
Grazie, nelle 24 ore meno soste inutili si fanno meglio è e il motore diesel consuma meno del motore a benzina, ma in ogni caso perché nelle altre competizioni non ci sono motori diesel se sono diventati così sportivi?
Ritratto di DaveK1982
5 giugno 2011 - 14:18
7
ma non vincerebbero comunque se non fossero in grado di andare forte circa come un benzina, dico circa ovviamente. Può darsi che con l'avanzare della tecnologia inizieranno a vincere anche in competizioni non endurance, chi può dirlo? Per tornare alla mini forse avrebbero dovuto metterci il 2.0 da 200cv della serie 1, con quello andrebbe davvero forte
Ritratto di Andry9188
5 giugno 2011 - 21:28
la Touareg dell'ultima Dakar era diesel.
Ritratto di FG
6 giugno 2011 - 10:46
Veramente alla 24 ore di Le Mans sono anni che la Peugeot e l'Audi vincono con auto diesel... e lo stesso la Seat con la Leon a gasolio nel wtcc (prima che arrivasse la chevrolet con le Cruze...). Cmq ripeto che questo motore sulla mini è una buffonata...
Pagine