PRIMO CONTATTO

Nissan GT-R: entusiasma e ti porta a passeggio

Venti cavalli in più, scocca irrigidita, aerodinamica evoluta: la Nissan GT-R diventa ancora più efficace, senza perdere facilità d’uso.
10 giugno 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 101.900
  • Consumo medio (dichiarato)

    8,3 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    275 grammi/km
  • Euro

    6
Nissan GT-R
Nissan GT-R 3.8 V6
Passione per la meccanica

Yumika è una ragazzona giapponese davvero fuori dagli schemi. Come i suoi colleghi dell’atelier dove assemblano (rigorosamente in camera sterile) da cima a fondo i motori della Nissan GT-R, ha una passione incondizionata per la meccanica. La sua missione? Controllare con cura e sensibilità, inserendo lunghi e quasi impalpabili spessimetri, il “gioco” fra la camma e il sistema valvola. Con la sua sensibilità ed esperienza, sentendo come reagisce quella sottile foglia di metallo sotto i suoi polpastrelli, è una sorta di fenomeno, in grado di rilevare differenze (dell’ordine del micron) altrimenti percepibili solo con strumenti sofisticati. Tutto questo, tanto per far capire che anche in un motore tecnologicamente avanzato come questo 3.8 V6, c’è spazio per  una maniacale cura artigianale. E non è un caso che su ogni unità spicchi, orgogliosa, una targhetta in alluminio con la firma del maestro Takumi che l’ha assemblata.

Fisionomia inconfondibile

Le forme rinnovate (in verità solo in pochi dettagli)  della strapotente coupé 2+2 Nissan sono così spigolose che qualcuno l’ha soprannominata “Goldrake”: erano già state svelate lo scorso marzo al Salone di New York. Assieme al cofano ridisegnato, la Nissan GT-R 2016 sfoggia prese d’aria riviste, l’inedita griglia V-motion con finitura cromata opaca, nuove luci diurne a led e appendici aerodinamiche (dallo spoiler anteriore alle minigonne laterali) più accentuate; in funzione di una più efficiente gestione dei flussi d’aria (il Cx dichiarato è di 0,26) cambiano leggermente anche i montanti posteriori. Sotto la pelle, invece, si è lavorato nelle zone del parabrezza e del bagagliaio, rinforzate con l’obiettivo di incrementare la rigidezza della scocca e, di conseguenza, la guidabilità. La nuova edizione della supercar giapponese, che si evolve dal primo modello del 2008 (aggiornato un paio d’anni fa), si basa su un raffinato 3.8 V6 biturbo con pareti interne dei cilindri trattate con spray termico al plasma, abbinato a un velocissimo cambio robotizzato a doppia frizione e alla trazione integrale “on demand” a controllo elettronico; quest’ultima, solitamente invia tutta la coppia all’asse posteriore, salvo trasferirne fino al 50% alle ruote anteriori in base all’analisi di diversi parametri, fra i quali la velocità, l’angolo di sterzata e l’accelerazione laterale. 

È più potente e “suona” meglio

Grazie all’incremento della pressione di sovralimentazione e al controllo dell’accensione di ogni singolo cilindro (tecnologia sinora riservata alla versione “estrema” Nismo), la potenza del 3.8 V6 raggiunge i 570 CV, vale a dire 21 in più di prima. Migliorata pure l’erogazione della coppia, che, a differenza di quanto accadeva nel modello precedente, non viene più “smussata” in fase di avvio della vettura: così, complice l’aggiornamento della gestione degli innesti del cambio, lo spunto è più vigoroso, ma, al contempo, il passaggio fra prima e seconda marcia risulta più dolce. Inedito l’impianto di scarico in titanio con valvola a controllo elettronico: quest’ultima lavora in accordo con il sistema di altoparlanti nell’abitacolo che, tramite onde in controfase, elimina le frequenze sgradevoli, mentre enfatizza quelle più “coinvolgenti”. Il sound del motore, come d’altronde la risposta di cambio, Esp e sospensioni elettroniche, si adatta anche alla mNissan GT-Rodalità di guida selezionata (Normale, Comfort e Sport).

Ergonomia e funzionalità abbondano

Nell’abitacolo della Nissan GT-R arrivano rivestimenti in pelle Nappa di migliore qualità, schienali rimodellati e più comodi, nonché uno schermo tattile di maggiori dimensioni (8”, con informazioni, come sempre, personalizzabili) e gestibile attraverso un numero ridotto di comandi (che passano da 27 a 11, in totale). La clientela sportiva apprezzerà soprattutto i nuovi paddle per la selezione manuale dei sei rapporti: anziché essere ancorati al piantone (e dunque fissi) come i precedenti, ora ruotano assieme alla corona del volante e si rivelano più adeguati nella guida al limite in pista. In aggiunta, fatto raro in una supercar, il baule ha una capienza adeguata (315 litri) anche per i bagagli di quattro persone.

Prestazioni da primato

Più delle impressionanti prestazioni, a lasciare senza parole è la facilità di guida della Nissan GT-R e la sua capacità di adattarsi autorevolmente a ogni percorso grazie soprattutto a una posizione di guida azzeccata, resa confortevole dai sedili a guscio ben sagomati. Considerando le straordinarie prestazioni che sa esprimere con irrisoria disinvoltura (stando alla casa impiega meno di 2,8 secondi nello “0-100” e sfiora i 320 km/h di punta), se proprio si vuole muovere una critica alla supercar giapponese, bisogna stigmatizzare che oltre a raggiungere andature elevatissime in un batter d’occhi, non trasmette sempre l’esatta percezione della velocità… Anche a 220 orari, sembra di viaggiare con un filo di gas! A ciò contribuisce il sistema di riduzione del rumore nell’abitacolo e la migliorata taratura dello sterzo: è prontissimo nel misto stretto, pur godendo di una servoassistenza impeccabile ad alta velocità, dov’è così “solido” da non richiedere mai correzioni. 

La “forza” è con lei

Quando si affonda il piede nell’acceleratore, da qualsiasi regime e in qualsiasi marcia si viene spinti in avanti quasi con violenza, travolti da una progressione, che sembra non finire mai, interrotta solo dal passaggio di marcia, che il rapido (più in scalata che in accelerazione) cambio robotizzato a doppia frizione ordina a 7000 giri. E, a proposito, la spinta è così elevata che una settima marcia non ”stonerebbe”. La vera natura della Nissan GT-R emerge, però, soprattutto in pista: perfettamente bilanciata d’assetto, è agilissima nelle chicane, solida in appoggio e davvero sincera, visto che lascia ampio margine per apportare correzioni quando si esagera. Lo abbiamo bene verificato in questo nostro test sulla tecnica pista di Spa-Francorchamps, resa ancora più severa dalla pioggia: grazie alla ben calibrata trazione integrale non abbiamo avuto troppe difficoltà nel goderci la supercar giapponese (anche se per sei soli giri) a dispetto dell’aderenza precaria del fondo.

Resta “a buon mercato”

La rinnovata Nissan GT-R sarà distribuita in Europa a partire dal prossimo luglio; nel nostro paese, dovrebbe essere commercializzata a settembre con prezzi compresi fra i 101.900 euro dell’allestimento base “Pure” e i 112.900 euro del top di gamma Track: cifre importanti, ma decisamente più abbordabili di quelle richieste per blasonate concorrenti con prestazioni simili (o inferiori). 

Secondo noi

PREGI
> Motore. Il 3.8 V6 ha una spinta che pare inesauribile.
> Prezzo. Le rivali con pari prestazioni costano molto di più.
> Trazione. Le raffinate quattro ruote motrici riescono sempre a scaricare a terra tutti i 570 cavalli, anche sull'asfalto più viscido.

DIFETTI
> Linee. L'aggiornamento è stato importante, ma le forme sono quasi le stesse della GT-R che ha debuttato nel 2008: si poteva osare di più.
> Sensazioni. La GT-R va davvero forte ed è “facile”, ma non sempre lo “comunica” al guidatore.
> Settima marcia. Un rapporto in più aiuterebbe a sfruttare ancora meglio il motore.

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm3 3799
No cilindri e disposizione 6 a V di 90°
Potenza massima kW (CV)/giri 419 (570)/ 6800 giri
Coppia max Nm/giri 637/3300-5800
Emissione di CO2 grammi/km 275
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (robitzz. doppia friz.) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 315
Accelerazione 0-100 km/h (s) 2,8
Consumo medio (km/l) 8,3
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 471/190/137
Passo cm 278
Peso in ordine di marcia kg 1752
Capacità bagagliaio litri 315
Pneumatici (di serie) 255/40; 285/35 R19
Nissan GT-R
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
245
56
40
28
36
VOTO MEDIO
4,1
4.101235
405


Aggiungi un commento
Ritratto di tullio 1
15 giugno 2016 - 11:48
sono un porscista da anni ho firmato un contratto di acquisto per la GT R prestige Blaze metallic consegna Ottobre per avere un auto che praticamente non ha nessuno costa rispetto alle auto di pari prestazioni ai 100 ai 200/m euro in meno con 4 posti veri e capacita su qualsiasi terreno eccezionali - vedi ultimo titolo mondiale su ghiaccio oltre al tempo ottenuto sui vari circuiti con il modello con 20 cv in meno e 12 nm di coppia.
Ritratto di puccipaolo
18 giugno 2016 - 15:19
6
Leggevo interessato tutti i post.. mi domando come mai non ci si ponga la diatriba tra questa magnifica GT-R e la nuova Giulia QUADRIFOGLIO...sono diverse, ma allo stesso tempo auto pregne di cuore e prestazioni. A mio giudizio la nissan manca di fascino, mentre la Quadrifoglio ne straborda...Voi che ne pensate? 500 cv ci sono tutti!!!
Ritratto di tullio 1
15 giugno 2016 - 11:50
in realtà solo la Bugatti e qualche artigianale sono in grado di competere sullo 0/100 e su molto altro
Ritratto di tullio 1
16 giugno 2016 - 10:19
ritengo che lei non abbia la minima idea i cosa stiamo parlando!
Ritratto di tullio 1
16 giugno 2016 - 10:20
P.S. mi riferivo a DORIAN
Ritratto di G P C
16 giugno 2016 - 17:08
Auto superba e spesso sottovalutatata, per il nome che porta, che induce molti a criticarla per il semplice fatto che non si chiama Ferrari o Porsche e che di fatto, se si chiamasse Ferrari o Porsche,tutti, ovviamente, si genufletterebbero in estasi religiosa, sottolineando la "splendida linea" o le "prestazioni stratosferiche". In realta si chiama Nissan ed allora, molti preferiscono mangiare polvere e farsi disintegrare su strada da questa supercar spendendo una cifra con la quale aquisterebbero il succitato bolide, per acquistare una ciofeca da bar sport come una Boxster/cayman 4 cil full optional, un'auto mummificata come la 991liscia od s (alla quale ogni tando rinnovano le bende, ma mummia rimane), oppure devono aggiungere oltre 100k per acquistare una megasopravvalutata 911turbo s od una ferrari 488, per avere prestazioni al pari di questa nissan...potere dei miti e dell'irrazionale
Ritratto di Luc_1957
10 dicembre 2016 - 22:48
Se pensiamo alla vecchia Skyline degli anni 70, una coupe tranquilla e americaneggiante dalla quale nasce la GTR, anche la mitica 34 che ancora oggi è ricercatissima dai collezionisti ( alcuni pezzi valgono anche 60000 euro), dobbiamo dire che il brand oggi c è eccome. E siccome dopo quasi duecento anni personalmente sono abbastanza stanco di abbassare la testa davanti agli Asburgo, direi che i veicoli jap sono una bella e convincente alternativa. Questa GTR e' davvero un oggetto raro e prezioso. E per questo non può piacere a tutti... e poi Nissan ha anche Infinity che noi italiani non sappiamo nemmeno cosa sono se auto o barche o orologi... eppure....
Ritratto di mauriziozaino
5 marzo 2017 - 04:43
bella irraggiungibile.a quandoeliminazione superbollo?tara italiana che blocca commercio auto per appassinati
Pagine