PRIMO CONTATTO

Opel Mokka X: guadagna grinta, non visibilità

La Opel Mokka adesso ha una X nel nome, un frontale più grintoso e una plancia meno affollata di pulsanti. La guida è ok, ma la visuale resta scarsa.

16 settembre 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 29.050
  • Consumo medio

    21,3 km/l
  • Emissioni di CO2

    124 grammi/km
  • Euro

    6
Opel Mokka X
Opel Mokka X 1.6 CDTI 136 CV B-Color 4x4
Ha più grinta

In vendita dal 2012, la Opel Mokka si rinnova e cambia nome, aggiungendo una X; questa lettera contraddistinguerà d’ora in poi tutte le suv e le crossover della casa. A cambiare di più è il frontale, che ora propone una mascherina con baffo cromato a forma di ala e le luci diurne a led. Le superfici scolpite irrobustiscono l’immagine della macchina, che, comunque, appare anche più elegante rispetto alla vecchia versione. Il motivo a doppia ala si ritrova anche nella parte posteriore, dove si ripete all’interno dei fanali. La fiancata è mossa da linee decise, alleggerite da ampie zone scavate (compresa quella a onda, che risale verso la coda, dando slancio all’insieme).

Più semplicità, meno tasti

Novità anche nell’abitacolo della Opel Mokka X. Il cruscotto è tutto nuovo e di facile lettura. Inedita anche la parte centrale della plancia e della consolle, con lo schermo tattile di 7” (oppure 8, secondo gli allestimenti). Ora molte funzioni si comandano dallo schermo centrale, cosa che ha permesso di liberare la consolle da gran parte dei tasti che la affollavano (e che potevano essere fonte di distrazione). Curati gli assemblaggi, e pure i materiali convincono (specie la plastica morbida e gradevole al tatto della plancia) mentre è così così il bagagliaio, che non eccelle in capacità di carico e ha la soglia piuttosto lontana da terra (73 cm).

Se serve, chiama da sola i soccorsi

La Opel Mokka X dispone anche del sistema OnStar (di serie, a eccezione della base). Si tratta di un servizio di connettività e di assistenza personale che include la chiamata d’emergenza automatica in caso d'incidente, il collegamento 24 ore su 24 con una centrale operativa dedicata per avere informazioni di vario genere e una app per il controllo con il cellulare di molte funzioni della vettura. Quindi, per esempio, se i sensori presenti nella macchina si attivano a causa di un urto di notevole entità, tramite OnStar vengono chiamati automaticamente i soccorsi. Oppure, chiamando la centrale operativa, si può chiedere quali sono i ristoranti o gli hotel nei pressi del luogo in cui ci si trova. E, con la app myOpel, si possono bloccare o sbloccare le porte da remoto, localizzare il veicolo e attivare il clacson o i fari; da fine 2016 sarà disponibile anche un hotspot che creerà nell’abitacolo una rete wi-fi alla quale si potranno collegare fino a sette cellulari. Inedito per la Mokka è anche l’IntelliLink: si possono connettere gli smartphone al sistema multimediale della vettura attraverso i protocolli Apple CarPlay e Android Auto, visualizzando le schermate nel display dell’auto.

La guida non delude

Alcuni motori della Opel Mokka X sono già conosciuti:  a benzina, ci sono il 1.6 da 116 CV e il 1.4 Turbo da 140 CV (quest’ultimo anche a Gpl), mentre il 1.6 a gasolio ha 110 e 136 CV. Nuovo è invece il 1.4 Turbo a benzina da 152 CV, abbinato solo alla trazione 4x4 e al cambio automatico a sei marce. La Opel Mokka X con il 1.6 turbodiesel da 136 CV offre il giusto brio e consumi che, per un'auto a trazione integrale, non sono affatto alti (nella nostra prova strumentale della vecchia Mokka 1.6 CDTI 4x4 avevamo rilevato una media di 16,1 km/l, e alla fine del nostro test sulle tortuose strade della Scozia meridionale abbiamo superato i 17, almeno stando ai valori letti nel computer di bordo). Anche le vibrazioni e il rumore non sono mai tali da infastidire, ma il cambio ha innesti un po' contrastati e il pedale della frizione non è proprio leggerissimo da premere. Peccato, inoltre, che non si possa avere il cambio automatico, che renderebbe la vita più facile. Apprezzabili le doti di guida: convincono la risposta precisa dello sterzo e la buona tenuta di strada, mentre abbandonando l'asfalto la trazione integrale a controllo elettronico consente di trarsi d'impaccio senza fatica anche in condizioni di scarsa aderenza. Come nel vecchio modello, la visibilità non è tra i punti forti: nelle curve a sinistra lo sguardo si imbatte nel lungo montante anteriore, e in retromarcia il lunotto piccolo obbliga ad affidarsi ai sensori di distanza (di serie, sia anteriori che posteriori). 

Un aiuto per la notte

Tra gli optional della Opel Mokka X ci sono anche i fari a led AFL (Adaptive Forward Lighting,a  1.250 euro): si tratta di luci intelligenti che adattano il fascio luminoso in base al tipo di percorso e alla presenza di altri veicoli, in modo da avere la migliore illuminazione possibile senza abbagliare. La telecamera anteriore Opel Eye, invece, legge i cartelli stradali riproponendoli nel cruscotto e tiene sotto controllo al distanza di sicurezza, avvisando il guidatore quando viaggia troppo vicino all'auto che precede (anche attraverso dei led rossi che vengono proiettati nel parabrezza). In concessionaria a metà ottobre (con due giornate di porte aperte sabato 15 e domenica 16), la Mokka X ha prezzi compresi tra i 19.750 euro della 1.6 a benzina da 116 CV (in offerta al lancio, sino a fine anno, a 16.900) a 29.050 della 1.6 CDTI 4x4 di questo test e della 1.4 Turbo B-Color 4x4 automatica.

Secondo noi

PREGI

> Dotazione. Di serie c’è tutto quello che serve, e anche di più: dal “clima” bizona ai cerchi in lega, dai sensori di parcheggio al sistema OnStar.
> Guida. L’auto è maneggevole, facile da guidare e tiene bene la strada.
> Motore. Il turbodiesel è vivace, spinge con fluidità e non fa troppo rumore.

DIFETTI
 
> Baule. Non è molto capiente e ha la soglia di carico distante da terra.
> Cambio. La manovrabilità non è delle migliori, e per le 1.6 CDTI 136 CV con la trazione 4x4 non si può avere l’automatico.
> Visibilità. I lunghi montanti ai lati del parabrezza disturbano nelle svolte e il lunotto piccolo crea problemi in “retro”.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (136)/3500-4000 giri
Coppia max Nm/giri 320/2000-2250
Emissione di CO2 grammi/km 124
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 manuale + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 187
Accelerazione 0-100 km/h (s) 10,3
Consumo medio (km/l) 21,3
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 428/178/166
Passo cm 256
Peso in ordine di marcia kg 1429
Capacità bagagliaio litri 356/1372
Pneumatici (di serie) 215/55 R18
Opel Mokka X
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
32
31
19
23
24
VOTO MEDIO
3,2
3.186045
129
Aggiungi un commento
Ritratto di Gordo88
17 settembre 2016 - 17:44
In molti parlano di guidabilità ma almeno l' avete mai provata una mokka? Io si e per essere un crossover non è per niente male, sembra di stare su una normale seg c con la seduta rialzata mentre per altre concorrenti beh lasciamo perdere.. Per quanto riguarda il restyling non mi convince il muso che lo trovo più impersonale di prima mentre gli interni sono migliorati molto, penso che avrà ancora un discreto successo.
Ritratto di mike53
17 settembre 2016 - 21:44
Meglio il modello precedente. Più personale. Dentro invece mi sembra (forse) un po' meglio. Un saluto particolare a @S46 che tempo fa' ho potuto constatare essere felice possessore di una Mokka ...
Ritratto di enzo frappa
19 settembre 2016 - 13:20
Ma che schifo di macchina é,ho fatto fatica a salirci,ha uno spazio come la Smart,e poi la Opel fa sempre macchine vecchie sembrano le macchine anni 80
Ritratto di sf
20 settembre 2016 - 17:54
Pensa che invece le fiat sembrano auto degli anni 50-60, ricordano tantissimo la 600 gta, auto che ha spopolato nel dopoguerra, quando è iniziato il boom economico e si vedevano tutti i vacanzieri a bordo delle loro bellissime fiat, ora invece ti propongo 500 in tutte le salse, e le fanno anche in un bellissimo e antichissimo azzurro vintage, alla faccia della modernità
Ritratto di ciccio357
7 gennaio 2017 - 16:06
Sei alto 2,56 in caso effettivamente è vero ... La mokka a discapito del bagagliaio è una delle più spaziose della sua categoria .. Prima di scrivere sarebbe meglio informarsi un pochino .....
Ritratto di monodrone
19 settembre 2016 - 13:52
Non mi garba
Ritratto di internet960
19 settembre 2016 - 14:03
non mi piace il portellone posteriore sa di Chevrolet, di economico, per il resto è una buona auto, sa di robusto priva dell'ignoranza fiat 500x o della leggerezza francese.altri pregi altri difetti
Ritratto di enzo frappa
19 settembre 2016 - 14:14
Poi quasi 30 mila euro é solo una macchina rialzata,una scatoletta tutta plastica ma stiamo scherzando,ma l'Italia è in crisi,se avessi 30 mila euro da spendere farei funzionare il cervello....
Ritratto di Paolinostudio
20 gennaio 2017 - 15:22
Scusa Enzo. La mia mokka innovation GPL era sui 22.500. Ora la cambio "per capriccio" con l'automatica diesel 136 pedane laterali sistema integrato per bici navigatore ecc per 25.200 euro! Andiamo dal concessionario e poi parliamone;)
Ritratto di ema63
19 settembre 2016 - 16:36
i nuovi cruscotti più snelli sono tutti una bufala.. alle case conviene molto di più far lavorare tutto in uno schermo touch.. al minino problema si cambia.. peccato per noi che impazziamo anche solo per cambiare la temperatura interna!! w le auto di una volta con i manopoloni!
Pagine