PRIMO CONTATTO

Peugeot 308: confortevole e virtuale

Il nuovo cruscotto digitale è chiaro e rende ancor più gradevole la guida della Peugeot 308 con il brillante 1.5 diesel da 131 CV. Poco immediati alcuni comandi.
Pubblicato 18 novembre 2020
  • Prezzo (al momento del test)

    € 30.350
  • Consumo medio (dichiarato)

    23,3 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    95 grammi/km
  • Euro

    6d
Peugeot 308
Peugeot 308 1.5 BlueHDi 130 CV GT Line
Lancette addio

Per la berlina (e la wagon) Peugeot 308 arriva un nuovo cruscotto digitale: è di serie e rimpiazza il precedente analogico. Il monitor di 10” è chiaro, fornisce molte informazioni e offre cinque configurazioni. Fra queste, quella con la mappa in 3D a tutto schermo per il navigatore. Rivista anche l’offerta dei motori, tutta rispondente alla più recente norma antinquinamento Euro 6d. La scelta è fra il tricilindrico 1.2 a benzina da 110 o 131 CV e il 1.5 diesel con 131 CV, tutti turbo. Per le due unità di maggior potenza è previsto anche il cambio automatico a otto marce (2.000 euro), in alternativa a quello manuale con sei rapporti. Le forme equilibrate della Peugeot 308 restano invariate. Si aggiunge un’ulteriore possibilità di personalizzazione con il Black pack (da 290 euro), con tutti i dettagli esterni, fra cui le cornici della mascherina e dei finestrini, di colore nero.

Da 22.700 euro

Ridefiniti anche gli allestimenti della Peugeot 308. Già il meno costoso Active (da 22.700 euro per la 1.2 da 110 CV), prevede il climatizzatore automatico bizona, il cruise control, la frenata automatica d’emergenza e i sensori di distanza posteriori. La più ricca GT del test (da 28.350 euro per la 1.2 da 131 CV) ha pure l’accesso senza chiave, i fari full led, il navigatore e aiuti alla guida come l’avviso anti-colpo di sonno, il cruise control adattativo e il mantenimento in corsia. Per 1.500 euro in più, la GT Pack aggiunge il monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori e il sistema di parcheggio semiautomatico.

Non sempre pratica

Spazioso e ben rifinito, l’abitacolo della Peugeot 308 si conferma accogliente. Restano alcuni limiti, per esempio nella posizione di guida. Per non coprire parte della strumentazione con la corona, il piccolo volante va regolato in basso e il sedile tenuto piuttosto alto. Inoltre, i servizi di bordo come il climatizzatore e la radio si gestiscono soltanto dal grande schermo di 10,3” nella consolle: costringono a distrarsi dalla guida, per sfogliare i menù. Nulla da ridire sulle funzionalità dell’impianto multimediale, completo di Android Auto e Apple CarPlay, e più che soddisfacente la capacità di carico. Al baule si accede facilmente dell’ampio portellone, con soglia non distante dal suolo.

Vispa e comoda

Molto valido il 1.5 diesel della Peugeot 308, che fa poco rumore e spinge vigoroso fin dai bassi regimi. Premuto il tasto Sport nel tunnel, la risposta si fa più pronta, l’impianto audio riproduce un rombo “sportivo” (fortunatamente in misura più discreta che in passato) e lo sterzo diventa parecchio più pesante da azionare. In ogni caso si tratta di un comando preciso e pronto, e il piccolo volante ha l’effetto di renderlo più diretto. Le sospensioni poco cedevoli favoriscono rapidi cambi di traiettoria, contribuendo alla gradevolezza nella guida della Peugeot 308 (penalizzata solo dalla non eccezionale manovrabilità del cambio) senza influire sul comfort: la maggior parte delle sconnessioni è assorbita con efficacia. Non delle migliori, invece, la visibilità posteriore: colpa dei larghi montanti del tetto. Nel corso del test, in parte nel traffico di Milano e in parte su strade extraurbane, il computer di bordo ha calcolato un consumo di circa 15 km/l: non male, se si considera la guida briosa che abbiamo adottato.

Secondo noi

Pregi
> Motore. È brillante e fluido nell’erogazione.
> Comfort. L’abitacolo è ben isolato dai rumori esterni e dalle sconnessioni dell’asfalto.
> Strumentazione. Il nuovo cruscotto digitale è chiaro e configurabile.

Difetti.
> Comandi. La gestione di quelli secondari dal monitor nella consolle è macchinosa.
> Visibilità. Quella di tre quarti posteriore non è un granché.
> Volante. Va regolato in basso per non coprire parte della strumentazione.

SCHEDA TECNICA

Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1499
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 96 (131)/3750 giri
Coppia max Nm/giri 300/1750
Emissione di CO2 grammi/km 95
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 204
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,8
Consumo medio (km/l) 23,3
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 425/180/145
Passo cm 262
Peso in ordine di marcia kg 1204
Capacità bagagliaio litri 420/1128
Pneumatici (di serie) 225/45 R17
Peugeot 308
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
204
234
119
85
97
VOTO MEDIO
3,5
3.491205
739


Aggiungi un commento
Ritratto di Fcava
22 novembre 2020 - 18:09
puoi postarmi le foto che vuoi. ma la peugeot non li ha mai messi lì (seguo la 308 dal 2013 quando è uscita, ed ho preso la restyling a fine 2018... ma ho tanti amici sui forum e siamo tutti con le stesse lampadine). puoi sostiture le lampadine T10 con i led T10 o con il portalampade led cinese. In alcuni casi hai i led (mosci) subito sopra la leva di apertura delle portiere (tolti e rimessi 100 volte), quelli nella plafoniera e si parlaca nella sona cambio
Ritratto di Cilindrata
18 novembre 2020 - 22:01
I TDI VW fluidi? Ahah li hai mai guidati?
Ritratto di Vincenzo1973
18 novembre 2020 - 22:10
@claus senza offesa ma " motori diesel 2.0 da 116 a 150 cv ben piu fluidi e duraturi " associato a VW non si puo' sentire. un rottame di motore. sono stati costretti a togliere il 1600 tanto era fiacco di coppia e sostituito dal 2000 a cui hanno tolto un po' di cv. sul duraturi poi....
Ritratto di marcoveneto
19 novembre 2020 - 10:10
Tu non hai idea di cosa stai dicendo...tanti 2.0 TDI superano ampiamente i 300mila km senza problemi. Il 1.6 lo hanno tolto per un discorso di omologazione (e molti altri toglieranno i piccoli diesel)...Provare le cose prima di sparlare a vanvera....
Ritratto di Marcello7
22 novembre 2020 - 17:10
Hai scritto bene alcune superano 300 mila, la maggior parte hanno montagne di problemi, come capitato a me con vw e audi, ovviamente stesso motore da 150 cv. E quando resti continuamente a piedi in autostrada anche all'estero, maledici il giorno che hai speso quei soldi. Mai più una tedesca, comprese testate e turbine bmw
Ritratto di marcoveneto
24 novembre 2020 - 11:04
Che problemi ti ha dato? Pompà alta pressione? Di che anno era la macchina?
Ritratto di Claus90
19 novembre 2020 - 11:22
@vincenzo so cosa dico e ho guidato diesel VW vanno bene, anche quelli Fiat, tolta la polemica, pochi cavalli in una cilindrata grossa fanno si che la componentistica è molto meno sollecitata e quindi a parità di cv su un 1.6, un 2.0 è molto piu affidabile, un 3.0 cc con 190 cv è indistruttibile e molto piu duraturo di un 2.0 da 190 cv cosi la , penso saluti. Il downsizing che hanno adottato le case automobilistiche in un decennio è risultato fallimentare
Ritratto di Vincenzo1973
25 novembre 2020 - 10:04
@Claus90 parlo per numeri dicendo che sono inaffidabili. non ho avuto VW ma Oper , 2 Ford e ora Fiat. in tutti i casi pochissimi problemi, per non dire zero nonostante le porti fino a fine vita con tantissimi km. un 1600 non mi sembra tanto downsizing, non e' piccolo come motore. e' quello piu interessato dal problema dieselgate (come 2.0 e 3.0 del resto) ma rimane un motore cosi cosi se tutta la concorrenza riesce a fare bene con i 1500 e i 1600. secondo me perdono un po' di clientela. giusto il tuo discorso che un 2000 depotenziato e' meglio di un 1600 ma tante persone non vogliono un motore cosi grande perche pagherebbero di piu di tasse. vero anche che i diesel ormai stanno perdendo quote di mercato molto rapidamente quindi rischio calcolato il loro
Ritratto di deutsch
19 novembre 2020 - 13:19
4
sei conscio che questa è 4 cilindri?
Ritratto di Fcava
19 novembre 2020 - 19:58
Con il manuale va bene il 3 cilindri. Con l'automatico, causa convertitore, é piú dolce. Comunque si muove. Anche se, 4 cilindri e 200cv sarebbero meglio
Pagine