PRIMO CONTATTO

Peugeot 5008: La personalità abbonda, la verve meno

Originale, spaziosa e rifinita di tutto punto, la nuova Peugeot 5008 è una versatile crossover a sette posti. Con il 1.2 a benzina da 131 CV e il cambio automatico si muove fluida, ma non molto vispa. 
Pubblicato 25 febbraio 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 32.050
  • Consumo medio (dichiarato)

    19,2 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    120 grammi/km
  • Euro

    6
Peugeot 5008
Peugeot 5008 1.2 PureTech Turbo Allure EAT6
Stesso nome, nuova sostanza

Si chiama ancora Peugeot 5008 ma, della monovolume di medie dimensioni che sostituisce nella gamma Peugeot, è rimasto soltanto il nome. La nuova 5008 è un’originale crossover a sette posti, disponibile solo a trazione anteriore, che ripropone la praticità delle monovolume nella seconda fila di sedili costituita da tre poltroncine singole e scorrevoli in senso longitudinale (indipendentemente l’una dall’altra); delle suv riprende le forme muscolose e la buona altezza da terra (23 cm tra il suolo e il fondo dell’auto) per affrontare più a cuor leggero i fondi accidentati. Il look personale è giocato anche sul contrasto fra la tinta della carrozzeria, il tetto nero e le tante cromature, oltre che sulla ricercatezza di dettagli come gli uncini del paraurti che “entrano” nei fari e l’elemento nero frapposto tra il bordo del cofano e i parafanghi.

Da 25.450 euro

La nuova Peugeot 5008, che condivide la meccanica con la 3008 (rispetto alla quale è più lunga di 19 cm, 464 contro 445), si può già ordinare, ma sarà nelle concessionarie dall’ultimo fine settimana di maggio 2017. Per i motori a benzina la scelta è fra il 1.2 turbo a tre cilindri da 131 CV (quello dell’auto del test, abbinato al cambio automatico ma disponibile anche con il manuale) e il 1.6 turbo da 165 (solo con la trasmissione automatica). Tre, invece, le unità a gasolio: 1.6 da 120 cavalli (anche “automatica”) e 2.0 con 150 o 181 CV (quest’ultima soltanto con cambio automatico). I prezzi vanno dai 25.450 euro per la 1.2 PureTech Turbo Access con il 1.2 a benzina (di serie il climatizzatore manuale e la radio col Bluetooth), ai 40.200 euro della 2.0 BlueHDi GT EAT6 con il 2.0 turbodiesel da 181 CV (di serie vari aiuti alla guida, come l’attivazione automatica d’emergenza per i freni, i fari full led, i sedili in Alcantara e le ruote di 19”). La 1.2 PureTech Turbo EAT6 Allure del test costa 32.050 (30.550 euro senza il cambio automatico) e ha una ricca dotazione di serie, comprendente alcuni dispositivi di sicurezza (come l’avviso di involontario cambio di corsia), il navigatore e le ruote di 18”. Fra gli optional, l’Advanced Grip Control (fra 180 e 880 euro a seconda degli allestimenti): include cinque modalità di guida (selezionabili con una manopola fra i sedili) che intervengono sulla gestione elettronica della trazione per muoversi su fondi a bassa aderenza (sabbia, neve…), il sistema che mantiene costante la velocità impostata nelle discese più ripide e le ruote di 18” con pneumatici M+S.

Un salotto ricercato

Il grande abitacolo della Peugeot 5008 si distingue per l’aspetto moderno, con l’originale cruscotto digitale (le tante informazioni si possono configurare in cinque modi, sempre ben leggibili), che sembra appoggiato sull’elaborata plancia con estesi inserti in tessuto e una larga consolle (impreziosita da raffinati tasti tipo alluminio e ampi portaoggetti) che “abbraccia” il guidatore. La posizione di guida rialzata è confortevole. Il sedile della Peugeot 5008 del test aggiunge estese regolazioni elettriche e la funzione massaggio (800 euro), oltre al supporto delle cosce estensibile (così imbottito da risultare persino un po’ alto). Specialmente se “tutta indietro” la seconda fila di sedili (scorre di 15 cm) offre parecchio spazio per i tre passeggeri (e il pavimento è piatto). Le singole poltrone hanno lo schienale regolabile e, mediante una pratica maniglia, scorrono per dare agevole accesso alla terza fila. Quest’ultima è composta da due strapuntini che fuoriescono in un attimo dal fondo del baule (basta tirare una fettuccia di tessuto) e possono accogliere abbastanza bene persone non più alte di 160 cm. Questi due sedili sono anche removibili (facilmente, è sufficiente azionare una leva per sbloccarli e pesano 11 kg l’uno) ottenendo, così, un ulteriore vano sotto il fondo del baule. Quest’ultimo è di agevole accesso (72 cm la distanza della soglia di carico dal suolo) e, con i sette posti in uso, offre comunque spazio per un paio di trolley. Senza la terza fila la capienza è notevole e, ripiegando tutti i sedili, incluso quello del passeggero anteriore, c’è posto per oggetti lunghi fino a 282 cm. Nelle pareti del vano sono ricavati portaoggetti, mentre mancano i ganci per appendere borse e sacchetti.

Solo tre cilindri, ma ce la fanno

Alla Peugeot 5008 1.2 PureTech Turbo Allure EAT6 i cavalli non mancano (sono 131): ma, nonostante il peso contenuto della vettura (1317 kg), lo sprint non ci è sembrato dei più incisivi. Più che impressionare per la vivacità, l’auto si fa apprezzare per la morbidezza nel funzionamento del tre cilindri a benzina e del cambio automatico a sei rapporti. I generosi pneumatici di 225/55 R 18 e la taratura solida delle sospensioni (a volte in difficoltà nell’incassare le buche) garantiscono un’elevata tenuta di strada e un’agilità di tutto rispetto. Lo sterzo, con lo sportivo volante di diametro ridotto, è preciso e non troppo leggero. Il cambio, abbastanza veloce, per inserire manualmente le marce dispone di levette solidali al piantone dello sterzo (quando si ruota il volante non sono più raggiungibili). Quanto ai consumi, nel corso del test su percorsi extra urbani (affrontati con un certo brio) e in autostrada, il computer di bordo ha calcolato una media 11,5 kml: discreta. 

Secondo noi

Pregi
> Finiture. I materiali sono di qualità e gli assemblaggi curati.
> Originalità. Sia dentro sia fuori, la Peugeot 5008 mostra una personalità spiccata.
> Sterzo. Piuttosto diretto e non eccessivamente pesante, infonde fiducia.

Difetti
> Levette del cambio. Quelle solidali al piantone dello sterzo per selezionare le marce non sono sempre sottomano.
> Prestazioni. Al 1.2 manca un po’ di verve.
> Sospensioni. Non sempre filtrano adeguatamente le sconnessioni della strada.

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 1199
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 96 (131)/5500 giri
Coppia max Nm/giri 230/1750
Emissione di CO2 grammi/km 120
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (automatico) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 188
Accelerazione 0-100 km/h (s) 10,4
Consumo medio (km/l) 19,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 464/184/165
Passo cm 284
Peso in ordine di marcia kg 1317
Capacità bagagliaio litri n.d./702-780/1940
Pneumatici (di serie) 225/55 R18
Peugeot 5008
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
47
43
45
37
58
VOTO MEDIO
2,9
2.930435
230


Aggiungi un commento
Ritratto di Symon89
27 febbraio 2017 - 11:05
Stego ti sei mai chiesto perchè fanno motori piccoli con grande coppia? Ci sono almeno 3 motivi che "ingannano" il cliente...gran coppia.....Se sei intelligente ci arrivi da solo. Certo, in listino c'è altra motorizzazione, ma mi riferivo al modello provato, ovvero il 1.2.
Ritratto di Il demagogo
27 febbraio 2017 - 18:53
mi puoi spiegare che non sono intelligente?
Ritratto di Symon89
27 febbraio 2017 - 21:25
Forse perchè sbevazzano un casino in accelerazione, però possono far figurare che con una guida "tranquilla" fanno i 20km/l? O forse perchè le cilindrate basse con meno "cubi" durano di meno nel tempo, di motori magari con meno coppia ma più grandi e duraturi? Maggiore usura, ricambi ecc..........E poi c'è dell'altro, ma non sono quà a dare spiegazioni. Ora lo sai. Ciao
Ritratto di AMG
26 febbraio 2017 - 14:27
Quanti errori solerte commentatore: l'unico vero errore è stato il motore su questa, che in ogni caso poi uno se la può scegliere con questo o quel motore, non è che questo precluda tutti gli altri disponibili. Le sospensioni? Tu l'hai provata per dirlo? E allora? Infine gli interni e i paddle al volante sono PREGI non difetti. Quindi almeno abbi la decenza di mettere il "secondo il mio modesto parere..."
Ritratto di Symon89
27 febbraio 2017 - 11:03
No non l'ho provata ma la recensione è di uno che l'ha provata, e non uno qualunque uno che ci capisce...non credo si inventi le cose. Ah, i paddle al volante inutilizzabili in curva sono un pregio? ok, contento tu. I--------M-------------H-----------O Credo che sia ovvio però...
Ritratto di Boys
27 febbraio 2017 - 21:15
1
Symon89...consentimi la critica...prima di commentare scrivo per la 100ma non a te ma a molti commentatori...."piloti" fra cento virgolette che prima di commentare provare le auto poi commentare e giudicare altrimenti il commento vale ZERO...ma comincio: io ho provato per svariati km. la 3008 td 2.0 da 181 cv full optional con cambio automatico : fantastica sia per accessori che per il resto...a mio giudizio non ha rivali ma...cambio automatico e con paddle al volante e curvo e cambio tranquillamente....poi IO posseggo una PEUGEOT 308 1.2 EAT 6 ALLURE con il suddetto motore ..ovvio coppia e potenza la fanno da PADRONE su quest auto e ovviamente è molto performante per coppia e potenza ma io che NON provo le auto ma ho fatto di mestiere l'autista per tanti anni di professione e quindi ...qualche milione di km sulle spalle su svariati mezzi che non dico NON SO IL PERCHE' ma in curva sulla mia Peugeot 308 EAT6 RIESCO A CAMBIARE.....che ne dici? ....quindi a te ...con rispetto dico e per l'ennesima volta ad altri per favore provare e riprovare le auto e poi dopo se è il caso commentare .......saluti.
Ritratto di autolog
2 marzo 2017 - 08:08
Beh di gente fissata col marchio che fanno gli autisti di professione e giurano che la tal auto o la tal'altra sia la migliore del mondo ne conosco parecchi e questo sito ne è pieno. Penso che ognuno di noi sia libero di commentare anche senza essere un taxista o un autotrasportatore e ritengo che i fanatici hanno (per me) un valore informativo prossimo allo zero, anche dopo qualche milione di chilometri.
Ritratto di Boys
2 marzo 2017 - 20:40
1
autolog..avevo proprio bisogno di un commento """"sapiente"""" ponderato e costruttivo come il tuo ....mi mancava ..c'è sempre da imparare...intanto io non ho giurato nulla ho dato una mia impressione che tu hai trasformato..a piacimento, poi io non sono fissato su alcuna marca..ho avuto auto mie personali Vw, Alfa, Lancia, Fiat, Opel, Ford, Toyota, Peugeot...quindi il commento di fanatismo...VALE ZERO....se ancor peggio non conosci con chi stai parlando e stai parlando con uno che ha guidato la Renault 4 non so se la conosci...cosi come la BMW 750 i ....poi tu mi mi dici che il mio valore informativo è prossimo allo ZERO dopo qualche milione di km. fatto su diverse strade d' Europa e su diverse auto da quella più economica a quella più prestigiosa..o quasi...Beh......IL COMMENTO ..SI COMMENTA DA SOLO .....PER SAPIENZA AUTOMOBILISTICA !!!! Saluti...
Ritratto di Fr4ncesco
26 febbraio 2017 - 12:27
2
Un po' una 3008 ingrandita, modello che esteticamente mi piace molto quindi trovo questa 5008 bella, soprattutto nelle tonalità di colore "coraggiose" come questa specie di verde petrolio nella foto, che dal vivo fanno un gran effetto. Su questo aspetto dopo anni così così (per non dire di peggio) Peugeot ha imboccato la via giusta. Ciò che non mi convincono del marchio francese sono i motori e i comandi, sia per quanto riguarda la guida che per l'ergonomia, e in questo senso mi sembra peccare ancora. Bello invece il quadro strumenti digitale, con una grafica interessante e azzeccato con le linee futuristiche degli interni. Reputo le Peugeot più votate al confort di marcia che alla guida brillante, con uno spiccato interesse per il design e una ricerca (ritrovata) della propria personalità.
Ritratto di torque
26 febbraio 2017 - 12:46
Sui motori invece secondo me niente da dire: non sono mai stati famosi per una spinta proverbiale (dovute eccezioni a parte, tipo quelli delle GTi), però sono molto efficienti. I diesel sono da record, insieme a Mazda. Te lo posso confermare io, che ho una 208 1.4 HDi, ma te lo può confermare tanta altra gente, che magari guida pure i nuovi 1.6 BlueHDi che dovrebbero essere anche meglio. Chiaro, sono motori che si acquistano con altro in testa: non comprerai mai un'utilitaria Peugeot a gasolio perché volevi farti la sportiva... io in ogni caso non avrei mai montato un 1.2 3 cilindri su quest'auto, mi sembrava ovvio che "gli sarebbe mancata verve", anche se 1300 kg in ordine di marcia per un suv di 4,65 metri x 1,65 di altezza sono davvero un valore notevole, che quasi giustifica motorini da utilitaria come questo. Sull'ergonomia dei comandi sono d'accordo invece: le funzioni base dovrebbero sempre essere sotto mano. Siamo arrivati a inserire i pulsanti nel volante per non dover allungare la mano fino alla manopola del volume e poi finiamo per dover spulciare le schermate dell'infotainment quando fa caldo in macchina, assurdo.
Pagine