PRIMO CONTATTO

Porsche 718 Cayman: sei cilindri che fanno la differenza

La Porsche ci ripensa e sostituisce il precedente motore turbo a 4 cilindri con il 6 cilindri aspirato. Grazie al quale la Cayman GTS torna coinvolgente, nel "sound" e nell'erogazione dei 400 cavalli. Il cambio? Solo manuale (per ora).
di Marco Pascali
Pubblicato 17 febbraio 2020
  • Prezzo (al momento del test)

    € 84.883
  • Consumo medio (dichiarato)

    9,2 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    246 grammi/km
  • Euro

    6d-Temp
Porsche 718 Cayman
Porsche 718 Cayman 4.0 GTS
Gli accessori giusti

Pensionato il 2.5 turbo a quattro cilindri, la Porsche 718 Cayman in versione GTS torna al flat six. Monta lo stesso motore “quattromila” aspirato già apprezzato sulla 718 Cayman GT4, appena ammorbidito: ha 400 CV (20 in meno della GT4) ed è abbinato alla sola trasmissione manuale a sei rapporti (almeno fino a fine anno, quando arriverà anche il robotizzato PDK). Una combinazione da “puristi” della guida, che ben si accompagna alla dotazione tecnica di serie della GTS che prevede una serie di accessori utili a massimizzare l’esperienza dietro al volante: dal pacchetto Sport Chrono, al differenziale posteriore autobloccante, passando per l’assetto ribassato di 20 mm con ammortizzatori a controllo elettronico e l’impianto di scarico sportivo. La Porsche 718 Cayman GTS è già ordinabile, e parte da 84.883 euro. Lo stesso tipo di aggiornamento ha riguardato anche la sorella scoperta, la Boxster, pure lei già ordinabile in concessionaria a partire da 86.957 euro.

Il sei cilindri esalta

Fin dai primi metri la nuova Porsche 718 Cayman GTS 4.0 mostra gran parte dei pregi rilevati sulla versione a quattro cilindri del 2018: i comandi rispondono con precisione alle richieste del guidatore ed è possibile pennellare con fluidità le curve a ogni andatura. Il merito è dello sterzo, che è preciso e sensibile, ma pure della grande trazione in uscita di curva. Inoltre, le gomme posteriori da 265 mm lavorano al meglio per “spalmare” a terra coppia e potenza offerte dal nuovo motore boxer, coadiuvate dall’ottimo lavoro del differenziale autobloccante e del torque vectoring. Notevole la frenata: l’impianto, composto da dischi di 350 mm con pinze a sei pistoncini all’anteriore e di 330 mm con pinze a quattro pistoncini al posteriore, è sempre potente e progressivo anche dopo molte staccate, come abbiamo potuto appurare sul circuito dell’Estoril. Per i più esigenti è disponibile, come optional, anche un impianto con dischi carboceramici, che costa 7.503 euro. 

I grandi cambiamenti, su questa Porsche 718 Cayman GTS 4.0, si avvertono una volta premuto il pedale dell’acceleratore. Se il quattro cilindri turbo della GTS 2018, così ricco di coppia fin dai bassi regimi (430 Nm a 1.900 giri), era una goduria sulle strade di montagna, tutto ciò diventa irrilevante rispetto all’emozionante sound e all’allungo di questo nuovo sei cilindri aspirato. La spinta è lineare in un crescendo fino 7.000 giri, dove sono disponibili tutti i 400 CV, mentre la coppia massima di 420 Nm è disponibile tra i 5.000 e i 6.500 giri. La linea rossa è a 7.800 giri, in pratica un invito a tenere il motore costantemente in alto. Piacevole il cambio manuale a sei marce dagli innesti secchi e precisi che, nelle modalità di guida più spinte, esegue la doppietta automatica in scalata.

La distinguono i dettagli

Rispetto alle altre versioni della gamma, questa Porsche 718 Cayman GTS 4.0 è distinguibile dai numerosi particolari estetici dedicati: spoiler, prese d’aria, parte bassa del paraurti posteriore e tutti i dettagli tipici del mondo GTS sono in colore nero lucido. Come anche i cerchi in lega di 20”, mentre le pinze dei freni sono rosse (o gialle scegliendo l’impianto carboceramico). L’abitacolo è rifinito in pelle e Alcantara nera per la parte centrale dei sedili, la corona del volante, il bracciolo e i pannelli delle portiere. A pagamento è inoltre possibile avere alcuni dettagli a contrasto in colore rosso o gesso, come il contagiri, le cinture di sicurezza e le cuciture (3.038 euro).

Secondo noi

Perché sì
> MOTORE. La tonalità di questo motore boxer è esaltante: notevole il crescendo sonoro e l’allungo disponibile grazie alla rotazione ad alto regime.
> GUIDA. Esaltata dai cerchi di 20” con gomme di generosa sezione, ha reazioni al limite progressive e prevedibili. Molto ben a punto sospensioni e sterzo.
> INTERNI. Rifiniti com’è giusto aspettarsi, offrono una opportuna caratterizzazione sportiva senza rinunciare a “comodità tecnologiche” come il raffinato sistema multimediale.

Perché no
> OPTIONAL. Per un’auto di questo prezzo sono troppi i dispositivi a pagamento (cruise control, sensori di parcheggio posteriori, specchietti ripiegabili elettricamente, e altri) ormai quasi sempre di serie anche sulle utilitarie.
> CAMBIO ROBOTIZZATO. Almeno per il momento non è previsto nemmeno con sovrapprezzo, ma il 4.0 boxer si sposerebbe alla perfezione anche con il doppia frizione PDK.

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 3995
No cilindri e disposizione 6 boxer
Potenza massima kW (CV)/giri 294 (400)/7000 giri
Coppia max Nm/giri 420/5000-6500
Emissione di CO2 grammi/km 246
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 293
Accelerazione 0-100 km/h (s) 4,5
Consumo medio (km/l) 9,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 438/180/128
Passo cm 247,5
Peso in ordine di marcia kg 1480
Capacità bagagliaio litri 150+125
Pneumatici (di serie) 235/35 R20 ant. - 265/35 R20 post.
Porsche 718 Cayman
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
142
22
14
14
19
VOTO MEDIO
4,2
4.20379
211


Aggiungi un commento
Ritratto di Pavogear
17 febbraio 2020 - 07:57
Quanto mi sta piacendo Porsche nell'ultimo periodo grazie a queste scelte! Finalmente vedo un costruttore abbandonare il concetto di down-sizing abbinato al turbo anche sulle vetture sportive perché diciamocelo, il 2.0/2.5 4 cilindri turbo non si poteva vedere su queste auto e infatti tutte le vecchie recensioni parlavano di un sound bruttino che non migliorava e che per certi aspetti addirittura peggiorava con la valvola dello scarico aperta. Ora invece ci si può di nuovo gustare il magnifico sound del 6 cilindri boxer aspirato tipico della Porsche, che è assolutamente divino. Il tutto senza perdere assolutamente di prestazioni, perché tanto alla fine nella guida allegra/sportiva si prediligono i medio-alti regimi piuttosto che i bassi e a quel punto il vantaggio del motore turbo si fa più risicato, e anzi con l' aspirato si guadagna nell' allungo che, lo ripeto, regala emozioni uniche. Ottima anche la possibilità di avere il cambio manuale a 6 marce e secondo me il pdk non dovrebbe essere offerto nemmeno come optional, così come nemmeno il cruise control (ma chi ha il coraggio di far fare tutto a lei anche solo in autostrada?). Ad avere un centinaio di migliaia di euro da spendere per un'auto, questa sarebbe sicuramente una delle opzioni principali. Il problema come al solito sono i soldi
Ritratto di Tommaso B
17 febbraio 2020 - 11:45
Che idiozia madornale il cambio solo manuale. Mi sta bene il motore. Onestamente mi andava benissimo anche il 4 cilindri, perché con 365 cavalli e tutta quella coppia era una bomba e faceva anche 11 km/l reali, quindi anche se non aveva un sound pazzesco, era un gran motore. Dire che era un cattivo motore solo perché aveva 4 cilindri ed era turbo per me è da persona piena di pregiudizi. Detto questo, questo motore sicuramente sarà ancora più coinvolgente. Però l'hanno castrato sul piano delle prestazioni. Cioè sta macchina col PDK poteva fare uno 0-100 in 3.5s e battere la Carrera S in pista, costando 50000 € in meno. E cmq il PDK avrebbe l'opzione scalata manuale, per i puristi della guida. Io se avessi una Cayman GTS la porterei ogni weekend in pista e la sbattere I al massimo, perché è un auto con un telaio da pista. Il manuale le tarpa le ali, scommetto che in rettilineo e in pista sarà più lenta della vecchia 718 GTS col PDK e 35 cavalli in meno. Ci sta l'opzione manuale per i puristi, ma dovevano dare anche l'opzione automatica. Dovevano darla anche alla GT4. È inutile dire che lo fanno perché preservare la bella guida. Anche la GT3, GT3RS e Gt2rs sono vetture estreme, da puristi, eppure tutte quante hanno il PDK disponibile, per massimizzare le prestazioni. La verità è che come al solito non lasciano alla Cayman la possibilità di esprimere il suo potenziale al 100% perché sennò sarebbe prestazionalmente superiore alla Carrera S ed entrerebbe in competizione diretta con la 911. Ennesimo sabotaggio della Porsche di una vettura altrimenti perfetta
Ritratto di Pavogear
17 febbraio 2020 - 13:12
Mi sembrava di aver letto su motor1 che potrebbe arrivare a fine 2020 la variante col PDK. Ma in ogni caso anche il manuale se fatto bene, come immagino che sia, è un'ottima scelta. In primo luogo perché ti offre un divertimento che è semplicemente superiore, è più appagante e anche meno costoso nella manutenzione (e più affidabile) rispetto al PDK. Poi sì sono gusti e anche secondo me potevano offrirlo subito come optional, ma forse vogliono vedere come andranno le vendite anche solo con questo cambio. Comunque 0-100 in 3,5s è esagerato secondo me. È impossibile togliere un secondo solamente con un cambio diverso perché il guadagno sarà circa un decimo di secondo sulle cambiate (prevedo circa 2 cambiate al massimo, quindi circa 2/3 decimi) e magari 2/3 decimi al massimo a causa dei rapporti che immagino siano più corti rispetto al manuale. Quindi direi che più realisticamente potrebbe stare sui 4s circa con il pdk, che è comunque uno scatto che le permetterebbe di andare a mettere nel mirino la 911
Ritratto di Tommaso B
17 febbraio 2020 - 13:26
La gts 4 cilindri col Pdk nelle migliori rilevazioni faceva 3.8s nello 0-100. E in media si attestava sui 4s scarsi. La Cayman S PDK da 350 fa circa 4s e la Cayman normale da 300 cv col PDK fa 4.5s. Per me una GTS da 400 cv col PDK può guadagnare 0.3-0.4s rispetto ai 4s della 718 gts vecchia e fare 3.5 abbondanti. Del resto ci sta, la 911 fa 3.3s con 450 cv, 4 posti e tanti chili in più. Come rapporto peso-potenza sono vicine... In pista poi una Cayman da 400 cv con motore centrale e Pdk avrebbe fatto sfracelli. Tra manuale e Pdk in pista ballano 1-2s in in un circuito di media lunghezza, che è tanto. Sicuramente il manuale è ottimo per il divertimento e la soddisfazione di guida, ma è frustrante vedere che la Cayman non raggiunge mai le sue prestazioni massime. Spero che per fine 2020 implementino l'opzione PDK.
Ritratto di Gordo88
17 febbraio 2020 - 16:50
1
Tutti questi valori dicono poco o nulla, se mi dici che col pdk si è più impegnati nella guida perchè non stacchi mai le mani dal volante ok ma ragionare sui decimi di secondo sulla base di un cambio manuale o pdk secondo me è fortemente riduttivo..
Ritratto di Tommaso B
17 febbraio 2020 - 17:20
Per te dicono poco o nulla, per me dicono un sacco ! 3.5s rispetto a 4.2s nello 0-100 sono una differenza netta. Idem 2 secondi in pista: è come dire la differenza tra una Ferrari 488 e una Ferrari 488 Pista, che sono su 2 livelli completamente diversi. Uno dei motivi del gap è che col PDK ti puoi concentrare di più sulla guida, ma non solo quello. Avere un tempo di cambiata nell'ordine dei ms eleva le prestazioni di una vettura di molto. Per te la sensazione di guida è l'unica cosa che conta, per me no. Se contasse solo quello mi prenderei una Lotus Élise e spenderei molto meno. A questo livello di prezzo invece le prestazioni contano. Una Corvette c8 che in America costa 60000 euro, distrugge questa Porsche come prestazioni e costa molto meno. Io amo le statistiche e valuto moltissimo l'efficacia, l'efficienza, la prestazione pura, oltre che il divertimento. Io questa macchina la porterei in pista ogni volta che posso, l'idea di spendere così tanti soldi e poi avere la Cayman S da 350 cv col Pdk che magari fila più veloce mi farebbe girare altamente le ba**e, specie sapendo il reale potenziale della vettura.
Ritratto di ELAN
26 febbraio 2020 - 17:36
1
http://www.zeperfs.com/it/duel5977-5570.htm
Ritratto di ELAN
26 febbraio 2020 - 17:37
1
http://www.zeperfs.com/it/duel4557-4516.htm
Ritratto di Paolo-Brugherio
19 febbraio 2020 - 15:25
6
Caro Tommaso B, non è un'idiozia il cambio solo manuale... Quando guido, voglio essere io a "comandare" l'auto e non che sia lei ad operare per me. Tutte queste "facilities" alla fin fine ci trattano come degli handicappati: non sappiamo mantenere la distanza di sicurezza, non siamo in grado di rispettare la segnaletica orizzontale (ovvero il non superamento di corsia), i segnali dei cartelli stradali che vengono riportati sul parabrezza... ma siamo - oppure no - in grado di condurre un auto?
Ritratto di Tommaso B
26 febbraio 2020 - 17:45
Non reputo un'idiozia il cambio manuale. Se vuoi essere in totale controllo va benissimo. Però dare solo quello come opzione mi da fastidio. Se a me interessa poter raggiungere le massime prestazioni in pista e in rettilineo e potermi concentrare sulla guida al 100% senza dover pensare alle scalate, non posso farlo. Io avrei scelto un Pdk, che cmq ha i paddles al volante per la modalità manuale. E invece non posso perché Porsche per ora ha voluto accontentare solo una parte dei clienti. Non lo trovo giusto, doveva dare subito entrambe le opzioni
Pagine