PRIMO CONTATTO

Porsche Macan: un “compromesso” dalla guida esaltante

Con i suoi 360 cavalli, la nuova Porsche Macan GTS è la via di mezzo tra la S e la Turbo: entusiasmanti le prestazioni e sportivo il look, fuori e dentro l’abitacolo.

16 novembre 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 78.845
  • Consumo medio

    10,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    215 grammi/km
  • Euro

    6
Porsche Macan
Porsche Macan GTS PDK
Sa come farsi notare
 
La Porsche Macan GTS è la versione dallo stile più corsaiolo della suv tedesca, pur non essendo la più potente: ha 30 cavalli in meno della Turbo, ma 20 in più della S, rispetto alla quale costa 14.030 euro in più (8.860 euro la differenza rispetto alla Turbo). All’esterno si distingue per le inedite prese d’aria sotto i fari, oltre che per i grandi cerchi neri di 20 pollici; questo colore è ripreso anche per gli inserti nella parte bassa delle fiancate e persino per i terminali di scarico. E pure i fanali sono scuri, sempre per dare alla macchina un’aria più sportiva.
 
Abitacolo “racing”
 
Anche dentro la nuova Porsche Macan GTS si respira l’aria delle corse: del resto, la sigla GTS (Gran Turismo Sport) ha le sue origini proprio nel mondo delle competizioni, con la 904 GTS del 1963. Ampio l’utilizzo di Alcantara, che si ritrova sia negli inserti dei poggiagomiti nelle portiere sia nella fascia centrale dei sedili (e, volendo, lo stesso rivestimento può essere esteso anche al soffitto). Per il resto, poltrone e divano sono rivestite in pelle e si possono ordinare con cuciture in contrasto. L’auto del test le aveva di colore rosso, e la stessa tinta era ripresa per la scritta GTS ricamata nei poggiatesta dei sedili anteriori e (possibilità offerta come optional) per il fondo del contagiri, collocato al posto centrale nel cruscotto a tre elementi circolari. La massiccia consolle tra i sedili è (come in altri modelli della casa tedesca) fin troppo ricca di tasti. Esclusi i bilancieri per la regolazione del “clima”, ne abbiamo contati oltre 20: impossibile utilizzarli senza distrarsi dalla guida (e questo vale anche per quelli più importanti, come le “quattro frecce” d’emergenza).
 
Alcune “chicche” condivise
 
Tra le novità della nuova Porsche Macan GTS alcune fanno parte degli aggiornamenti previsti anche per il resto della gamma del modello. Per esempio, il nuovo sistema multimediale, che può fare anche da hot-spot wi-fi per il collegamento a internet di smartphone, tablet e pc: l’inedito schermo a sfioramento di 7” è più intuitivo nell’utilizzo e, come nella nuova Porsche 911 (di cui potete trovare il primo contatto qui http://www.alvolante.it/primo_contatto/porsche-911-cabriolet-2016), permette di scrivere gli indirizzi del navigatore con la punta delle dita, oltre che di far scorrere le schermate come in un tablet. Inoltre, può mostrare le mappe in 3D con i dati del traffico in tempo reale. Condivisi con le altre versioni della Macan anche optional inediti, quali i fari full-led con funzioni di illuminazione specifici, per esempio per le autostrade e per gli incroci.
 
Va davvero forte
 
Abbiamo avuto modo di guidare la nuova Porsche Macan GTS sulle strade di Tenerife che portano alle pendici del vulcano Teide che domina l’isola: la suv tedesca si è rivelata agile, velocissima e confortevole. Il 3.0 V6 biturbo incanta per il rombo pieno e coinvolgente, oltre che per la prontezza e la progressività di risposta; l’allungo in accelerazione è entusiasmante e il cambio a doppia frizione PDK innesta rapidissimo le marce. Nel misto veloce la Macan GTS si trova davvero a proprio agio: l’inserimento in curva è rapido e le grandi gomme (di 245/45 R 20 davanti e 295/40 R 20 dietro), insieme alla precisione dello sterzo, trasmettono grande sicurezza. Poi, nel riallineamento, il protagonista torna a essere il motore, coadiuvato dalla gestione elettronica della trazione integrale che distribuisce la potenza alle ruote in modo da dare la massima spinta in uscita di curva. 
 
Tutt’altro che scomoda
 
L’impianto frenante, lo stesso della Porsche Macan Turbo, è potente e ben modulabile, e ha mostrato una buona resistenza all’affaticamento (per i più esigenti è comunque disponibile, a 8.235 euro, quello con i dischi carboceramici). Gli ammortizzatori, a controllo elettronico, si adattano automaticamente allo stile di guida, e per 1.513 euro si possono avere le sospensioni pneumatiche, in grado di variare l’altezza da terra oltre che il grado di rigidità. Si ottiene così un comfort davvero notevole (tra l’altro, l’insonorizzazione è molto curata) senza compromessi per le prestazioni. Da migliorare, invece, la visibilità dal lunotto, piccolo (come lo specchietto retrovisore interno) e molto inclinato. Inoltre, al pari della 911, alcuni elementi nella parte superiore della plancia della Porsche Macan GTS si riflettono nel parabrezza in certe condizioni di luce: è il caso delle bocchette dell’aria e del cronometro del pacchetto Sport Chrono.
 
Secondo noi
 
Pregi
> Comfort. Grazie alle sospensioni attive e all’ottima in sonorizzazione, l’auto permette anche di viaggiare in relax.
> Interni. Hanno un aspetto sportivo, ben accordato all’indole della vettura. 
> Prestazioni. Motore brillante, cambio rapidissimo, tenuta di strada elevata e frenata potente. Serve altro?
 
Difetti
> Riflessi nel parabrezza. In alcune condizioni di luce/ombra, nella parte centrale del parabrezza si riflettono le bocchette del “clima” e il cronometro.
> Tasti nella consolle. Sono troppi per usarli senza distrazioni. E anche quello delle “quattro frecce” non è immediato da trovare.
> Visibilità posteriore. Il lunotto è piccolo e inclinato. Di dimensioni ridotte anche lo specchietto interno.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2997
No cilindri e disposizione 6 a V di 90°
Potenza massima kW (CV)/giri 265 (360)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 500/1650-4000
Emissione di CO2 grammi/km 215
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (robotizzato) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 256
Accelerazione 0-100 km/h (s) 5,2 (5,0*)
Consumo medio (km/l) 10,9
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 469/193/161
Passo cm 281
Peso in ordine di marcia kg 1895
Capacità bagagliaio litri 265/1500 
Pneumatici (di serie) 265/45 R20 - 295/40 R20

 *Con il pacchetto Sport Chrono (1.098 euro)

Porsche Macan
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
170
106
99
59
102
VOTO MEDIO
3,3
3.34142
536
Aggiungi un commento
Ritratto di G P C
17 novembre 2015 - 15:14
ecco, il problema del cliente Porsche, è quello di sentirsi consciamente od inconsciamente inferiore rispetto a ferrari e fa di tutto, anche arrampicandosi sugli specchi per dimostrare l'inesistente superiorita' porsche. Ora se anni fa il confronto era possibile, dato che i due marchi proponevano auto con prezzi e prestazioni piu' o meno simili, sprattutto nel periodo che va dagli anni 70 agli anni 90, oggi è praticamente impossibile, salvo eccezioni, tra porsche e Ferrari intercorre un abisso incolmabile, a favore di ferrari
Ritratto di AMG
17 novembre 2015 - 17:46
Credo abbiate frainteso la mia posizione, anch'io considero Ferrari e Porsche imparagonabili, perché con filosofie fortemente diverse. La mia risposta era secca per bilanciare un'attimo il far di tutta l'erba un fascio di GPC, oltre alla proclamazione di poco valore delle vetture Porsche. Anche per me Porsche ha perso una parte non insignificante di prestigio con l'abbassamento della soglia di entrata e con i Suv Cayenne e Macan poi. Ma reputo appunto i marchi profondamente diversi e non credo affatto che come dice "GPC" uno che prende Porsche si senta inferiore ad uno che acquista Ferrari, o che in ogni caso avrebbe acquistato Ferrari se sono avesse potuto. Affatto.
Ritratto di torque
17 novembre 2015 - 18:34
@AMG Dell'utente G P C ho già letto altro, su altri siti in cui non commentavo ma che ho sempre letto fino alla loro morte naturale, e la sua posizione estremista è irremovibile. Stessa obiettività dell'ormai desaparecido wesker riguardo a VAG, se sei d'accordo con lui bene, se no non capisci niente. Rispondere però sullo stesso livello non serve a nulla: o confuti una tesi che reputi ridicola, o se rispondi "sì ma le Porsche bastonano le Ferrari" cos'hai risolto? Che hai detto una cagàta fine a sé stessa anche tu. Chi fa i conti in tasca ad altri (non mi riferisco a te ovviamente), invece, mi fa un po' pena: "se ti potessi permettere questo...", "chi non compra Audi è perché non può permettersele!", "chi compra Porsche non poteva permettersi una Ferrari", un tripudio di idiozie. Chi non compra Audi reputa BMW o Mercedes (o altri) migliori, chi compra Porsche voleva una Porsche, e se non può permettersi Ferrari poco importa, perché a parlare di Carrera come di una rivale della 488 ci vuole coraggio. Per lo stesso ragionamento, chi compra Ferrari è un poveraccio che non può permettersi una Bugatti, chi compra una Bugatti è un poveraccio che non può permettersi un Boeing 747 privato. Pura, inutile, sbroffaggine.
Ritratto di as.crni
16 novembre 2015 - 14:08
Uno dei migliori suv in circolazione...motore giusto
Ritratto di andrea750
16 novembre 2015 - 14:17
Un bell'esercizio di stile anche se davvero non capisco il significato di queste macchine: mi sembra una tamarrata per chi tiene famiglia e non può più girare con la due posti....allora molto meglio il Range Rover.
Ritratto di luca-motard
16 novembre 2015 - 14:27
Mi spiace molto che case sportive come Porsche facciano sti così...
Ritratto di G P C
16 novembre 2015 - 14:41
un'ignominia su 4 ruote, al pari di tutta la produzione Porsche, le auto piu' brutte e piu' sopravvalutate del pianeta
Ritratto di Luzzo
16 novembre 2015 - 14:49
e ma se ce l'hai c'hai il portafogli tanto, vuoi mettere..........
Ritratto di Ale94
16 novembre 2015 - 14:45
Uno dei suv migliori rapportato alle prestazioni
Ritratto di G P C
16 novembre 2015 - 14:55
passi al limite una 991 turbo od una gt3, uniche due porsche, non dico accettabili, ma eno indecenti del solito, quanto a prestazioni, il resto è una pena unica, fatta di ridicoli e coatti suv, orripilanti berline ed una ridda di pseudosportive da bar, questo Macan, poi, peraltro declinato in numerose assurde versioni rappresenta l'apice della decadenza del marchio Porsche, roba per modaioli amanti del brutto griffato
Pagine