PRIMO CONTATTO

Renault Kadjar: è spaziosa e non manca di brio

La rinnovata Renault Kadjar si conferma accogliente. Il nuovo 1.3 a benzina spinge bene e non fa troppo rumore. Alta la soglia di carico.
Pubblicato 06 dicembre 2018
  • Prezzo (al momento del test)

    € 30.550
  • Consumo medio (dichiarato)

    17,9 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    133 grammi/km
  • Euro

    6d-Temp
Renault Kadjar
Renault Kadjar 1.3 TCe 160 CV Sport Edition2 EDC
I motori non sono gli stessi

Le principali novità dell’aggiornamento della suv Renault Kadjar (modello nato nel 2015) sono nei motori. Arrivano i quattro cilindri 1.3 turbo a benzina da 140 e 159 CV (realizzati assieme a Nissan e Mercedes), che sostituiscono il 1.2, e la versione rivista del noto 1.5 diesel: ha 114 CV, quattro più di prima. Queste unità sono già ordinabili e a maggio 2019 si aggiungerà il debuttante 1.7 a gasolio da 150 CV (anche per i modelli a trazione integrale), che rimpiazza il 1.6. Più di facciata, invece, il restyling della carrozzeria: include paraurti più ampi (la lunghezza dell’auto cresce da 445 a 449 cm), arricchiti di cromature e fendinebbia a led, diversi cerchi (da 17” a 19”) e una mascherina leggermente rivista. I prezzi della Renault Kadjar partono da 21.350 euro e gli allestimenti sono quattro: Life, Business, Sport Edition e Sport Edition2. Per tutti sono di serie sei airbag, controllo arretramento in salita, cruise control, radio, Bluetooth, prese Usb e (eccetto la base Life) cerchi in lega, “clima” bizona, fendinebbia, navigatore, sedile posteriore frazionato. La Sport Edition2 ha anche i fari full led e la telecamera per il riconoscimento dei segnali stradali. La frenata automatica d’emergenza, i sensori dell’angolo cieco e l’avviso di superamento involontario di corsia sono nei pacchetti Techno Sport e Techno Sport2 (da 500 euro).

Cresce la qualità

A bordo della Renault Kadjar gli interventi riguardano l’ergonomia e le finiture. Diversi materiali rivestono la plancia e l’interno si può impreziosire con elementi in alluminio satinato e selleria in Alcantara. Inoltre, le sedute delle poltrone anteriori sono estensibili per un maggior supporto delle gambe. Cambiano anche i comandi degli alzavetro nelle porte e i tasti del clima: i tre grossi pomelli (uno in più di prima) inglobano mini schermi che indicano la temperatura impostata e la direzione dei flussi dell’aria. Rinnovato pure il display di 7” del sistema multimediale che, oltre a integrare i comandi virtuali del navigatore e di svariati servizi, consente di replicare alcune app degli smartphone (tramite Apple CarPlay e Android Auto). Peccato che restino scomodi da raggiungere i tasti del cruise control: arretrati nel tunnel centrale, costringono a distogliere lo sguardo dalla strada. Un’altra miglioria riguarda il sistema di riconoscimento dei segnali stradali attraverso la telecamera frontale: il suo funzionamento dovrebbe risultare più puntuale. Il bagagliaio si conferma grande e ben sfruttabile: con anche lo schienale del sedile anteriore reclinato, si ottiene un piano di carico lungo oltre 250 centimetri. È un po’ troppo alta, invece, la soglia di carico, a 76 cm da terra.

Le sospensioni badano più al comfort

Nel test abbiamo guidato la Renault Kadjar 1.3 TCe Sport Edition2 nella versione più potente: quella da 159 CV. Il quattro cilindri turbo a benzina ha le sue doti migliori nella prontezza di risposta ai bassi regimi, nella rumorosità limitata e nelle contenute vibrazioni. E ci è sembrato riuscito l’abbinamento col cambio robotizzato a doppia frizione EDC a sette marce: garantisce dolci e piuttosto rapidi passaggi di rapporto. Lo sterzo è abbastanza preciso ma, nonostante il brio del 1.3, nei percorsi ricchi di curve l’auto non invoglia a correre: le sospensioni cedevoli fanno inclinare la vettura di lato (senza pregiudicare, comunque, la buona tenuta di strada). Scarsa la visibilità posteriore: meglio affidarsi alla retrocamera (di serie). Alla fine del test (su un percorso misto, in prevalenza su strade di campagna, ma con parecchi tratti su sterrati e percorsi accidentati) ci siamo avvicinati a una percorrenza media di 13,0 km/l, da computer di bordo (quella omologata è di 17,9 km/l). Se si ha la necessità di affrontare spesso dei tratti di strada a scarsa aderenza, meglio aggiungere il sistema di controllo della trazione Extended Grip (250 euro): frena la ruota che slitta, trasferendo la coppia a quella con maggiore grip.

Secondo noi

PREGI

> Cambio EDC. Il doppia frizione a sette marce è dolce e veloce.
> Motore. È progressivo e poco rumoroso.
> Spazio. Quattro persone viaggiano comode, il quinto non soffre. E anche il vano bagagli è ampio.

DIFETTI
 
> Soglia di carico. È lontana dal suolo: caricare oggetti pesanti richiede maggiore sforzo.
> Tasti del cruise control. La loro posizione tra i sedili anteriori li rende scomodi da utilizzare.
> Visibilità posteriore. Il lunotto piccolo e i montanti larghi del tetto creano qualche problema in retromarcia.

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 1332
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 117 (159)/5500 giri
Coppia max Nm/giri 270/1800
Emissione di CO2 grammi/km 139
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (rotizz. doppia friz.) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 210
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,3
Consumo medio (km/l) 17,9
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 449/184/161
Passo cm 265
Peso in ordine di marcia kg 1415
Capacità bagagliaio litri 472/1478
Pneumatici (di serie) 225/45 R19
Renault Kadjar
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
84
63
64
46
61
VOTO MEDIO
3,2
3.198115
318


Aggiungi un commento
Ritratto di Gatsu
8 marzo 2019 - 19:51
2
Sì, può andare (anche se ho timore x il cambio automatico ma non mi pronuncio) ma non ti aspettare chissà che sprint, avrà cmq un'andatura tranquilla, nel caso di trazione integrale invece dovresti salire di cilindrata e potenza.
Ritratto di kilpin
8 marzo 2019 - 20:23
Grazie
Ritratto di lucios
8 dicembre 2018 - 09:04
4
Ok, ma un SUV a benzina chi lo compra? Dai 17,9, casomai, reali scendi a 13-14, e per chi usa l'auto tutti i giorni e fa i km, questa motorizzazione diventa un'utopia.
Ritratto di Sepp0
10 dicembre 2018 - 16:43
Io. Ma faccio 1000km al mese a dir tanto, fare i 13-14 con un litro non è un problema.
Ritratto di lucios
10 dicembre 2018 - 16:57
4
Infatti! Ma credo tu rientra in una netta minoranza di chi compra questo tipo di auto.
Ritratto di Rikolas
9 dicembre 2018 - 21:56
Orribile, come tutti i crossover.
Ritratto di mirko.10
10 dicembre 2018 - 20:33
2
L'hanno migliorata per alcuni dettagli interni, questa sarà l'ultima e sempre comunque indietro per assemblaggi e costruttivita', anche esternamente, rispetto a tedesche e koreane che insegnano. Almeno si avvicinassero....questa renault e dopo esserci salito è quasi pessima.
Ritratto di simonesebastianelli
13 dicembre 2018 - 23:50
avrebbe dovuto essere la mia terza Renault(in 11 anni).ma per motivi fiscali ho dovuto rimandare.Ho avuto una megane st gt-line ed ho una scenic x-mod ,entrambe motorizzate 1.5 dCi.Dite quello che volete,ma anche dopo 200.000 km sono orologi.Saluti a tutti.
Ritratto di TwinSparkly
18 dicembre 2018 - 10:22
per quanto mi riguarda non ho nessun dubbio sull'efficienza, la durata e le buone prestazioni del 1.5dci, non è un caso che sia stato scelto per molti modellli di auto non solo nissan-renault. Devo dire che in fatto di motori diesel ho avuto un'ottima esperienza anche con il 1.6hdi psa
Ritratto di Pane
17 luglio 2020 - 19:19
Parlate di auto di bassa cilindrata per la mole e poi citate addirittura auto della stessa categoria 3 cilindri?!chi commenta non è molto coerente...
Pagine