PRIMO CONTATTO

Renault Twizy: L’automoto a batteria

La piccola Renault Twizy, due posti e quattro ruote, è agile e vispa nel traffico. Viaggia silenziosa senza emettere CO2, grazie al suo motore elettrico da 17 CV. Ha la carrozzeria ed è più sicura di una moto, ma non ripara dall'aria e dal freddo. E le sono precluse le tangenziali.
Listino prezzi Renault Twizy non disponibile
Pubblicato 20 marzo 2012
  • Prezzo (al momento del test)

    € 7.800
  • Consumo medio (dichiarato)

    -
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    0 grammi/km
  • Euro

    -
Renault Twizy
Renault Twizy Urban
Seduti in fila

Non è proprio una macchina, ma neppure una moto: ha quattro ruote ed è più sicura di uno scooter. E allora che cos’è? È la Renault Twizy, il quadriciclo che la casa francese ha studiato per la muoversi in città… a zero emissioni inquinanti. Dopo la berlina da famiglia Fluence (leggi qui il primo contatto), la Renault espande la gamma delle vetture elettriche con questa Twizy, un'insolita due posti in linea (si sta seduti uno dietro l'altro), dalla carrozzeria davvero originale. I suoi ingombri ridotti ne fanno un mezzo estremamente agile: è lunga 234 cm (36 meno di una Smart), larga 124 (poco più di un maxiscooter) e misura 146 cm in altezza (quasi come una Twingo). Per rendere più agevole l'accesso negli stretti parcheggi dei supermercati o dei centri storici, ha le porte che si aprono verso l'alto, come quelle di una Lamborghini.

Figlia del futuro

A vederla, in mezzo alle altre macchine, nelle affollate viuzze di Ibiza (Spagna), dove l'abbiamo provata, la Renault Twizy fa un effetto strano. Sembra quasi un piccolo robot uscito da uno degli episodi della saga di "Guerre stellari". Con quel muso prominente, i due occhietti, la cellula di sicurezza tondeggiante e le quattro ruote esterne alla carrozzeria, al suo passaggio suscita grande curiosità. E anche una certa simpatia.

Essenziale in tutto

Dentro, la Renault Twizy è più tradizionale di quanto ci si aspetti. Certo, si può entrare indifferentemente da sinistra o da destra e i due sedili sono uno davanti all'altro e non affiancati. La plancia, però, non è molto diversa da quella di una macchina normale. A destra del volante c'è una comunissima chiave di avviamento, a sinistra il selettore dei rapporti (la trasmissione è monomarcia, con il tasto D si va avanti, premendo il pulsante R si fa la "retro"), sotto c'è il freno di stazionamento a leva. L'aspetto dell'abitacolo è semplice, senza fronzoli, quasi spartano (poco francese, quindi), ma tutto è al posto giusto, senza alcuno spreco di spazio. Non cercate plastiche morbide al tatto: non ce ne sono; quelle della plancia sono rigide e anche un po' sottili. Il sedile del guidatore in plastica preformata è abbastanza comodo (molto meno quello del passeggero, che ha pure un'accessibilità ridottissima) e si regola solo in senso longitudinale, ma consente di trovare la giusta posizione anche a chi è alto 185 cm. La strumentazione, davvero essenziale, è digitale: nello schermo quadrato ci sono, a destra, il tachimetro, e a sinistra una serie di barre verticali che indicano lo stato di carica delle batterie, il consumo istantaneo e l'autonomia. Il bagagliaio è dietro lo schienale del sellino posteriore ed è davvero striminzito (31 litri), ma se si viaggia da soli si può utilizzare il posto dietro per caricare degli oggetti, ancorandoli con la cintura di sicurezza o mettendoli all'interno di un'apposita sacca da 50 litri (optional).

A scelta: con 5 o con 17 cavalli

Noi abbiamo provato la Renault Twizy Urban, con il motore elettrico da 17 CV e batterie al litio da 6,1 kWh; la velocità massima dichiarata è di 80 km/h. Ma c'è anche la versione "45" (ha 5 CV e può raggiungere i 45 km/h di velocità massima) che si può guidare a 14 anni e senza patente. Entrambe non obbligano all'uso del casco, ma non possono circolare sulle tangenziali, né tantomeno in autostrada. Appena a bordo si ha la sensazione di trovarsi su uno scooter un po' cresciuto, ma col volante e i pedali per accelerare e frenare. Impressione che si rafforza quando si parte, specie se ci si trova sulla versione priva delle porte (arrivano solo all'altezza delle spalle e sono un accessorio da 600 euro): si è esposti all'aria, alle intemperie e ai rumori esterni, come se ci si trovasse in moto. E, visto che non c'è il "clima", non ci si può nemmeno riscaldare.

Un cuscino per chi guida

Nel traffico la Renault Twizy scatta silenziosa, è agilissima e si rivela adatta a una guida sbarazzina: l'assetto rigido e il baricentro basso consentono di sgattaiolare tra le auto e di effettuare rapidi cambi di direzione, offrendo sensazioni quasi da kart. Anche la tenuta di strada è sicura; discreta la frenata, che avviene su quattro dischi. Davanti c'è l'airbag frontale del guidatore, mentre è inutile cercare l’Abs, l’Esp, il servofreno o il servosterzo: per la Renault non servono, visto l'utilizzo prevalentemente cittadino cui è destinata la Twizy e il suo ridotto peso. In verità, ci sembra che almeno l'Abs dovrebbe entrare a far parte della dotazione di serie della Twizy (ormai lo montano anche parecchie moto e scooter).

Col "pieno" si fanno da 55 a 115 km

La ricarica completa delle batterie della Renault Twizy si effettua in 3 ore e mezzo, collegandola a una presa di casa tramite il cavo a spirale lungo 3 metri posto nel vano anteriore, chiuso da uno sportello. La massa contenuta dell'auto (450 kg, di cui 100 di batteria), secondo la Renault influisce positivamente sull'autonomia, che raggiunge una media di 100 km (nel ciclo di omologazione). In fase di utilizzo reale, però, fa notare la casa, può variare da 55 a 115 km, in funzione delle condizioni di marcia. Il tipo di guida e il traffico (intenso o fluido) sono i principali fattori che determinano l'autonomia reale. Noi abbiamo percorso un tratto di strada statale di circa 50 km consumando quasi tre quarti di una carica completa. Tuttavia, se si utilizza spesso il freno motore (che ricarica la batteria) si puo' fare molta più strada, rendendo realistici i 70-80 km di cui parla la Renault. Quanto alla velocità massima, gli 80 km/h dichiarati dalla casa ci sono sembrati alla portata dell'auto. Lo scatto dichiarato è di 6,1 secondi per passare da 0 a 45 km/h: in effetti, vi possiamo assicurare che la Twizy ha un notevole spunto (paragonabile a quello di uno scooter); perché scatti bene, comunque, bisogna premere a fondo sull'acceleratore, che nella prima parte della corsa si dimostra un po' vuoto nella risposta.

Può avere i sensori di parcheggio

La Renault Twizy sarà nelle concessionarie a partire da aprile. I prezzi vanno dai 6.990 euro della Urban 45 agli 8.700 della Twizy Technic. A questi si deve aggiungere un canone mensile di 50 euro per il noleggio della batteria, per un chilometraggio annuale fino a 7.500 km. Tra gli accessory ci sono sono una "copertina" per proteggere guidatore e passeggero dal freddo e dalle intemperie durante i mesi più freddi, il sistema Bluetooth, le prese Usb e Aux-in per collegare i lettori di file mp3 e i sensori di parcheggio posteriori.

Secondo noi

PREGI
> Costi di esercizio. Sono molto bassi: il costo dell'energia elettrica è decisamente inferiore a quello dei carburanti, in continua crescita.
> Maneggevolezza. Piccola, stretta e leggera, in città la Twizy è come un pesce nell’acqua. Trovare parcheggio è facile, le inversioni non sono un problema e, sa anche far divertire: sembra quasi di guidare un kart.

DIFETTI
> Protezione dal freddo e dal caldo. Senza porte si è esposti all'aria e ai rumori esterni: anche se c'è il tetto, un'auto è tutta un'altra cosa. Volendo aggiungere le mezze porte si devono sborsare 600 euro, e il vento entra lo stesso.
> Utilizzo. La Twizy non può andare in autostrada né in tangenziale: un limite non da poco.

SCHEDA TECNICA

Motore sincrono con rotore a bobina
Potenza massima kW (CV)/giri 13 (17)/n.d.
Coppia max Nm/giri n.d.
No rapporti del cambio reversibile
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 234/124/146
Passo cm 169
Peso in ordine di marcia kg 450
Capacità bagagliaio litri 31
Pneumatici (di serie) n.d.
La Renault Twizy è disponibile in due versioni. La Twizy con motore elettrico da 17 CV e la "45" da 5 CV che che si può guidare a 14 anni e senza patente. Tre sono gli allestimenti: Urban, Color e Technic.
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
Twizy Urban 45 6.990 E - 5/3,7 45 - - 0 450
Twizy Urban 7.800 E - 17/12,5 80 - - 0 450
Twizy Color 45 7.300 E - 5/3,7 45 - - 0 450
Twizy Color 8.100 E - 17/12,5 80 - - 0 450
Twizy Technic 45 7.900 E - 5/3,7 45 - - 0 450
Twizy Technic 8.700 E - 17/12,5 80 - - 0 450
Renault Twizy
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
49
27
2
1
15
VOTO MEDIO
4,0
4
94
Aggiungi un commento
Ritratto di fabri99
23 marzo 2012 - 15:13
4
Complimenti alla redazione per l'ottimo primo contatto! Complimenti alla Renault, che, coraggiosamente, si è lanciata nel mondo dell'elettrico. Coraggiosamente perchè non c'è la minima sicurezza del successo dell'elettrico, ma la Renault, attenta all'ambiente e sensibile al futuro, ha creato un'intera gamma di automobili elettriche, identificate sotto il nome di Z.E.(Zero Emission): Hanno fatto la Kangoo Z.E., la Fluence, la Twizy e la Zoe! Questa Twizy secondo me è la più coraggiosa di tutte: Le altre sono auto normali, mentre questa è un quadriciclo elettrico pensato interamente per la città, da migliorare su alcuni punti importanti, ma un buon prodotto comunque. Esteticamente la trovo discutibile(anche se a me piace), strana e perfetta alla città grazie alle dimensione ridotte al minimo. Bella idea le portiere che si aprono verso l'alto per i parcheggi stretti, ma l'idea è da migliorare visto che le porte non sono "intere" e magari anche assenti del tutto, come nella base. Si potrebbe creare un piccolo paravento o parapioggia come quello di plastica montato sulla mia Ford Escort del '97, sopra il vetro, in modo da "direzionare" l'acqua o il vento verso l'esterno. Sarebbero davvero utili se un'eventuale porta intera fosse impossibile! Sarebbero indispensabili(con indispensabili intendo di serie) i sensori di parcheggio posteriori vista l'assenza del lunotto posteriore... Anche la sicurezza sarebbe decisamente migliorabile: le non porte sono le cose che mi spaventano di più in un eventuale incidente in Twizy! Pure gli interni, l'autonomia e i costi di acquisto e gestione sono quelli che sono... Si vedrà, Saluti! :)
Ritratto di Focus55
24 aprile 2012 - 15:45
C'è da provarla comunque attenzione a dire che non è necessaria la patente, per la 5 CV, se la patente non la si ha, bisogna prendere il "patentino" per il ciclomotore!
Ritratto di Massimo126
9 maggio 2012 - 12:06
.......senza vetro lo sportello,dietro niente x vedere...nn c'è posto dietro x la spessa? proprio niente non mi piace,arrivato nuovo modello si chiama "VOLPE" si trova c'è tutto sportello c'è vetro,si vede dietro,c'è posto la spessa ottimo mi piace!!!anche motore elettrico + benzina e anche metano...!!!wwwooowwww
Ritratto di lorenz23
23 novembre 2012 - 18:44
non lo comprerei neanche se me lo regalassero
Ritratto di pumetto
5 dicembre 2012 - 12:18
Non amo per niente il marchio Renault ma devo fare i complimenti per la scelta coraggiosa. Ho avuto anche il piacere di provarla e devo dire che è una bomba, ovviamente stilisticamente è una questione di gusti ma a me piace, essendo anche di statura medio/bassa l'ho trovata perfetta sia per entrarVi sia nella guida. Col suo cuoricino da 17 CV riesce ad adempiere ai suoi doveri ma chiaramente io vivo in una città chiamata Conca d'oro quindi pianura dove se non fosse per l'inciviltà dei miei compaesani, altro che elettrico... viaggerei sempre in bici. Quindi a mio parere lo vedo ideale nel traffico perchè si trova tra uno scooterone ed una smart con la comodità di stare piantato a terra da 4 ruotine e con la sensazione di guidare uno scooter visto la mancanza di protezioni dal freddo. Diciamo che sarebbe la vettura ideale in una città come Palermo dove il clima è sempre mite e le strade sono in pianura.... Ma per ricaricarla? se non hai un garage ti attacchi al tram come si dice da noi. Brava Renault e speriamo che Monti promuova gli incentivi. Il resto delle mie sensazioni alla guida le scrivo in una prova, ciao a tutti!
Ritratto di Erik Casini
8 dicembre 2012 - 14:10
Quando la benzina costerà 50 euro al litro (cinquanta euro al litro) forse ci penso. Forse. Anzi no, preferisco andare a piedi.
Ritratto di Dilar54
20 ottobre 2015 - 13:39
Salve vorrei sapere della batteria. Due batterie totale 100kg.. che tipo sono e dimensioni tipo 2 da 200 esempio... sono al litio e quanto costano volendole comprare, poi quelle a noleggio si possono riscattare, cosa succede se smonto e riconsegno le vecchie batterie a fine noleggio di tre anni e mi procuro un ricambio privatamente... grazie per risposte.
Pagine