PRIMO CONTATTO

Skoda Octavia Wagon: “Alla spina” con grinta

La Skoda Octavia RS iV è un’ibrida ricaricabile che abbina consumi ed emissioni contenuti con una notevole vivacità di marcia. Bene anche la guida (se non per qualche indecisione del cambio robotizzato), la praticità e la dotazione.
Pubblicato 06 maggio 2021
  • Prezzo (al momento del test)

    € 42.800
  • Consumo medio (dichiarato)

    83,3 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    27 grammi/km
  • Euro

    6d
Skoda Octavia Wagon
Skoda Octavia Wagon 1.4 TSI iV Plug-In Hybrid RS DSG
La rs più “eco”

Famigliare fra le più apprezzate, la Skoda Octavia Wagon è offerta con una gamma molto estesa di motori. Ci sono versioni a benzina e diesel, ibride (leggere e ricaricabili) e anche a metano. Abbiamo già guidato, fra le altre, l’ibrida plug-in iV da 204 CV (qui il primo contatto), e adesso ci occupiamo della più sportiva Skoda Octavia Wagon RS iV, sempre nella variante “ecologica” e con 41 cavalli in più. La muove un sistema ibrido formato dal quattro cilindri 1.4 TSI turbo a benzina da 150 CV, abbinato a un motore elettrico da 116 CV (85 kW) integrato nel cambio robotizzato a doppia frizione con sei marce. La trazione è anteriore e la potenza combinata è di 245 CV, la stessa della Octavia 2.0 TSI RS (solo a benzina). L’unità elettrica è alimentata da una batteria agli ioni di litio da 13 kWh che, secondo la casa, garantisce 62 km di autonomia media senza consumare benzina (secondo il ciclo di omologazione WLTP). Dentro e fuori non mancano tutte le personalizzazioni tipiche delle Skoda RS: dai profili neri dei finestrini e della mascherina, passando per le pinze dei freni verniciate di rosso ai cerchi in lega specifici, fino ai comodi e contenitivi sedili in pelle e Alcantara con poggiatesta integrato, e alle finiture in simil-fibra di carbonio per la plancia. 

Fa tanta strada, con poca benzina

Dal menù del sistema multimediale è possibile scegliere due tipi di trazione per la Skoda Octavia Wagon RS iV (elettrica e ibrida), nonché cinque modalità di guida: Eco, Confort, Normal, Sport e Individual; con quest’ultima si impostano in modo indipendente la risposta del motore, dello sterzo e delle eventuali sospensioni a controllo elettronico (optional). Quando si avvia l’auto, è impostata la modalità “Normal Hybrid”: se abbiamo caricato prima la batteria (per passare da 0 al 100% servono tre ore e mezza con una corrente da 3,6 kW), il sistema privilegia l’utilizzo dell’unità elettrica a tutto vantaggio dei consumi, che, in base al computer di bordo, facilmente superano i 20 km/l. Una volta portata “a zero” l’energia immagazzinata via cavo (o se preserviamo la carica in vista di un utilizzo futuro, per esempio per un tratto di città) i consumi salgono, ma anche muovendosi in questo modo difficilmente si scende sotto i 14 km/l. Il passaggio dalla sola trazione elettrica al benzina avviene in modo fluido, senza “strattoni” e il cambio robotizzato passa velocemente alle marce più alte.

Veloce, ma soprattutto facile

In modalità Sport, il 1.4 della Skoda Octavia Wagon RS iV è sempre acceso: si hanno a disposizione tutti i 245 CV, e la coppia del motore elettrico disponibile in maniera istantanea regala grande brio in accelerazione (lo “0-100” dichiarato di 7,3 secondi ci è parso realistico), tanto che si avverte qualche reazione al volante e non è raro che il controllo di trazione intervenga per limitare lo slittamento delle ruote anteriori. Tra le curve, il cambio robotizzato mostra qualche limite, specie se utilizzato in modalità manuale: in scalata il ritardo tra la pressione delle palette dietro al volante e l’effettivo passaggio di marcia è evidente. Risposte positive arrivano invece dall’assetto e dallo sterzo: la tenuta di strada è molto elevata e con gli ammortizzatori a controllo elettronico dell’auto provata (890 euro), si può scegliere tra un gran livello di comfort (nonostante i cerchi 19”) o una risposta pronta della vettura ai cambi di direzione. La Skoda Octavia RS iV è intuitiva e sicura e vanta uno sterzo preciso e omogeneo.

Pratica e spaziosa

Per tutto ciò che riguarda spazio e finiture degli interni, la Skoda Octavia Wagon RS iV conferma quanto già appurato con le versioni più “tranquille”: l’abitacolo è ampio e l’elevata escursione del volante e del sedile permette a chiunque di trovare una comoda posizione di guida. Dietro c’è tanto spazio anche per due adulti alti e di corporatura robusta, mentre il massiccio e spigoloso tunnel centrale limita (un po’) il comfort di un’eventuale terza persona seduta al centro. Nonostante l’ingombro della batteria faccia perdere 150 litri, il bagagliaio resta capiente: 490 litri a divano su, che diventano 1550 reclinandolo e caricando fino al soffitto. E i cavi di ricarica trovano posto nel sottofondo. L’accesso è favorito da una soglia a soli 63 cm da terra e dall’ampio portellone (a movimentazione elettrica per 380 euro, e 550 aggiungendo il comando senza mani). Non mancano poi le soluzioni pratiche tipiche delle Skoda moderne: i portaoggetti hanno tutti un rivestimento antirumore, il cassetto è refrigerato, mentre nella portiera del guidatore c’è un vano con ombrello. E con il pacchetto Family (250 euro) si ottengono i poggiatesta posteriori con supporti laterali estraibili, per poter dormire comodamente, e le tendine parasole avvolgibili. 

Di serie c’è tanto

Con il propulsore ibrido, la Skoda Octavia Wagon RS iV parte da 42.800 euro, 3.400 euro in più della Octavia Wagon iV Style da 204 CV. Un prezzo che comprende tutti i più importanti accessori e dispositivi di sicurezza: sono di serie, tra gli altri, il cruise control adattativo, il sistema di mantenimento in corsia, la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento dei pedoni, i fari full led, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, l’accesso senza chiave, i protocolli di connessione agli smartphone via Apple CarPlay e Android Auto e il cruscotto digitale e configurabile da 10,2”. 

Secondo noi

PREGI
> Brio. L’auto acquista velocità con prontezza e rapidità.
> Dotazione. Nel prezzo di listino sono compresi tutti i più importanti accessori e ausili alla guida. 
> Praticità. Non ci sono altre wagon così ricche di accessori che facilitano la vita durante i carichi, i viaggi e nelle situazioni di tutti i giorni.

DIFETTI
> Bagagliaio. Non è piccolo in assoluto, ma perde 150 litri rispetto alle altre versioni.
> Cambio. Rapida e fluida nella guida più rilassata, la trasmissione non risponde al meglio nella guida sportiva; un peccato, per una versione RS.
> Quinto posto. Chi viaggia al centro del divano ha l’alto tunnel centrale tra i piedi; inoltre, seduta e schienale sono rigidi.

SCHEDA TECNICA

Motore a benzina  
Cilindrata cm3 1395
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (150)/5000-6000 giri
Coppia max Nm/giri 250/1550-3500
Emissione di CO2 grammi/km 27
Distribuzione 4 valvole per cilindro
   
Motore elettrico  
Potenza massima kW (CV)/giri 85 (116)/n.d.
Coppia max Nm/giri 330/n.d.
   
Potenza massima compless. kW (CV)/giri 180 (245)/5000-6000
Coppia massima complessiva Nm/giri 400/n.d.
   
No rapporti del cambio 6 (robotizz. doppia friz.) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 225
Accelerazione 0-100 km/h (s) 7,3
Consumo medio (km/l, ciclo WLTP) 83,3*
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 470/183/147
Passo cm 268
Peso in ordine di marcia kg 1707
Capacità bagagliaio litri 490/1550
Pneumatici (di serie) 225/40 R19

 

*Nel ciclo WLTP, partendo con batterie cariche.

Skoda Octavia Wagon
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
56
59
23
14
26
VOTO MEDIO
3,6
3.58989
178


Aggiungi un commento
Ritratto di BigDeals
12 maggio 2021 - 21:26
Ci mancava il commento sui soldi per la Skoda.
Ritratto di Er germanico
6 maggio 2021 - 22:54
Appunto, l'Octavia è sminuita soltanto da chi poi prende la Ypsilon (il che è tutto dire).
Ritratto di Alfiere
6 maggio 2021 - 17:45
1
40k per una wagon con 200cv ci possono stare vedendo il resto. Non male.
Ritratto di Er germanico
6 maggio 2021 - 22:55
Perchè gli hai rubato 45 cv?
Ritratto di 82BOB
6 maggio 2021 - 19:43
Per trovare difetti a una Octavia tocca gurdare il capello...
Ritratto di Cilindrata
6 maggio 2021 - 21:57
L'unico difetto che ha è il cambio DSG, con quel inaccettabile ritardo in risposta (ce l'ho pure su A4/A6 aziendale). Questa trasmissione è sopravvalutata e pure inaffidabile. I validi doppia frizione sono altri.
Ritratto di Mucho
7 maggio 2021 - 16:37
A bordo di una a3 tdi 150cv da 50 a 200 km/h non ho visto nessun ritardo..una progressione veloce e lineare mai provata prima
Ritratto di studio75
9 maggio 2021 - 09:32
5
Ho letto molte critiche sul nuovo cambio a 7 marce e credo dipenda dalla calibratura che hanno impostato in VW per rientrare nelle norme antiinquinamento. Il mio dsg ha 6 marce ed è precedente le ultime norme. è perfetto, tanto che non mi viene mai in mente di utilizzarlo in modo manuale con le palette.
Ritratto di CB400four
7 maggio 2021 - 00:30
6
Dei vari cambi automatici che ho provato, reputo lo ZF con convertitore di coppia il migliore nettamente. Il DSG è anche per me sopravvalutato, mentre il cvt lo critica chi non lo sa usare.
Ritratto di Er germanico
7 maggio 2021 - 05:13
Il CVT lo critica qualsiasi rivista specializzata compreso AV visto che è fastidioso ogni volta che si chiede un po' di brio. Lo critica anche seppo che lo possiede. Poi se saperlo usare vuoi dire dover per forza dosare il gas per tenere i giri nel regime ideale contenti voi. Mille volte meglio un ZF o un DSG con modalità sequenziale, e carta canta quando si confrontano i rilevamenti strumentali ;)
Pagine