PRIMO CONTATTO

Subaru Outback: comoda e versatile. Ma il cambio…

La nuova edizione della crossover giapponese è accogliente e si comporta bene anche nel fuori strada, ma la trasmissione CVT non è un fulmine.
23 gennaio 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 41.330
  • Consumo medio (dichiarato)

    14,3 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    161 grammi/km
  • Euro

    6
Subaru Outback
Subaru Outback 2.5i Unlimited Lineatronic
Non guidi da solo
 
Via di mezzo fra una grande wagon con l’assetto rialzato e una suv, la quinta generazione della Subaru Outback (la prima è nata 20 anni fa) si conferma una crossover spaziosa e, grazie anche alla trazione integrale, capace di affrontare fondi molto scivolosi. Inoltre, è dotata di serie del sistema Eye Sight, basato su due telecamere nella parte alta del parabrezza, che raggruppa vari sistemi di aiuto alla guida: dal regolatore di velocità adattativo, alla frenata automatica, fino alla segnalazione di uscita involontaria dalla propria corsia.
 
Da 36.290 euro
 
Gradevole nell’aspetto, anche se non molto originale, la Subaru Outback sarà in vendita dal 28 febbraio 2015 con una ricca dotazione e soltanto nelle versioni con il cambio a variazione continua di rapporto, abbinate ai motori boxer a benzina e a gasolio (quello a Gpl al momento non è previsto). La versione meno cara è la Free con il 2.0 turbodiesel da 150 CV: a 36.290 euro offre anche l’airbag per le ginocchia del guidatore e il sistema X Mode, che ottimizza il funzionamento del 4x4 nel fuori strada e attiva il dispositivo per mantenere costante la velocità nelle discese più ripide. La Style, a 39.315 euro e sempre con lo stesso motore, aggiunge l’avviamento senza la chiave (c’è un tasto) e il tetto apribile. La più ricca Unlimited include nel prezzo il navigatore, i sedili in pelle, le ruote di 18” e i vetri posteriori scuri. Con il 2.5 a benzina da 175 CV costa 41.330 euro; 43.350 con il 4 cilindri a gasolio.
 
Poco ricercata
 
Assemblato con cura, l’abitacolo della Subaru Outback è spazioso e offre molto agio anche per chi diede ai lati del divano che, mediante una pratica levetta annegata nell’imbottitura, permette di reclinare leggermente lo schienale all’indietro. La persona nel mezzo viaggia meno comodamente per via del mobiletto fra le poltrone anteriori, invadente. La posizione di guida con ampie regolazioni è confortevole mentre i numerosi comandi sono disposti in maniera tradizionale e, quindi, si individuano subito. Fa eccezione il display per il climatizzatore nella consolle: così sottile e denso di informazioni, non è il massimo della leggibilità. Invece, seppur numerosi, anche i grossi tasti nel volante s’individuano senza difficoltà. Considerati i prezzi elevati della vettura, però, ci saremmo aspettati dettagli più ricercati, una plancia dall’aspetto più attraente e materiali di qualità superiore (non sono poche le plastiche dure al tatto). Il baule è capiente (fino a 1848 litri), facilmente accessibile e dotato di ganci portaborse a scomparsa, oltre che di due pratiche leve nelle pareti per ripiegare automaticamente il divano. 
 
Stabile, ma lenta
 
La buona visibilità e il favorevole diametro di svolta fanno presto dimenticare i generosi ingombri della Subaru Outback 2.5i Lineartronic Unlimited: pur non molto agile, nella guida la crossover giapponese non è impegnativa e si rivela stabile. Il 2.0 a benzina da 175 CV è silenzioso, ma non così brillante, anche per via della lentezza con cui il cambio CVT (a variazione continua di rapporto) risponde ai comandi del guidatore. La situazione migliora leggermente inserendo la modalità sport con il tasto nel volante e, volendo, si possono anche inserire manualmente le sette “marce virtuali” preimpostate con le levette al volante. Tuttavia, questa non è una crossover sportiveggiante e non si sente la necessita di utilizzarle. 
 
Confortevole
 
La Subaru Outback 2.5 Unlimited, infatti, preferisce andature rilassate (lo sterzo non è dei più pronti), nelle quali si fa apprezzare per il comfort, anche se viaggiando a 130 km/h l’isolamento dell’abitacolo dai fruscii aerodinamici potrebbe essere migliore. Nulla da ridire, invece, sul funzionamento del regolatore di velocità adattativo (nel sistema EyeSight), un autentico co-pilota, che permette di mantenere costanti sia la velocità sia la distanza dai veicoli che precedono. Finito l’asfalto, questa crossover ha affrontato disinvolta un fuori strada nel fango (il fondo dell’auto è distante ben 20 cm dal suolo) e ripide discese (il dispositivo che mantiene costante la velocità si è dimostrato efficace). I consumi della Subaru Outback 2.5 Unlimited, infine, non sono eccessivi per una vettura di queste caratteristiche: 10 km/l la media calcolata dal computer di bordo.
 
Secondo noi
Pregi
> Fuori strada. Se l’è cavata bene.
> Sistema Eye Sight. Si è rivelato un valido ausilio alla guida.
> Spazio. È abbondante.
 
Difetti
> Cambio. Non tiene testa alle più moderne trasmissioni automatiche e a doppia frizione.
> Interno. Dati i prezzi dell’auto, li avremmo desiderati più raffinati.
> Rumorosità. A velocità autostradali, quella aerodinamica è avvertibile.

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm3 2498
No cilindri e disposizione 4 boxer
Potenza massima kW (CV)/giri 129 (175)/5800 giri
Coppia max Nm/giri 235/4000
Emissione di CO2 grammi/km 161
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (CVT) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 198
Accelerazione 0-100 km/h (s) 10,2
Consumo medio (km/l) 14,3
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 482/184/161
Passo cm 275
Peso in ordine di marcia kg 1598
Capacità bagagliaio litri n.d./1848
Pneumatici (di serie) 225/60 R18

 

Subaru Outback 2.5i Unlimited Lineatronic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
11
13
2
2
4
VOTO MEDIO
3,8
3.78125
32


Aggiungi un commento
Ritratto di orsogol
26 gennaio 2015 - 12:30
1
Quando si parla della Outback bisogna dare il giusto valore alla carattersitica principale di questa macchina: essere una SW comoda, funzionale, ben fatta, affidabilissima e, soprattutto, che ha capacità off-road nettamente superiori a tutti i SUV in circolazione. Esistono molti siti, soprattutto tedeschi, di test su terreni difficilissimi dove le Outback, ma anche le Forester, ridicolizzano i Suv più blasonati. D'altra parte è una delle poche rimaste con trazione integrale permanente e elevata altezza da terra. Che poi non sia un fulmine e che non sia per niente adatta a chi ama danzare tra i cordoli, è fuori discussione. L'importante è che sul mercato esistano questi modelli che, uscendo dal coro, sono in grado di rispondere a chi ha esigenze un po' più specifiche.
Ritratto di legacy74
26 gennaio 2015 - 13:09
Mi associo in toto. Nel parco auto di famiglia ho una legacy e solo chi ha toccato con mano la bontà delle pleiadi può capire la validità di queste auto.
Ritratto di elakos
26 gennaio 2015 - 17:15
su tutto.
Ritratto di sullaneve
5 settembre 2015 - 12:51
Affidabilissima? Ha mai sentito parlare dei problemi volano-frizione????
Ritratto di orsogol
5 settembre 2015 - 14:34
1
Francamente mai. In azienda abbiamo 1 outback, 3 forester e 1xv e non mi risultano problemi di frizione, probabilmente perche' hanno tutte il cambio automatico.
Ritratto di Vibe00
26 gennaio 2015 - 18:23
E' una di quelle auto da conoscere e da valutare bene prima di trarne considerazioni adeguate. E' una station-wagon rialzata, e con doti fuoristradistiche più marcate rispetto alle altre sue concorrenti. Credo infatti che una A4 Allroad o una VW Passat Variant Cross non siano in grado di eseguire determinati passaggi come questa. Non sono un esperto e non tutti credo abbiano avuto la fortuna di provarle su terreni accidentati, tuttavia è una constatazione fatta sulle sue specifiche tecniche e sulla lunga storia di Subaru in campo 4x4. E anche la qualità degli interni, per quanto discutibile dato il prezzo non proprio basso, rispecchia ciò per cui è stata concepita: l'essere concreta, da poter usare tutti i giorni senza problemi. Tuttavia, oltre al prezzo un po' elevato, trovo discutibile, almeno nel nostro paese, la scelta di un 2.5 benzina aspirato legato ad un cambio CVT (da molti sottovalutato). Penso sia più indicato a quell'utenza che percorre alcune di migliaia di chilometri l'anno e vive fuori città. In ogni caso si tratta di un opinione personale e, se dovessi sceglierla, opterei sicuramente sul 4 cilindri diesel.
Ritratto di nsx
27 gennaio 2015 - 12:38
Nel mercato più competitivo al mondo quello nord americano il gruppo Subaru da solo vende quanto tutto il gruppo Volkswagen (Volkswagen +Audi +Skoda+Seat+ ecc) con un incremento del 21%.Qualche qualità dovranno pure avere. Nell'articolo non si mensiona minimamete alla caratteristica principale dell'auto motore boxer-symmetrical all wheel drive”, ovvero motore a cilindri contrapposti, trazione integrale permane
Ritratto di giovi11
5 febbraio 2015 - 21:27
3
Mi è sempre piaciuta e questa ancora di più an ne se non ha avuto un successone a quanto ne so
Ritratto di dumbo54
15 febbraio 2015 - 00:54
1
Ho un'outback ( versione attualmente in commercio, 2.5 lineartronic bifuel) con 250.000 km. A parte l'ordinaria manutenzione, nulla da segnalare. Avrei anche finito, sulle ragioni per cui si compra una Subaru. Voglio però aggiungere qualcosetta. Vero, le plastiche sono dure, ma con zero rumorini e vibrazioni. Il cambio non sarà fulmineo come certi doppia frizione, ma dopo 250.000km fa ancora perfettamente il suo lavoro. A gas fa circa 9,5 km /litro: tradotto in benzina, o gasolio, siamo ben oltre i 20, REALI, non dichiarati. Il comfort, per chi guida e per i passeggeri, è da auto tedesca del segmento D, almeno: tradotto in euri, fa almeno 60.000. Poi, certo, non è figa o modaiola, e non ha il navi appeso alla plancia che va tanto di moda, ma quando nevica.... Finito, davvero.
Ritratto di emanuel99
1 maggio 2015 - 00:19
Bella macchina e ottima qualitá,tecnologia e doti da fuoristrada...una Subaru bada al sodo.
Pagine