PRIMO CONTATTO

Suzuki Vitara: ok col nuovo automatico

La Suzuki Vitara può montare un nuovo cambio a doppia frizione: piuttosto rapido, si abbina bene al vivace 1.6 a gasolio. Spaziosa e pratica, mostra però finiture un po' economiche.

27 gennaio 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 28.800
  • Consumo medio

    22,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    118 grammi/km
  • Euro

    6
Suzuki Vitara
Suzuki Vitara 1.6 DDiS V-Top 4WD DCT
Più comodi nel traffico
 
Dall’ottobre scorso, la Suzuki Vitara 1.6 diesel è disponibile anche con trasmissione robotizzata a doppia frizione DCT a sei rapporti (di origine FCA), fornita in abbinamento alla trazione integrale Allgrip e all'allestimento V-Top (il più ricco). Abbiamo testato la piccola suv giapponese, verificando che il nuovo cambio (che comporta un supplemento di 1.600 euro) ha un funzionamento valido: i passaggi di rapporto sono veloci e fluidi, mentre la risposta in partenza (anche in salita) è pronta e priva di incertezze. E, per una guida un po’ più “allegra”, c’è la modalità manuale, che permette di selezionare i rapporti con la leva centrale o con le paddle al volante.
 
Promette efficienza
 
Stando alla casa, il cambio automatico a doppia frizione è più efficiente di un automatico tradizionale: con il DCT, la percorrenza media dichiarata della Suzuki Vitara è di 22,2 km/l, mentre con il cambio manuale si fa poco meglio (23,3 km/litro). Nel corso del test, il consumo registrato dal computer di bordo è stato di circa 20 km/l: ottimo (ma lo verificheremo con precisione in una futura prova strumentale su alVolante).
 
Spaziosa, ma quelle plastiche...
 
Per il resto, la Suzuki Vitara 1.6 DDiS non cambia. L'abitacolo è pratico e ampio: nonostante le dimensioni esterne ridotte (418 cm di lunghezza), si sta bene anche nella zona posteriore. Ampio il bagagliaio (375/1120 litri). Confortevoli anche i sedili, che sostengono bene guidatore e passeggeri. Ricca la dotazione: cerchi in lega di 17”, radio con touch-screen di 7”, retrocamera, vetri posteriori scuri, cruise control, accesso senza chiave e 7 airbag. Peccato che il cruscotto non sia modernissimo nell’aspetto, e che le plastiche siano economiche.
 
Integrale ok
 
Il diesel 1.6 della Suzuki Vitara è brillante, anche se rumoroso in accelerazione, mentre il sistema di trazione integrale è impostabile (tramite la manopola fra i sedili) su quattro modalità: Auto (trazione anteriore, 4x4 solo quando necessario), Sport (rende il motore più pronto e distribuisce la potenza anche alle ruote posteriori per migliorare il comportamento in curva), Snow (offre la trazione ottimale sui fondi viscidi) e Lock (su fango e sabbia, blocca il differenziale centrale in modo da erogare senza ritardi la potenza anche al retrotreno). Su strada, comunque, la Suzuki Vitara ha una notevole maneggevolezza e una tenuta di strada apprezzabile per una suv.
 
Secondo noi
 
PREGI
> Cambio. Il nuovo "doppia frizione" funzione bene, rendendo la guida comoda e piacevole.
> Maneggevolezza. L'auto risponde con prontezza ai comandi dello sterzo e si corica poco in curva.
>Spazio. Abbondante per il guidatore, per i passeggeri e per i bagagli.
 
DIFETTI
> Cruscotto. Non modernissimo nell’aspetto.
> Finiture. Le plastiche sono economiche.
> Rumorosità. In piena accelerazione, il 1.6 si fa sentire.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/3750 giri
Coppia max Nm/giri 320/1750
Emissione di CO2 grammi/km 118
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (robotizz.) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 180
Accelerazione 0-100 km/h (s) n.d.
Consumo medio (km/l) 22,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 418/178/161
Passo cm 250
Peso in ordine di marcia kg 1400
Capacità bagagliaio litri 275/1120
Pneumatici (di serie) 215/55 R17

 

Suzuki Vitara
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
69
78
77
44
40
VOTO MEDIO
3,3
3.2987
308
Aggiungi un commento
Ritratto di luca_bolo
21 marzo 2016 - 21:12
Il mio ford 2.5 v6 aspirato si guida come un turbo... un filo di gas e via.... anche col gpl.
Ritratto di volaqq
14 aprile 2016 - 22:08
Ciao grazie per la risposta. Però non sai dirmi più o meno il consumo a benzina? (non quello dichiarato ). Oggi sono andato da un concessionario, mi ha detto che il 1.6 vvt è a iniezione diretta. Possibile? Saluti
Ritratto di enjoyash
21 marzo 2016 - 22:22
E vabbè grazie è un 2500. Qui parliamo di un 1.600cc. Anche il Jaguar 4.200 di mio padre va che è un piacere
Ritratto di mancio64
3 novembre 2016 - 11:12
Appena acquistata 1.6 diesel Vtop all grip cambio automatico doppia frizione com comandi al volante: gran macchina, prima di prenderla ho provato di tutto da Audi a VW passando per Toyota Volvo Bmw ecc. Oltre che dal prezzo, a volte con tutti gli accessori quasi il doppio, la macchina va nolto meglio delle altre che risultano molto pesanti e con il 2000 anche molto lente. La vitara 1.6 diesel con il cambio automaico a doppia frizione va molto meglio dei 2000 sopracitati e consuma davvero poco. Per quanto riguarda le plastiche del crucotto non sono pe rniente d'accordo, sono piacevoli e nemmeno poi tanto male e poi nel complesso il cruscotto risulta gradevole e molto funzionale con tantissimi accessori tipo il cruise contro adattivo o la frenata di emergenza o la telecamera posteriore con i sensori anteriori e posteriori. La consiglio vivamente, andate a provarla!!
Ritratto di Tonio K.
3 dicembre 2016 - 19:28
Condivido! Ho convinto mio padre a prendere il modello esattamente come il tuo. Lui voleva prendersi un'altra Land Rover ma ha quasi 80 anni, la strada di casa sua e' stretta, ovviamente ormai va piano anche in autostrada e in fuori strada piu' di qualche mulattiera non fa piu'. Appena l'ha presa l'ha definita "una macchinetta", ma ora e' molto contento. Io l'ho guidata per circa 1500 km durante le vacanze italiane e confermo che va molto bene, consuma pochissimo (sempre sopra i 20km/litro stando nei limiti di velocita') ed e' proprio comoda sia in citta' sia in autostrada (il cruise control adattativo nei lunghi viaggi aiuta davvero). E anche per me gli interni non sono affatto male: non lussuosi ma pratici e di una certa eleganza minimalista. E poi lo spazio a bordo non manca. Certo per chi vive in autostrada ci sono macchine migliori, ma vale la pena spendere il doppio?
Pagine