PRIMO CONTATTO

Toyota Verso: sprintosa no, ma silenziosa sì

La Toyota Verso riceve il 1.6 diesel da 111 CV di derivazione BMW: non è un campione in ripresa, ma si è rivelato meglio insonorizzato del precedente 2.0.

Listino prezzi Toyota Verso non disponibile

Pubblicato 07 febbraio 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 26.500
  • Consumo medio

    22,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    119 grammi/km
  • Euro

    5
Toyota Verso
Toyota Verso 1.6 D-4D Active
Meno cavalli
 
Aggiornata un anno fa la Toyota Verso a sette posti è una monovolume di medie dimensioni ora disponibile anche con il 1.6 turbodiesel di origine BMW (è il primo risultato della nuova collaborazione tecnica fra i due costruttori). Il nuovo motore sostituisce le altre unità a gasolio che equipaggiavano la Toyota Verso (il 2.0 da 124  CV e il 2.2 da 150) e, per cilindrata e potenza (111 cavalli), dovrebbe risultare ancor più gradito al pubblico italiano. Stupisce, però, che (pur trattandosi di un progetto di nuovo conio) il motore sia ancora Euro 5 e non Euro 6 (certificazione obbligatoria per i nuovi modelli omologati da settembre 2014). Restano a listino le due unità a benzina: il 1.6 con 132 CV e il 1.8 da 147, con cambio a variazione continua di rapporto. 
 
Nuova e scontata
 
Già in vendita, la Toyota Verso 1.6 D-4D ha prezzi compresi fra i 24.800 euro della versione “base” (offre di serie sette airbag, climatizzatore, radio, fendinebbia e sette posti) e i 28.500 della più ricca Style Pack (nel prezzo include anche i cerchi in lega di 17”, i fari bixeno e il tetto panoramico). Fra le due, s’inserisce la Active del test (con cerchi in lega di 16”, climatizzatore automatico bizona, retrovisori ripiegabili elettricamente): costa 26.500 euro ma, con l’offerta lancio, è proposta a 20.900 (sconti sostanziosi sono disponibili anche per le altre versioni).
 
Dettagli rinnovati
 
Fra le poche novità nel pratico abitacolo (molti i portaoggetti) della Toyota Verso, spicca il sistema multimediale, migliorato e dotato di uno schermo (non piccolo, di 6,1”) a sfioramento nella consolle. Modificato anche il navigatore (circa 700 euro), dotato pure della visualizzazione Google Street View. Infine, sono cambiati i tessuti per i sedili (gradevole quello color panna della vettura del test) e il pomello del cambio. All’interno della Toyota Verso restano la plancia, lineare e poco invadente, con il cruscotto nel mezzo (si legge bene), e le finiture non di basso livello. I comandi sono ordinati, fatta eccezione per la presa Usb collocata troppo in basso, sul fianco destro della consolle (può facilmente essere urtata dal passeggero anteriore). Le prime due file di sedili garantiscono parecchio spazio (il divano, diviso in tre parti, scorre di 22 cm); la terza fila (fuoriesce dal baule) va bene per persone alte non più di 170 cm. A proposito di bagagliaio, è capiente e facilmente sfruttabile (la soglia è a soli 68 cm da suolo).
 
Si fa sentire meno
 
Nella nuova versione 1.6 D-4D, la Toyota Verso conserva i pregi delle altre varianti. Nella guida è intuitiva e la taratura non troppo morbida degli ammortizzatori favorisce la maneggevolezza; anche se non dei più precisi, lo sterzo ha una buona consistenza mentre il cambio (con la leva rialzata nella consolle) ha innesti in po’ duri, ma si manovra senza difficoltà. Il motore risulta meglio insonorizzato del 2.0, il che però rende più evidenti i fruscii aerodinamici a velocità autostradali. Pur con soli 111 CV, il 1.6 è pronto ai bassi regimi e in accelerazione non delude (verosimili sia i 12,7 secondi dichiarati per lo “0-100”, sia la velocità massima di 185 km/h). Dove il quattro cilindri ha il fiato un po’ corto, è in ripresa: i rapporti del cambio, che privilegiano i consumi, e il peso di 1520 chilogrammi dell’auto, non lo aiutano. Non male, invece, i consumi calcolati dal computer di bordo: la media nel test è stata di 15 km/l.
 
Secondo noi
 
Pregi
> Facilità di guida. Questa Toyota dà subito confidenza.
> Praticità. I comandi sono ben disposti, il baule è agevolmente accessibile, il divano scorre e i sette posti sono di serie.
> Spazio. Abbondante in rapporto alle dimensioni della carrozzeria.
 
Difetti
> Motore. Visto che è nuovo, ce lo saremmo aspettato già Euro 6.
> Presa Usb. È scomoda da raggiungere.
> Ripresa. I 111 cavalli fanno del loro meglio,ma…
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 82 (111)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 270/1750-2250
Emissione di CO2 grammi/km 119
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 446/179/1620
Passo cm 278
Peso in ordine di marcia kg 1520-1620
Capacità bagagliaio litri 155/982
Pneumatici (di serie) -

 

Toyota Verso
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
32
26
43
17
19
VOTO MEDIO
3,3
3.255475
137
Aggiungi un commento
Ritratto di 208drive
7 febbraio 2014 - 16:29
la BMW è tra le peggiori in Warranty Direct solo per tasso di guasti. Però non tutte le tedesche sono inaffidabili, Mercedes è tra le migliori
Ritratto di NikoBellic
7 febbraio 2014 - 17:19
Ma il motore è lo stesso 1.6 HDi delle Peugeot e Citroen?
Ritratto di 208drive
7 febbraio 2014 - 17:32
Si, è lo stesso, visto che BMW ha una partership con il gruppo PSA Peugeot-Citroen
Ritratto di NikoBellic
7 febbraio 2014 - 19:44
Ah infatti mi sembrava! Beh, allora proprio tanto nuovo non è.. Anche se comunque è un ottimo motore, come il 1.4 e il 1.6 a benzina nati sempre dalla stessa collaborazione:)
Ritratto di MatteFonta92
7 febbraio 2014 - 17:28
3
Qualitativamente sarà anche ottima, ma esteticamente è difficile trovare di peggio... specialmente negli interni, sono orribili! Sembra che abbiano buttato lì gli strumenti a caso, senza pensarci... e la plancia è pure deforme, abominevole! Non la vorrei nemmeno se me la regalassero!
Ritratto di MatteFonta92
7 febbraio 2014 - 17:28
3
Qualitativamente sarà anche ottima, ma esteticamente è difficile trovare di peggio... specialmente negli interni, sono orribili! Sembra che abbiano buttato lì gli strumenti a caso, senza pensarci... e la plancia è pure deforme, abominevole! Non la vorrei nemmeno se me la regalassero!
Ritratto di M93
7 febbraio 2014 - 18:18
È una monovolume onesta, molto concreta ma tutt'altro che originale: anche se le vetture brutte sono altre. Stupisce che non sia euro 6, ma non mi sembra poi così grave come mancanza, dato che entrerà in vigore tra poco meno di 7 mesi: provvederanno di sicuro per tempo. Quanto alla potenza, il 1.6 d4d sviluppa 112 cavalli, e con una simile potenza è ovvio che non si possono pretendere scatti brucianti e riprese fulminee, soprattutto considerata la tipologia di veicolo cui è destinata. Certo, il brio è utile (ad esempio nei sorpassi), ma di sicuro da i motore così piccolo e da una vettura di questo segmento non si cercano di certo le prestazioni.
Ritratto di PariTheBest93
7 febbraio 2014 - 18:51
3
Sono d'accordo ma la nuova C4 picasso con un 1.6 da prestazioni più che soddisfacienti, merito del peso contenuto che qui sulla toyota è un po' elevato, saluti :)
Ritratto di fabri99
7 febbraio 2014 - 21:22
4
Sono d'accordo su tutto, ma non molto nella ripresa. Non mi sembra poi così accettabile una ripresa così fiacca, molte avversarie, con simile potenza, fanno meglio. Sì, questa ha un peso maggiore, ma comunque potrebbe fare meglio... Non è certo gravissimo, non è un'auto sportiva, ovvio. Per l'Euro 6, beh, è un motore nuovo, potevano anche sprecarsi ad adattarlo già... L'auto comunque non è malaccio: esteticamente è anche abbastanza piacevole, è molto spaziosa e visto che è abbastanza datata, dovrebbe venire via a relativamente poco.
Ritratto di Robx58
7 febbraio 2014 - 19:48
12
esternamente, anzi la trovo originale, ma internamente credo si poteva fare meglio. Per ciò che riguarda la motorizzazione la trovo scarsa, 112 cv non sono nulla per un'auto da 16 quintali, per ciò che ho letto nei commenti sopra non credo che BMW non sia affidabile in qualità dei motori, la Warranty Direct non è il Padre Eterno, non vuol dire nulla la sua classifica, anzi hanno riscontrato da un'altra valutazione che in affidabilità, i motori BMW sono tra i migliori al mondo ( la BMW è nata come costruttrice di motori per uso aeronautico ) non bisogna certo insegnargli come si costruiscono.
Pagine