PRIMO CONTATTO

Volkswagen up!: baby di motore, non di assetto

La Volkswagen up! GTI è la più piccola sportiva della casa tedesca: il suo tre cilindri turbo è vivace, ma non davvero “cattivo”, mentre l’auto convince per il comportamento fra le curve.

24 aprile 2018
  • Prezzo (al momento del test)

    € 17.400
  • Consumo medio

    20,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    110 grammi/km
  • Euro

    6
Volkswagen up!
Volkswagen up! 1.0 TSI 115 CV GTI
Piccola ma vera GTI

La famiglia GTI della Volkswagen è sempre stata formata da sportive veloci ma poco impegnative da guidare, usabili tutti i giorni senza grossi sacrifici e curate nelle finiture. La più piccola e recente, la Volkswagen up! GTI, non fa eccezione: conserva l’abitacolo e il baule spaziosi e ben fatti delle altre versioni e aggiunge paraurti e cerchi di 17’’ specifici, una fascia rossa e nera che attraversa la plancia e i rivestimenti “scozzesi” dei sedili, un classico per le sportive della casa tedesca (avevano debuttato con la prima GTI, la Golf del 1976). Il prezzo di 17.400 euro (17.900 per la 5 porte) non è basso, ma la dotazione è generosa: di serie ci sono frenata automatica d’emergenza, cruise control, fendinebbia, fari e tergicristalli automatici, “clima” manuale, supporto per il cellulare in plancia, poltrone riscaldabili (quella di guida anche regolabile in altezza), sensori di parcheggio posteriori, volante multifunzione rivestito in pelle e vetri posteriori scuri. Come optional, in pratica, ci sono giusto il climatizzatore automatico (305 euro), il tetto apribile (€ 900), l’hi-fi Beats (€ 450) e la radio Dab (€ 215). 

Un club ristretto

Poche le rivali della Volkswagen up! GTI: ci sono le “sorelle” a motore e trazione posteriore Renault Twingo GT (€ 15.900) e Smart ForFour Brabus (€ 21.993, solo col cambio automatico), la potente Abarth 595 (da 19.900 euro, con almeno 145 CV) e la Fiat 500 0.9 TwinAir Turbo S da 105 CV, a 17.700 euro. Non sono però molto lontane di prezzo alcune utilitarie mosse da “mille turbo” a tre cilindri, come la Ford Fiesta 1.0 Ecoboost Titanium 3p (125 CV, da 19.250 euro) e la Suzuki Swift 1.0 Boosterjet Cool (16.190 euro). Tutte, però, ad eccezione della Abarth 500, hanno prestazioni dichiarate inferiori.

Cambio? ni…

Sotto il cofano della Volkswagen up! GTI c’è una versione potenziata del 1.0 tre cilindri turbo, già montato nella up! TSI high up! (che costa 2.800 euro in meno): qui eroga 116 CV (26 in più) ed è abbinato a un filtro antiparticolato (serve a ridurre le emissioni dei motori a iniezione diretta) e a un cambio manuale a sei marce. Quest’ultimo ha gli innesti un po’ contrastati e una corsa della leva lunga: va bene considerando il prezzo e il tipo di vettura, ma da una piccola sportiva si potrebbe volere qualcosa in più. Lo stesso discorso si può applicare al motore. Su una citycar che pesa meno di una tonnellata fa un figurone, spingendola senza sforzo anche ai bassi giri, ma non lo si può definire davvero sportivo: l’allungo termina poco dopo i 5000 giri (si può insistere fino a 6000, ma senza reali vantaggi) e il rumore non si può dire “musica” per gli appassionati, sebbene venga amplificato artificialmente usando degli altoparlanti nell’abitacolo. 

Ok persino in pista

A convincere appieno è il comportamento fra le curve della Volkswagen up! GTI: lo sterzo è preciso quanto serve e l’auto passa agilmente da una curva all’altra, mantenendosi stabile senza tendere ad allargare la traiettoria con il muso. E non serve ricorrere al tasto Sport (che non c’è) o disattivare l’Esp (cosa che non si può fare): la up! GTI è così in ogni condizione. Abbiamo avuto modo di guidarla persino in pista, sul tortuoso circuito Ascari in provincia di Malaga, dove la piccola tedesca ci ha stupito positivamente: a dispetto del fatto di averla guidata letteralmente sempre con il pedale destro sul pavimento (i cavalli sono quelli che sono…) motore e freni non sono mai andati in crisi e nelle curve l’auto ha mostrato un gradevole comportamento neutro, che permette di guidare veloci senza impegno. Il rovescio della medaglia? Le sospensioni irrigidite non filtrano efficacemente buche e dossi.

Secondo noi

PREGI
> Finiture. Materiali e montaggi convincono.
> Guida. Si va forti senza impegno: persino in una pista impegnativa.
> Spazio. Abitabilità e baule sono notevoli in rapporto alle dimensioni esterne. 

DIFETTI
> Cambio. Ha gli innesti un po’ troppo duri.
> Comfort. Buche e dossi si “sentono” tutti.
> Motore. Manca di “carattere”: ha poco allungo e il suono non estusiasma.

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 999
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 85 (116)/5000-5500 giri
Coppia max Nm/giri 200/2000-3000
Emissione di CO2 grammi/km 110
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 196
Accelerazione 0-100 km/h (s) 8,8
Consumo medio (km/l) 20,8
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 360/164/148
Passo cm 241
Peso in ordine di marcia kg 995
Capacità bagagliaio litri 251/959
Pneumatici (di serie) 195/40 R17
Volkswagen up! 1.0 TSI 115 CV GTI
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
4
4
5
6
28
VOTO MEDIO
1,9
1.93617
47
Aggiungi un commento
Ritratto di Rikolas
24 aprile 2018 - 23:26
Si si, e fa anche il lavaggio rapido! XD D'ora in avanti voglio solo lavatrici tedesche...GasWagen...ahahaha!
Ritratto di ratio
24 aprile 2018 - 23:57
..brutta quanto la Visa Gt anni 80
Ritratto di AlphAtomix
25 aprile 2018 - 02:01
Ma la radio DAB non è obbligatoria sulle auto nuove nel 2018?
Ritratto di giorgionash
25 aprile 2018 - 17:27
essì fanno testo solo sulle fiat o alfa romeo..... che ipo cri sia.....
Ritratto di tramsi
27 aprile 2018 - 21:19
Concordo!
Ritratto di Jumputer
25 aprile 2018 - 06:54
Mi fa rabbrividire il FAP anche su un 1.0 3 cil benzina. Ormai spero lo sappiamo tutti che è un accumulatore di pm 10 e quando spurga produce pm 2.5 peggiori delle prime. Provate a chiedere al vs meccanico di farvi vedere cosa si accumula nel FAP... cercate su youtube e capirete cosa respirano anche i vs figli per tenere in vita un sistema di produzione di fap che ha preso una bella botta grazie al dieselgate... hanno prodotto un altro "meccanismo" per mantenere le officine attive... tanto paga Pantalone come al solito .... E poi ci sarà il solito "amico" di fiducia chiamato anche "terrorista ecologico" che lo toglie taroccando la centralina,,, ma sembra che finalmente con le nuove norme di revisione queste auto verranno "beccate" , Domandatevi perchè i costruttori orientali stanno pian piano eliminando i turbo per aspirati di cilindrata maggiore,, sono più stupidi , meno capaci o forse più "avanti"... con le ibride ci hanno visto giusto dal 1997 .. Sulla yaris, escluso l'ibrido, hanno il 3 cil 1000 no turbo ed un moderno 1500 aspirato da 111 cv. E adesso direte,, ma sono pochi per un 1.5,, ma i motivi sono sopra e spiegati....vedrete con le nuove norme wltp di omologazione come cresceranno le cilindrate e caleranno i cv per tutti.. Quindi il FAP con i problemi che conoscete tutti lasciatelo in concessionario....
Ritratto di grande_punto
25 aprile 2018 - 07:15
3
Penso sia una delle più brutte auto mai costruite...
Ritratto di giorgionash
25 aprile 2018 - 10:28
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di tramsi
27 aprile 2018 - 21:19
AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH
Ritratto di giorgionash
25 aprile 2018 - 10:42
17.400 per una scatoletta???? è una ruberia e costa di più della bellissima kia picanto gt-line a 15.500 euro.... 1.900 euro in più per pagare il dieselgate e il megacimitero delle vw ricomprate in usa.... ladroni...
Pagine