PRIMO CONTATTO

Volvo V90: comfort e prezzi elevati

La nuova maxi wagon Volvo V90 fa viaggiare da re, è rifinita di tutto punto e pure piacevole da guidare. Certo, non è regalata.

8 giugno 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 67.140
  • Consumo medio

    20,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    129 grammi/km
  • Euro

    6
Volvo V90
Volvo V90 D5 Inscription AWD Geartronic
Seconda puntata

La wagon Volvo V90 è, insieme alla berlina S90 da cui deriva, il secondo modello (dopo la suv XC90) del nuovo corso della casa svedese. Dalla suv la Volvo V90 riprende l’inedita meccanica (dalla scocca, ai motori), ma si distingue per le linee filanti, che dissimulano le imponenti dimensioni della carrozzeria (sfiora i cinque metri di lunghezza). Già ordinabile e disponibile nella concessionarie da ottobre 2016, la nuova Volvo V90 è proposta unicamente con motori “2000” a 4 cilindri, abbinati ai cambi manuale a sei marce o automatico a otto rapporti. Quelli a benzina sviluppano 254 o 320 CV; a gasolio hanno 150, 190 o 235 CV. I prezzi (elevati, a fronte di una dotazione non sempre così ricca) vanno da 44.960 euro per D3 Kinetic a gasolio da 150 CV (di serie il Bluetooth e il climatizzatore bizona) ai 70.540 della T6 Inscription da 320 cavalli. Costa invece 67.140 per la D5 AWD Inscription Geartronic del test, con l’unità a gasolio da 235 CV, il cambio automatico a otto rapporti e la trazione integrale (di serie il navigatore, i sedili riscaldabili e in pelle nappa). In ogni caso sono sempre di serie sistemi di sicurezza come quello di frenata automatica (attivo a tutte le velocità e in grado di distinguere pedoni, ciclisti e animali di grossa taglia) e il Pilot Assist (funziona fino a 130 km/h): collegato al cruise control adattativo, legge le linee di demarcazione sulla strada e mantiene da solo la traiettoria muovendo il volante (il guidatore deve, comunque, tenere le mani sulla corona). E',  invece, optional il lettore di cd (110 euro).

Comoda per quattro

Rifinito con cura lo spazioso abitacolo della Volvo V90 trasmette una sensazione di lusso, la pelle dei rivestimenti è di qualità e gli inserti in legno nella plancia gradevoli. I sedili sono molto comodi e, sborsando 1.540 euro, completi di ventilazione e fianchetti regolabili in larghezza. Anche chi siede ai lati del divano viaggia bene e ha agio per le gambe. Viceversa, il quinto posto al centro è quasi inesistente, per via dell’ingombrante tunnel di trasmissione. Il cruscotto digitale fornisce in modo chiaro molte informazioni e tutti i servizi di bordo si comandano dal grande schermo (8,4”) a sfioramento nella consolle. Nel funzionamento ricorda quello dei telefonini ed è piuttosto intuitivo. Tuttavia, per semplici operazioni come la regolazione del climatizzatore, risulta comunque macchinoso: per non distrarsi dalla guida, sarebbero preferibili le tradizionali manopole. Rivestito in moquette, il baule è ben accessibile (bassa la soglia di carico a 63 cm dal suolo), dotato di paratia mobile per bloccare il carico e di un vano (di forma irregolare) sotto il fondo. Però, considerate le dimensioni dell’auto, la capienza (560/1526 litri) non è da record.

Viaggi in prima classe

Isolato per bene dai rumori e dalle sconnessioni della strada, l’abitacolo della Volvo V90 D5 AWD Inscription Geartronic è un autentico salotto. Ma, pur puntando sul comfort, l’auto non è una “mollacciona” noiosa da guidare: buona l’agilità, sicura la tenuta di strada. Grazie a un sistema di aria compressa che fa ruotare la girante del turbocompressore annullando il ritardo di risposta dei motori turbo, il “2000” da 235 cavalli è particolarmente pronto e spinge deciso, anche se in un arco di giri ristretto (a 4000 giri il “tiro” è già esaurito). La sua morbidezza di funzionamento non fa rimpiangere i 6 cilindri di alcune rivali e ha tutta la verve necessaria per muovere con brio gli oltre 1800 kg di peso della Volvo V90. Specie nella modalità più sportiva delle quattro selezionabili con il manettino nel tunnel, il cambio automatico risponde con dolcezza e apprezzabile rapidità e dispone anche dalla modalità manuale: le marce s’inseriscono con le leva nel tunnel. Peccato che non siano previste le pratiche palette dietro il volante. All’altezza della situazione lo sterzo (preciso e non troppo leggero) e i freni (potenti). Quanto ai consumi, nel corso del test in autostrada e su strade extraurbane il computer di bodo ha “visto” la non eccezionale media di 12 km/l.

Secondo noi

Pregi
> Comfort. Rumori e buche restano fuori dall’abitacolo.
> Guida. Sicura e anche gradevole.
> Sicurezza. Sono di serie molti dispositivi di aiuto alla guida.

Difetti
> Baule. Da una Volvo così lunga ce lo aspettavamo più capiente.
> Comandi. Concentrare quelli dei servizi di bordo nello schermo a sfioramento nella consolle non è sempre pratico.
> Prezzi. Anche considerati i contenuti dell’auto, sono salati.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1969
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 173 (235)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 480/1750-2250
Emissione di CO2 grammi/km 129
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 240
Accelerazione 0-100 km/h (s) 7,2
Consumo medio (km/l) 20,4
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 494/188/148
Passo cm 294
Peso in ordine di marcia kg 1742
Capacità bagagliaio litri 560/1526
Pneumatici (di serie) 245/45 R18
Volvo V90
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
94
45
20
7
13
VOTO MEDIO
4,1
4.11732
179
Aggiungi un commento
Ritratto di BuddhaCat
21 ottobre 2016 - 23:59
La V90, a mio parere, non ha compromessi di nessun genere, fluida, silenziosa, confortevole, veloce, scattante, intuitiva, sicura, bella, spaziosa... non trovo nulla di negativo. Anche il personale Volvo ti fa sentire coccolato, al contrario di Audi, che da ben 30 anni, ti trattano con la puzza sotto al naso, come se fosse fastidioso il tuo ingresso in concessionaria. Difatti penso che lasciero Audi per Volvo.
Ritratto di accatamia
16 gennaio 2017 - 10:02
Buongiorno, ho letto attentamente buona parte dei commenti e mi rendo conto che molti hanno espresso un giudizio solo parziale senza aver provato realmente il marchio volvo e la macchina in questione, ma soprattutto sono stati fatti paragoni con altri marchi e modelli senza secondo me sapere veramente come stanno le cose. Fortunatamente ho avuto personalmente diverse automobili di fascia medio alta e posso dire, nella mia modesta esperienza, che quest'ultimo modello della Volvo V90 sia di ottima qualità. Ho il modello D4 AWD e rispetto alla versione D5 i consumi sono estremamente contenuti (con 65€ si riesce a percorrere, con una guida normale non troppo aggressiva ma neanche troppo leggera, quasi 650-700km) superiori ad ex all'Audi 177cv allroad 2.0 che con la stessa cifra a malapena raggiungevo 550-600 Km. Macchina estremamente silenziosa, confermo il confort come se fossi in un salotto, sicurezza ad altissimi livelli di serie che per avere in altre autovetture dovresti chiederli come optional e pagando molto. I costi a parità di prestazione, sicurezza e confort sono in media più bassi di circa 5-10 mila euro rispetto alle marche tedesche. Infine per quanto riguarda l'affidabilità la volvo è sempre stata molto alta (ovvio che ogni singola autovettura può avere delle pecche o difetti di fabbricazione) e certo ad ex non posso dire la stessa cosa dell'Audi che ho avuto 2 guasti importanti in 2 auto diverse come la testata ed il cambio automatico (statisticamente 100% di non affidabilità) mentre invece ho avuto 6 volvo e solo una auto ad oggi ho avuto un problema sugli iniettori. Le volvo non sono macchine sportive ma per chi cerca in assoluto il piacere di guida (intendo sicurezza stradale, tenuta di strada, confort, buone prestazioni motoristiche ed affidabilità), soprattutto per chi fa come me quasi 60.000Km anno, allora posso consigliare questo marchio.
Ritratto di Thomas Thtp
4 maggio 2017 - 13:00
10
Una delle station wagon (di grandi dimensioni) più belle attualmente sul mercato. Sebbene sia di un'altra categoria e fascia di prezzo un'altra SW che secondo me le tiene testa in fatto di estetica - soprattutto all'esterno - è la Reanult Talisman sporter. Ma dopotutto un'auto la si compra prima di tutto con gli occhi...
Ritratto di Thomas Thtp
4 maggio 2017 - 13:02
10
Una delle station wagon (di grandi dimensioni) più belle attualmente sul mercato. Forse l'unica che secondo me le tiene testa in fatto di estetica - soprattutto all'esterno - è la Reanult Talisman sporter, sebbene sia di un'altra categoria e fascia di prezzo. Ma dopotutto un'auto si compra prima di tutto con gli occhi...
Ritratto di NELLO NERO
29 maggio 2017 - 23:42
1
Apprezzo in generale le SW della VOLVO ma questa V90 è davvero incompiuta. Nelle concessionarie VOLVO è l'auto in assoluto che si vende e si cerca meno non tanto per il prezzo quanto per la sgraziatezza della lunghezza. A mio modesto parere è un'auto esteticamente di errate proporzioni. Quanto ai motori mi paiono piccoli di potenza per il potente prezzo richiesto.
Pagine