PROVATE PER VOI

Alfa Romeo Stelvio: sempre grintosa, ma più sicura

Prova pubblicata su alVolante di
gennaio 2020
Pubblicato 20 luglio 2020
  • Prezzo (al momento del test)

    € 64.200
  • Consumo medio rilevato

    14,3 km/l
  • Emissioni di CO2

    146 grammi/km
  • Euro

    6d-Temp
Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio 2.2 Turbo 210 CV Veloce Q4 AT8

L'AUTO IN SINTESI

A quasi tre anni dal lancio, la sportiva e confortevole suv Alfa Romeo Stelvio si aggiorna dove serve. Arrivano i sistemi elettronici di sicurezza come l’avviso anti-colpo di sonno, quelli per la guida semi-autonoma di livello 2 (l’unica legalmente permessa), oltre a un più moderno impianto multimediale, con lo schermo tattile e la grarica personalizzabile. Con l’occasione, però, non sono stati aggiunti i fari full led, ormai disponibili anche per le utilitarie: restano quelli bixeno, comunque potenti. Molto maneggevole e reattiva, l’Alfa Romeo Stelvio si conferma appagante nella guida, più di tante berline. E i 209 cavalli del più potente dei motori diesel (gli altri hanno 160 e 190 CV) la rendono davvero scattante, e non troppo assetata.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
5
Average: 5 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
5
Average: 5 (1 vote)
Tenuta di strada
5
Average: 5 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Comfort buono e guida sopraffina

Comoda e molto gradevole da guidare, l’edizione aggiornata dell’Alfa Romeo Stelvio cambia pochissimo all’esterno: l’aspetto rimane elegante e sportivo. Dettagli inediti contraddistinguono, però, il nuovo allestimento Veloce: lo scudetto frontale ha la cornice nera anziché satinata, e i fascioni nella zona inferiore della carrozzeria (archi dei passaruota compresi) sono verniciati in tinta con il resto della vettura, invece che neri. Peccato che non si sia trovata una soluzione più gradevole alla vista per i due tubi di scarico (molto più piccoli delle sedi circolari nel paraurti che li ospitano) e che i fari siano ancora bixeno, invece che full led come nella gran parte delle auto recenti. Le novità più importanti riguardano, invece, la sicurezza e il sistema multimediale.

Debuttano dispositivi elettronici che, gestendo sterzo, acceleratore e freni, in particolari situazioni (come in autostrada e in coda) muovono l’auto senza che il guidatore debba fare nulla (se non tenere le mani sul volante, come prevede la legge). Oltre che dal solito “manopolone” fra i sedili, il nuovo sistema multimediale dell'Alfa Romeo Stelvio si può gestire dall’inedito schermo tattile di 8,8” (ben visibile al centro della plancia). Con i widget (le icone animate che comandano funzioni come la radio e il navigatore) ingrandibili e posizionabili a piacere sul monitor, proprio come negli smartphone, si possono scegliere tre funzionalità da porre in primo piano. Altre modifiche nell’accogliente abitacolo riguardano il tunnel fra i sedili. La nuova leva del cambio è più ricercata e impreziosita da una cornice alla base, che ingloba il Tricolore. Inoltre, si aggiungono l’alloggiamento per la chiave dell’auto e la ricarica senza filo dei telefonini. Novità minime riguardano la meccanica, che del resto già garantiva un comportamento di alto livello.

L’Alfa Romeo Stelvio dà molta confidenza al guidatore, e spicca per l’agilità: lo sterzo è tanto diretto quanto preciso, e l’accoppiata tra il motore e il cambio automatico a otto marce (di serie) garantisce uan reattività rara. Quanto alla protezione offerta ai passeggeri in caso d’incidente, nei crash test dell’euro NCAP effettuati al lancio dell’Alfa Romeo Stelvio nel 2017, è stato assegnato il massimo punteggio di cinque stelle (in particolare, è risultata molto buona la salvaguardia degli occupanti negli impatti laterali).

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Il multimediale migliora

Plancia e comandi
Il chiaro cruscotto “a binocolo”, un classico per le Alfa Romeo, mantiene il tachimetro e il contagiri analogici. Ma dispone di un computer di bordo con schermo di 7” che dà più informazioni, tra cui quelle di navigazione, anche utilizzando Android Auto. Ordinati e intuitivi gli altri comandi, fra cui le manopole del climatizzatore nella console; tanto belle quanto comode le lunghe leve di alluminio ancorate al piantone, che consentono, volendo, di selezionare manualmente le otto marce. Fra le funzionalità del nuovo impianto multimediale  dell'Alfa Romeo Stelvio, citiamo l’hot-spot Wi-Fi, per connettere fino a otto dispositivi, e le applicazioni per il telefonino. Come My Remote, che può attivare un lampeggio o aprire e chiudere le porte a distanza, localizzare l’auto parcheggiata e collegarsi ad assistenti vocali quali Alexa, e My Navigation (che invia in tempo reale informazioni sul traffico e trasmette dallo smartphone al navigatore dell’auto la destinazione desiderata). 

Abitabilità
Quattro adulti (anche alti e di corporatura robusta) viaggiano comodi. Il divano piatto può accogliere tre persone, ed è anche riscaldabile. Il mobiletto fra i sedili ospita le prese Usb e le bocchette del climatizzatore. La posizione di guida alta, e con il sedile ben profilato (oltre che riscaldabile e regolabile elettricamente) è comoda.

Bagagliaio
Con il portellone ad apertura elettrica e la soglia non troppo distante dal suolo (72 cm) l’accesso al baule dell'Alfa Romeo Stelvio è comodo. Il vano ha una forma regolare, è privo di gradini e completo di binari con occhielli mobili sul fondo per bloccare il carico. La capienza di 525 litri a divano in uso è buona: sotto la cappelliera trovano posto due “valigione” rigide sovrapposte, un passeggino e varie borse morbide. Lo schienale in tre parti si può facilmente ripiegare mediante le leve agli angoli della seduta.

COME VA

5
Average: 5 (1 vote)
È qui che brilla

In città
Il consumo rilevato di 12,2 km/l non è male, considerando il tipo di vettura. Tenendo conto delle dimensioni non proprio contenute (e dell’elevato diametro di svolta che complica le manovre in spazi ristretti), la guida è agevole. Motore e cambio dell'Alfa Romeo Stelvio rispondono con grande prontezza, ma nella modalità di guida Advanced Efficiency (le altre sono la Natural e la Dynamic) si può ottenere una maggiore dolcezza. Efficaci gli ammortizzatori elettronici: nonostante le gomme ribassate, filtrano bene lo sconnesso. 

Fuori città
Oltre a consumare poco (16,4 km/l), l'Alfa Romeo Stelvio è comoda e divertente (specie in Dynamic): favoriti dallo sterzo diretto, gli inserimenti in curva sono rapidi, e facili da gestire. Il 2.1 da 209 CV ha una bella verve, assecondata dal rapido cambio automatico, ma non è dei più silenziosi in accelerazione. Ok la tenuta di strada e la potenza dei freni (che, anzi, talvolta rallentano fin troppo l’auto rispetto alla pressione che si esercita sul pedale).

In autostrada
Con il nuovo Highway Assist inserito, si viaggia in souplesse: fino a 145 km/h (dove permesso, come in Germania) tiene l’auto al centro della corsia seguendo le strisce sull’asfalto, e gestisce l’andatura in base al traffico. Il Traffic Jam Assist svolge lo stesso ruolo in caso di forte rallentamento, che crea una coda; la traiettoria viene gestita seguendo il veicolo che c’è davanti. Utili anche il riconoscimento dei limiti di velocità sui segnali stradali (con adattamento automatico dell’andatura) e il controllo dell’angolo cieco dei retrovisori (può modificare la traiettoria per evitare collisioni). Aiuti alla guida a parte, l’Alfa Romeo Stelvio offre riprese molto rapide, uan marcia silenziosa e un conumo ragionevole: a 130 km/h in ottava marcia il motore lavora a 1950 giri, e si percorrono 13,7 km con un litro di gasolio.

Nel fuori strada
Anche se manca una modalità di guida specifica per l’off-road, con la trazione integrale e 20 cm di “luce” al suolo, l'Alfa Romeo Stelvio non teme i fondi sconnessi. Nelle discese oltre il 10% il sistema HDC (si attiva col tasto nella razza del volante) mantiene costante la velocità impostata (fra 6 e 25 km/h) e permette di concentrarsi sulla traiettoria da mantenere.

PERCHÈ SÌ

Adas
È prevista una dotazione completa di aiuti alla guida. In certe condizioni, l’auto può arrivare a viaggiare quasi da sola.

Comfort
Isolato per bene dai rumori esterni e dalle sconnessioni dell’asfalto, l’abitacolo è accogliente. 

Guida
È una suv dall’agilità non comune, con uno sterzo pronto e diretto, e ottime prestazioni.

Impianto multimediale
Ha molte funzionalità e il monitor configurabile: un deciso passo avanti rispetto a prima.

PERCHÈ NO

Diametro di sterzata
Non è dei più contenuti: nelle manovre occorre tenerlo presente.

Fari full led
Stranamente per un’auto di questo livello, non sono previsti: ci sono solo quelli bixeno.  

Modalità di guida
Anche se sportiva, è pur sempre una suv: ce ne vorrebbe una pure per l’off-road.

Terminali di scarico
Stonano i due tubi mal integrati nelle sedi circolari (troppo grandi) del paraurti.

SCHEDA TECNICA

Carburante gasolio
Cilindrata cm3 2143
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 154 (209)/3500
Coppia max Nm/giri 470/1750
Emissione di CO2 grammi/km 146
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico.) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 469/190/167
Passo cm 282
Peso in ordine di marcia kg 1745
Capacità bagagliaio litri 525/n.d.
Pneumatici (di serie) 255/45 R20
Serbatoio litri 64

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 8a a 3250 giri   216,8 km/h 215 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 6,7   6,6 secondi
0-400 metri 14,9 144,6 km/h non dichiarata
0-1000 metri 27,8 182,7 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DS Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 26,8 182,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 25,6 183,6 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,4   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 5,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,2 km/litro 15,6 km/litro
Fuori città   16,4 km/litro 20,0 km/litro
In autostrada   13,7 km/litro non dichiarato
Medio   14,3 km/litro 17,9 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   34,6 metri non dichiarata
da 130 km/h   56,9 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   131 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   12,0 metri non dichiarato

 

Alfa Romeo Stelvio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
554
164
105
116
164
VOTO MEDIO
3,8
3.75068
1103


Aggiungi un commento
Ritratto di 82BOB
22 luglio 2020 - 08:29
2
Rincorsa al tamarrismo?
Ritratto di Challenger RT
27 luglio 2020 - 15:14
Più che tamarrismo si tratta del più classico "vorrei ma non posso". I doppi scarichi o "dual exhaust" sono tecnicamente caratteristici esclusivamente delle auto con motori a V e storicamente presenti sempre sui V12, quasi sempre di serie anche sui V8 (erano a richiesta su molte auto americane da famiglia dagli anni '50 in poi) e meno sui V6. Le auto con motori in linea se li sognano e allora le case per assecondare i clienti glieli fanno finti. Per finti intendo non solo quelli palesemente posticci e quindi chiusi, ma anche quelli che pur emettendo gas di scarico non sono altro che uno sdoppiamento del terminale di un impianto di scarico singolo.
Ritratto di Hypercar_
25 luglio 2020 - 14:50
Non l'avevo mai notato sto fatto degli scarichi, una buffonata che qualche alfa fanboy sarà capace di giustificare tirando in causa qualche auto tedesca
Ritratto di erresseste
27 luglio 2020 - 10:28
Devo dire che non credevo ai due scarichi in miniatura, poi ho visto una Stelvio in un parcheggio e ho potuto constatare la cosa, sconforto totale, possibile che non facciano qualcosa per evitare questa "barzelletta"
Ritratto di desmo3
20 luglio 2020 - 20:41
6
scusate l'ignoranza, ma cos'è quella sbarra orribile che passa sul motore?? (ultima foto della gallery)
Ritratto di allatast
20 luglio 2020 - 20:53
barra duomi
Ritratto di littlesea
20 luglio 2020 - 23:08
1
Orribile? Vabbè, ti perdoniamo L'IGNORANZA!
Ritratto di allatast
21 luglio 2020 - 08:41
sono aggeggi che i piu' fra i fruitori di macchine moderne non sapranno cos' è perchè i costruttori hanno spostato l' attenzione su cose come i led o i comandi touch o la guida autonoma livello 3-4
Ritratto di troy bayliss
23 luglio 2020 - 08:28
1
ok sull'utilità però altri SUV di identico segmento non hanno la duomi.Allora tutto questo mi fa pensare una cosa: la hanno messa per sopperire alla mancanza di rigidità del telaio e renderla più rigida all'avantreno?
Ritratto di Filadelfio
23 luglio 2020 - 18:58
La barra duomi serve a irrigidire il telaio e rendere il mezzo più preciso negli inserimenti in curva. Ne sono dotate tante auto di un certo livello, come le BMW.
Pagine
Annunci

Alfa romeo Stelvio usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Alfa romeo Stelvio usate 201631.89031.8901 annuncio
Alfa romeo Stelvio usate 201724.90030.15077 annunci
Alfa romeo Stelvio usate 201823.90033.160112 annunci
Alfa romeo Stelvio usate 201925.90037.24091 annunci
Alfa romeo Stelvio usate 202036.75042.46029 annunci
Alfa romeo Stelvio usate 202141.50048.81022 annunci

Alfa romeo Stelvio km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Alfa romeo Stelvio km 0 201943.29056.5506 annunci
Alfa romeo Stelvio km 0 202038.90047.66053 annunci
Alfa romeo Stelvio km 0 202140.69048.860322 annunci