PROVATE PER VOI

Audi Q2: è brillante, salvo per la dotazione

Prova pubblicata su alVolante di
settembre 2018
Pubblicato 19 aprile 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 28.700
  • Consumo medio rilevato

    17,3 km/l
  • Emissioni di CO2

    118 grammi/km
  • Euro

    6
Audi Q2
Audi Q2 1.6 TDI Sport

L'AUTO IN SINTESI

Nella sempre più affollata offerta delle crossover compatte, l’Audi Q2 (419 cm da un paraurti all’altro) si distingue per le forme sfiziose, oltre che per il blasone del marchio tedesco. Ma la dotazione è scarna in rapporto al prezzo dell’auto: si pagano a parte sia il computer di bordo sia il volante multifunzione. E persino il Bluetooth è fra gli extra. Nulla da eccepire, invece, sul brio del 1.6 turbodiesel da 116 cavalli, che non richiede neppure troppo gasolio (in media abbiamo percorso 17,3 km con un litro). Scegliendola con il pacchetto S line, si ricevono oltre a diversi dettagli estetici accattivanti (paraurti specifici, minigonne sottoporta, cerchi di 18 pollici) anche le efficaci sospensioni sportive, con molle e ammortizzatori più rigidi. Ne guadagna il piacere di guida, senza troppi sacrifici sul fronte del comfort.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
2
Average: 2 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
2
Average: 2 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

L’agilità non le manca

Non troppo ingombrante, ma abbastanza spaziosa, l’Audi Q2 si rivela una crossover agile e divertente da condurre, anche grazie al brio del 1.6 turbodiesel da 116 cavalli. Per gli amanti della guida vale la pena spendere un paio di migliaia di euro per il pacchetto S line, che all’assetto sportivo abbina le ruote di 18 pollici (anziché di 17). La lunga lista degli optional include anche raffinati sistemi di sicurezza. Per esempio, il pacchetto Assistenza Tour include il mantenimento in corsia e il cruise control adattativo. Ordinando anche il cambio a doppia frizione S tronic (l’auto del test, invece, ha quello manuale), prevede la guida semiautonoma nel traffico, regolando traiettoria e velocità fino a fermare e far ripartire l’auto. Utili anche i sensori per l’angolo cieco dei retrovisori del sistema Audi Side Assist, anch’essi a richiesta. Di serie, c’è giusto la frenata automatica d’emergenza, con funzione anti-investimento per i pedoni. Nel 2016, l’Euro NCAP  ha assegnato all'Audi Q2 un punteggio complessivo di cinque stelle, con un punteggio di 60 su 100 sui dispositivi di assistenza. Molto buone, invece, le valutazioni nella protezione degli adulti (93%) e dei bambini (86%) a bordo. 

VITA A BORDO

3
Average: 3 (1 vote)
È chic, ma non “all inclusive”

Plancia e comandi
Eleganti gli inserti in alluminio del pacchetto S line (include anche soffitto nero, volante e pomello del cambio rivestiti in pelle traforata e pedaliera in alluminio): impreziosiscono la plancia dell'Audi Q2, dall’aspetto sobrio (pochi i comandi) e dalle finiture curate, con lo schermo del sistema multimediale a sbalzo (di serie è di 5,8”, ma può diventare di 7 o di 8,3”). Ben leggibile il cruscotto, ma il display a colori del computer di bordo si paga a parte: è abbinato all’allarme anti-colpo di sonno; entrambi si possono avere anche nel più vantaggioso pacchetto Business che unisce il navigatore, il volante multifunzione, il cruise control e i sensori di distanza posteriori. Di qualità i comandi del “clima” automatico bizona, che è un altro optional (di serie c’è quello manuale). Accanto alla leva del cambio, si trovano i grandi tasti e la manopola con cui si gestisce (in modo intuitivo) il sistema multimediale, oltre alla levetta del freno a mano elettronico. Quanto alle finiture, in generale sono buone, tuttavia vanno migliorati i rivestimenti delle porte e mancano le maniglie posteriori nel soffitto (come pure l’illuminazione del cassetto portaoggetti).

Abitabilità
In quattro si viaggia abbastanza comodi, mentre chi siede al centro del divano fa i conti con un tunnel sul pavimento alto ben 19 centimetri. Inoltre, l’accessibilità posteriore non è delle migliori. Davanti, le avvolgenti poltrone della Sport offrono un buon sostegno e col pacchetto S Line hanno fianchetti e poggiatesta in pelle. Ampie e precise le regolazioni, tutte manuali. Quella lombare (l’unica elettrica) va ordinata a parte. 

Bagagliaio
Con i suoi 405 litri di capienza minima, il baule dell’Audi Q2 non si può definire piccolo (e le finiture sono curate). Tuttavia, reclinando al divano, la capacità dichiarata è di soli 1050 litri: molte rivali fanno di meglio. In compenso, la bocca di carico è ampia e risulta pratico il fondo regolabile su due livelli: a filo della soglia o più in basso di 18 centimetri. Tra l’altro, tenendolo tutto giù, lo spazio in altezza sotto la cappelliera è di ben 61 cm (quanto basta per sovrapporre comodamente due valigioni), mentre una “rampa” fa da raccordo per evitare che, con gli schienali abbassati, si formi un gradino. 

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
Godibile in tutte le situzioni

In città
Il motore è brillante (anche se un po’ rumoroso al minimo e in accelerazione) e poco assetato: 16,9 km/litro il consumo da noi rilevato. L’agilità dell'Audi Q2 è buona e nel traffico, come in manovra, si apprezzano anche lo sterzo leggero e la buona visibilità davanti e di lato (mentre nelle retromarce occorre affidarsi ai sensori di distanza). Ben filtrati binari, buche e pavé. 

Fuori città
Le molle e gli ammortizzatori più rigidi del pacchetto S line (che prevede anche un assetto ribassato di un centimetro) favoriscono la precisione in curva, senza penalizzare troppo il comfort. Il quattro cilindri dell'Audi Q2 ha una bella verve (soprattutto in modalità Dynamic), mentre i freni sono potenti e resistono bene all’affaticamento. Buono il consumo rilevato: 19,2 km/litro.

In autostrada
Notevole la sensazione di sicurezza nei curvoni veloci, con l’auto che si inclina poco di lato (pur sobbalzando poco sui giunti dei viadotti). Alla buona insonorizzazione si aggiunge il basso regime di rotazione del motore a 130 km/h (2250 giri in sesta marcia): si viaggia in relax e le percorrenze sono discrete (15,6 km/litro, stando ai nostri strumenti), come pure i tempi per riprendere velocità dopo un rallentamento.

PERCHÈ SÌ

Freni 
Gli spazi d’arresto rilevati sono molto buoni, come la resistenza all’affaticamento nelle lunghe e ripide discese.

Motore 
Al quattro cilindri a gasolio non manca certo la verve. E pure i consumi non sono male.

Sospensioni sportive 
Le molle e gli ammortizzatori abbinati al pacchetto S line migliorano la sportività, senza sacrificare il comfort su fondi sconnessi.

PERCHÈ NO

Accessibilità posteriore 
L’andamento del tetto e il taglio del montante posteriore impongono di abbassare la testa quando si entra.

Dettagli 
In un’auto così curata stona l’assenza dell’illuminazione per il cassetto portaoggetti e delle maniglie posteriori nel soffitto. Migliorabili anche i rivestimenti delle porte. 

Dotazione 
Almeno il computer di bordo e il volante multifunzione dovrebbero essere di serie. Al pari del Bluetooth. E invece....

SCHEDA TECNICA

Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 85 (116)/3250-4000
Coppia max Nm/giri 250/1500-3200
Emissione di CO2 grammi/km 118
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 419/179/151
Passo cm 260
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1310
Capacità bagagliaio litri 405/1050
Pneumatici (di serie) 215/45 R18
Serbatoio litri 50

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 3350 giri   195,7 km/h 197 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,1   10,3 secondi
0-400 metri 17,2 128,8 km/h non dichiarata
0-1000 metri 31,9 160,3 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 40,4 147,7 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 37,9 135,7 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 15,4   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 16,4   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   16,9 km/litro 20,0 km/litro
Fuori città   19,2 km/litro 23,3 km/litro
In autostrada   15,6 km/litro non dichiarato
Medio   17,3 km/litro 21,7 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   34,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   58,8 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,9 metri 11,6
Audi Q2
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
92
59
100
82
309
VOTO MEDIO
2,3
2.28816
642


Aggiungi un commento
Ritratto di Gwent
20 aprile 2019 - 11:01
2
Un discorso essenzialmente italiano perché altrove non mi sembra che quest'auto stia facendo grandi numeri, la T-Roc si ma questa anche no. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di luperk
19 aprile 2019 - 11:10
Queste sono le tipiche utilitarie per il terzo mondo dell'auto, come quello del nostro continente. Motori sottodimensionati, dotazioni ridicole, dimensioni risibili. Tutti i costruttori hanno in gamma modelli come questi, che siano bmw 114d, classe a con motori renault, mini one che non riescono a fare sorpassi, o volvo xc40 con ridicoli diesel da neanche 150 cv. Classi differenti, stessa merd@. E la gente disposta a spendere per questi aborti spesso è inconsapevole che in altre parti del mondo con l'equivalente di circa 27.000 euro ci si porta a casa una bmw 330i xdrive di ultima generazione o con circa 32.000 una infiniti Q60 3.0T awd da 405 cv. Un'audi RS5 coupè arriva a costare anche 40.000 euro in più di quanto costa nel paese dell'esempio sovraelencato, diciamo il paese X. Persino l'ultima GLE 450 lì non supera le 52000 euro, con cerchi da 21' e tutte le amenità possibili. Certo, allo stesso tempo in estremo oriente sono meno fortunati di noi, una ridicola GLC 300 in cina costa circa 75000 euro, anche più che da noi. Ma considerando il potere d'acquisto avrebbe molto più senso vedere le città popolate di pickup cinesi, mahindra kuv100 e poche altre auto economiche che almeno non sono così sovrapprezzate rispetto ad altri paesi.
Ritratto di deutsch
19 aprile 2019 - 11:39
4
questa no ma il 114d serve per i neopatentati che altrimenti non potrebbero acquistare l'auto. scelte prestazionali non sono condivise da tutti, è giusto che il mercato offra modelli sia per chi ama i motori brillanti sia per chi non ne è interessato, poi visti i limiti personalmente faccio fatica a capire auto prestazionali, atteso che comunque devi rispettare gli stessi limiti di quelle meno potenti. non capisco la connessione con la precisazione che con gli stessi soldi in altre parti del mondo si comprano auto ben più prestazionali. quindi?? proponi di prenderle la e portarle qua?? non penso sia una scelta vantaggiosa anche perchè quei prezzi probabilmente sono fuori europa
Ritratto di Gwent
19 aprile 2019 - 11:48
2
Ma no, che pagare 30.000€ per un auto usata. Appena saranno a listino tutte le auto elettriche promesse da vag, le usate a carburante fossile ce le si porterà a casa pagandosi solo il passaggio di proprietà. Aspetto con impazienza questa rivoluzione elettrica da loro promessa con insolita, per loro, italica demagogia. Comunque concordo in toto sulla tua disamina del modello in questione: Semplicemente inacquistabile. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di stefanotorino
22 aprile 2019 - 19:38
vedremo, ma passare da 50€ per un pieno e 800km ad un pieno di corrente a 100€ per 400km scarsi non so se ci sarà subito sto boom, se non per i soliti ricchi e benestanti che beati loro non hanno bisogno di far quadrare i conti a fine mese.... quando ci si arriva
Ritratto di deutsch
23 aprile 2019 - 10:22
4
Già perché a quelli che tu chiami "ricchi" piace sperperare ......
Ritratto di stefanotorino
24 aprile 2019 - 14:09
perchè il target di queste auto è un operaio o commessa o addetto alle pulizie? farebbe fatica anche un impiegato a 1600€al mese con affitto da pagare e famiglia... nessuno butta soldi, ma se per il ceto medio una diesel ha fatto risparmiare, una elettrica di sicuro no. molti ricchi hanno già il loro mezzo elettrico green viste le tesla ed altro già per le strade. i prezzi ed i consumi non sono popolari
Ritratto di deutsch
24 aprile 2019 - 14:32
4
in giro non ne vedo poche di auto che di listino costano 30/40k basta una sportage, chr, niro, kuga, compass, tiguan, 3008, grandland peri suv ma anche mondeo, superb, insigna tutte auto che se si mettono un paio di optional e non si prende la versione base, magari automatica e/o 4x4 rimangono ben lontane dai 30k. non è che il mondo è diviso tra chi viaggia in panda e gli altri viaggiano in bmw serie 7, c'è in mezzo una marea di persone medie. alla stessa maniera molti considerano l'ellettrico esclusivamente come tesla dimenticando che esistono czero (con incentivi nuova a meno di 13k) ion imei, smart, zoe, senza poi considerare l'usato che rappresenta i 2/3 degli acquisti annui. dimentichi che in un'italia di 60 milioni di persone ci sono 37 milioni di veicoli, ovvero uno ogni due persone (compresi i soggetti senza patente) quindi una famiglia di 4 persone di solito ha due macchine. in ogni caso ragionare la scelta dell'elettrico non è fatta per ragioni di risparmio (minor costo corrente, bollo assicurazione ect) ma di ecologia, semmai sono gpl e metano che vengono acquistati per questioni di risparmio
Ritratto di stefanotorino
24 aprile 2019 - 16:48
esatto, esiste un parco usato enorme, fatto di audi bmw opel kia sui 12-16mila €, che al netto del nuovo sono molti di più specie nel centro sud dove statisticamente il mercato dell'usato è forte. tornando all'ambiente ben vengano le elettriche, ci mancherebbe, ma in italia non credo alla stessa velocità di espansione del nord europa che ha un costo corrente irrisorio e mezzi pubblici efficientissimi, ovvero quanto di più lontano da noi. e lo dico con rammarico. concordo anche sul metano, ma solo a definitiva chiusura del diesel, ovvero per costrizione. resta il fatto che il processo industriale per costruire qualsiasi auto e relativa componentistica è un produttore smisurato di schifezze nell'aria e nei fiumi, per prodotti si green ma che producono sempre e comunque rifiuti.
Ritratto di deutsch
24 aprile 2019 - 16:57
4
pur se è vero che in molti stati esteri certe cose funzionino meglio rifuggo un pò il detto che l'erba del vicino è sempre più verde o almeno è una comoda scusa per continuare a giustificare ad essere arretrati.cmq tanti si lamentano degli incentivi alle elettriche ma non hanno detto nulla che sono anni che gpl e metano sono incentivati. concordo che il passaggio verso l'elettrico sarà graduale e si parte da una posizione di svantaggio ma se mai si comincia mai si arriverà e poi in fin dei conti mica hanno vietato le auto a combustibili fossili ma semplicemente incentivato quelle elettriche. la gente può continuare a scegliere quello che vuole ben sapendo in che direzione va il mondo. il vantaggio è che tutto questo parlare sta facendo prendere coscienza delle cose a tante persone che prima non vi prestavano alcuna attenzione e questo non può essere che positivo in ottica ecologica
Pagine
Annunci

Audi Q2 usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Audi Q2 usate 201617.00019.5306 annunci
Audi Q2 usate 201717.50023.05076 annunci
Audi Q2 usate 201819.00024.28071 annunci
Audi Q2 usate 201921.40028.95043 annunci
Audi Q2 usate 202024.80029.41074 annunci
Audi Q2 usate 202131.98037.95013 annunci

Audi Q2 km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Audi Q2 km 0 201825.80028.6205 annunci
Audi Q2 km 0 201927.74029.0507 annunci
Audi Q2 km 0 202029.90036.3107 annunci
Audi Q2 km 0 202126.90037.440103 annunci