PROVATE PER VOI

Audi R8: un missile a cinque stelle (o quasi)

Prova pubblicata su alVolante di
marzo 2017
Pubblicato 25 luglio 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 197.800
  • Consumo medio rilevato

    7,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    287 grammi/km
  • Euro

    6
Audi R8
Audi R8 5.2 V10 FSI plus S tronic quattro

L'AUTO IN SINTESI

È sufficiente un paio di cifre per capire di che pasta è fatta questa Audi R8, supersportiva da quasi 200mila euro: il suo V10 aspirato abbinato al fulmineo cambio a doppia frizione S tronic eroga 610 CV, scaricati a terra attraverso la trazione integrale. Tanto basta per scattare da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi (stando ai nostri test) e toccare una punta massima, ovviamente in pista, di 332,9 km/h. Anche in curva l’Audi R8 toglie letteralmente il fiato, grazie all’elevatissima tenuta di strada e allo sterzo pronto e preciso. Adeguata alle prestazioni la frenata, grazie all’impianto con dischi carboceramici di serie. Peccato che della dotazione non facciano invece parte né il climatizzatore bizona (non previsto) né le sospensioni elettroniche (costano oltre 2.000 euro) e migliorano il comfort sullo sconnesso.

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
2
Average: 2 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
5
Average: 5 (1 vote)
Ripresa
5
Average: 5 (1 vote)
Cambio
5
Average: 5 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
5
Average: 5 (1 vote)
Tenuta di strada
5
Average: 5 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Un condensato di tecnologia

L’Audi R8 è una supersportiva tanto veloce e coinvolgente nella guida al limite quanto fruibile nell’impiego più tranquillo, anche se è difficile che il rombo del suo V10 non si faccia notare guidando nel traffico, soprattutto ordinando lo scarico sportivo, che costa oltre 2.000 euro. E pure le forme della carrozzeria con dettagli in carbonio (come i gusci delle prese d’aria nelle fiancate o l’alettone posteriore) non passano inosservate. Lo stesso materiale, leggero e robusto (oltre che costoso) è utilizzato per l’albero di trasmissione, per ridurne il peso. A tal proposito, il 79% della carrozzeria è realizzato in alluminio: l’ago della bilancia si ferma così a 1555 kg, non molti per una vettura dotata di trazione integrale e di motore V10. Quest’ultimo è in posizione posteriore centrale, insieme al cambio a doppia frizione a 7 marce; il differenziale a lamelle della trazione quattro è collegato all’asse anteriore, mentre al posteriore si trova un differenziale autobloccante. In questo modo le masse sono distribuite per il 42% davanti e per il 58% al retrotreno. Aggiungendo guidatore e passeggero si arriva a un bilanciamento pressoché perfetto, che si avverte nella guida al limite quando ci si sente tutt’uno con la vettura. L’Audi R8 ha reazioni fulminee (anche grazie allo sterzo a rapporto di demoltiplicazione variabile, un optional da poco più di 1.600 euro) e le accelerazioni laterali che si raggiungono in curva sono elevatissime.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Peccato per qualche svista

Plancia e comandi
Sportività ed eleganza si fondono nell’abitacolo dell’Audi R8: la plancia è realizzata con plastiche gradevoli al tatto, e impreziosita da dettagli in fibra di carbonio, come il guscio del cruscotto o le cornici delle bocchette del climatizzatore. Peccato che quest’ultimo, pur avendo scenografici comandi digitali, non sia del tipo “bizona” (non è previsto). Moderno pure il cruscotto digitale, il cui schermo di 12,3” fa da strumentazione e da monitor del sistema multimediale: non c’è un display centrale. Fra le funzioni non manca il navigatore, né la possibilità di inserire l’indirizzo da raggiungere o il numero da chiamare col proprio cellulare Bluetooth, scrivendoli in punta di dita sulla rotella di comando. E c’è pure la possibilità di avere il Wi-Fi di bordo. Fa specie, però, dover pagare pure la radio Dab, ormai di serie persino per alcune utilitarie. Il massiccio volante in pelle traforata (piatto nella parte inferiore per lasciare più spazio alle gambe del guidatore) incorpora i comandi per gestire la radio, il tasto per avviare il V10 e quello per variare il rombo allo scarico, nonché il pulsante per le modalità di guida, ovvero Comfort, Auto, Dynamic e Performance. Quest’ultima, la più estrema, prevede a sua volta tre tarature per la guida sull’asciutto, sul bagnato e sulla neve, da selezionare con un ulteriore tasto.

Abitabilità
L’Audi R8 Coupé 5.2 V10 Plus ha di serie sedili con guscio in fibra di carbonio. In alternativa (e allo stesso prezzo), però, si possono avere le poltrone della R8 “base” (quella da 540 CV e che fa “risparmiare” oltre 25.000 euro): sono meno avvolgenti e più confortevoli. Sono dotate di regolazione elettrica dell’altezza e hanno i rivestimenti in pelle. Buono lo spazio per guidatore e passeggero, nonostante l’ingombrante consolle centrale.  

Bagagliaio
Sotto il cofano anteriore dell’Audi R8 si cela un pozzetto di 112 litri di capacità: non molti anche per una coupé. Le finiture sono curate, ma una volta caricata una piccola borsa il vano è quasi pieno. Nell’abitacolo comunque c’è un ripiano dietro ai sedili su cui appoggiare dei borsoni o una sacca da golf. 

COME VA

5
Average: 5 (1 vote)
Semplicemente impressionante

In città
Nell’Audi R8 i vetri piccoli e le larghe fiancate non aiutano a muoversi nel traffico né a fare manovra: conviene affidarsi ai sensori di distanza e alla retrocamera (di serie i primi, optional prezioso la seconda). Discreto il comfort sul pavé, mentre le percorrenze da noi rilevate sono “da sceicco”: 5,8 km con un litro di benzina.

Fuori città
Sul misto si riesce ad apprezzare meglio il motore (pur sfruttandone solo una parte dei tantissimi cavalli), ben supportato dal fulmineo cambio a doppia frizione. Certo, non bisogna badare troppo ai consumi: 8,9 km/litro stando ai nostri test. Lo sterzo a rapporto variabile (optional) si rivela pronto e diretto nelle svolte più strette, e garantisce una elevata stabilità nei curvoni veloci.

In autostrada
A bordo dell’Audi R8 si viaggia comodi: il rombo del V10 (che a 130 km/h in settima lavora a 3300 giri) è un piacevole sottofondo e l’assetto, pur rigido, non è massacrante. La vera sofferenza è tenere d’occhio il tachimetro (conviene mettere in preventivo l’acquisto del cruise control). Da supersportiva i consumi: 7,9 km/litro.

In pista
Soltanto in circuito si può dare libero sfogo ai 610 CV e apprezzare a fondo l’elevata tenuta di strada e l’ottimo bilanciamento dei pesi nei cambi di direzione. Anche nella guida al limite questo bolide si rivela sicuro, ma disinserendo i controlli di stabilità occorre esperienza per gestirne l’esuberanza. Eccellente la risposta, potente e ben modulabile, dei freni carboceramici.

PERCHÈ SÌ

Cambio 
Nell’utilizzo automatico e in quello manuale (con le palette in alluminio dietro al volante), il robotizzato a doppia frizione a sette marce è rapidissimo, soprattutto nelle modalità di guida più sportive.

Finiture 
Nell’Audi R8 la qualità dei rivestimenti è elevata, nell’abitacolo come nel (piccolo) baule. E non mancano dettagli in carbonio per il cruscotto e la consolle.

Motore 
Il V10 aspirato spinge forte e con una progressione “infinita”. Ha anche un rombo esaltante, ma va detto che lo scarico sportivo è a richiesta.

PERCHÈ NO

Clima” monozona 
Il climatizzatore ha comandi modernissimi, con tanto di schermi integrati nelle rotelle. Sono di bell’effetto, ma una vettura di questo prezzo meriterebbe le regolazioni bizona.

Optional 
Considerato il tipo di automobile, e i suo prezzo,, dover pagare a parte dispositivi come il regolatore della velocità di crociera o la radio Dab è fastidioso.

Visibilità 
È vero che stiamo parlando di una coupé, ma qui parabrezza e lunotto sono davvero piccoli. E la retrocamera costa cara. 

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 5204
No cilindri e disposizione 10 a V di 90°
Potenza massima kW (CV)/giri 449 (610)/8250
Coppia max Nm/giri 560/6500
Emissione di CO2 grammi/km 287
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (robotizz. doppia friz.) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 443/194/124
Passo cm 265
Posti 2
Peso in ordine di marcia kg 1555
Capacità bagagliaio litri 112 + 226
Pneumatici (di serie) 245/35 R19 ant. 295/35 R19 post.
Serbatoio litri 73

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 7a a 8600 giri   332,9 km/h 330 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 3,2   3,2 secondi
0-400 metri 10,9 213,5 km/h non dichiarata
0-1000 metri 19,7 271,5 km/h non dichiarata
       
RIPRESA in Drive Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 18,8 270,6 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 18,2 272,3 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 1   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 1,7   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   5,8 km/litro 5,7 km/litro
Fuori città   8,9 km/litro 10,8 km/litro
In autostrada   7,9 km/litro non dichiarato
Medio   7,5 km/litro 8,1 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   34,7 metri non dichiarata
da 130 km/h   58,5 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,9 metri 11,8

 

VIDEO

Audi R8
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
149
68
65
36
75
VOTO MEDIO
3,5
3.458015
393


Aggiungi un commento
Ritratto di MarkusB23
9 agosto 2017 - 17:30
Ottima scelta, mi chiedevo se per uso cittadino o nelle nostre "bellissime" strade non soffra un po' Io ho fatto un TEST-DRIVE abbastanza importante e mi è sembrata votata alla pista, dalle sospensioni abbastanza rigide, poi sicuramente ci saranno dei settaggi personalizzati. Grazie della tua risposta Ciao PS ho guidato anche la gemella di cuore Huracan e sembra meglio la tua
Ritratto di Cruiser956
4 agosto 2017 - 20:07
1
Con soli 198.000 Euro regolatore della velocità di crociera, la radio Dab e la retrocamera non ci stanno mica dentro ! Non vorrete mica che l'Audi vada in bancarotta ??! E che diamine !
Ritratto di twinturbo
5 agosto 2017 - 10:03
Quasi 5 stellw?
Ritratto di twinturbo
5 agosto 2017 - 10:06
Stelle
Ritratto di Paolo66REMILIA
7 agosto 2017 - 11:27
Posseggo la Plus da Marzo di quest'anno e devo dire dire di aver riso a crepapelle leggendo alcuni commenti e similitudini con pur ottimi prodotti italiani studiati per DARE LA SENSAZIONE di andare forte tipo 4C e compagnia. Non sono un tecnico ma un semplice utilizzatore di auto e spero che l'aggettivo -contropaccotto napoletano- non sia stato utilizzato per la R8 perchè proprio non è così. A maggior ragione se in paragone ai citati obrobri USA tutti sgommata e poca efficenza con tutto il contorno dei filippica tecnica su trazioni dei suv, trazioni low cost, fari laser anni 50, et et. Aggiungo di non essere nemmeno un pilota di formula 1 e che di andare a rischiare la pelle al Nurburgring non me ne frega nulla. Ho letto una grande verità però. Il risultato che si ottiene, dopo aver schiacciato il bottone start, è uno solo: la pelle d'oca, una sensazione che non ti molla più per tutto il viaggio. è maledettamente efficiente ? SI ! è maledettamente facile da guidare ? SI va maledettamente forte nel senso oggettivo del termine ? SI L'estetica avrebbe bisogno di una rinfrescata ? forse SI Vale i soldi spesi ? CHI PUO DIRLO ?
Ritratto di Paolo66REMILIA
7 agosto 2017 - 11:31
Ho scritto di getto e senza rileggere, spero mi si perdoneranno alcuni refusi...
Ritratto di DRUIDI PAOLO
10 agosto 2017 - 00:31
4
Sig. Paolo66, l'aver fatto outing sulla sua ignoranza motoristica le fa onore, ma non l'autorizza a sentenziare con sprezzo del ridicolo, senza motivare tecnicamente le sue sentenze, poi può anche ridere a crepapelle se le fa piacere. In quanto alle mie affermazioni I° "contropaccotto napoletano" non è riferito alla qualità AUDI, reputo AUDI un ottima marca, usa materiali di qualità, assemblati a regola d'arte, funzionali e funzionanti, volevo porre l'attenzione sulla mancata "promessa d'acquisto" una QUATTRORUOTEMOTRICI il che comporterebbe l'onere di una trasmissione molto raffinata e rara, 3 differenziali (meccanici e perciò costosi), tre alberi di trasmissione, 4 semiassi e due giunti omocinetici, il tutto dimensionato per uso continuo e per dipiù su di un'auto con 610 CV. alla ruota, il ché potrebbe motivare l'alto costo di quest'auto, invece abbiamo il solito Controllo Attivo di Trazione dei SUV: un giunto che dà il moto al ponte NON attivo, per i pochi millisecondi necessari a far riprendere trazione al ponte attivo per poi disattivarsi. Questa è un modo scorretto di vendere: è truffa. Se chi acquista questo oggetto è consapevole di tutto ciò va benissimo e può anche "ridere a crepapelle" (i matti spesso lo fanno), ma mi creda ride di più l'AUDI". II° quelli che Lei chiama obbrobri USA sono Mustang, Corvette, Challenger, Camaro ecc. che da più di 60 anni vendono milioni di V8 da sogno in tutto il mondo, si vada a vedere i numeri, e quando si pensa di avere ragione su milioni di persone si parla di mania di persecuzione, da curare, si deve accettare il fatto che gli altri la pensino diversamente. III° contenuti tecnologici: me ne citi almeno uno/1 di ultima generazione, contenuto nella R8, ma prima si vada a leggere quello che ho scritto sul significato del termine tecnologico, (legga lentamente e cerchi di capire quello che legge visto che avrei parlato di "fari laser anni '50" non ho scritto ciò). IV° il fatto poi che un'auto da 200.000 €, con 610 CV, con telaio, sospensioni, assetto e freni adeguati in città sia una bomba ... è un'auto fatta come le formula1, ci mancherebbe. Lei afferma di aver letto del "risultato che si ottiene, dopo aver schiacciato il bottone start", non di aver provato la pelle d'oca e che "l'estetica avrebbe bisogno di una rinfrescata" e nonostante tutto l'avrebbe acquistata 5 mesi fa? Se l'ha fatto inconsapevolmente rida pure a crepapelle, se era consapevole ha una ragione in più di ridere. Stia bene. Paul.
Ritratto di Paolo66REMILIA
10 agosto 2017 - 08:54
Mi perdoni ma questo Suo approccio da saccente cattedratico, in tutta onestà, non riesce concretamente a togliermi il buonumore... In base alla mia modestissima opinione gli USA forse sono eccelsi produttori di grano, di tecnologie e servizi IT, prodotti finanziari ( non sempre) mietitrebbie, bovini anabolizzati ma.. auto e moto.... Ha mai guidato una Mustang, una Vyper o una Camaro ? ha notato l'efficacia, efficienza, dinamica di guida ? Tralasciando le caratteristiche "Fast & Furious" che ti fanno eccellere in ambito sgommate e burnout, su un qualsiasi percorso che va oltre ad una autostrada, a parità di capacità di guida del conducente, non riuscirebbero NEMMENO A STARE DIETRO, nonostante la cavalleria dei loro motoroni dalla cubatura imbarazzante, ad una qualsiasi concorrente tedesca o italiana... Ok con questi prodigi della tecnologia USA si farebbe un figurone ad un raduno di patiti del tuning ma in termini di efficienza, anche solo in una qualsiasi rotonda, la obsoleta R8 farebbe loro "3 giri intorno" per poi uscirne davanti. Ammesso e non concesso che su una delle auto che Lei ferocemente critica o amorevolmente elogia ha mai dato uno sguardo agli interni di una qualsiasi auto di produzione USA o Giapponese ? e dopo ha fatto la stessa cosa passando sul fronte germanico o italiano o inglese ? è mai salito su una DB11 ?? Ammirare una Camaro con quel look da Transformers 1,2,3,4,5 le fa battere in cuore ?? Mi permetta un consiglio: prenda la vita molto più alla leggera, specialmente su tematiche come quella in questione... in fondo si tratta solo di auto, oggetti per spostarsi dal punto A al punto B o, per fortunati come il sottoscritto, oggetti per spostarsi dal punto A al punto B divertendosi.. E di tutto il resto, compreso il bizona optional o i fari modello Mazinga Z, mi permetta chissenefrega Una curiosità se ritiene ma Lei che auto possiede ?
Ritratto di DRUIDI PAOLO
24 agosto 2017 - 19:47
4
Grazie per il "saccente cattedratico" sig. Paolo66, ma io sono semplicemente un perito elettrotecnico appassionato di motori, tra l'altro questa passione va in coda ad altre quali: HI-FI, video, liuteria elettrica e chitarrismo, sci, motoenduro, arceria storica e fotografia analogica, lo ammetto, forse ho esagerato con gli hobby, io però parlavo di scorrettezza commerciale, e le auto americane erano solo un esempio a confronto, fra l'altro come ho scritto, non mi piacciono le auto, amo i fuoristrada alti, in particolare i PickUp e se potessi sceglierne uno americano non avrei dubbi: il Silverado o il gemello GMC, guardi lo Z70 e veda che interni con che pellame fiore, cuciture esagerate e tutti gli optional disponibili in Europa più altri che ci sono in USA, motori diesel V8 6200 potenze oltre i 500 CV, trasmissioni 3D con riduttore ed il tutto ad un prezzo entro i 70.000 dollari e quando guarderà gl'interni della R8 capirà cosa intendevo dire. Inoltre, dopo 18 righe di elogi alle auto tedesche (che ripeto apprezzo) e discredito verso quelle americane (che apprezzo), terminare con un "sono solo oggetti per spostarsi dal punto A al punto B" e consigliarmi di farmene una ragione a me che parlavo semplicemente di scorrettezza commerciale? (ma motivandola tecnicamente e non sparando nel mucchio). Piuttosto Lei, per spostarsi semplicemente dal punto A al punto B avrebbe comprato un'auto da pista da 600CV da 200.000 euro? dubito anche che sappia che il bollo dell'auto in questione costa 6005 euro all'anno. In ultimo, basta cliccare sul mio nome per visualizzare la mia scheda nella quale può vedere i mezzi che possiedo: PAJERO Wagon InStile del 2011, L200 double cab del 1996 (con 320.000 km), Polo CL 1400 del 2005 (mia moglie), Fiat 600 del 2005 (mia figlia), Yamaha TT600s del '88, il mitico 59X (mio): chi non ha niente da nascondere non nasconde niente. Lei invece dalla scheda personale parrebbe senza auto, complimenti, anche se avesse dimenticato di aggiornare la scheda, avendo comprato la R8 da pochi mesi, sarebbe stata la sua prima auto, stia attento che va molto forte. Che la possegga o non la possegga poco importa, almeno per il sottoscritto, questo è un forum dedicato allo scambio d'idee e non allo sfottò, per cui continui pure a divertirsi ripetendosi "chissenefrega". P.S. Lei non sa nemmeno di avere montati dei fari al laser (l'AUDI è l'unica per ora) che grazie al fascio luminoso "coerente" permette un'illuminazione a 1400 mt. le ricordo che il laser è un'invenzione degli anni '50 ma che l'applicazione ai fanali automobilistici è stata adottata, per ora, solo da AUDI, a questo mi riferivo quando dicevo che la "tecnologia più innovativa di quest'auto erano i fari. Lei ha parlato di "fari modello Mazinga", quindi non sapeva nemmeno di averli e di cosa stessi parlando, ma è sicuro di avere comprato una R8? Stia bene e non si preoccupi del sottoscritto. Saluti Paul.
Ritratto di Paolo66REMILIA
6 settembre 2017 - 14:12
gentilissimo perdoni il tardivo riscontro ma, forse contrariamente a Lei, non passo le mie giornate collegato a questo forum. Il Suo intervento non fa altro che confermare il mio parere (personalissimo ci mancherebbe) sul Suo modo di porsi, di essere e di comunicare. Oltre che "saccente cattedratico" aggiungo anche intellettualmente arrogante. Se non Le è chiaro il termine, si faccia spiegare la differenza da qualcuno più erudito di Lei che esiste fra la arroganza comportamentale e quella intellettuale. No... non posseggo solo l'auto in questione con i suoi bei fari AUDI MATRIX con tecnologia laser che, ripeto, di certo non sono stato il motivo (uno dei motivi) per cui ho scelto la macchina in questione. Perchè (mea culpa) quando e se decido di comperarmi un giocattolo per andare dal punto A al punto B divertendomi, lo faccio per le emozioni che mi ha procurato l'oggetto nel suo insieme appena l'ho visto e se posso provato. I manuali tecnici dell'Audi, Aston Martin, Porsche dagli anni 60 ad oggi mi annoiano terribilmente. Sarà un mio limite ma le numerose -pippe- di ordine ingegneristico/progettuale sulle quali Lei incentra la Sua prosa, credo annoiando gran parte del pubblico, proprio non mi interessano. Cio detto non credo di dover dimostrare a Lei o a nessun altro, tantomeno compilando schede che Lei, da bravo maestrino consulta con tanta dovizia, come sia composto il mio parco auto ma, ciò nonostante, in privato sarò ben felice di fornirLe tutti i riferimenti affinché lei possa venire a trovarmi e fare un giro sull'auto in questione. Il pranzo lo posso offrire io... Se questo potesse avvenire, potrebbe criticare l'auto nel suo insieme finalmente con cognizione di causa. Mi perdoni ma demolire una R8 a colpi di enunciati tecnici senza esserci MAI saliti sopra o men che meno guidata, con esperienze di guida di un Pajero, di una Mitsubishi con il cassone e di una Fiat costruita in Polonia ritengo sia per Lei ridicolo, oltre che sostanzialmente irritante... Buona giornata
Pagine
Annunci

Audi R8 usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Audi R8 usate 201570.00070.0001 annuncio
Audi R8 usate 201697.00097.0001 annuncio
Audi R8 usate 2017113.900116.4502 annunci
Audi R8 usate 2018130.000137.2502 annunci
Audi R8 usate 2019144.000159.4703 annunci

Audi R8 km 0 per anno