PROVATE PER VOI

Audi TT Coupé: scatenata? No: facile

Prova pubblicata su alVolante di
marzo 2015
Pubblicato 27 agosto 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 44.780
  • Consumo medio rilevato

    17,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    110 grammi/km
  • Euro

    6
Audi TT Coupé
Audi TT Coupé 2.0 TDI ultra S line

L'AUTO IN SINTESI

Realizzata con ampio ricorso all’alluminio, l'Audi TT è leggera: va davvero forte anche con il motore “base”, ossia il 2.0 TDI da 184 CV (del quale si apprezzano pure i bassi consumi). Bilanciata nell’assetto, su strada offre una guida redditizia e mai impegnativa, e anche il comfort non è male. Le finiture sono raffinate, ma il prezzo è alto, considerato che si pagano a parte anche il “clima” automatico e il cruise control.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
5
Average: 5 (1 vote)
Visibilità
2
Average: 2 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Una sportiva per tutti i giorni
È una coupé 2+2 dalla linea grintosa e dal carattere “facile”: pur efficacissima fra le curve, non mette mai in difficoltà con reazioni difficili da gestire, e nemmeno delude in fatto di comfort. Riuscito il 2.0 turbodiesel da 184 CV della versione in prova, tanto brillante quanto parco nei consumi. La costruzione con ampio uso di alluminio e le finiture curate giustificano solo in parte il prezzo di questa tedesca, che fa pagare a parte addirittura il “clima” automatico.
 
 
Lanciata nel 2014, l’ultima generazione della Audi TT conserva le proporzioni delle edizioni precedenti, a cominciare dal tetto ad arco che sin dalle origini contraddistingue questa coupé 2+2 (ossia con due posti “veri” e due posteriori di fortuna). Tecnicamente raffinata, è realizzata in gran parte in alluminio, e può essere resa più “cattiva” con le pronunciate minigonne e gli squadrati paraurti del kit S line exterior dell’esemplare in prova.
 
Nonostante l’aspetto, la TT non è una sportiva “estrema”: intuitiva da guidare, entra velocemente in curva, ha un assetto bilanciato e un retrotreno “ben fermo”. È davvero efficace nei percorsi tortuosi, eppure non sorprende con reazioni brusche nemmeno se si seleziona la modalità più sportiva fra le cinque previste dall’Audi drive select (di serie): chi è in cerca di emozioni forti potrebbe trovarla poco coinvolgente.
 
Oltre che la risposta dello sterzo (davvero preciso), il selettore dei programmi di guida della Audi TT rende più o meno pronto il 2.0 turbodiesel da 184 CV, un quattro cilindri in grado di unire prestazioni brillanti a consumi degni di un’utilitaria. È abbinabile unicamente al cambio manuale a sei marce – adeguatamente rapido e preciso – e alla trazione sulle ruote davanti.
 
Sul livello delle finiture non si discute, e anche la versatilità, trattandosi di una sportiva, non è male: abbastanza confortevole, la TT conta pure su un baule abbastanza capiente. Tuttavia, il prezzo è alto e lievita con gli optional: di serie ci sono anche i fari bixeno, ma il navigatore (che consente di sfruttare appieno le potenzialità del cruscotto digitale) si paga a parte, come il “clima” automatico al posto di quello manuale e il cruise control.

VITA A BORDO

2
Average: 2 (1 vote)
Raffinata e pratica
Rigoroso e ben rifinito, l’abitacolo è ricercato nei particolari e presenta l’esclusivo cruscotto digitale che può mostrare anche le mappe del navigatore (optional, non prevede lo schermo nella plancia). Davanti lo spazio non manca e si è accolti da comode poltrone sagomate (specialmente nel caso delle S opzionali), mentre i due posti dietro sono omologati per passeggeri alti fino a 145 cm. Per essere quello di una sportiva, soddisfa anche il bagagliaio, piuttosto capiente ed espandibile con facilità; la soglia, però, è alta sia rispetto al suolo, sia rispetto al pavimento.
 
 
Plancia e comandi
Semplicità e rigore estetico si sposano con finiture di ottimo livello e con particolari ricercati nella Audi TT, come la bella pedaliera con metallo a vista o le bocchette d’aerazione che integrano al centro i comandi del “clima” (di serie c’è quello manuale, e l’automatico richiede un esborso extra). Raffinato, ben leggibile e completo il cruscotto digitale, che è basato su uno schermo di 12,3” e permette pure di ridurre le dimensioni dei quadranti circolari del tachimetro e del contagiri per dare più spazio, a esempio, alle mappe del navigatore: quest’ultimo (optional, oltretutto caro) non prevede, infatti, il display al centro della consolle. Perfettibile la manopola, piccola e defilata a sinistra del volante, dalla quale si controllano i fari.
 
Abitabilità
Le poltrone S sono optional, ma fasciano meglio di quelle standard e dispongono della funzionale seduta di lunghezza variabile, che aumenta il comfort quando si passa parecchio tempo alla guida; prevista pure la regolazione del supporto lombare; con sovrapprezzo si possono avere le registrazioni elettriche. Se davanti lo spazio non manca, i due posti dietro (privi di poggiatesta) sono adatti al massimo a due ragazzi: da omologazione possono essere occupati da passeggeri alti fino a 145 cm (oppure 125 cm se si tratta di bambini seduti su seggiolini Isofix). Il cassetto di fronte al passeggero, illuminato e ben rivestito, è piccolo anche a causa della presenza del lettore cd; si può, comunque, contare su altri vani, fra cui quello alla base della consolle (con prese Aux/Usb e fondo in gomma) e quelli fra i sedili (con portalattine e posacenere amovibile).
 
Bagagliaio
I 300 litri di capacità del baule della Audi TT sono sufficienti per una vacanza in coppia, e se si reclina lo schienale del divanetto (diviso in due sezioni) si ottiene un vano di 712 litri con pavimento piatto: niente male per una sportiva, anche perché la sfruttabilità è favorita dai 40 cm di altezza utile al tendalino. Non mancano i ganci per fissare i bagagli, ma le dolenti note arrivano dall’accessibilità: la soglia è di 22 cm più alta del pavimento e dista ben 83 cm dal suolo; ci si consola, in parte, con l’ampia apertura formata dal portellone.

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
Corre e non ti impegna
Compatta ed equipaggiata di comandi leggeri da azionare (a parte la frizione), la TT si lascia guidare senza troppo impegno anche in città; ma di lato e dietro la visuale non è ottimale, e nei parcheggi i sensori di distanza (optional) fanno la differenza. Senza troppo penalizzare il comfort, le sospensioni sportive esaltano l’agilità, e anche lo sterzo è pronto e diretto: quel che serve per divertirsi fra le curve, contando sulla sicurezza di una tenuta di strada inappuntabile e sulla vigorosa erogazione del 2.0 a gasolio. Grazie pure all’efficace insonorizzazione, la Audi TT non stanca nemmeno in autostrada, e consuma poco in tutte le condizioni d’uso.
 
 
In città
Lo sterzo è leggero e il cambio si manovra bene: anche se la frizione è un po’ pesante, in città la Audi TT non è un pesce fuor d’acqua, complice il motore pronto e fluido sin dai regimi più bassi (e anche parco, visto che un litro di gasolio basta per fare quasi 15 km). La carrozzeria non è ingombrante (418 cm di lunghezza e 183 di larghezza), ma si guida seduti piuttosto in basso (la vettura è alta appena 135 cm) e i piccoli finestrini non favoriscono la visuale (specie di tre quarti posteriore): la spesa extra per i sensori di distanza davanti e dietro non è modesta, ma è necessaria.
 
Fuori città
La notizia sorprendente è che, su strade extraurbane, si riescono a percorrere 19,6 km/l senza dover lesinare con l’acceleratore: per una sportiva in grado di passare da 0 a 100 orari in 7,1 secondi, è un risultato eccellente. Alle prestazioni vivaci si accompagna una notevole facilità di guida: lo sterzo piacevolmente diretto e il rollio davvero limitato esaltano la sensazione di maneggevolezza, la tenuta di strada è sicura, il sottosterzo quasi assente e il retrotreno sempre stabile e preciso. Se si esagera, l’Esp è puntuale. Potentissimo, ma anche resistente, l’impianto frenante.
 
In autostrada
La ridotta misura del passo (250 cm) che rende la Audi TT molto pronta a cambiare traiettoria non ha effetti negativi sulla stabilità, che si conferma elevata anche quando la velocità aumenta. Di buon livello il comfort: i sedili sportivi lasciano comunque una discreta libertà di movimento, delle sospensioni sportive ci si può lamentare soltanto sulle giunzioni più pronunciate, il motore si fa sentire poco e il rumore di rotolamento delle gomme è sopportabile anche se la vettura è equipaggiata, come l’esemplare in prova, dei cerchi di 19” (optional al posto di quelli di 18). Ancora una volta degni di nota i consumi, con medie rilevate di 16,7 km/l.

QUANTO È SICURA

4
Average: 4 (1 vote)
Tutto ok, ma il cruise control è extra
Le quattro stelle (su un massimo di cinque) che la Audi TT ha ottenuto nel 2015 a seguito dei crash test Euro NCAP sono accompagnate da valutazioni parziali più che soddisfacenti. Della dotazione di serie fanno parte il cofano anteriore salva-pedoni e i fari bixeno, mentre sono optional quelli full-led, l’avviso di involontaria uscita di corsia e, addirittura, il cruise control.
 
 
Nonostante sia una 2+2, la Audi TT offre di serie – oltre agli airbag anteriori frontali e laterali – anche quelli per la testa estesi ai posti dietro; questi ultimi prevedono gli attacchi Isofix inclusi nel prezzo, a differenza di quelli della poltrona anteriore che sono extra. Standard anche l’Esp, il cofano anteriore attivo (riduce le lesioni ai pedoni in caso di malaugurato investimento sollevandosi leggermente quando appositi sensori rilevano un impatto), i fari bixeno che assolvono anche la funzione di fendinebbia. Fanno, invece, parte dei dispositivi proposti a pagamento il cruise control, l’avviso di involontario abbandono della propria corsia di marcia e i fari completamente a led. “Fresca” di crash test Euro NCAP (effettuati nel 2015), la Audi TT ha ottenuto quattro stelle su cinque e giudizi parziali buoni per la protezione dei passeggeri (81%) e dei pedoni in caso di malaugurato investimento (82%), e ampiamente sufficienti in tema di salvaguardia dei bambini trasportati su seggiolini specifici (68%) e di efficacia dei sistemi di assistenza (64%).

NE VALE LA PENA?

4
Average: 4 (1 vote)
Ha molti numeri, ma non fa sconti
Specialmente in questa versione turbodiesel, la Audi TT è quella che si dice una sportiva per tutti i giorni: agile, incollata all’asfalto, facile da guidare (per gli amanti delle “purosangue”, anche troppo) e davvero brillante in rapporto ai 184 CV del suo 2.0 turbodiesel, è anche capace di consumi da record di categoria. Comoda per due persone e sufficientemente pratica, convince pure per la qualità costruttiva, tuttavia costa cara e la dotazione è da integrare.
 
 
Da vera sportiva, la Audi TT non ha soltanto la linea, ma anche la stazza: più compatta delle principali avversarie, fa ampio ricorso all’alluminio per essere una vera “peso piuma” (1265 kg). Questo spiega perché riesce a essere agilissima e precisa fra le curve anche senza ricorrere a un assetto “punitivo” per il comfort sullo sconnesso, e pure a sfruttare al meglio i 184 CV e i 380 Nm di coppia del suo 2.0 turbodiesel (valori notevoli, ma non da capogiro); non bastasse, aiutata dall’aerodinamica della sua inconfondibile carrozzeria, consuma anche poco (prova ne siano i quasi 17 km/l che abbiamo misurato in autostrada). Al netto di una tenuta di strada esemplare e di un impianto frenante che va oltre le aspettative, gli amanti delle coupé “estreme”, quelle che ti fanno sentire pilota magari con un carattere nervoso e poco incline a perdonare gli errori, potrebbero rimanere delusi da tanta perfezione che, oltretutto, si traduce in un’invidiabile facilità di guida (che, attenzione, non vuol dire scarsa efficacia, anzi). Chi, invece, desidera una coupé adatta all’uso di tutti i giorni, con questa tedesca è sulla strada giusta, anche in considerazione delle buone caratteristiche di abitabilità (il riferimento è ai posti davanti, perché quelli dietro sono meno che di fortuna) e della capacità di carico tutt’altro che disprezzabile. La nota dolente, semmai, arriva dal prezzo, che i raffinati contenuti tecnici e l’elevata qualità costruttiva giustificano solo in parte, sia perché la lista degli optional è lunga e tentatrice (anche se stranamente non prevede l’efficace cambio a doppia frizione DSG), sia perché fra gli equipaggiamenti da pagare a parte figurano “banalità” ormai standard su vetture molto meno costose ed esclusive di questa, come il “clima” automatico o il cruise control.

PERCHÈ SÌ

Comfort
Trattandosi di una coupé sportiva ha sospensioni giustamente rigide, ma non per questo brusche sullo sconnesso. Inoltre, l’abitacolo è insonorizzato a dovere e - almeno nella parte anteriore - piuttosto ampio. 
 
Facilità di guida 
Questa tedesca è precisa, stabile e ha limiti di aderenza elevati, ma si rivela anche intuitiva da interpretare; inoltre, quando la si porta al limite ha reazioni sincere, e l’Esp non è per nulla invasivo.
 
Finiture
Gli interni non hanno nulla da invidiare a quelli delle berline della stessa marca, e denotano una notevole cura sia nella selezione dei materiali, sia nell’esecuzione dei montaggi.
 
Freni
La TT può contare su un impianto al top, non solo potente (da 100 km/h ci si ferma in appena 34,7 metri, e da 130 km/h ne bastano 57,5), ma anche modulabile e resistente all’affaticamento.
 
Prestazioni
Questa versione turbodiesel da 184 CV impiega appena 7,1 secondi per scattare da 0 a 100 km/h, e supera i 235 km/h di punta effettivi. Inoltre, vanta consumi talmente bassi da fare invidia a parecchie utilitarie.

PERCHÈ NO

Coinvolgimento
Chi ama le sensazioni di guida “estreme” rischia di trovare questa Audi sin troppo “perfetta” ed equilibrata nel comportamento: un carattere che contrasta con il look che, invece, è da sportiva purosangue.
 
Comandi
Come in altri modelli del gruppo Volkswagen (che comprende anche l’Audi), le luci si accendono da una manopola nella plancia, a sinistra del volante: non è comoda, anche a causa delle sue ridotte dimensioni.
 
Prezzo
I contenuti ci sono, e dagli altri modelli realizzati sulla medesima piattaforma la TT si distingue anche per le numerose parti in alluminio della carrozzeria. Ma l’assegno da staccare è pesante, e alcuni optional sono indispensabili.
 
Soglia di carico 
Con i bagagli pesanti, per le operazioni di carico e scarico serve prestanza fisica: si deve, infatti, sollevarli di ben 83 cm per “scavalcare” la soglia del baule che, per giunta, dista dal pavimento ben 22 cm.
 
Visibilità 
Il tergilunotto non è previsto, e i finestrini posteriori sono rastremati e l’ingombrante sedile del passeggero occlude la visuale di tre quarti posteriore. Piccoli i retrovisori esterni, a pagamento i sensori di distanza.

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm3 1968
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 135 (184)/3500-4000
Coppia max Nm/giri 380/1750-3250
Emissione di CO2 grammi/km 110
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 418/183/135
Passo cm 250
Peso in ordine di marcia kg 1265
Capacità bagagliaio litri 305/712
Pneumatici (di serie) 245/40 R18

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 3950 giri   235,5 km/h 241 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 7,1   7,1 secondi
0-400 metri 15,2 151,4 km/h non dichiarata
0-1000 metri 27,6 192,5 km/h  
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 35,4 180 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 32,2 170 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 12,5    
da 80 a 120 km/h in 6a 9,7   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   14,9 km/litro 20,4 km/litro
Fuori città   19,6 km/litro 27 km/litro
In autostrada   16,7 km/litro non dichiarato
Medio   17,5 km/litro 28,8 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   34,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   57,5 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,9 metri  

 

 

Audi TT Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
158
102
74
74
100
VOTO MEDIO
3,3
3.283465
508


Aggiungi un commento
Ritratto di pulajet
5 settembre 2015 - 16:29
bravo che ti sei qualificato ma i titoli non vogliono dire nulla...ad esempio mia citazione [costo di produzione AL porto di Napoli] al preposizione, porto di Napoli si suppone che ho vengono prodotte al porto insieme alla raccolta di ottime cozze oppure in gergo economico che tu, data la tua qualifica, dovresti prendere al balzo per capire che è il based cost + sdoganamento (ovvero prezzo finito del prodotto e pronte per essere commerciate). Paesi da me citati Canada, USA, Israele, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Hong Kong, Singapore SONO PAESI AVANZATI mentre Messico e Sudafrica non sono avanzati ma hanno un'enorme economia sommersa in grado di concedere molteplici acquisti (di lusso)...non ho bisogno di sapere se vai a mign..tte in Thailandia, Kenya, Tanzania ecc sono nazioni che non ho mai menzionato! Certo LOEWE utilizza piastra Sharp 50/100hz, infatti il costo e l'alta efficienza di definizione è dovuta essenzialmente alla qualità del vetro-trasmettitore. Le Nike di Napoli si trovano a Spaccanapoli a Nola e altri posti che non ti sto a elencare e sono imitazioni che non c'entrano nulla! tu laureato in economia ahah...mi pari tanto un bimb mink ia (gergo tuo similare giovanile) poichè parli di cose che nemmeno mastichi, prima di tutto l'italiano! altro discorso la tecnologia non è copiata se è migliorata! dovresti saperlo...mai dato esame di progettazione e linea produttiva? bè forse no, ci siamo fermati ai libri della triennale? non esiste un prodotto copiato come dici tu tra motore Audi e Honda poichè basta evolvere il progetto...secondo la tua filosofia quindi tutti i produttori che hanno fatto i motori a NAFTA (da te tanto decantati su macchine "sportive") hanno copiato tutti da DAIMLER??? no, poichè tutti sono liberi dato un progetto di rimanipolarlo e migliorarlo incrementandone i benefici, altrimenti saremmo ancora al 1900! se il discorso non ti garba allora ti posso dire che io fortunatamente non compro schifezze contraffatte a Napoli poichè sono un biellese doc e rimbalzo la palla dicendoti che se Honda ha copiato a Audi il suo progetto allora tu ami delle imitazioni diesel di Daimler introdotte su fanta-bidoni-sportivi a NAFTA. Mi devi spiegare qual'è innovazione quattro!!! cosa c'entra l'evoque...nel tuo commento sopra senza senso dici che avere un'auto teutonica significa un assegno circolare in bianco e io ti ho risposto con un esempio pratico che non è vero poichè nella mia famiglia è stata ceduta una bmw per un evoque ed è stata valutata come le patate!!! p.s. laureato in economia...hai mai sentito parlare di teoria di Keynes, domanda e offerta??? suppongo nel tuo corso di economia politica...bene se nel mercato ci sono tanti palloncini e devi rivendere il tuo quanto vale? te lo dico io...una sciocchezza! ahahah i piloti migliori vanno nelle case migliori prrrrrrr che ridere...dipende dall'ingaggio (se ti danno in WTCC 125.000 a gara per gareggiare in Lada e 70.000 per gareggiare in Citroen quale scegli???) Valentino disse: NON E' IL MEZZO CHE FA LA GARA, MA IL PILOTA e passò in Ducati-VAG...ora non so se ti ricordi l'ingaggio dell'epoca di Ducati ma direi che come ti ho scritto sopra nelle competizioni ci sono delle parti indissolubili MEZZO-PILOTA-SOLDI. ma cosa c'entrano le competizioni di le mans con un motore cagato da 184cv per una sportiva...la sportività non si discute...può avere anche una bellissima linea ma se dopo l'accensione il rompo del motore è pari a un MASSEY FERGUNSON (trattore) è una boyata colossale. comunque io ti ho risposto e sinceramente di perdere tempo dietro a un bambinetto presuntuoso non ne ho (FORTUNATAMENTE) quindi le Nike fatte a Napoli come mi chiedevi ti dico che non le compro e tu scrivi che molte mignotte vogliono e possono, quindi se tu vuoi e puoi continua a comprare le tue bellissime macchinine e sei liberissimo di farlo e per favore se sei laureato e uomo chiudiamo qui sta ca gata che fa solo ridere...MEMENTE questa macchina è una porcheria (mia impressione e non la puoi cambiare!)
Ritratto di forst
5 settembre 2015 - 17:57
Buonasera a tutti, se posso vorrei dire la mia. Visto che si parla di percorsi lavorativi posso dire che sono stato 8 anni ingegnere per BMW in Germania e ora lavoro a Milano sempre nel settore automative. L'auto di per se non mi piace ne a livello di contenuti ne tecnicamente. Vedendo gli ultimi commenti, posso dire che se dovessi assumere un dirigente critico, anche se non conosco età e percorso lavorativo del Sign. Pulajet, lo assumerei ad occhi chiusi per i suoi commenti tecnici, ponderati anche se tra una riga e l'altra con un pò troppo rancore, però si sa che in questi ambienti il un po di rancore non guasta. Direi che il Sign. Pulajet ha ragione in ogni minima descrizione e ha avuto la cortezza di riprendere fonti certe e tecniche. Detto questo, dire che Honda ha copiato il motore ad Audi mi sembra una cosa non leggibile e priva di fondamenti! Da passato ingegniere BMW posso tranquillamente dire che le auto tedesche non valgono assolutamente i soldi che costano, che siano efficienti si, ma non altro.
Ritratto di pulajet
5 settembre 2015 - 18:14
Grazie mille Forst, ho 28 anni e di esperienza lavorativa alle spalle ne ho, anche se da l'anno scorso sono ritornato tra i banchi universitari in tutt'altro categoria di studi ovvero lingue e letterature straniere. Spero solo che gabrielsenna non se la sia presa poichè anche se ho usato acidità nei miei commenti ho cercato di essere costruttivo...poi nessuno di noi viventi nasce "saputo" quindi anche gabrielsenna potrà insegnarmi qualcosa che non so. Buona vita a tutti
Ritratto di gabrielsenna
5 settembre 2015 - 19:53
come volevasi dimostrare chi non ha argomenti o(senza acca) non e in possesso di notizie o (senza acca) usa le mani o (senza acca) offende. p.s. massey ferguson (trattori) senza una n. impara tu la nostra lingua. caro ho 51 anni e 26 di esperienza lavorativa come imprenditore. ah honda COPIO veramente il motote audi della quattro (trazione) coupe. ADDIO disinformato!
Ritratto di follypharma
8 settembre 2015 - 12:19
2
ciao, non capisco questo stupore se honda copia.... io apprezzo molto le honda e infatti ho posseduto per 7 anni una civic (2004-2011 2.2 d) della quale sono stato soddisfattissimo, e so che honda e' il primo produttore di motori in generale al mondo (auto piu' moto piu' barche piu' agricoli ecc ecc), ma so che spesso e volentieri copia e lo fa da sempre : il mitico Soichiro Honda nel dopo guerra voleva produrre moto, e cosa fece? Venne in Italia , dove si producevano le migliori moto del mondo, compro' le 3 moto migliori in assoluto ( 1 Guzzi, 1 Gilera e 1 MV agusta se non erro) le porto' in giappone le fece smontare e disse ai suoi di farne di uguali ... ecco come e' cominciata la honda motorcycles ... per il resto dei discorsi fra voi fatti non concordo se non in parte .. il diesel lo guido da sempre e ne apprezzo il tiro, forse se volessi una sportiva coupe' preferirei un benzina, se mai potro' permettermi una coupe (non per i soldi ma anche per le intrinseche restrizioni delle coupe' ) vedro' ... Certo non comprerei mai una porsche diesel ... Le tedesche inoltre in parte e' vero che sono costruite con maggiore cura, faccio il mio esempio : adesso ho la a3 (modello attuale) prima avevo la honda civic, la a3 ha la batteria totalmente coperta, e' alloggiata dentro una specie di involucro di tessuto tecnico... la civic la aveva a vista ... saranno banalita' ma in una auto sono tante e alla fine i costi salgono.. le sospensioni sono con bracci in alluminio, la civic in acciaio ( e dietro aveva un ponte rigido, la a3 lo ha a 4 bracci ) ... che poi loro facciano pagare piu' del giusto... questo e' indubbio
Ritratto di gabrielsenna
8 settembre 2015 - 22:09
no io non volevo screditare honda anzi penso sia stato un grande vanto per AUDI se il suo motore e stato copiato per farne un plurivincitore motore da formula 1 dal piu grande costruttore di motori in generale. neanche io comprero mai un 911 a gasolio se mai ci sara ma alcune cuope motorizzate a gasolio sono comunque moooolto divertenti. il prezzo delle teutoniche e alto in assoluto ma in gran parte giustificato dalle tecnologie piu moderne. ciao.
Ritratto di gabrielsenna
6 settembre 2015 - 00:01
sono stato costretto a precisare alcune cose. siamo a cena da amici/che coleeghi/ghe 16 persone (4 ingegneri 1 elettronico 2 laureate in scienze politiche e 1a in economia) che mi hanno intimato di sconfiggere l ignoranza dilagante. coupe significa autovettura bassa a due porte dalla linea aerodinamica ignorante! si scrive vw e non wv ignorante! daimler perfeziono il motore a ciclo otto (brevettato da nikolaus OTTO appunto) il motore a NAFTA e stato inventato e brevettato nel1892 da rudolf DIESEL ed utilizzato a partire dal 1897 triplo ignorante. enrico (l elettronico)mi informa che oggi ci sono i processori video a 200 hz (e non le piastre) lanciati da sony e guardacaso samsung e gli oled lg (non commenta su loewe perche sono solo assemblatori). cito tue parole *porto di napoli si suppone o(senza acca ignorante) vengono prodotte al porto insieme...* e forst ex ingegnere bmw che ora lavora nel settore automOtive non sa chi ha inventato il motore a NAFTA appoggiando pulajet? (qui lo abbiamo smascherato si e laureato in albania) honda ha ammesso di aver comprato smontato e copiato il cinque cilindri in linea AUDI facendone poi due bancate per il motore da f1 nel 2002 ma tu e vero eri in albania ignorante anche tu. audi ha comprato ducati (prima era partneship con amg) il 18 aprile 2012 quando a valentino rimanevano solo 5 gp prima di tornare in yamaha ignorante ancora. il motore a NAFTA e nettamente piu efficiente di quello a benzina (rapporto consumi/prestazioni) e audi ha vinto varie edizioni di lemans con la tecnologia tdi motore che tu chiami cagato! ignorante ancora. chiedi informazioni anche agli ingegneri della redazione di al volante o altra testata a tuo piacimento. ah ignorante e colui o coloro che ignorano cioe non sanno! come vedi di cose da insegnarti ne ho e ne abbiamo abbastanza. studia ragazzo studia e sii meno incompetente in futuro. naturalmente non aspetto repliche. buona notte a noi.
Ritratto di pulajet
6 settembre 2015 - 00:31
allora belle le definizioni dei tuoi amici e colleghi ingegneri prese su internet 1. coupe: http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/C/coupe.shtml 2. per le inversioni di lettere sono errori di battitura al cellulare, mamma mia che ignoranza a scrivere vw o wv 3.fonte http://www.trentoblog.it/breve-storia-dellinvenzione-del-motore-a-scoppio/ guarda caso scrissi Daimler 4. oggi forse si non lavoro più in elettronica da 3 anni, ho scritto loewe MONTA piastre sharp da 50/100hz ovvero dipende dal modello e se monta non produce ma assembla solo 5. la h è vero errore del t9 senza ricontrollare, sai la vita di un 20enne è un mordi fuggi un vecchietto molto acculturato Ha tempo di smanettare con il NULLA 6. ciò che scrivono altri utenti a parte ringraziarli in questo caso Forst se fa errori amen 7. ribadisco mai stato in paesi che citi tu, sono paesi che ammiri spesso tu e con i quali al momento vista la mia realtà qui non ho nulla a cui spartire...puoi sempre pensarci di fare tu un pensierino per la tua vicina pensione! valentino rossi gareggiò in ducati nel biennio 2011/2012 quindi ultimo anno sotto contratto già audi poichè il campionato non finisce ad aprile (ho omesso le maiuscole di nome proprio bacchettami! il discorso era nafta su una coupè non si parla di efficienza, ma come già precisato rompo, sportività...se audi vince le mans (non faccio il bacchettone per dirti come l'hai scritto tu, in questo caso possono essere anche problemi di altro tipo non dovuti a touch) non interessa nessuno che compra una TT oppure quando compri le scarpi ti documenti che marca di scarpe aveva l'atleta del kenya che ha vinto l'ultima volta? comunque grazie dell'ignorante ma preferisco ignorare tu e le tue ca..gate da vecchio frustato, per lo meno io ho scritto che mettevo una pietra su e che avevo da imparare poichè avevo già ODORATO la frustrazione di un povero vecchio...buone vacanze in quei paesi e BUONA VITA!
Ritratto di gabrielsenna
7 settembre 2015 - 09:05
aaaaahhhh caro lattante ti atteggi a cio che non sarai mai. io per fortuna sono vicino alla pensione che passero giovialmente in compagnia della mia bella e giovane moglie in giro per il mondo. deduco che tu sia un povero singol con mano consaumata ed in pensione con la tua incopetenza non ci andrai mai. studia molto perche sui banchi ti respingeranno ancora. e bevi molto latte che accresce l intrlligenza forse. e per favore non scrivere piu!!!!!!! a mi avevi chiamato bambino cogl...e. buon odorato. buona vacanza in campeggio!
Ritratto di alemian95
11 settembre 2015 - 16:07
A me non piace proprio, la trovo orribile... poi i gusti son gusti.
Pagine
Annunci

Audi Tt coupe usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Audi Tt coupe usate 201422.90022.9001 annuncio
Audi Tt coupe usate 201523.50026.71011 annunci
Audi Tt coupe usate 201627.50031.7709 annunci
Audi Tt coupe usate 201730.55033.63017 annunci
Audi Tt coupe usate 201829.80041.9508 annunci
Audi Tt coupe usate 201938.89045.3508 annunci
Audi Tt coupe usate 202039.90048.5207 annunci

Audi Tt coupe km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Audi Tt coupe km 0 201952.00063.2003 annunci
Audi Tt coupe km 0 202047.80049.1904 annunci