PROVATE PER VOI

BMW Serie 8 Coupé: agile, lussuosa e comoda per due

Prova pubblicata su alVolante di
ottobre 2019
Pubblicato 29 giugno 2020
  • Prezzo (al momento del test)

    € 132.100
  • Consumo medio rilevato

    9,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    224 grammi/km
  • Euro

    6d-TEMP
BMW Serie 8 Coupé
BMW Serie 8 Coupé M850i xDrive

L'AUTO IN SINTESI

La BMW 850i Coupé xDrive è una maxi-sportiva imparentata con le berline 5 e 7, con le quali condivide il vigoroso 4.4 V8 biturbo da 530 CV, il valido cambio automatico e la trazione integrale, oltre che le finiture lussuose e i tanti sistemi di sicurezza (molti, però, sono optional). Potenti i freni, e l’agilità è buona: merito dello sterzo che agisce anche sulle ruote posteriori. Anche se supera i 480 cm di lunghezza, però, è un’auto comoda solo per chi sta davanti.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
5
Average: 5 (1 vote)
Ripresa
5
Average: 5 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Potente e sicura, ma solo due viaggiano in prima classe

Fra le coupé della BMW, questa è la più lussuosa ed evoluta. Le fiancate poderose della BMW M850i contrastano con i montanti sottili, che “alleggeriscono” il look, mentre gli sfoghi d’aria dietro le ruote anteriori migliorano l’aerodinamica. A dispetto delle dimensioni generose (è lunga 484 cm), è comoda solo davanti. Ha la trazione integrale e un energico 4.4 V8 biturbo da 530 CV (a cui rimproveriamo solo la “voce” un po’ ovattata...), abbinato all’efficace cambio automatico: esemplari la dolcezza e la rapidità di innesto delle otto marce, ma quando si vuole scalare manualmente è un po’ lento nel recepire il comando. Promosso a pieni voti l’impianto frenante: ci si ferma in poco spazio e, a dispetto dei 1900 kg, l’efficienza non cala anche se lo sollecita parecchio. Meno a punto lo sterzo: non serve andar forte per percepire che non “comunica” bene l’aderenza disponibile, ma c’è da dire che il retrotreno sterzante rende l’auto piuttosto maneggevole. Ottima l’insonorizzazione, ma le sconnessioni più marcate non sono filtrate del tutto.

La BMW Serie 8 è basata sulle Serie 5 e 7, dalle quali riprende anche gli aiuti alla guida: i più evoluti, come quello che contribuisce a gestire lo sterzo nei restringimenti di carreggiata, sono nel pacchetto Driving Assistant Professional. Questo è uno dei pochi optional che vale la pena acquistare: anche considerando il prezzo, la dotazione non è male (include pure i sedili riscaldabili e rivestiti in pelle di qualità). Proposta anche nella variante cabriolet col tetto in tela, la Serie 8 si può avere con altri motori a benzina, fino a 625 cavalli, oltre che con un 3.0 diesel a sei cilindri in linea da 320 CV. Quest’ultima versione fa risparmiare oltre € 25.000, ma ha una dotazione di serie meno ricca, e alcuni optional sono più cari.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Molto curata, ma non spaziosa

Plancia e comandi
Si entra facilmente, grazie allo sblocco automatico delle porte, e c’è la comoda chiusura con accompagnamento motorizzato (optional). La plancia della BMW M850i è semplice nelle forme, e ricorda le più recenti BMW: l’impostazione e molti comandi sono gli stessi, come anche il cruscotto digitale. Questo non è sempre intuitivo (il contagiri “sale” al contrario) ed è configurabile unicamente nell’area centrale; meno male che il ricco head-up display a colori è di serie. Lussuose le finiture: persino la parte bassa della plancia e gli interi pannelli delle porte sono rivestiti in pelle, vera o imitata con estrema fedeltà. Il sistema multimediale è il più recente della casa: ha uno schermo tattile di 10,3’’ ed è rapido e ricco di funzioni, benché molte siano sotto forma di abbonamento annuale. Raffinati pure i comandi vocali, sebbene quelli evoluti collegati al web si paghino a parte. 

Abitabilità
Quella anteriore è buona, mentre dietro si sta stretti e scomodi. Al punto che sul divano è meglio prendere posto soltanto se proprio si è obbligati: i posti posteriori della BMW M850i, che non sono facili da raggiungere, sono piccoli e infossati. Al posto di guida si sta seduti in basso, ma il poggiapiede sinistro è arretrato (la gamba sinistra rimane troppo piegata); di serie ci sono le regolazioni elettriche delle poltrone (riscaldabili, ma per la ventilazione si paga). Peccato che l’alto tunnel con bracciolo fisso possa intralciare il gomito destro di chi preferisce guidare “rasoterra”.
 
Bagagliaio
Dati i 484 cm di lunghezza dell’auto, ci si poteva aspettare un po’ più di spazio. L’apertura è larga, ma le cerniere  dello sportello sottraggono parecchi centimetri; pratiche le levette per abbattere lo schienale, e ci sono due ampi due vani laterali a ridosso dei passaruota.

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
La regina dell’autostrada

In città
La BMW M850i è ingombrante, ma in manovra, sono una manna il retrotreno sterzante e le telecamere a 360° (soldi ben spesi: si vede persino l’auto in 3D dall’esterno). Discreto, a dispetto dei cerchi di 20’’ di serie, l’assorbimento: merito anche delle barre antirollio attive (con l’assetto M Professional opzionale) che, quando è necessario, hanno una taratura morbida. Persino in modalità Eco, però, i consumi rispecchiano la mole dell’auto e la presenza di otto grossi cilindri: abbiamo rielvato 7,3 km/l.

Fuori città
L’auto è più agile che precisa di sterzo, ma con le barre antirollio attive gode di un coricamento in curva limitato e ha una frenata a tutta prova. Se la larghezza della strada lo consente, ci si può anche divertire: la trazione 4x4 scarica con efficacia i 530 CV, e nella modalità Sport Plus il cambio non passa da sé alla marcia superiore, garantendo un maggior controllo da parte del guidatore. Viaggiando con grinta, però, i consumi della BMW M850i scendono parecchio sotto i 10,9 km/l verificati dai nostri strumenti. 

In autostrada
È qui che la BMW M850i Coupé dà il meglio di sé: fruscii e rumori di rotolamento rimangono fuori dall’abitacolo, garantendo un gran comfort. A 130 km/h, il 4.4 sfrutta una minima parte dei suoi cavalli e lavora sornione ad appena 1850 giri in ottava marcia: così, si percorrono 10,6 km/l. Quando si rallenta, poi, basta premere un po’ l’acceleratore per riportarsi in pochi istanti al limite di Legge. Molto valido il cruise control adattativo (di serie) con assistente alla marcia in colonna (Driving Assistant Professional, optional).

PERCHÈ SÌ

FINITURE
Gli interni sono realizzati con cura: inappuntabili i montaggi e i materiali.

FRENI
L’impianto è potente e resistente alla fatica.

MANEGGEVOLEZZA
Il retrotreno sterzante dà una mano in manovra, e in curva si percepisce che aiuta a “chiudere” la traiettoria (benché con un po’ in ritardo).

PERCHÈ NO

CRUSCOTTO
È quello della Serie 1 (che costa un quinto) e non brilla per leggibilità e configurabilità.

POGGIAPIEDE
Quello sinistro è vicino alla poltrona: chi è alto viaggia con la gamba fin troppo piegata.

SEDILI POSTERIORI
Offrono davvero poco spazio, specialmente per le ginocchia. Va bene che è una coupé, ma con 484 cm di lunghezza ci saremmo aspettati di più.

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 4395
No cilindri e disposizione 8 a V di 90°
Potenza massima kW (CV)/giri 390 (530)/5500-6000
Coppia max Nm/giri 750/1800-4600
Emissione di CO2 grammi/km 224
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 484/190/134
Passo cm 282
Posti 4
Peso in ordine di marcia kg 1890
Capacità bagagliaio litri 420/n.d.
Pneumatici (di serie) 245/35 R20 ant.- 275/30 R20 post.
Serbatoio litri 68

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 5600 giri   253,7 km/h 250 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 3,8   3,7 secondi
0-400 metri 11,8 193,8 km/h non dichiarata
0-1000 metri 21,4 249,0 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE SPORT Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 20,6 248,6 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 19,8 250,4 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 1,2   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 2,4   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   7,3 km/litro 7,6 km/litro
Fuori città   10,9 km/litro 12,7 km/litro
In autostrada   10,6 km/litro non dichiarato
Medio   9,8 km/litro 10,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   34,5 metri non dichiarata
da 130 km/h   57,5 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,5 metri 11,9

 

BMW Serie 8 Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
115
26
32
22
28
VOTO MEDIO
3,8
3.798205
223
Aggiungi un commento
Ritratto di zioprost
3 luglio 2020 - 22:50
..... si ma del bar di Portofino....CRIBBIO....
Ritratto di allatast
29 giugno 2020 - 21:10
per soli 2 posti effettivi uno spreco di centimetri ma per l' esclusivita' giusto così
Ritratto di Alexmin
29 giugno 2020 - 21:13
È bella. Ma a 130k si compra mooooooolto di meglio.
Ritratto di Lorenz99
29 giugno 2020 - 21:25
CONSUMO ECCEZIONALMENTE BASSO, CONSIDERANDO MASSA E CC. (CERTO SOLO SFIORANDO L'ACCELLERATORE) MA ASSURDO CHE IN QUASI 5 METRI NON SI RIESCANO A RICAVARE 4.POSTI E BAGAGLIAIO DECENTI.TANTO VALEVA ALLUNGARLA, VISTO CHE NON È NE ESTREMA,NÈ LEGGERA COME UNA LOTUS. GLI INTERNI AL NETTO DEGLI ASSEMBLAGGI CURATI NON HANNO L'IMPATTO DEGNO DI UNA VETTURA DA QUASI 150000€. IL.SUO HABITAT SONO LE AUTOBAHN, LÌ DA IL MEGLIO, NON CERTO IN PISTA.NONOSTANTE NON LASCI IL.SEGNO COME LA.VECCHIA 850, UN CERTO FASCINO LO HA.
Ritratto di Maurizio99
29 giugno 2020 - 22:26
merdomacchina...di lusso ma merdomacchina... brutta... costosa...poco emozionante...proprio non ce la fanno a disegnare auto esteticamente emozionanti...che tristezza...
Ritratto di Fdet_
29 giugno 2020 - 23:27
La trovo la BMW più riuscita degli ultimi tempi: riesce a mixare con il giusto equilibrio eleganza e sportività, come si vorrebbe in tutte le BMW. Peccato che, a parte qualche dettaglio, non abbia ispirato il nuovo corso stilistico in maniera più decisa. Mi riferisco soprattutto alla mascherina, che qui da un bel tocco di imponenza e dinamismo, contrariamente a quella allungata che le fa sembrare delle balene spiaggiate. Ma anche il posteriore mi sembra assai riuscito, pensare che scorrendo la gamma ti possa ritrovare la serie 2 grancoupè sembra veramente assurdo, ma tant'è. Auto bellissima, come poche altre, per me.
Ritratto di 82BOB
30 giugno 2020 - 06:21
Peccato per quei paraurti tamarro-style e alcune pecche interne, ha una linea entusiasmante! Visti i giudizi sullo sterzo, direi più GT che coupé... ma una bella GT!
Ritratto di Oxygenerator
30 giugno 2020 - 08:25
Beh di sicuro bella e imponente. Ma in 5 metri di macchina, due posti risicati e scomodi posteriori è un insulto. Ma come si fa. Non mi fai le portiere posteriori e ok, va bè è una coupè, già so che è scomoda, ma almeno due poltrone comode dietro in cui affondare e viaggiare da sciuri, in 484 cm, dai.....
Ritratto di Oxygenerator
30 giugno 2020 - 08:29
Poi ci si lamenta che si costruiscono e vendono solo SUV....sai in 5 metri di spazio, come viaggi su un suv ? Come in prima classe !!!
Ritratto di Ercole1994
30 giugno 2020 - 14:56
Per avere le portiere posteriori, c'è la Gran Coupé.
Pagine
Annunci

Bmw Serie 8 coupe usate

Bmw Serie 8 coupe km 0 per anno