PROVATE PER VOI

DR 5: strizza l'occhio al portafogli

Prova pubblicata su alVolante di
luglio 2008
  • Prezzo (al momento del test)

    € 16.830
  • Consumo medio rilevato

    10,0 km/l
  • Emissioni di CO2

    195 grammi/km
  • Euro

    4
DR 5
DR 5 1.6 Ecopower
L'AUTO IN SINTESI

Costa poco, ma non è una Suv vera e propria: ha la trazione solo sulle ruote anteriori e sotto l’aspetto qualitativo si presta a svariate critiche. Il suo motore a benzina consuma parecchio ed è rumoroso.

Posizione di guida
2
Average: 2 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
2
Average: 2 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
2
Average: 2 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
2
Average: 2 (1 vote)
Tenuta di strada
2
Average: 2 (1 vote)
Dotazione
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
2
Average: 2 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Sembra un affare, però...

Non ha rivali nel prezzo ma la qualità è piuttosto carente: lo sterzo non è preciso, in curva non è stabilissima e il rollio è piuttosto accentuato. Non è una vera e propria Suv: ha solo la trazione anteriore. Non è possibile avere l'Esp nemmeno a pagamento.

Il prezzo allettante, in rapporto alla dotazione (e alle rivali: solo la Suzuki SX4, più corta e con meno spazio interno, ha un allestimento che costa meno) si spiega con il fatto che gran parte della vettura (telaio, carrozzeria e motore) viene costruita in Cina, mentre in Molise la DR provvede a “ultimarla” assemblando parte degli interni, cofano, paraurti e altri componenti minori.

Ispirata esteticamente alla vecchia Toyota Rav4, è una “quasi-Suv” compatta e piuttosto comoda, ma non è particolarmente efficace nella guida risultando carente nella precisione dello sterzo e nella stabilità in curva, infirmata dal rollìo accentuato.

Il motore 1.6 a benzina da 109 CV è della cinese Chery e non ha nella brillantezza ai bassi regimi e nel rendimento le sue migliori qualità. La DR lo propone anche con alimentazione a Gpl o a metano.

La dotazione di serie è completa: il prezzo di listino comprende i cerchi in lega, gli interni in pelle, i  mancorrenti sul tetto, il tetto apribile, la radio con lettore di cd e la vernice metallizzata. Ma l’ESP non è neppure previsto (e ce ne sarebbe davvero bisogno).

VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
Non è tutto oro quel che luccica

All’interno fa molta scena, ha anche i sedili anteriori in pelle di serie, ma in fatto di qualità delle plastiche e delle finiture lascia a desiderare. C’è spazio per cinque (ma dietro manca il poggiatesta centrale) e le poltrone sono abbastanza comode; peccato che trattengano poco in curva e che il loro rivestimento impedisca una corretta traspirazione. Il bagagliaio è abbastanza ampio e facilmente accessibile, e il divano posteriore scorrevole ne accresce la versatilità.

Plancia e comandi
Al primo impatto l’abitacolo ha un aspetto sontuoso, ma approfondendo l’esame emergono le magagne. Alcuni particolari in plastica hanno delle sbavature e presentano spigoli pericolosamente affilati, l’imponente plancia è rivestita con plastiche rigide e i montaggi sono imprecisi. Nella strumentazione si vedono bene gli indicatori a lancetta e c’è anche il termometro dell’acqua, che ormai è presente su ben poche auto. In certe condizioni di luce alcune spie si leggono a fatica.

Abitabilità
Chi siede davanti sta comodo ed è “gratificato” dal rivestimento in pelle dei sedili; lo spazio non manca, però i rivestimenti formano “pieghe” sgradevoli, fanno sudare e trattengono male il corpo nei percorsi tortuosi. In compenso, le regolazioni sono facili e si trova subito la posizione di guida corretta. Dietro, tre persone trovano posto comodamente anche in altezza, ma chi siede al centro non dispone del poggiatesta. In compenso il divano scorre, è diviso in due parti e pure lo schienale è regolabile.

Bagagliaio
Incernierato sul lato destro, il portellone è un po’ pesante e può ostacolare le operazioni di carico e scarico, ma l’apertura è di dimensioni notevoli e solo in alto si restringe di qualche centimetro. Il vano di carico ha una forma regolare e ben sfruttabile, col vantaggio del divano che, oltre ad essere diviso in due parti, può scorrere di 16 centimetri in senso longitudinale aumentando il volume utile a seconda delle necessità. Inoltre, il divano si può facilmente rimuovere per caricare oggetti lunghi fino a 161 cm. Peccato che i passaruota “rubino” 28 cm trasversalmente. Lodevole la soglia di carico bassa (ad appena 57 cm da terra).

COME VA
2
Average: 2 (1 vote)
Tanto rumore per nulla

Buona visibilità, frizione e sterzo leggeri: tutto bene in città, a patto di ricordarsi, in manovra, dell’ingombro della ruota di scorta montata a sbalzo sul portellone. Il motore non è un mostro di potenza e fuori dai centri urbani è meglio prendersela comoda, anche perché lo sterzo è lento e poco preciso e il rollìo in curva molto evidente. Seppure “coccolati” dalle sospensioni soffici, in autostrada si è disturbati dal rumore: fruscii, rotolamento dei pneumatici e soprattutto la voce del motore sono una presenza costante; e i consumi di carburante (per quanto il Gpl costi poco alla pompa) sono sensibili.

In città
Le dimensioni contenute (è lunga 4 metri e 29 cm) agevolano la guida nel traffico urbano, ove il guidatore dispone di preziosi alleati nella frizione e nello sterzo: sono leggeri e non stancano. La visibilità è buona, tuttavia, nelle manovre è bene ricordarsi dell’ingombro supplementare posteriore costituito dalla ruota di scorta esterna (e non sono previsti i sensori di parcheggio).

Fuori città
La DR5 non è fatta per le “tirate di collo” sui percorsi misti. Per questo è sempre bene non esagerare: possono creare problemi lo sterzo impreciso e “tardivo” nelle risposte, l’accentuato coricamento laterale e i sedili in pelle che per la loro forma portano il corpo a “scivolare” lateralmente.

In autostrada
Lo spazio a disposizione nell’abitacolo, assieme alle sospensioni e ai sedili confortevoli fa sperare in viaggi tranquilli e riposanti, ma si devono fare i conti con il motore rumoroso a 130 km/h, coi fruscii aerodinamici e persino con le gomme, anch’esse fonte di un certo rumore.

QUANTO È SICURA
2
Average: 2 (1 vote)
Mancano molte cose

Non è stata ancora sottoposta alle “analisi” dell’EuroNcap, per cui non ci si può pronunciare sulla resistenza della scocca. In ogni modo l’equipaggiamento di sicurezza è ridotto ai minimi termini: gli airbag sono solo due, e di più non si può avere neppure a richiesta. Non è disponibile neanche l’ESP, che per una vettura dall’assetto “dondolante” qual è la DR5 sarebbe davvero consigliabile.

Ci sono soltanto gli airbag frontali, mentre quelli laterali, per la testa e per il torace, purtroppo, non si possono avere neppure come optional. E lo stesso vale per l’ESP e per il controllo di trazione. Oltretutto, il controllo di stabilità sarebbe molto importante per un’auto che ha così tanto rollìo in curva a causa della morbidezza delle sospensioni. Si tratta di lacune gravi, anche in rapporto a quanto offre la concorrenza. Per quanto riguarda la verifica della resistenza strutturale della DR5, purtroppo mancano i risultati dei crash test EuroNcap.

NE VALE LA PENA?
1
Average: 1 (1 vote)
La forma più della sostanza

Fuori è molto simile alla vecchia Toyota Rav4 da cui deriva, ma costa molto meno. Con la sola trazione anteriore non si può sperare in un comportamento da fuoristrada.

È pensata per chi vuole una “quasi-Suv” con la sola trazione anteriore, che possa percorrere sterrati “facili”. Ma soprattutto per chi cerca una vettura che costi poco, che non costringa a troppe rinunce sul fronte dell’equipaggiamento e che abbia una linea simile a quella delle Suv più blasonate.

PERCHÉ SÌ

 

Abitabilità 
Può ospitare cinque persone senza problemi e il divano scorrevole è un utile “plus”.

Freni
 
Gli spazi di arresto sono buoni, tenuto conto che si tratta di una (quasi) Suv. I suoi quattro freni a disco, insieme alle gomme larghe, sono nelle condizioni di fare al meglio il loro lavoro.

Prezzo 
È l’argomento più convincente, soprattutto in rapporto alla dotazione di serie e allo spazio che offre per persone e bagagli. A patto di chiudere un occhio sui dispositivi di sicurezza…

Vani
 
Per sistemare gli oggetti che di solito si tengono a portata di mano nell’abitacolo lo spazio non manca; però, la qualità costruttiva e i materiali utilizzati (come le plastiche, rigide e taglienti), deludono.

PERCHÉ NO

 

Apertura baule
Il vano è grande e non c’è da fare “sollevamento pesi” per caricare i bagagli. Ma il portellone, incernierato sul lato destro, è pesante e la sua apertura richiede spazio.

Motore 
Rappresenta uno degli aspetti più criticabili di questa auto: “beve” come quelli di veicoli ben più potenti e pesanti, delude sul piano delle prestazioni e fa parecchio baccano, soprattutto quando “gira” in alto.

Qualità
Viene da pensare che ci sia “molto fumo e poco arrosto”, nel senso che le plastiche usate per gli interni e la pelle dei sedili lasciano a desiderare. Un po’ imprecisi anche i montaggi.

Sicurezza
Offre il fianco a svariate critiche: la DR5 non ha gli airbag laterali e per la testa e il torace, e neppure l’ESP.

SCHEDA TECNICA





VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 4a a 6300 giri   172,9 km/h 160 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 13,9   13,5 secondi
0-400 metri 19,6 119,4 km/h non dichiarata
0-1000 metri 35,0 149,0 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 39,6 134,3 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 38,6 119,6 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 28,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   8,8 km/litro 9,4 km/litro
Fuori città   11,1 km/litro 14,9 km/litro
In autostrada   9,7 km/litro non dichiarato
Massimo   5,1 km/litro non dichiarato
Medio   10,0 km/litro 12,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   40,4 metri non dichiarata
da 130 km/h   64,9 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   142 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,1 metri non dichiarata
Cilindrata cm3 1579
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 80 (109)/6100
Coppia max Nm/giri 137/4200
Emissione di CO2 grammi/km 195
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 429/177/170
Passo cm 251
Peso in ordine di marcia kg 1315
Capacità bagagliaio litri 315/1275
Pneumatici (di serie) 215/65 R 16


I NOSTRI RILEVAMENTI





VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 4a a 6300 giri   172,9 km/h 160 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 13,9   13,5 secondi
0-400 metri 19,6 119,4 km/h non dichiarata
0-1000 metri 35,0 149,0 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 39,6 134,3 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 38,6 119,6 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 28,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   8,8 km/litro 9,4 km/litro
Fuori città   11,1 km/litro 14,9 km/litro
In autostrada   9,7 km/litro non dichiarato
Massimo   5,1 km/litro non dichiarato
Medio   10,0 km/litro 12,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   40,4 metri non dichiarata
da 130 km/h   64,9 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   142 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,1 metri non dichiarata
Cilindrata cm3 1579
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 80 (109)/6100
Coppia max Nm/giri 137/4200
Emissione di CO2 grammi/km 195
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 429/177/170
Passo cm 251
Peso in ordine di marcia kg 1315
Capacità bagagliaio litri 315/1275
Pneumatici (di serie) 215/65 R 16


DR 5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
41
18
23
31
54
VOTO MEDIO
2,8
2.766465
167
Aggiungi un commento
Ritratto di giacomo della monica
10 settembre 2013 - 09:00
ah dimenticavo di dire che adesso l' impianto gpl montato presente all' origine e' della brc di ultima generazione e che l' elettronca dell' auto e' bosch. Purtroppo una grande pecca della dr e' che non ha airbag aterali e ne controllo di stabilita', pero' se ci fossero di sicuro il prezzo d' acquisto salirebbe di parecchio.inoltre un mese fa ho visto nella concessionaria ad isernia il nuovo dr5 le nuove versioni della dr1 ed ilnuovo city cross e devo dire che qualitativamente hanno fatto un bel passo in avanti rispetto alle dr di qualche anno fa.
Ritratto di Gabri46
29 gennaio 2014 - 20:29
ma non ho ancora capito se questa dr 5 e affidabile si o no , perché ci sono pareri discordanti
Ritratto di giacomo della monica
29 gennaio 2014 - 21:16
salve,rispondendo a Gabri46 posso dirti come ho gia' detto in precedenza che rispetto alla prima serie che ha dato un sacco di problemi di tipo elettronici e meccanici, adesso, escludendo qualche piccola imperfezione sugli assemblaggi, di problemi di affidabilita' non se ne riscontrano piu'. Adesso la mia dr5 1.8 gpl del 2012 ha all'attivo 45.000 km e mi ritengo soddisfatto .
Ritratto di Gabri46
30 gennaio 2014 - 17:30
per la tua risposta e sono contento che la tu dr5 funzioni bene
Ritratto di Gabri46
30 gennaio 2014 - 17:30
per la tua risposta e sono contento che la tu dr5 funzioni bene
Ritratto di Gabri46
30 gennaio 2014 - 17:30
per la tua risposta e sono contento che la tu dr5 funzioni bene
Ritratto di Gabri46
30 gennaio 2014 - 17:32
Ho sentito che adesso arriverà la nuova qualcuno ne sa qualcosa?
Ritratto di giacomo della monica
30 gennaio 2014 - 20:06
ciao, veramente gia' doveva essere messa in vendita a fine 2013, ma niente da fare. io l'ho gia' vista alla dr ad isernia e ti posso dire che di risio ha fatto un grande passo in avanti a livello qualitativo ed estetico soprattutto gli interni.questo nuovo modello sara' equipaggiato con un nuovo motore 1.6 che promette piu' prestazioni e minori consumi e penso che con questo modello di risio potrebbe aumentare di molto le vendite.. speriamo che la vedremo presto sulle strade d'italia.
Ritratto di Gabri46
30 gennaio 2014 - 22:19
lo spero vivamente.Io ho visto le foto su facebook e posso solo giudicarla da un fattore estetico ma quando uscirà in concessionario andrò' a vederla e valuterò e spero ci sia anche una motorizzazione diesel
Ritratto di jack 1976
25 giugno 2014 - 22:44
salve ragazzi, volevo annunciare a chi fosse interessato, che la dr motors ha messo in commercio da pochi giorni il nuovo modello del suv dr5 che a mio avviso avendola vista da vicino e' di gran lunga superiore rispetto al modello precedente di cui io sono in possesso sia come qualita' e assemblaggio dei materiali e sia dal punto di vista estetico piu' piacevole e moderno.
Pagine