PROVATE PER VOI

Fiat 500L: a prova di famiglia, aiuti elettronici a parte

Prova pubblicata su alVolante di
ottobre 2017
Pubblicato 19 novembre 2018
  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.310
  • Consumo medio rilevato

    17,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    112 grammi/km
  • Euro

    6
Fiat 500L
Fiat 500L 1.6 Multijet Lounge
L'AUTO IN SINTESI

Con l’aggiornamento del 2017, sono stati cambiati i paraurti (che hanno fatto crescere la lunghezza totale da 415 a 424 cm), resi più pratici i comandi del “clima” e la leva del cambio (ora montata più in alto). Inoltre, il cruscotto ora ha un ricco schermo a colori. Per il resto, invariato l’arioso abitacolo della Fiat 500L, che si presenta bene, a dispetto delle plastiche rigide (solo il fascione grigio nella plancia è morbido). Ben modulabile il bagagliaio e valido il 1.6 a gasolio, che spinge bene e consuma il giusto. Pochi, però, i sistemi di aiuto alla guida: una vettura da famiglia dovrebbe offrire di più.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÈ COMPRARLA
Promosso il motore, non i freni

Questa compatta ma spaziosa monovolume è stata aggiornata a ottobre 2018 con l’omologazione Euro6 d-TEMP: ha in più il filtro anti NOx con liquido AdBlue. Tuttavia prestazioni e consumi dichiarati sono invariati rispetto all’esemplare della Fiat 500L da noi provato (che ne era privo). Come in passato, si apprezzano la spaziosità e la luminosità degli interni: i vetri ampi e i montanti sottili fanno vedere bene cosa c’è fuori. Rispetto al modello nato nel 2012, sono nuovi il volante (con tasti grandi e intuitivi), la leva del cambio (montata 5 cm più in alto e più facile da raggiungere), i comandi del “clima” (orientati all’insù, quindi meglio individuabili), le luci nelle porte (nel pacchetto Style Plus, assieme ai vetri scuri) e il vano sotto la consolle. Pur conservando la bocchetta d’aerazione, però, il secondo vano nella plancia non è più refrigerato come in passato. Il nuovo sistema multimediale (poco reattivo) con schermo di 7’’ ha la radio digitale Dab, ma il Gps, Android Auto e Apple CarPlay si pagano; e c’è una sola presa Usb. Il 1.6 diesel è vigoroso (la coppia di ben 320 Nm è quella offerta da certi “2 litri” di case rivali), non beve molto e non si fa sentire troppo: spinge “allegro” fra 1500 e 3500 giri, ma qualche vibrazione arriva a volante e pedali.

Il cambio ha sei marce ben spaziate, ma gli innesti sono un po’ contrastati (e il movimento della leva non è ben definito); poco pesante la frizione, al pari dello sterzo (specialmente premendo il tasto City: basta un dito). Forzando un po’ l’andatura nelle curve strette, la Fiat 500L allarga la traiettoria, ma con reazioni “sincere” e limiti di tenuta alti nelle svolte ad ampio raggio. Meno positivo il quadro sulla sicurezza: a dispetto delle gomme più larghe (optional) montate sull’auto della prova, gli spazi d’arresto sono un po’ lunghi. Inoltre, si paga l’airbag per le ginocchia del guidatore e mancano il sistema che monitora l’angolo cieco dei retrovisori e quello che mantiene in corsia l’auto; la frenata automatica a bassa velocità è poi solo nel pacchetto Safety (che si paga, anche se poco). I leggeri aggiornamenti, più che altro estetici, non hanno giustificato una nuova sessione di crash-test da parte dell’Euro NCAP: nel 2012, quando i giudizi erano meno severi, la 500L aveva comunque meritato cinque stelle.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità e baule sono da lode, i dettagli meno

Plancia e comandi
Il nuovo cruscotto della Fiat 500L, illuminato di bianco, ha fra i due elementi a lancetta un ricco schermo a colori configurabile che riporta anche le indicazioni del navigatore. I nuovi comandi del “clima”, orientati verso l’alto, sono più facili da azionare.

Abitabilità
Nella Fiat 500L, la seduta è regolabile in altezza, al contrario delle cinture di sicurezza; la registrazione del supporto lombare è nel pacchetto “Sedili anteriori” mentre quella dello schienale è a leva, meno precisa di una a rotella. Lo spazio abbonda, soprattutto dietro: il tunnel sporge dal pavimento di appena 4 cm. Neppure chi è molto alto sfiora con la testa il tetto in vetro (di serie per questa versione).

Bagagliaio
Il baule della Fiat 500L è provvisto di reti e tasche e, a divano su, è grande circa quanto quello delle rivali (e comunque più capiente di quello di certe medie a cinque porte più lunghe di una ventina di centimetri). Il divano ha inoltre la seduta divisa in due parti che scorrono indipendentemente e si possono persino ribaltare contro le poltrone. Il fondo è regolabile su tre livelli anziché i consueti due (la Fiat 500L è l’unica vettura a offrire questa comoda possibilità): il più alto “libera”, sotto il piano, ben 28 cm: così si possono caricare due “strati” sovrapposti di oggetti, come borse della spesa, senza che quelle sotto si schiaccino. Non manca infine la poltrona destra che si ripiega a libro: permette di caricare oggetti lunghi fino a 240 cm.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Bene il comfort, non i freni

In città
Nella guida a bassa velocità e in manovra lo sterzo della Fiat 500Lsi alleggerisce molto (col tasto City) e la visibilità è ottima, come pure agli incroci. La frenata automatica d’emergenza, attiva fra 5 e 30 km/h (optional), è efficace. Discreto l’assorbimento delle sospensioni, comunque non troppo morbide, su rotaie e pavé. Non male i 15,4 km/litro rilevati.

Fuori città
La Fiat 500L non è un’auto da guidare con irruenza: lo sterzo, piuttosto demoltiplicato, perde precisione con l’aumentare dell’andatura. E i freni, non molto potenti, non sono né ben modulabili. In compenso, le sospensioni ben tarate garantiscono un comfort di buon livello. E il turbodiesel non “arranca” mai, pur consentendo di percorrere più di 20 km/l nei nostri test.

In autostrada
A 130 km/h, in sesta, si percorrono 15,2 chilometri con un litro di gasolio. Il motore lavora a 2400 giri: non si fa sentire a bordo (al contrario dei pneumatici che rotolano) e non obbliga quasi mai a scalare per riprendere velocità. I fruscii non mancano, ma la stabilità è a tutta prova. Curiosamente, il limitatore di velocità non può essere tarato oltre i 130 km/h, il cruise control sì.

PERCHÈ SÌ

Praticità
“Furbi” il piano di carico regolabile su tre livelli e il divano scorrevole, frazionato persino nella seduta e pure ribaltabile.

Spazio
In relazione alla lunghezza dell’auto, ce n’è parecchio: anche l’eventuale terzo passeggero sul divano non è sacrificato. Ampio il vano bagagli.

Visibilità
La monovolume italiana è tra le poche vetture moderne che consentono di vedere bene quello che succede all’esterno dell’automobile.

PERCHÈ NO

Freni
Pur non essendo davvero critici, gli spazi d’arresto sono tutt’altro che contenuti.

Optional
Nell’allestimento più ricco, il quinto poggiatesta e la radio dab dovrebbero essere standard. E il pratico cassetto refrigerato (di serie prima del recente aggiornamento) è stato eliminato.

Sistemi di sicurezza
Per un’auto da famiglia dovrebbero offrire (almeno pagando) il mantenimento in corsia e il monitoraggio dell’angolo cieco.

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/3750
Coppia max Nm/giri 320/1750
Emissione di CO2 grammi/km 320
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 424/178/166
Passo cm 261
Peso in ordine di marcia kg 1380
Capacità bagagliaio litri 412-455/1480
Pneumatici (di serie) 205/55 R16
Serbatoio litri 50

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 3450 giri   187,0 km/h 189 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 11,4   10,7 secondi
0-400 metri 17,9 122,5 km/h non dichiarata
0-1000 metri 33,2 154,7 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 38,2 150,1 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 34,0 149,2 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 13,2   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 12,4   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   15,4 km/litro 21,7 km/litro
Fuori città   20,2 km/litro 25,0 km/litro
In autostrada   15,2 km/litro non dichiarato
Medio   17,2 km/litro 23,8 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   39,6 metri non dichiarata
da 130 km/h   68,3 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,0 metri 10,7
Fiat 500L
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
219
139
100
101
219
VOTO MEDIO
3,0
3.048845
778
Aggiungi un commento
Ritratto di Illuca
20 novembre 2018 - 20:38
Beato te. Io sigh ho una tipo sw stesso motore 1.6 120 cv già cambiato la turbina....
Ritratto di Rikolas
20 novembre 2018 - 08:27
"non offre però il mantenimento in corsia né il controllo dell’angolo cieco dei retrovisori."... MA C'E' ANCORA QUALCUNO CAPACE A GUIDARE? Per un secolo abbiamo guidato senza elettronica, senza gomme termiche e senza infotaiment e non siamo morti, adesso improvvisamente sembra che senza queste cose non si può più guidare? PS: Comunque 500 L orrenda, ormai le auto non le sa più disegnare nessuno. A parte rare eccezioni il parco macchine odierno è desolante.
Ritratto di Rikolas
20 novembre 2018 - 09:17
Ma dove li tiri fuori questi numeri? Per tua informazione gli incidenti negli ultimi anni sono in AUMENTO, non in diminuzione (fonte Polstrada!), e se invece di sparare paternali a casaccio imparassi a guardare quan te DISTRAZIONI offrono le vetture moderne, ti accorgeresti che la situazione sta notevolmente peggiorando: dai sistemi infotaiment che distraggono alla guida, alle stupide frenate automatiche che spesso costringono a chi sta dietro di te a inchiodare all'improvviso per non tamponarti! Il problema è che tutti questi "falsi" aiuti alla guida stanno facnedo disimparare la gente a guidare, le distrazioni sono sempre più comuni perchè il pesniero comune è "tanto ci pensa il veicolo". Distanze di sicurezza non rispettate, alta velocità, utilizzo di cellulari/infotaiment mentre si guida, questi sono i fattori di rischio. Imparate a guidare invece di star dietro alle mode, di imbecilli al volante ce ne sono troppi.
Ritratto di Livio1952
20 novembre 2018 - 16:30
Personalmente sono anni che utilizzo il bluetooth anche se auto di basso valore che però lo avevano o lo hanno. Telefono anche per un' ora di seguito in totale tranquillità. Certo se vuoi watshappare o chattare che l' discorso cambia ma si sa la mamma degli imbecilli è sempre incinta. Lo dimostra il fatto che trovo spesso gente col cellulare in mano e all' orecchio mentre guida costose auto premium. Da qui si capisce che gli italiani sono stupidi per natura ( al limite usa un auricolare) o ritardati mentali peri quali farsi collegare lo smartphone ed effettuare una chiamata magari tramite comando vocale ,( cielo che diavoleria è pure questa) è cosa che va oltre le proprie capacità intellettive di base. poi mi ripeto, ioho acquistato una Vitara top completa di tutte ste cose,uno poteva comprare la cool e aveva meno cose e risparmiava
Ritratto di TwinSparkly
21 novembre 2018 - 09:05
esatto anch'io vedo spesso questi soggetti...mah! Magari sono proprio quelli che entrano in concessionaria e chiedono ma ce l'ha il bluetooth fhjlkfasdfjdsjf? e il navigatore gnchs ncojc? e la presa USB 1656456? No perchè se no non la compro eh?! Poi quando squilla il telefono in macchina tirano su la cornetta come nel 1970
Ritratto di EROS 53
20 novembre 2018 - 17:19
Ciao RIKOLAS personalmente ancora rimpiango la doppia devragliata, un mito per chi è più stagionato. Nelle corse in salita poi era una melodia quel rombo. Ora senza il tutto automatico ...
Ritratto di andrea999
20 novembre 2018 - 16:02
ABS ed ESP sono dei dispositivi irrinunciabili in quanto aumentano la sicurezza attiva della vettura, l'ESP in particolare non è sostituibile da nessun pilota in quanto le auto non hanno 4 pedali dei freni. Discorso diverso è il gingillo che aiuta il mantenimento in corsia (sotto alcune condizioni) e il controllo dell’angolo cieco dei retrovisori (che se progettati adeguatamente con lo specchio curvo alla fine come avevano le mie precedenti auto, non hanno ragione di esistere) e tutti gli altri ADAS di cui vengono farcite (ma non testata l'effettiva efficacia) tutte le auto ma di cui se ne può fare benissimo a meno. Basta prestare un minimo di attenzione alla guida e smetterla di giocare col telefonino.
Ritratto di TwinSparkly
20 novembre 2018 - 09:23
Rikolas tu non capisci, ormai le macchine ormai giudano da sole, così chi è alla guida può guardare tranquillo i cellulari! E poi non so quanti anni abbia tu, ma ai miei tempi le termiche c'erano già! scherzo, per me hai ragione. Molte cose ci aiutano e ci migliorano la vita alla guida, soprattutto per chi fa tanta strada, altre che a mio parere sono superflue, sembrano ormai assolutamente indispensabili, basterebbe mettersi alla guida pensando a quello che si sta facendo e usando il cervello (è di serie ed è gratis!) Tornando alla 500L, io non mi sento di demolirla. Il motore è un signor motore ed è già tanto, alcune auto non hanno neanche quello su cui poter contare. E' una macchina versatile e spaziosa. Esteticamente, non so perchè, continua a ricordarmi la mini e purtroppo non riesco a farmela piacere.
Ritratto di Rikolas
20 novembre 2018 - 09:44
Hai ragione TwinSparkly, il problerma come dici te è che hanno reso "indispensabile" ciò che non lo era realemnte, dicesi marketing. Un conto è aver introdotto l'ABS o l'ESP, un altro è aver imbottito la macchina di inutile elettronica, che oltre a distrarre il guidatore rischiano persino di metterne a rischio la vita in caso di malfunzionamento (la frenata automatica ad esempio è ritenuta da alcuni esperti motlo pericolosa in alcuni frangenti). Si tende a confondere l'evoluzione tecnolgica reale con le diavolerie elettroniche alla moda, un infotaiment non è un evoluzione ma una bella distrazione per il conducente. Più attenzione alla guida e meno "presunzione" non guasetrebbe. Sul resto non rispondo più a Niak perchè non ne vale più la pena, tempo perso. La 500L? Comoda sicuramente e con motori affidabili, ma la linea ahimè non è proprio ben risucita. Speriamo che FCA propronga presto nuovi modelli, ce nè davvero tanto bisogno.
Ritratto di TwinSparkly
20 novembre 2018 - 10:42
Mi rendo conto che tutte queste "elettronicherie" possano essere affascinanti, ma a parte i sistemi davvero utili (in ogni caso la frenata automatica per il momento non la vorrei, se è per questo non voglio neanche il cambio automatico, ma questa è un'altra storia...) di molte cose si può fare a meno e si sopravvive uguale. E speriamo davvero che FCA tiri fuori qualcosa da cilindro!
Pagine
Annunci

Fiat 500l usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Fiat 500l usate 20137.4909.970125 annunci
Fiat 500l usate 20145.90010.840213 annunci
Fiat 500l usate 20155.90011.400201 annunci
Fiat 500l usate 20165012.360128 annunci
Fiat 500l usate 20179.95013.860236 annunci
Fiat 500l usate 201812.50014.780206 annunci
Fiat 500l usate 201913.90015.96043 annunci

Fiat 500l km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Fiat 500l km 0 201511.50012.7506 annunci
Fiat 500l km 0 201614.99015.3002 annunci
Fiat 500l km 0 201712.99016.35040 annunci
Fiat 500l km 0 201813.90017.090171 annunci
Fiat 500l km 0 201925616.550723 annunci