PROVATE PER VOI

Fiat 500L: si va comodi e senza fretta

Prova pubblicata su alVolante di
settembre 2012
  • Prezzo (al momento del test)

    € 19.350
  • Consumo medio rilevato

    15,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    110 grammi/km
  • Euro

    5
Fiat 500L
Fiat 500L 1.3 Multijet Pop Star
L'AUTO IN SINTESI

Monovolume dal muso e dalla sigla che evocano la citycar 500, deriva in realtà dalla Punto (ma con sostanziali novità). In rapporto alle dimensioni esterne, che le permettono di muoversi agevolmente anche in città, lo spazio disponibile è davvero abbondante e, oltretutto, ben sfruttato. Il piccolo diesel 1.3 da 84 CV consuma poco e assicura prestazioni dignitose, ma a volte fatica contro i 1315 kg di massa in ordine di marcia. Discreta la dotazione di serie.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Tanto spazio ben sfruttato
A dispetto di numerosi richiami alla 500, la personalità della Fiat 500L è ben definita, e votata al comfort: si viaggia comodi in cinque e, grazie al divano posteriore scorrevole, con uno spazio efficacemente modulabile. A pieno carico è inevitabile chiedere gli straordinari al motore, che risponde con una buona erogazione ma senza sprint. Positivi i consumi: la 500L è poco assetata (anche se una sesta marcia avrebbe fatto comodo per l'autostrada).
 
 
Due modelli da sostituire in un colpo solo (Fiat Idea e Lancia Musa) ma con un nome “di peso” da spendere: la Fiat 500L è una monovolume dalle dimensioni compatte (la lunghezza è pari a 415 cm, la larghezza ammonta a 178 e l'altezza arriva a 167 cm) che ricorda la 500 nel frontale, contraddistinto da luci ovali e dal “baffo” cromato che ingloba il logo del produttore. Le analogie con la citycar finiscono qui, perché il corpo vettura è ben più grande e vivibile, mentre il design – giocoforza, visto il tipo di carrozzeria adottato – è meno sbarazzino: la fiancata presenta una linea di cintura alta, e i fascioni sottoporta contribuiscono, oltre che a riparare dai piccoli urti in parcheggio, a snellirne l'andamento. 
 
Le porte sono cinque, con un angolo d'apertura favorevole. La superficie vetrata è ampia, con i montanti laterali in vetro a garantire una corretta visibilità e a rendere luminoso l'abitacolo. La coda presenta un lunotto di ridotte dimensioni, i gruppi ottici a moderato sviluppo orizzontale e un fascione plastico inferiore che comprende retronebbia, portatarga e luce di retromarcia: l'ispirazione in quest'ultimo caso viene dalla Panda.
 
Il pianale della Fiat 500L deriva da quello della Punto, ma il progetto originario (del 2005) è stato radicalmente rivisto. Il passo cresce di 10 cm (ora è di 261); la zona posteriore e l'attacco della sospensione anteriore sono stati rinforzati e, nella parte bassa del frontale, è stata aggiunta una struttura per meglio distribuire l'energia cinetica in caso d'urto. L'irrobustimento è completato dall'uso di acciai ad alta resistenza per la scocca: sono il 74% del totale (sull'Idea arrivavano al 27%), con il 12% del tipo stampato a caldo. La monovolume italiana promette quindi una sicurezza passiva all'avanguardia.
 
A spingere la Fiat 500L, c'è il 1.3 a gasolio appartenente alla famiglia Multijet II: rispetto alla prima generazione, presenta il filtro antiparticolato posto in posizione ravvicinata rispetto al motore per migliorare la combustione degli elementi inquinanti all'interno del filtro (a tutto vantaggio del rendimento), e il sistema Stop&Start di serie. Sovralimentato con un turbo a geometria variabile, ha una potenza massima di 84 CV e una coppia di 200 Nm a 1500 giri: accoppiato a un cambio manuale con 5 rapporti, deriva dalla versione da 95 CV che equipaggia, tra le altre, anche la 500 e promette consumi estremamente ridotti.
VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Tanto spazio e soluzioni ben studiate
Promossa a voti quasi pieni: la 500L accoglie con disinvoltura cinque adulti e un buon numero di valigie: il divano posteriore scorrevole aiuta a scegliere cosa privilegiare. Per carichi extra-long è possibile anche abbattere il sedile del passeggero anteriore: non è l'unica soluzione da lodare. La plancia è ben realizzata, ma alcuni comandi sono fuori portata, e la leva del cambio è sin troppo lontana dal volante.
 
 
Plancia e comandi
Materiali e finiture sono di buona qualità, eccezion fatta per alcuni accoppiamenti approssimativi delle plastiche (ma va tenuto conto che l'esemplare provato era uno dei primi prodotti). L'ampia fascia lucida nel colore della carrozzeria snellisce la plancia della Fiat 500L e richiama quella della 500: ben vi si inseriscono il cruscotto e la radio opzionale. La posizione di guida è comoda, ma la leva del cambio è posta molto in basso (si rimpiange quella in posizione rialzata della 500) al pari dei comandi del “clima automatico” bizona (è lo stesso della Giulietta: costa 400 euro e prevede tre comandi rotativi oltre a spie minuscole). La strumentazione (completa e con indicatori analogici) risulta, in particolari condizioni di luce, poco leggibile; le alette parasole riparano poco dalla luce radente, perché sono troppo corte. Adeguati i vani portaoggetti nell’abitacolo: il cassetto davanti al passeggero è doppio, intervallato dalla fascia lucida e da un piccolo ripiano. Quello superiore è climatizzato, ma solo quello inferiore è illuminato. 
 
Abitabilità
Da questo punto di vista, la Fiat 500L è superdotata: la seduta è rialzata come su ogni monovolume, e cinque adulti trovano adeguata ospitalità. I sedili anteriori sono comodi (ma poco profilati: in curva trattengono poco) anche per lunghe percorrenze: il cuscino è regolabile in altezza e permette di trovare sempre una corretta distanza con il volante, che è regolabile anche in profondità. Peccato che il supporto lombare (a regolazione elettrica) si paghi a parte e che l'attacco delle cinture di sicurezza sia di tipo fisso. Dietro, la situazione è migliore di quanto le dimensioni esterne lascino supporre: il pavimento è piatto, e le due parti del divano frazionabile scorrono con escursione massima pari a 12 cm, così da potere modulare lo spazio tra passeggeri e bagaglio. L'unico neo è costituito dal sovrapprezzo necessario per avere il poggiatesta centrale (100 euro). Da ultimo, il tetto in cristallo opzionale non sottrae troppo spazio in altezza, che rimane adeguata anche per chi supera il metro e 80.
 
Bagagliaio
A sedili posteriori eretti, il carico varia da 343 a 415 litri: la bocca di carico è alta e larga, permettendo di stivare oggetti alti fino a 98 cm, larghi 98 e profondi da 63 a 75 cm. Il divano della Fiat 500L si ripiega senza sforzo (sui due lati vi sono un pistoncino e una guida per lo scorrimento): in questa conformazione, la capacità di carico arriva a 1310 litri. Abbattendo il sedile del passeggero anteriore, la lunghezza utile passa da 116 a ben 240 cm. Il piano di carico è piatto, regolabile su tre diverse altezze (così da creare un doppio fondo e un eventuale supporto per oggetti lunghi): lode ai progettisti, che non hanno cercato valori ai vertici della categoria d'appartenenza, ma hanno posto grande attenzione allo sfruttamento degli spazi, centrando in pieno l'obiettivo.
COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Basta non chiederle gli straordinari
Convince in città e tra le curve, ma il piccolo 1.3 si trova a disagio a pieno carico o nei sorpassi più impegnativi. In condizioni normali, per contro, è pronto, silenzioso e consuma poco; una sesta marcia, tuttavia, avrebbe giovato parecchio. A proprio agio anche in autostrada, la 500L frena bene e ha sospensioni un po' rigide; peccato che lo sterzo perda precisione con l'aumento della velocità.
 
 
In città
Le dimensioni della Fiat 500L non mettono mai in difficoltà; la posizione di guida e l'ampia superficie vetrata si traducono in una visibilità ottimale in tutti i frangenti, anche quando c'è da fare manovra in retromarcia. Lo sterzo è leggero; le sospensioni non sono morbide ma filtrano le asperità con nonchalance. Il cambio è supportato da una frizione che non affatica neanche nel traffico più intenso; peccato per gli innesti contrastati, specie se si cerca un veloce “prima-seconda” da semaforo. Il motore risponde senza ritardi e consente di stare al passo degli altri mezzi anche nelle situazioni più convulse, accontentandosi di poco gasolio: 14,7 km/litro è la percorrenza media che abbiamo registrato.
 
Fuori città
Emerge la scarsa potenza del motore in relazione alla massa della Fiat 500L (1315 kg in ordine di marcia): il piccolo 1.3 è economo (19,6 km/litro sono un ottimo risultato) e con buona propensione a guadagnare e a riprendere giri in quarta e quinta marcia anche da bassa velocità, ma nei sorpassi occorre prestare prudenza, perché spinta e allungo non sono certo quelli di una sportiva e aiutarsi con il cambio non serve granché. Da questo punto di vista, suona strana la scelta della Fiat di equipaggiare la 500L con la versione depotenziata del 1.3 da 95 CV destinato alla più piccola e leggera 500: magari 11 CV in più non avrebbero fatto miracoli, ma sarebbero tornati certo utili, e si sarebbe potuto ovviare ai consumi più elevati adottando una trasmissione a 6 marce dalla rapportatura superiore più distesa. Molto buono il comportamento stradale: la monovolume mantiene la traiettoria impostata tra le curve e anche le manovre più decise non compromettono la stabilità. I freni, infine, si rivelano pronti ed efficaci, con spazi d'arresto soddisfacenti.
 
In autostrada
Si sente la mancanza di una sesta marcia “di riposo” che avrebbe aiutato a contenere ulteriormente i consumi (che pure rimangono accettabili, con 13,2 km/litro) e comfort acustico (il motore “gira alto” a quota 3000, anche se fa sentire poco la propria voce): nel cambio accoppiato al Multijet II da 90 CV Euro 4, antenato diretto di quello che equipaggia la Fiat 500L, era prevista. La stabilità è buona e il rollio nelle curve ad ampio raggio, nell'ambito della classe d'appartenenza, è contenuto: peccato solo per lo sterzo, che perde velocità di risposta e precisione con il crescere dell'andatura.
QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
La palestra vale cinque stelle
I rinforzi strutturali al pianale della Punto (da cui deriva) hanno fruttato alla 500L eccellenti risultati nei crash test Euro NCAP, anche per quanto riguarda i pedoni. L'unico ambito in cui la protezione è “marginale” è relativa al tamponamento. 
 
 
Abs, airbag frontali, laterali (solo davanti) e per la testa (davanti e dietro) sono di serie, così come controllo di trazione e stabilità; sul fronte-visibilità, di serie ci sono i fendinebbia con luci di svolta e gli specchi elettrici (riscaldabili e, per questo, utili in caso di clima avverso). Non sono previsti i fari allo xeno. I crash test dell'Euro NCAP premiano l'irrobustimento strutturale cui è stato sottoposto il pianale della Fiat 500L: la protezione per gli adulti è pari al 94% (l'unico rischio è quello di colpo di frusta in caso di tamponamento, perché la protezione è valutata come “marginale”), per i bambini al 78% (gli attacchi Isofix fanno parte dell'equipaggiamento di serie) e per la tutela dei pedoni in caso di investimento al 65%. In quest'ultimo caso, sono a rischio la zone del cofano subito sopra i fari e alla base del parabrezza.
NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Pratica, spaziosa e sicura
Più che una grintosa “enfant terrible”, la 500L è una paciosa monovolume in grado di soddisfare in ogni frangente, dalla città all'autostrada, laddove bisogna coniugare dimensioni ridotte e spazio interno ampio. Più che sullo stile, punta sulla praticità. La dotazione di serie è discreta: tutto quello che serve c'è, e può essere arricchita attingendo al listino degli optional.
 
 
Necessaria una premessa: più che sorella allungata, è cugina giunonica (e alla lontana) della 500. La Fiat 500L punta le proprie carte non tanto sul design, quanto sulla praticità e lo sfruttamento dello spazio, pur ricorrendo a più di un richiamo stilistico alla citycar. A bordo, c'è spazio per cinque adulti e a soluzioni di pregio che rendono ancor più vivibile l'ampio abitacolo si contrappongono alcuni nei che penalizzano l'ergonomia complessiva. Il motore è regolare nell'erogazione, generoso nel salire di giri e poco assetato (pur se nella marcia autostradale una sesta marcia farebbe davvero comodo): messo alla frusta, tuttavia, si scontra con il peso non indifferente della monovolume italiana. Sempre sicuro il comportamento stradale, e lusinghieri i risultati conseguiti all'Euro NCAP. Il Pop Star è l'allestimento intermedio della gamma: tra gli accessori qualificanti ricordiamo il “clima” manuale, il cruise control, i fendinebbia con luci di svolta, i retrovisori elettrici riscaldabili e il servosterzo. Chi vuole di più può dare un'occhiata al listino degli optional, ben nutrito, o prendere in considerazione l'allestimento più ricco Lounge.
PERCHÉ SÌ
Abitabilità
Si viaggia comodi in cinque, con buon comfort e abbondante spazio a disposizione. 
 
Capacità di carico
Non è da record di categoria, ma le molte soluzioni per sfruttare lo spazio rendono la 500L ben sfruttabile da questo punto di vista.
 
Visibilità
La rinuncia ai montanti metallici si traduce in un aumento della superficie vetrata: il che significa che non esistono zone buie, neppure verso la coda.
 
Sicurezza
Convincono tanto il comportamento stradale, quanto i valori riportati nei crash test Euro NCAP.

 

PERCHÉ NO
Ergonomia
Scivola su alcuni particolari, dalla leva del cambio ai comandi del “clima” posti troppo in basso, dalle alette parasole corte alle cinture di sicurezza non regolabili in altezza.
 
Prestazioni
Adeguate a un uso tranquillo, ma in salita, a pieno carico o in sorpasso si sente la mancanza di qualche cavallo in più.
 
Cambio
Onesto e nulla più per quanto riguarda la manovrabilità e gli innesti, sconta la mancanza di un sesto rapporto che farebbe comodo specie nella marcia autostradale. 
 
Sterzo
Valido in città e nel misto (a patto di non adottare una guida troppo sportiveggiante), ha una risposta poco progressiva al crescere della velocità.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1248
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 62 (84)/3500
Coppia max Nm/giri 200/1500
Emissione di CO2 grammi/km 110
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 415/178/167
Passo cm 261
Peso in ordine di marcia kg 1315
Capacità bagagliaio litri 343-415/1310
Pneumatici (di serie) 205/55 R16

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 3900 giri   163,8 km/h 165 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 15,3   14,9 secondi
0-400 metri 19,7 113,6 km/h non dichiarata
0-1000 metri 36,4 140,2 km/h  
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 35,8 138,5 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 34,6 138,8 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 4a 7,7    
da 80 a 120 km/h in 5a 16,4   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   14,7 km/litro 20,0 km/litro
Fuori città   19,6 km/litro 27,0 km/litro
In autostrada   13,2 km/litro non dichiarato
Medio   15,9 km/litro 23,8 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,2 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   138 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,0 metri 11,1

 

 

Fiat 500L
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
214
137
99
97
208
VOTO MEDIO
3,1
3.068875
755
Aggiungi un commento
Ritratto di PariTheBest93
13 maggio 2014 - 20:44
3
Che a te non piaccia esteticamente è un conto perché è un tuo parere, non è detto che tutti la pensino come te! Nemmeno a me fa impazzire e monovolumi dalla linea filante ci sono ben poche, perché l'esigenza di sfruttare al meglio lo spazio cozza con le linee "filanti"... Quanto ai prezzi, questi sono allineati alla media della categoria e in questa che devi valutarli...
Ritratto di wesker8719
13 maggio 2014 - 20:52
a me questa macchina fa pena ma appunto rimane mio parere ,certo inorridisco quando un fiattaro dice che è valida perchè vende e poi critica le volkswagen o le audi , la cosa più simpatica è che qualcuno qui dentro faceva lo sborone parlando di alleggerimento del pianale punto per questa auto ,apperò 1315kg in ordine di marcia ne fanno una piuma, bravi ad alleggerire le auto questi italoserbi !!
Ritratto di PariTheBest93
13 maggio 2014 - 20:58
3
Certo ho capito cosa intendi, come nel caso della Golf che le vendite non indicano la validità del modello e cose simili... Il peso è elevato perché l'auto è importata negli USA, per superare al meglio i loro crash test
Ritratto di Greycar
14 maggio 2014 - 00:01
Ed acuta. Hai saputo rispedire al mittente le loro stesse argomentazioni...
Ritratto di 911 Carrera
14 maggio 2014 - 00:36
penso che funzioni come la 500 normale, le LORO sono + robuste, le nostre NO.
Ritratto di Greycar
14 maggio 2014 - 11:57
Togliamo di mezzo i gusti soggettivi. La Multipla poteva definirsi bella? Non credo proprio, eppure ha venduto tantissimo e ancora oggi si vedono girare per le strade Multiple addirittura vecchia serie (segno di affidabilità). Quindi chi compra la 500 L non lo fa certo per la bellezza stratosferica al primo posto (per inciso ci sono in giro auto più brutte). Tutto sommato è un buon compromesso linea-praticità. Dunque chi sceglie 500 L lo fa per altre doti, che sono poi quelle della Multipla, la grandissima abitabilità, la capacità di carico in dimensioni compatte, la luce interna, la praticità d'uso e l'economicità d'esercizio. Posso dire infine di averla osservata bene anche all'interno in quanto ne ho trovata una in visione presso la mia concessionaria Alfa Romeo e posso dire di aver trovato gli interni molto vivaci ed accattivanti (inserti in pelle, illuminazione ecc.).
Ritratto di Alex3984
17 maggio 2014 - 09:56
1
infatti non è per niente brutta certo secondo me è troppo alto al momento il prezzo della macchina e cmq come hai deto ci sono auto piu brutte su tutte le Dacia che sono di una bruttezza esagerata....
Ritratto di Moreno1999
17 maggio 2014 - 10:11
4
E sono meglio in quasi tutto.
Ritratto di Greycar
17 maggio 2014 - 13:19
Questa affermazione è infondata: le Dacia costano la metà non della 500 L ma di tutte le comuni vetture sul mercato; le Dacia non sono affatto meglio in quasi tutto, perché conosco uno che ce l'ha. Ribadisco il mio intervento precedente.
Ritratto di Moreno1999
17 maggio 2014 - 13:30
4
500L 1.4 Pop Star a benzina costa 17610 €. Dacia Lodgy (7 posti) 1.6 Laureate costa 12050 €. Dacia Sandero 0.9 TCe Laureate costa 10150, mentre 1.2 Laureate costa 9050 €, rispettivamente il 32%, il 42% e il 49% in meno. QUINDI UN MODELLO PARAGONABILE PER DIMENSIONI COSTA LA METÀ, MENTRE UNO PIÙ GRANDE 1/3 IN MENO. Te lo evidenzio in maiuscolo: IO RAGIONO CON I FATTI E CON I DATI, LE PAROLE IN CONFRONTO VALGONO BEN POCO. Ah e poi conosco più di uno con la Dacia e sono soddisfatti. E con questo chiudo. Spero di averti chiarito le idee, visto che le tue sono un bel po' più confuse.
Pagine
Annunci

Fiat 500l usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Fiat 500l usate 20127.90010.18017 annunci
Fiat 500l usate 20137.90010.870149 annunci
Fiat 500l usate 20148.30011.410249 annunci
Fiat 500l usate 20159.49012.490154 annunci
Fiat 500l usate 20166.50013.050238 annunci
Fiat 500l usate 201711.79914.510177 annunci
Fiat 500l usate 201830915.710118 annunci

Fiat 500l km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Fiat 500l km 0 201511.70012.5303 annunci
Fiat 500l km 0 201612.80016.10038 annunci
Fiat 500l km 0 201712.90016.150294 annunci
Fiat 500l km 0 201811.95016.8301169 annunci