PROVATE PER VOI

Fiat Panda: è pratica, ma sente gli anni

Prova pubblicata su alVolante di
agosto 2010
Pubblicato 09 agosto 2010
  • Prezzo (al momento del test)

    € 12.600
  • Consumo medio rilevato

    20,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    113 grammi/km
  • Euro

    Euro 5
Fiat Panda
Fiat Panda 1.2 Emotion

L'AUTO IN SINTESI

"Assieme a un leggero restyling, ha ricevuto un nuovo motore Euro 5. Qualche finitura resta da migliorare e la dotazione di sicurezza va integrata a pagamento, ma l’abitacolo è pratico e spazioso e i consumi bassi. Discreto il comfort, ma il rollio in curva è evidente."

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Dotazione
2
Average: 2 (1 vote)
Qualità/prezzo
2
Average: 2 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

La giusta formula per la città

Grazie al nuovo motore Euro 5, fluido e parco nei consumi, e a qualche ritocco estetico, è una citycar ancora valida e attuale nonostante il trascorrere degli anni: nel traffico è agilissima e facile da guidare. L’abitacolo è accogliente e pratico, anche se i materiali hanno un aspetto povero e il quinto posto si paga a parte. Quello denominato Emotion è l’allestimento di punta e ha anche il “clima” automatico, ma la dotazione di sicurezza lascia a desiderare: gli airbag laterali e quelli per la testa sono optional come l’Esp.

Recentemente abbellita dalla mascherina e dai gusci dei retrovisori verniciati in tinta con la carrozzeria, la Fiat Panda ha una linea ancora piacevole nella sua sobrietà e non risente dei suoi sette anni di presenza sul mercato. È una delle poche citycar che non ha rinunciato alle protezioni in gomma che guarniscono le fiancate e il profilo dei paraurti: nei parcheggi, mettono al riparo da strisciate e piccoli urti.

Premendo il tasto City si modifica la taratura del servosterzo elettrico e il volante diventa leggerissimo da ruotare, aumentando la già notevole sensazione di agilità che l’auto trasmette nel traffico. Le sospensioni morbide giovano al comfort sul pavè, ma nelle strade tortuose il rollio si fa sentire. Il nuovo 1.2 omologato Euro 5 si accontenta di poca benzina e si fa apprezzare per la fluidità di funzionamento oltre che per la silenziosità.

L’abitacolo della Fiat Panda è spazioso e i grandi vetri aumentano la sensazione di ariosità; a pagamento si può avere l’omologazione per cinque anziché per quattro, ma in tal caso si deve rinunciare al divano scorrevole. Non mancano le soluzioni pratiche, a partire dai numerosi portaoggetti, uno dei quali ricavato sotto la seduta del passeggero. Peccato che il grigio delle plastiche e dei tessuti renda gli interni troppo seriosi, e non “nasconda” la qualità economica dei materiali.

Nella Emotion, la più ricca, sono di serie i cerchi in lega, il “clima” automatico e la radio con cd; volendo, si possono aggiungere anche i sensori di parcheggio e il tetto apribile, mentre il cambio robotizzato Dualogic si può avere soltanto con il “vecchio” 1.2 Euro 4 da 60 CV. Rimane, però, migliorabile la dotazione di sicurezza, dato che l’Esp fa parte della lista degli optional proprio come gli airbag laterali e quelli per la testa, che molte rivali offrono di serie.

VITA A BORDO

3
Average: 3 (1 vote)
È pratica, ma le finiture…

La plancia, poco invadente, lascia parecchia “aria” davanti ai sedili, ma la sua seriosa colorazione grigia la rende poco vivace e lascia percepire ancor di più la povertà dei materiali. La praticità, però, non delude: la leva del cambio collocata nella consolle è comoda da azionare, e non mancano i vani dove riporre i piccoli oggetti. L’abitabilità è adeguata alle esigenze di quattro adulti, mentre per avere il quinto posto si deve pagare un sovrapprezzo. È optional pure il divano scorrevole, utile per accrescere la già notevole versatilità del baule.
 

Plancia e comandi
Accentua la sensazione di spaziosità dell’abitacolo, ma l’aspetto della plancia risulta piuttosto datato, con la colorazione grigia che rafforza l’austerità dell’insieme. Lascia a desiderare anche la qualità dei materiali, molto economici, ma in compenso i comandi sono tutti a portata di mano, compresa la leva del cambio che “sbuca”, in posizione rialzata, dalla consolle. Di impostazione classica anche il cruscotto, che è completo (non manca il termometro del liquido refrigerante) e ben leggibile.

Abitabilità
Pur costringendo a chiudere un occhio sulla qualità dei rivestimenti, i sedili sono rialzati e comodi: sostengono bene il corpo. Peccato, però, che la regolazione della seduta si attui con una sorta di basculaggio che rende laboriosa la ricerca della posizione migliore. Lo spazio per le gambe e sopra la testa non manca neppure per chi occupa il divano, che ha la seduta sagomata per due; a pagamento si può avere quello scorrevole o, in alternativa, il terzo posto (che comporta l’omologazione per cinque persone anziché per quattro). Buona la disponibilità di portaoggetti e abbastanza capiente (anche se con apertura non frenata) il cassetto davanti al passeggero, al quale si aggiunge un vano cui si accede sollevando la seduta della poltrona anteriore destra.

Bagagliaio
Il baule della Fiat Panda è abbastanza capiente per caricare l’occorrente per un weekend in quattro, e la bocca, ampia e squadrata, agevola l’accesso aiutando a “sorvolare” sul gradino di 13 cm che separa la soglia dal pavimento. Col divano scorrevole si può variare la profondità fra i 38 e i 52 cm, aumentando la già buona versatilità del vano di carico. Peccato, però, che reclinando lo schienale (la cui finitura, con metallo a vista anziché foderato, lascia a desiderare) viene a formarsi un dislivello di ben 24 cm. La cappelliera, inoltre, non è collegata al portellone e va sollevata a mano.

COME VA

3
Average: 3 (1 vote)
Facile e sincera

Seduta rialzata, ampie vetrature che fanno vedere bene in tutte le direzioni e uno sterzo che premendo il tasto City diventa leggerissimo: nel traffico cittadino la Panda è agile e piacevole da guidare. Se sul pavè le sospensioni morbide assicurano un elevato grado di comfort, fra le curve sono causa di un sensibile rollio che, pur senza incidere su tenuta di strada e stabilità, non invoglia alla guida sportiva. Oltre che davvero parco nei consumi, il 1.2 è fluido nell’erogazione e non mostra il fiato corto neppure in autostrada, anche se superati i 120 all’ora il suo rombo raggiunge l’abitacolo unendosi a qualche fruscio aerodinamico di troppo.

In città
Basta premere il tasto City nella plancia perché lo sterzo, con servoassistenza elettrica, si alleggerisca al punto da poter essere ruotato con un dito: un bel vantaggio nelle manovre (dove si gode pure di un raggio di sterzata davvero contenuto) e ad andatura ridotta. La posizione di guida rialzata e i grandi vetri fanno il resto, garantendo una visibilità ottimale in tutte le direzioni: si può evitare la spesa extra per i sensori di parcheggio. Nel traffico intenso si apprezza pure l’elasticità del motore, che riduce la necessità di ricorrere al cambio (comunque “tenero” da azionare al pari della frizione). Promosse le sospensioni: sono morbide ed evidenziano ottime capacità filtranti sui fondi dissestati.

Fuori città
L’omogeneità di funzionamento che il motore esprime fra i 2500 e i 5000 giri rende piacevole la guida fuori città. Fra le curve la Panda risulta maneggevole, ma la sensibile tendenza al coricamento laterale dovuta alle sospensioni morbide, e lo sterzo poco pronto, non invitano alla guida sportiva. Se si esagera con la velocità le reazioni sono sempre sincere e controllabili, ma ciò non toglie che l’Esp sia un optional che torna utile non soltanto nelle situazioni di emergenza. Molto bene il capitolo consumi: fuori città abbiamo coperto 18,9 km con un litro di “verde”.

In autostrada
La potenza del motore è più che sufficiente per affrontare l’autostrada senza patemi d’animo, e, sebbene la risposta dello sterzo diventi meno progressiva alle alte velocità, la tenuta di strada e la stabilità nei curvoni non deludono, come pure è garantita la necessaria sicurezza nelle frenate di emergenza. Il comfort è più che buono per una vettura di questo tipo, e il disagio acustico causato dal rumore del motore e dai fruscii aerodinamici, emerge solo oltre i 120 km/h. Ma, attenzione nei cambi di corsia: il retrovisore sinistro ha regolazioni troppo limitate e non consente un’adeguata visuale verso l’esterno.
 

QUANTO È SICURA

3
Average: 3 (1 vote)
Dotazione da completare

La Panda è stata sottoposta ai crash test EuroNcap eseguiti secondo il vecchio capitolato, quello in vigore sino al 2009, e ha ottenuto una valutazione solo discreta: le rivali di più recente progettazione risultano, sotto quest’aspetto, più sicure. Oltre all’Abs, di serie ci sono soltanto gli airbag frontali e i fendinebbia. I “cuscini” laterali e quelli per la testa, disponibili come optional, sono un’aggiunta consigliabile al pari dell’Esp.

Stabile e sicura, la Fiat Panda non manifesta reazioni difficili da controllare nemmeno se si esagera con la velocità in curva. Ma ciò non toglie che le poche centinaia di euro richieste per arricchirla con l’Esp (combinato al controllo della trazione) rappresentino una spesa raccomandabile, come pure è opportuno mettere mano al portafogli per aggiungere gli airbag laterali e quelli per la testa, dal momento che, di serie, sono previsti soltanto i due frontali (con quello del lato passeggero disattivabile nel caso si installi un seggiolino per bambini sul sedile anteriore). La Panda è sul mercato da qualche anno e nei crash test paga la progettazione poco recente: nelle verifiche dell’EuroNcap – effettuate con il capitolato in vigore fino al 2009 e su un esemplare provvisto dei soli airbag frontali – ha ottenuto tre stelle (su un massimo di cinque) per la protezione degli occupanti, due per i bambini assicurati a seggiolini Isofix e una per la tutela dei pedoni in caso di investimento.

NE VALE LA PENA?

3
Average: 3 (1 vote)
Per chi la vuole funzionale

Se si chiude un occhio sulla qualità delle plastiche e dei tessuti dei sedili, l’abitacolo della Panda è un bell’esempio di praticità; e il baule, facilmente accessibile e sfruttabile, non è da meno. Perciò, a dispetto del passare degli anni, la citycar italiana ha ancora parecchio da dire: agilissima in città, è valida anche nei percorsi extraurbani e consuma pochissimo. Ma per quel che costa dovrebbe avere una dotazione di serie più completa, soprattutto in fatto di sicurezza.

Comoda e maneggevole, con la sua carrozzeria un po’ più alta del normale e coi suoi grandi vetri garantisce una visibilità sconosciuta alle rivali: è facilissima da guidare e, anche grazie alla dolcezza dei comandi, nel traffico non affatica. Nonostante la lunghezza di soli 354 cm lo spazio a bordo non manca: all’abitabilità buona per quattro adulti si aggiunge la praticità di un bagagliaio fra i più funzionali della categoria (ancor più se si acquista il divano scorrevole). La Fiat Panda ha sospensioni morbide che privilegiano il comfort e, seppure non adatta alla guida brillante, su strada è sicura. In linea col carattere della vettura il motore, che è molto elastico e vanta consumi ridottissimi. I punti deboli della citycar torinese sono rappresentati dalla povertà dei materiali impiegati nell’abitacolo e dalla dotazione di sicurezza: rivali più economiche hanno di serie gli airbag laterali e quelli per la testa, che la Panda fa pagare a parte, al pari dell’Esp.

PERCHÈ SÌ

Consumi
Il nuovo 1.2 Euro 5 ha un notevole rendimento e si fa valere su ogni percorso: sebbene inferiori alle ottimistiche promesse del Costruttore, le percorrenze sono quasi al livello di quelle di un turbodiesel e i 35 litri di benzina contenuti nel serbatoio bastano mediamente per più di 550 km.

Praticità
Dal bagagliaio agevolmente accessibile e dalla forma regolare, sino ai comandi collocati proprio dove ci si aspetta di trovarli (a cominciare dalla comodissima leva del cambio in posizione rialzata), tutto sembra studiato per facilitare la vita.

Visibilità
Il parabrezza è sorretto da montanti sottili, i finestrini e il lunotto sono grandi e quasi verticali: dal posto guida (leggermente rialzato) della Panda si vede bene in tutte le direzioni, e le manovre non rappresentano un problema.

Comfort
Come per molte “piccole”, alle andature elevate l’insonorizzazione dell’abitacolo non è il massimo. Ma in tutte le altre situazioni il comfort è più che buono, e sullo sconnesso si apprezza l’ottimo lavoro delle sospensioni.

PERCHÈ NO

Interni
Il design della plancia è troppo austero per una vettura di questo tipo, e il grigio delle plastiche accentua ulteriormente la “seriosità” dell’ambiente. Lascia a desiderare anche la qualità delle plastiche e dei rivestimenti.

Rollio
La taratura morbida delle sospensioni fa sì che l’auto tenda a coricarsi in modo sensibile se si affrontano le curve con decisione: un comportamento che non compromette la sicurezza, ma riduce il piacere di guida.

Specchietto sinistro
Il sistema di regolazione non permette di ruotarlo a sufficienza verso l’esterno. Risentono del problema soprattutto coloro che guidano con il sedile parecchio arretrato: per costoro, in autostrada è difficoltoso individuare i veicoli che sopraggiungono in corsia di sorpasso.

Dotazione
Ci sono rivali che costano meno ma sono meglio equipaggiate, soprattutto sotto il profilo della sicurezza: oltre al controllo della stabilità, infatti, qui si pagano a parte anche gli airbag laterali e quelli per la testa.

SCHEDA TECNICA

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 4a a 5100 giri   160,6 km/h 162 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 14,3   13,2 secondi
0-400 metri 19,2 114,4 km/h non dichiarata
0-1000 metri 35,7 141,1 km/h 36,0 secondi
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 41,6 126,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 38,2 122,8 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 25,4   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   14,3 km/litro 15,6 km/litro
Fuori città   18,9 km/litro 25,0 km/litro
In autostrada   13,7 km/litro non dichiarato
Massimo   8,2 km/litro non dichiarato
Medio   15,9 km/litro 20,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   40,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   69,1 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   9,4 metri 9,1
Cilindrata cm3 1242
No cilindri e disposizione 4
Potenza massima kW (CV)/giri 51 (69)/5500
Coppia max Nm/giri 102/2500
Emissione di CO2 grammi/km 113
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 354/159/158
Passo cm 230
Peso in ordine di marcia kg 860
Capacità bagagliaio litri 176-235/786
Pneumatici (di serie) 165/65 R 14

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 4a a 5100 giri   160,6 km/h 162 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 14,3   13,2 secondi
0-400 metri 19,2 114,4 km/h non dichiarata
0-1000 metri 35,7 141,1 km/h 36,0 secondi
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 41,6 126,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 38,2 122,8 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 25,4   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   14,3 km/litro 15,6 km/litro
Fuori città   18,9 km/litro 25,0 km/litro
In autostrada   13,7 km/litro non dichiarato
Massimo   8,2 km/litro non dichiarato
Medio   15,9 km/litro 20,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   40,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   69,1 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   9,4 metri 9,1
Cilindrata cm3 1242
No cilindri e disposizione 4
Potenza massima kW (CV)/giri 51 (69)/5500
Coppia max Nm/giri 102/2500
Emissione di CO2 grammi/km 113
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 354/159/158
Passo cm 230
Peso in ordine di marcia kg 860
Capacità bagagliaio litri 176-235/786
Pneumatici (di serie) 165/65 R 14
Fiat Panda
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
6
2
3
0
1
VOTO MEDIO
4,0
4
12


Aggiungi un commento
Ritratto di LanciaRules
1 giugno 2011 - 21:41
Per la sua categoria la Panda ha finiture ottime, altro che economiche, giusto la 500 che ha una impronta più"lussuosa" le ha migliori. Provate a guardare quelle delle sorelle C1/aygo/107 che hanno il cassetto portaoggetti (optional) senza cerniere ma con solo la plastica che flette (come le soprese dell'ovetto kinder), il tasto per aprire il vetro elettrico destro solo sullo sportello destro, così il guidatore si deve contorcere, la plastica trasparente dei comandi dell'aria che sembra quella dei bicchieri, ed inoltre si scolla, per tacere delle cerniere di plastica a vista che sorreggono il lunotto, che tra qualche anno, dopo essersi cotte al sole, si spaccheranno. Mi sa che chi ha scritto l'articolo su una panda non ci è mai salito.
Ritratto di gig
24 settembre 2011 - 14:56
Prezzo assai elevato ed optional scarsi fanno da padroni.
Ritratto di alessandro viva
17 novembre 2011 - 15:03
nuova l'ho pagata 9000euro(kmzero) nè ha di difettucci quello sì.. ad esempio: lo specchietto retrovisore sinistro guarda poco all'esterno, la gamba sinistra rimane leggermente rannicchiata, il bagagliaio non ha l'illuminazione, le plastiche interne sono economiche per il costo dell'auto, dietro in cinque si stà davvero stretti. Ma, guardando effetivamente l'uso che faccio trovo anche bei pregi.. ad esempio: essendo a benzina consuma poco ed è abbastanza allegra, le dimensioni(davvero piccola), il motore nell'uso cittadino è perfetto, il cambio vicino al volante(una volta abituati sè si guida un'altra auto ci si rende conto)è comodo, la tenuta di strada sincera(non bisogna essere piloti per dare gas), e poi... si rivende con molta facilità, i pezzi di ricambio te li tirano dietro a 10000lire anche tra 20 anni!!!!! si graffia lo specchietto.. è uguale.. non ho mica un mercedes!!!! in un anno faccio 20000km in città, 5000km in autostrada e altri 5000km fuori città. non avendo molte pretese da un auto per me và bene!!! RICORDATE CHE RIMANE SEMPRE UNA PANDA
Ritratto di gig
7 luglio 2012 - 19:14
Io invece ho una Hyundai i10 1.1 Style, comprata NUOVA a 7800 euro. La dotazione di serie comprende ABS, doppio airbag, alzavetri elettrici, climatizzatore, radio/cd/mp3/aux-in, fendinebbia e retronebbia, maniglie nel soffitto, cinture anteriori regolabili in altezza, 5 posti, 5 poggiatesta sellati, cinture con pretensionatore (tutte e 5!), servosterzo, cassetto anteriore con sportello, chiusura centralizzata, volante regolabile in altezza eccetera eccetera... Io mi ci trovo benissimo: oltre ad averla pagata pochissimo, spendo davvero poco per fare il pieno (la media (e considera che il mio stile di guida è davvero col "piede pesante"!) eè di 16/17 km/l!), la macchina si guida eccellentemente grazie alla posizione di guida alta, il baule è enorme e ci si sta comodissimi anche in 5. Con 5 persone e relativi bagagli, col climatizzatore acceso e in salita, si deve scalare una sola marcia! Eccellente, direi! Inoltre, la qualità dei rivestimenti e delle plastiche è la migliore che si possa desiderare, e la macchina è garantita per 5 anni (più del doppio della molto più costosa Panda!)! I tagliandi sono praticamente regalati, in autostrada sono arrivato a 151, e considera che anche la frenata è molto più che eccellente visti i 4 freni a disco di serie. L' unico difetto che ho trovato in un anno e mezzo che la posseggo è stata la mancanza dei laccetti per alzare la cappelliera del baule (davvero grave, perchè la Hyundai non spendeva molto per farli!) e dello specchietto nell' aletta parasole del passeggero. Per il resto, senza considerare questi passabili difetti, è un' auto molto più che eccellente. Io mi ci trovo benissimo, visto che la visibilità è ottima e che la concessionaria mi ha dato in omaggio 4 sensori per aiutarmi a parcheggiare (sensori di parcheggio posteriori!)... Io in un anno faccio 15000 km divisi pressocchè in 7000 fuori città, 4000 in autostrada, 1000 in condizioni gravose e i restanti in città. Ti consiglio almeno di provarla: le promozioni ti permettono di acquistarne una con perfino il navigatore di serie per la modica cifra di 8000 euro! inoltre, se vuoi la base, te la cavi con meno di 6000! E' la migliore auto in commercio, e io ne ricomprerò un' altra di sicuro, considerando che ormai, la citycar vere sono rimaste in 3, la Panda (che costa troppo, ha una più che pessima dotazione ed è fatta molto male!), la Spark (non costa molto ed è sufficientemente dotata, ma la ripresa è davvero pessima!) e la i10, che quindi è la migliore. Mi spiace ma io credo che tu comprando la Panda abbia buttato i soldi! Ciao
Ritratto di alessandro viva
7 luglio 2012 - 21:29
ciao gig, sè proprio devo dirla tutta la mia panda è stato un regalo, io non ho speso un soldo.. e anche sè fosse, senza offesa, i miei soldi posso gestirli come credo.. la i10 a me non piace, ma sè piace a te và benissimo.. anche sè non trovo molte differenze tra le due.. a parte il prezzo.. che a me in questo caso non importa!!!! ciaoo ciaoooooo
Ritratto di gig
8 luglio 2012 - 11:42
Carissimo, mi fa piacere che te l' abbiano regalata (comprarne una infatti è proprio senza senso!), ma la i10 non è che deve piacere esteticamente, il fatto è che offre molti più contenuti alla metà del prezzo, con più del doppio della garanzia! Non credi che sia un furto da parte di Fiat vendere una Panda a 12600 euro quando la i10 si può portare a casa con più dotazione a molto meno? Ciao... :)
Ritratto di osservatore
28 luglio 2012 - 12:08
Prima di comprare ho fatto un giro dei concessionari guardando analizzando e valutando tutte le altre auto similari della stessa categoria,niente da fare la Fiat panda rimane la migliore. Ho visionato la Toyota aygo ed ho constatato: bagagliaio inesistente,plastiche molto peggiori della Panda, vetri posteriori apribili solo a compasso,omologabile solo 4 posti, portellone portabagagli tenuto solo dal vetro e senza telaio,motore rumoroso appena sale di giri. Ho visionato la citroen c1e la peugeot 107 e la musica è la stessa con un estetica diversa. Ho scartato la matiz per la scarsa qualità generale rilevata da un collega,giusto per esempio gli si sono opacizzati i fari anteriori dopo 5 anni di vita e gli si è rotto il supporto del cambio ed il ricambio era disponibile a caro prezzo e dopo 1 mese. Ho notato che in diverse auto specie se stanno posteggiate al sole si opacizzano i fari anteriori, però stranamente i fari opachi li ho notati su vetture di oltre 5 anni in genere su vetture del sol levante.Nelle Fiat panda anche vecchie solitamente non li vedo opacizzati,provate a fare una statistica specie se state in città vicine al mare. Insomma non vi è confronto, la Fiat panda nel suo segmento è sempre la migliore. Inoltre è l'unica ad essere omologabile per 5 posti,ad avere bagagliaio e posti posteriori decenti ed i vetri apribili e non solo a compasso come le Toyota Aygo, Citroen C1e Peugeot 107. Anche come motore è il più collaudato, silenzioso e duraturo.
Ritratto di gig
28 luglio 2012 - 18:42
Potrei cortesemente sapere perchè nella scelta dell' auto non hai visionato anche l' i10?
Ritratto di osservatore
28 luglio 2012 - 19:22
Mi sono fidato di più della Fiat panda anche perchè ho un amico che lavora per un'azienda che ne ha una flotta e le usano per servizi di tutti i generi ed alcune hanno superato i 250 mila km con normali manutenzioni da libretto. Il motore della i10 non lo conosco in termini di affidabilità e durata nel tempo non l'ho considerata perchè un mio amico mi ha detto che consuma molto ed il motore è molto rumoroso,sui consumi non saprei confermare ma sulla rumorosità specialmente se si preme il gas ne sono certo,anche come sprint la panda ha qualcosa di più. Anche come ricambi quelli della yundai corre voce che non si trovano e costano troppo,ma non potrei confermare personalmente.
Ritratto di gig
28 luglio 2012 - 19:32
Ciao. Io ti parlo da felicissimo possessore di una Hyundai i10 Style, che ho comprato nuova un anno e mezzo fa. Ad oggi ho percorso circa 23000 chilometri, e sono rimasto soddisfatto di tutto: ripresa eccellente (io, con la mia, faccio 0-100 in circa 13 secondi, se non meno!), comfort davvero incantevole (le buche non si sentono e, in autostrada (alla velocità da codice) pare di stare fermi per quanto l' abitacolo sia perfettamente isolato da ogni rumore e il motore così poco rumoroso!), tenuta di strada molto buona (seppur morbida di sospensioni e senza ESP, la mia i10 non mette mai in difficoltà e, quelle rare volte che ci si trova impacciati, non tarda a correggere le minime oscillazioni del retrotreno!), velocità massima di rilievo (151 km/h), consumo irrisorio (la media è di 16 km/l!)... eccetera. Altri aspetti da considerare sono l' economicità dei tagliandi, la lunghissima garanzia (5 anni a chilometraggio illimitato) e l' eccellente dotazione (di serie: ABS, 2 airbag, vetri elettrici, contagiri, cinture regolabili in altezza e con pretensionatore, cinque posti, cinque porte, cinque poggiatesta, schienale posteriore frazionato, 2 fendinebbia anteriori e 2 retronebbia posteriori, climatizzatore, radio/cd/mp3/aux-in, volante regolabile in altezza, servosterzo, chiusura centralizzata, sensori di parcheggio posteriori, eccetera... il tutto per settemilaottocento euro 7800!). Non dimenticare, inoltre, che le plastiche interne sono curate e perfettamente assemblate e che il design esterno è davvero originale. Inoltre, la carrozzeria resiste bene allo sporco e ai graffi! Insomma, è perfetta. Se devo trovare un difetto, due laccetti per sollevare la cappelliera all' apertura del baule mi mancano, ma per il resto, non esiste di meglio al mondo. Io ne ricomprerò un' altra... e ti invito a provarla: la Panda dalla i10 ha solo da imparare!
Pagine
Annunci

Fiat Panda usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Fiat Panda usate 20154.3907.640128 annunci
Fiat Panda usate 201617.740161 annunci
Fiat Panda usate 20175.0008.200141 annunci
Fiat Panda usate 20184.9909.010126 annunci
Fiat Panda usate 20196.9009.790381 annunci
Fiat Panda usate 20207.95011.250126 annunci
Fiat Panda usate 20217.2907.9002 annunci

Fiat Panda km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Fiat Panda km 0 201810.90013.8005 annunci
Fiat Panda km 0 20197.90011.67041 annunci
Fiat Panda km 0 20206.45011.170998 annunci
Fiat Panda km 0 20217.30011.84026 annunci