PROVATE PER VOI

Ford Explorer: esagerata, anche nei modi

Prova pubblicata su alVolante di
dicembre 2020
Pubblicato 23 novembre 2021
  • Prezzo (al momento del test)

    € 81.000
  • Consumo medio rilevato

    10,6 (a batt. scar.)
  • Emissioni di CO2

    192 (a batt. scar.)
  • Euro

    6d
Ford Explorer
Ford Explorer 3.0 PHEV ST-Line

L'AUTO IN SINTESI

Con i suoi sette posti, l’enorme bagagliaio e la capacità di muoversi anche sui fondi “difficili”, la Ford Explorer è una suv molto versatile, oltre che ben equipaggiata; d’altro canto, gli ingombri davvero notevoli possono mettere in difficoltà in città e in manovra. Il sistema ibrido ricaricabile fa quello che può per contenere il consumo di un “macchinone” pesante 2391 kg a vuoto: siamo riusciti a percorrere 41 km in modalità elettrica, mentre a batteria scarica abbiamo misurato 10,6 km/l. Dove il peso sembra non farsi sentire, grazie ai 457 cavalli, è nello sprint. Ma la Ford Explorer si presta più alla guida rilassata che a quella brillante, anche per la difficoltosa modulabilità del pedale dell’acceleratore e per i lunghi spazi di frenata.

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
2
Average: 2 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
5
Average: 5 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Spazio e sprint abbondano

La Ford Explorer è una classica suv “all’americana”, imponente (507 cm la lunghezza) ma anche sobria, senza troppi fronzoli. L’abitacolo è molto spazioso, confortevole e con sette posti di serie, ma rifinito in modo non sempre proporzionato al prezzo. Frettolosa, per esempio, la lavorazione dell’inserto in simil fibra di carbonio nella plancia e quella delle ampie tasche nelle porte (che, in compenso, sono illuminate). L’unica versione venduta in Italia è l’ibrida ricaricabile, equipaggiata con un 3.0 V6 turbo a benzina da 363 CV e un motore elettrico con 102 CV. Assieme erogano 457 CV, garantendo scatti molto rapidi (5,6 secondi per lo “0-100”). La batteria, agli ioni di litio e posta sotto la seconda fila di sedili, ha una capacità di 13,6 kWh. Si rigenera nei rallentamenti, ma solo in minima parte: come in ogni plug-in, per arrivare al 100% ci si deve collegare (col cavo in dotazione) a una colonnina pubblica o alla rete domestica; in quest’ultimo caso, la ricarica completa ha richiesto sei ore e 20 minuti, e poi siamo riusciti a percorrere in media 41 km a zero emissioni.

La Ford Explorer ha di serie il fluido cambio automatico con ben dieci rapporti, la trazione integrale e i selettori per scegliere fra le numerose modalità di guida. Col tasto nel tunnel si gestiscono quelle del sistema ibrido. In Auto EV l’unità a corrente e quella termica funzionano insieme o in modo alternato a seconda delle condizioni di guida. Se la batteria lo permette, in EV Now l’auto va solo in elettrico; EV Later risparmia energia per impiegarla in seguito; EV Charge ricarica l’accumulatore sfruttando il V6 a benzina (penalizzando, però, il consumo complessivo). In base al percorso, con la manopola nel tunnel si variano invece la risposta di cambio, motori, trazione 4x4 e aiuti elettronici (come l’Esp). Fra le altre modalità, citiamo quella chiamata Carico (i cambi di marcia avvengono a regimi più elevati per favorire il traino di un rimorchio) e poi Bassa aderenza, Neve/sabbia e Sterrato, per i fondi a basso “grip”.

Insomma, la Ford Explorer è predisposta per muoversi con disinvoltura su qualsiasi tipo di fondo e, prese le misure con i notevoli ingombri della carrozzeria, se ne apprezza anche il temperamento brillante. Dosare l’acceleratore, però, non è facile: la corsa breve del pedale, abbinata agli 825 Nm di coppia motrice, richiede movimenti millimetrici del piede destro per evitare fastidiosi balzi in avanti. Inoltre, sfavoriti dai pneumatici “all-season”, i freni non garantiscono spazi di arresto molto ridotti. Il prezzo è salato, ma include tutto: dai sedili in pelle e con funzione massaggio al valido impianto multimediale, ai sistemi di guida semiautonoma. Bene anche la sicurezza, con cinque stelle su cinque ottenuti nei test eseguiti dall’Euro NCAP nel 2019.

VITA A BORDO

5
Average: 5 (1 vote)
Viaggi alla grande

Plancia e comandi
La plancia della Ford Explorer ha forme importanti ed elaborate ed è dominata dal generoso schermo centrale di 10,3”, collocato a sbalzo. Peccato che sia in posizione così arretrata da costringere a girare la testa per leggerlo, perché il sistema multimediale di per sé è molto valido: intuitivo da utilizzare, mostra più informazioni per volta e ha la connessione al web. Inoltre, tramite l’app Ford Pass alcune funzionalità dell’auto, come la ricarica della batteria, sono gestibili dal telefono. Ricco e piuttosto chiaro, il cruscotto digitale di 12,3” ha una grafica che cambia in base alla modalità di guida scelta; quella per gli sterrati mostra l’inclinazione dell’auto rispetto al suolo. Intuitivi gli agli altri comandi, come quelli per il climatizzatore nella consolle, ma le finiture (soprattutto per quanto riguarda le plastiche) sono sottotono in rapporto al prezzo.

Abitabilità
L’interno della Ford Explorer è enorme. Davanti si sta larghi, seduti su soffici e larghi sedili, completi di regolazioni elettriche e funzioni di riscaldamento, ventilazione e massaggio. La posizione di guida alta, poi, risulta comoda. La fila centrale, dotata di diffusori del climatizzatore integrati nel tetto, può accogliere bene anche tre adulti, ha le due sedute laterali riscaldabili e scorrevoli. Quella al centro resta fissa: colpa dell’ingombro della sottostante batteria per il motore elettrico. Discretamente accessibile l’ultima fila, che può ospitare bene due persone non più alte di 170 cm.

Bagagliaio
Il vano della Ford Explorer è molto capiente; notevole, in particolare, la profondità. La capacità massima è di ben 2274 litri, ma già con cinque posti in uso il baule offre 635 litri mentre con tutti e sette i sedili su, la capienza cala a 240 litri (quanti ne offre una citycar). Da notare che l’auto non rinuncia al ruotino di scorta, alloggiato sotto il fondo, e offre comodità come la terza fila a sollevamento elettrico (premendo i tasti sulla parete del baule).

COME VA

3
Average: 3 (1 vote)
Grande, grossa e grintosa

In città
Considerato il consumo piuttosto alto della Ford Explorer rilevato a batteria scarica (9,3 km/l), muoversi col solo motore elettrico (una volta ricaricata la “pila” via cavo) è un gran vantaggio: i 102 cavalli garantiscono andature disinvolte, e i 34 km di autonomia bastano per girare due o tre ore in silenzio e a emissioni zero. Il volante non è dei più leggeri da azionare, ma nelle manovre è d’aiuto il sistema di parcheggio automatico (di serie): effettua l’operazione da solo agendo su acceleratore, freni e sterzo. Ciò non toglie che di spazio ne serva parecchio.

Fuori città
La Ford Explorer si presta spostamenti in relax: motori e cambio rispondono con fluidità e le sconnessioni della strada vengono “lisciate” dalle sospensioni. Specie in Sport la spinta è vigorosa ma, nonostante la buona precisione dello sterzo e le levette al volante per selezionare le dieci marce, il rollio elevato e la frenata “lunga” sconsigliano andature brillanti. Sicura, comunque, la tenuta di strada, e ragionevole il consumo a batteria scarica: 12,8 km/l.

Autostrada
L’imponente sezione frontale della Ford Explorer non aiuta a contenere la richiesta di benzina, che a 130 km/h si attesta su 9,4 km/l. In compenso, la Ford Explorer può viaggiare quasi da sola, a vantaggio del comfort, mediante il cruise control adattativo con funzione Stop&Go e il dispositivo che mantiene la vettura al centro della corsia. Alla massima andatura prevista dal codice il V6 lavora silenziosamente in decima marcia a soli 1900 giri e la sua “voce” non si sente (a differenza dei fruscii aerodinamici). La ripresa dopo un rallentamento è molto vigorosa.

Nel fuori strada
Su fondi “difficili” la Ford Explorer ha un’elevata mobilità. Merito dei 20 cm di distanza minima da terra e della trazione 4x4: ripartisce in modo variabile la coppia fra i due assi in base alla modalità di guida (tre quelle per l’off road) e al “grip” delle ruote sul terreno. Di serie il controllo della velocità nelle discese ripide e quello di trazione disattivabile.

PERCHÈ SÌ

DOTAZIONE DI SERIE
Molto ricca, include svariati aiuti alla guida, fra i quali il monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori.

FUORI STRADA
Con la trazione 4x4, i programmi di guida dedicati e una buona distanza dal suolo, l’auto ha tutto ciò che serve per poterlo affrontare.

POSIZIONE DI GUIDA
È dominante e dotata di ogni comfort, come la funzione massaggio per il sedile.

SPAZIO
Abbonda sia per i passeggeri sia per i bagagli.

PERCHÈ NO

ACCELERATORE
Serve un piede “di velluto” per evitare risposte brusche.

DIVANO
La parte centrale non può scorrere: l’ingombro della batteria impedisce di montare delle guide.

FINITURE
Visto il prezzo dell’auto, alcuni materiali e dettagli di finitura appaiono sotto tono.

FRENI
Gravati dai 2391 kg di massa del veicolo e sfavoriti dai pneumatici “all-season”, non riescono a garantire spazi d’arresto davvero contenuti.

SCHEDA TECNICA

Motore a benzina  
Cilindrata cm3 2967
No cilindri e disposizione 6 a V di 60°
Potenza massima kW (CV)/giri 267 (363)/5750
Coppia max Nm/giri 555/3500
   
Motore elettrico  
Potenza massima kW (CV)/giri 75 (102)/7000
Coppia max Nm/giri 300/1000
   
Potenza massima complessiva kW (CV) 336 (457)/n.d.
   
Emissione di CO2 grammi/km 66*
No rapporti del cambio 10 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
Capcità di traino kg 2400
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 507/200/178
Passo cm 303
Posti 7
Peso in ordine di marcia kg 2391
Capacità bagagliaio litri 240/635/2274
Pneumatici (di serie) 255/55 R 20
Serbatoio litri 68

 

*192 a batteria scarica.

I NOSTRI RILEVAMENTI

      IBRIDA   ELETTRICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata Rilevata Dichiarata
in Drive   236 km/h 230 km/h 129,4 km/h non dichiarata
           
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata    
0-100 km/h 5,6   6 secondi   non dichiarata
0-400 metri 13,9 165,4 km/h non dichiarata   non dichiarata
0-1000 metri 25,1 212,3 km/h non dichiarata   non dichiarata
           
RIPRESA IN DRIVE SPORT Secondi Velocità di uscita Dichiarata    
1 km da 40 km/h 23,9 210,4 km/h non dichiarata   non dichiarata
1 km da 60 km/h 22,9 211 km/h non dichiarata   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 3,4   non dichiarata   non dichiarata
           
AUTONOMIA          
in città   632,4 km non dichiarata 34 km 44 km**
su percorso misto   870,4 km non dichiarata 41 km 42 km**
           
CONSUMO A BATTERIA SCARICA   Rilevato Dichiarato*    
In città   9,3 km/l non dichiarato 2,5 km/kWh non dichiarato
Fuori città   12,8 km/l non dichiarato 3 km/kWh non dichiarato
In autostrada   9,4 km/l non dichiarato 2,6 km/kWh non dichiarato
Medio   10,6 km/l 34,5 km/l 2,6 km/kWh non dichiarato
           
FRENATA   Rilevata Dichiarata    
da 100 km/h   40 metri non dichiarata    
da 130 km/h   68,1 metri non dichiarata    
           
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati    
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata    
Diametro di sterzata tra due marciapiede   12,3 metri 12,7    


*Con le batterie cariche

**In base al cliclo WLTP

Ford Explorer
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
37
7
20
21
39
VOTO MEDIO
2,9
2.85484
124


Aggiungi un commento
Ritratto di Giulio Ossini
24 novembre 2021 - 15:16
...quella sì invece affidabilissima in quanto Land Rover...
Ritratto di marcoveneto
24 novembre 2021 - 15:41
"Se non fosse per il marchio più inaffidabile della Terra"
Ritratto di alligatorematto
24 novembre 2021 - 14:34
Spaziosissima, possente, veloce e con consumi incredibilmente contentuti e dotata di ogni accessorio ed optional immaginabile. Potessi, sarebbe mia. Ovvio, non ne se ne vedrà nessuna in quanto i mammalucchi locali preferiscono spendere la stessa cifra (o di più) per una tedesca piena di rogne, meno accessoriata, più lenta e con consumi analoghi. Ma il marchio su cofano come piace agli apericena
Ritratto di sorbetti
24 novembre 2021 - 15:04
penosa
Ritratto di giulio 2021
24 novembre 2021 - 15:35
Esteticamente a me non dispiace, ma se penso che in Norvegia possono scegliere tra questa e (lasciando stare Nio) la imponente Hongqi E-Hs9 già elettrica e risparmiando pure almeno 10 / 15.000 Euro sul prezzo e parliamo di una Ford neanche di una Mercedes o BMW, appunto e già si risparmia...
Ritratto di alex_rm
25 novembre 2021 - 18:25
Celtamente tutti volele copia lolls loys elettlica
Ritratto di lidel
24 novembre 2021 - 15:50
2
perfetta per le strette stradine di moltissimi paesi in italia, così come la facilità nel trovarle un parcheggio praticamente ovunque.
Ritratto di Andre_a
24 novembre 2021 - 16:04
9
A me piace. Il prezzo è fuori da ogni logica, ma l'auto in sé, stranamente, mi piace.
Ritratto di cvcekd
24 novembre 2021 - 18:58
Sembra che hanno attaccato un pezzo in più dietro che non c'entra niente con il resto... veramente orribile. Considerando poi la mole credo se ne vedrà in giro solo qualcuno in centro a Milano per far concorrenza ai vari Range Rover Sport, Audi Q8, Mercedes GLS e baracconi simili fuori tempo massimo con buona pace della transizione ecologica.
Ritratto di Gidsc
25 novembre 2021 - 03:03
3
io ho la attuale 2.3 XLT con captain chairs nella seconda fila, non c`e` niente di meglio come family hauler (questa e` la mia terza Explorer dopo la E.Bauer del 2006 e un`altra XLT del 2013). Difetti? Finiture un po` da Ford e insonorizzazione da migliorare (ho risolto con un giro aggiuntivo di guarnizioni in gomma intorno alle porte). Prendere la ibrida di questo articolo mi sembrava una boiata con il gas a poco piu` di 2$ il gallone....
Pagine
Annunci

Ford Explorer usate

Ford Explorer km 0 per anno