PROVATE PER VOI

Jeep Renegade: è comoda, fruscii a parte

Prova pubblicata su alVolante di
ottobre 2018
Pubblicato 17 maggio 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 25.000
  • Consumo medio rilevato

    11,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    139 grammi/km
  • Euro

    6
Jeep Renegade
Jeep Renegade 1.0 T3 120 CV Limited

L'AUTO IN SINTESI

Il nuovo 1.0 turbo a benzina da 120 CV è molto silenzioso per essere un tre cilindri, ma poco vivace (specie in ripresa dai bassi regimi). Inoltre, anche a causa dell’aerodinamica della carrozzeria di questa personale e simpatica suv, i consumi non sono bassi. Invariati gli altri pregi e difetti della Jeep Renegade: ha un abitacolo arioso ed è ben molleggiata. Inoltre, ha rivestimenti e montaggi di qualità: non costa poco, ma spesso le rivali meno care non hanno finiture così curate. Piccolo, di contro, il baule, e non mancano fruscii in velocità.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
5
Average: 5 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
3
Average: 3 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Comoda, ma i fruscii non mancano

Nel corso del 2018, la Jeep Renegade è stata aggiornata nei dettagli estetici e degli interni (nuovo sistema multimediale e comandi rivisti) ma la novità più importante ha riguardato i motori. Insieme alla Fiat 500X, infatti, è la prima vettura del gruppo FCA a montare i nuovi piccoli turbo a benzina che progressivamente sostituiranno i datati 1.4 (con o senza turbo) e il 1.6 da 110 cavalli. Sono il 1.0 a tre cilindri dell’auto in prova, che ha 120 CV, e il 1.3 quadricilindrico, con 150 o 179 CV. Il “mille” è silenzioso, trasmette poche vibrazioni ed è abbinato a un preciso cambio manuale: dai 1500 giri riprende senza indecisioni, per dare il meglio fra i 2000 e i 5000. Tecnicamente raffinato, ha il filtro antiparticolato e la distribuzione di tipo MultiAir: le valvole di aspirazione non sono mosse da un albero a camme, ma azionate idraulicamente, grazie a una centralina che decide sia quando sia quanto farlo.

Le prestazioni della Jeep Renegade sono, però, solo discrete: lo “0-100” rilevato è peggiore di un secondo rispetto al dichiarato e la velocità massima inferiore di 6 km/h. Piuttosto alti i consumi, specie in autostrada; colpa in parte della carrozzeria squadrata, che è anche causa di fruscii. Per il resto, il comfort è di buon livello: le sospensioni “incassano” con efficacia le buche, le poltrone sono comode e l’abitacolo arioso. Il mordente dei freni non è da record, ma l’impianto è ben modulabile e resistente alla fatica.

La Jeep Renegade Limited provata offre materiali migliori nell’abitacolo, “clima” bizona e tanti sistemi di sicurezza (come il cruise control adattativo e  frenata automatica e mantenimento in corsia); optional il controllo dell’angolo cieco. L’Euro NCAP non ha ripetuto i suoi test in occasione dell’aggiornamento; in quelli effettuati al lancio del modello, nel 2014, la Renegade aveva ottenuto 5 stelle. Ma c’è da dire che il giudizio era meno severo di quello attuale.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Convincono abitabilità e finiture, non il baule

Plancia e comandi
Dentro la Jeep Renegade dominano i colori scuri, ravvivati da dettagli color alluminio; materiali e montaggi convincono, inclusi i morbidi inserti in vinile nei pannelli porta specifici per la Limited, e ci sono tanti richiami alla storia della Jeep, come la classica mascherina disegnata nelle cornici degli altoparlanti. Le tasche nelle porte sono poco capienti, ma il numero dei vani portaoggetti è abbondante e il cassetto destro è abbastanza ampio e ha la serratura a chiave; non è refrigerabile. Inoltre i comandi, quasi tutti grandi, sono facili da trovare e da azionare. Lo schermo centrale potrebbe essere un po’ più in alto, ma il nuovo sistema multimediale è ricco e intuitivo: ha di serie la radio Dab, Android Auto e Apple CarPlay. Nel pacchetto Infotainment ci sono poi il monitor di 8,4’’ anziché 7, e il navigatore. Riuscito anche il cruscotto, dalla grafica chiara e giovanile: tra i due elementi a lancetta c’è uno schermo di 7’’ (di serie per la Limited) ben definito e configurabile.

Abitabilità
Persino col tetto apribile in vetro (un optional che riduce lo spazio verticale disponibile) l’agio sopra la testa rimane generoso: in quattro si viaggia bene, e in cinque non si sta scomodi. Ben profilati i sedili: si sta comodamente seduti in alto e ci sono ampie regolazioni (cinture di sicurezza incluse); optional, quelle elettriche delle poltrone.

Bagagliaio
Il vano della Jeep Renegade è piccolo, dispone di poco spazio sotto la cappelliera e la situazione peggiora con la ruota di scorta (optional), che elimina la possibilità di posizionare il fondo 13 cm più in basso. Solo reclinando 
lo schienale e considerando di caricare fino al soffitto, grazie alla forma squadrata della carrozzeria diventa tra i più capienti della categoria.

COME VA

3
Average: 3 (1 vote)
Molto fluida, ma non beve poco

In città
Nei primi metri lo scatto della Jeep Renegade è vivace, senza ritardi: al semaforo non si sfigura. Ma soprattutto, il tre cilindri è regolare nel funzionamento e silenzioso; lo Stop&Start non interviene spesso, e anche per questo motivo non abbiamo percorso più di 11,1 km/l. La posizione di guida alta aiuta a vedere lontano e in manovra danno una mano i sensori di distanza (di serie anche davanti). Nelle svolte strette a sinistra, però, il montante anteriore spesso disturba parecchio. Valide le sospensioni.

Fuori città
Lo sterzo della Jeep Renegade, non molto diretto ma preciso, risponde in modo apprezzabile. Forzando il ritmo si manifesta un progressivo ma evidente rollio in curva, che sconsiglia di “correre”. In ripresa dai bassi giri il motore è pronto ma non spinge molto: spesso è necessario scalare (ben manovrabile il cambio). La frenata si modula con facilità e i consumi rilevati si attestano a 14,9 km/l.

In autostrada
A 130 km/h in sesta marcia, il 1.0 lavora in silenzio a 3100 giri. La carrozzeria squadrata della Jeep Renegade, però, è causa di evidenti fruscii e fa lievitare i consumi: a 130 km/h si percorrono appena 9,8 km/l. Il cruise control adattativo (di serie) si gestisce facilmente, con i grandi tasti nel volante. Stabile e sincera, anche nei curvoni autostradali l’auto infonde sicurezza.

PERCHÈ SÌ

Abitabilità
La carrozzeria squadrata e il tetto piatto rendono arioso l’abitacolo.

Cruscotto
Ricco di informazioni, nella Limited ha pure un monitor ben leggibile e configurabile.

Motore
È silenzioso, ha un ridotto ritardo di risposta ai bassi giri e non trasmette troppe vibrazioni. 

Sistema multimediale
È completo, rapido e intuitivo; quello di 8,4’’ con gps e hi-fi vale il supplemento di prezzo richiesto.

PERCHÈ NO

Baule
Col divano in uso non è ampio. La situazione peggiora con la ruota di scorta (optional) che elimina il fondo ad altezza variabile.

Consumi
Le migliori rivali bevono meno (alcune hanno fatto anche 17 km/l in media); specialmente in autostrada, dove l’aerodinamica conta.

Fruscii
Sopra i 100 km/h il parabrezza quasi verticale e i grandi specchi fanno un “concertino” sgradevole.

Ripresa
Dopo i rallentamenti, a meno di scalare marcia, ci vuole del tempo per recuperare velocità.

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 999
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/5750
Coppia max Nm/giri 190/1750
Emissione di CO2 grammi/km 139
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 424/181/167
Passo cm 257
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1245
Capacità bagagliaio litri 351/1297
Pneumatici (di serie) 225/55 R18

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 5100 giri   179,8 km/h 185 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 12,2   11,2 secondi
0-400 metri 18,4 123,2 km/h non dichiarata
0-1000 metri 33,8 154,0 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 40,5 138,6 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 36,5 133,0 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 13,5   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 19,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   11,1 km/litro 13,7 km/litro
Fuori città   14,9 km/litro 18,9 km/litro
In autostrada   9,8 km/litro non dichiarato
Medio   11,8 km/litro 16,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   64,6 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   131 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,6 metri 11,7
Jeep Renegade
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
274
153
85
67
138
VOTO MEDIO
3,5
3.499305
717
Aggiungi un commento
Ritratto di Ciro cozzolino
6 novembre 2019 - 05:47
Sono pienamente d'accordo con te,il consumo di un auto dipende molto da come pigi il piede sullaccelleratore,guida bene e vedi che l'auto consuma il giusto.
Ritratto di Cosworth141090
18 maggio 2019 - 15:12
La dizione "consumi a parte" me la aspetto sotto un articolo che parla di una McLaren, una Porsche, una Ferrari....ma sotto un articolo che tratta un auto a VOCAZIONE CITTADINA (perché questa Renegade, a fronte di un cc pari a quello di un foratino, può essere considerata nel suo ambiente solo in città... tralasciando ovviamente le versioni spiccatamente Off Road) equipaggiata con un propulsore a benzina fresco di debutto è un qualcosa di un imbarazzante quasi offensivo. Per altro si tratta di un auto che, in questa versione, è un inno all'inutilità: i viaggi le sono preclusi (per quanto detto sopra), in città consuma comunque più di una Jimny 1.5 benzina, la quale però annichilisce totalmente la Renegade in fuori strada...la cosa buffa è che, nonostante la vocazione fuoristradistica estrema della Jimny, riesce a fare meglio nei consumi rispetto alla Renegade....questo rende ben evidente quanto FCA sia all'avanguardia.
Ritratto di carmelo.sc
18 maggio 2019 - 09:27
nella recensione vengono sottolineate le finiture curate (è forse l' unica nel segmento che ha plancia e pannelli porta in materiale morbido, a differenza di quel plasticone di t-roc con gli interni della polo), tu invece dici l' esatto contrario.....
Ritratto di bridge
18 maggio 2019 - 10:16
1
Nella prova delle 4 crossover di AlVolante.it (Ford Ecosport, Jeep Renegade, Nissan Juke e Volkswagen T-Roc) la Renegade nella voce "vita a bordo - qualità" ha ricevuto 4 voti su 5. Lo stesso punteggio di Ford Ecosport e Volkswagen T-Roc (la Juke 3 voti su 5). Nella voce "vita a bordo - comfort" ha ricevuto 3 voti su 5 come la Ford Ecosport contro il punteggio di 2 voti su 5 per la Juke e 4 su 5 per la T-Roc.
Ritratto di FG
18 maggio 2019 - 14:18
@bridge ma se è "vita a bordo-comfort", vorrà dire che il voto è una media fra qualità dei materiali, dotazioni (esempio ha prese di ricarica, infotainment ecc), comodità dei sedili, regolazioni, comfort in generale ecc... quindi, a parità di voti un'auto può avere una singola voce (come qualità degli interni) migliore delle altre, no?
Ritratto di Andrea Zorzan
19 maggio 2019 - 11:03
Questo motore è peggiore di altri, ma anche altri motorini non sono un granché. Non parlo di opinioni che non sono basate su dati scientifici, ma su prove di Al Volante. Guardate quanto consumano le Fiat e le Ford con i motorini a benzina, o la nuova Twingo e la Smart. Sono citycar e dovrebbero consumare poco. Le eccezioni non mancano, Kia, Suzuki, Toyota, Psa e Volkswagen, ad esempio.
Ritratto di littlesea
20 maggio 2019 - 11:13
E, infatti, sono proprio i giudizi dati alla EcoSport che non mi convincono affatto, vettura sopravvalutata e sponsorizzata... chissà come mai...
Ritratto di Andrea Zorzan
18 maggio 2019 - 18:07
Ho fatto un paragone preciso con un'altra auto di prezzo analogo e appartenente allo stesso gruppo e la Jeep è di gran lunga meno curata. Le berline medie dello stesso prezzo hanno interni più ricchi, di solito. Concordo che ci siano auto peggiori (e non poche) nello stesso segmento, ossia tra le suv, ma dire che è ben fatta significa che ci stiamo abituando ad auto poco curate che costano ben 25000€.
Ritratto di Andrea Zorzan
20 maggio 2019 - 15:47
In genere è vero, ma un suv a due ruote motrici si rivolge agli stessi acquirenti di una berlina media, quindi sono concorrenti. Il prezzo e il tipo di impiego lo provano. Le suv sono di moda e stanno sostituendo le berline: Alfa non farà un'erede della Giulietta per questo. Per questo, purtroppo, sono confrontabili. Tra le suv (non cito berline, ma ce ne sarebbero tante) con finiture analoghe, ma prezzo inferiore (o prezzo simile e più optional o contenuti esclusivi) si trovano sulle Fiat 500x, Honda Hr-v, Kia Niro, Volkswagen T-Roc. Finiture più curate e rapporto prezzo/optional migliore nella Mazda Cx-3. La Jeep vende solo per gli sconti e per la linea da fuoristrada (e non da suv).
Ritratto di littlesea
20 maggio 2019 - 18:59
@AndreaZorzan, guardati bene intorno, sali a bordo di TRoc, Q2 o Ateca...e poi mi dici!
Pagine
Annunci

Jeep Renegade usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Jeep Renegade usate 201411.99914.63018 annunci
Jeep Renegade usate 20159.99015.27098 annunci
Jeep Renegade usate 201612.80016.250121 annunci
Jeep Renegade usate 201713.90017.640110 annunci
Jeep Renegade usate 201814.99019.620144 annunci
Jeep Renegade usate 201916.50020.100214 annunci
Jeep Renegade usate 202016.25021.83070 annunci

Jeep Renegade km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Jeep Renegade km 0 201515.90015.9001 annuncio
Jeep Renegade km 0 201721.25024.6408 annunci
Jeep Renegade km 0 201817.40020.84055 annunci
Jeep Renegade km 0 201915.79021.950396 annunci
Jeep Renegade km 0 202020022.590785 annunci