PROVATE PER VOI

Jeep Renegade: vivace il 1.3, pigro il cambio

Prova pubblicata su alVolante di
ottobre 2018
Pubblicato 30 maggio 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 28.500
  • Consumo medio rilevato

    11,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    144 grammi/km
  • Euro

    6
Jeep Renegade
Jeep Renegade 1.3 T4 150 CV Limited DDCT

L'AUTO IN SINTESI

Il nuovo 1.3 turbo a benzina da 150 CV muove con vivacità la Jeep Renegade, ma il rapido cambio robotizzato a sei marce spesso è in ritardo nell’inserire la marcia corretta. Arioso e ben rifinito l’abitacolo, dove trova posto anche un ricco sistema multimediale, ma il baule è piccolo (specie con la ruota di scorta optional) e i fruscii in velocità non mancano.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
5
Average: 5 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Quel vivace 1.3 merita un cambio più “deciso”

Con l’aggiornamento di fine 2018 (nuovi fari e paraurti, mentre gli interni erano cambiati all’inizio dell’anno) la piccola suv Jeep Renegade ha guadagnato due motori turbo a benzina: il 1.0 T3 a tre cilindri da 120 CV (qui la prova) e il 1.3 T4, con un pistone in più, da 150 o, se abbinato alla trazione integrale, 179 CV. Entrambi i 1.3 T4 sono disponibili solo con l’automatico: il meno potente (montato sull’auto provata) è abbinato a un cambio robotizzato a doppia frizione a sei marce mentre il secondo a una trasmissione con convertitore di coppia a nove rapporti. Pregevoli la silenziosità e la regolarità di erogazione del motore, che ha anche un buon allungo. Ma i consumi non sono da record: abbiamo provato auto simili che, in media, hanno percorso più di 14,5 km/l.

Luci e ombre anche per il cambio robotizzato della Jeep Renegade: comodo nel traffico, ha passaggi di rapporto rapidissimi, ma spesso è lento nel decidere quale marcia inserire. E, quando si accelera di colpo da fermi (come facciamo per rilevare lo “0-100”) il cambio esita: l’auto potrebbe fare meglio. In compenso, una volta che la trasmissione ha scalato rapporto da sé, le riprese sono vivaci. Questa Renegade, inoltre, conserva i pregi delle “sorelle”: sospensioni ben tarate (benché i cerchi di 19’’ peggiorino l’assorbimento dello sconnesso), un abitacolo curato e arioso e un sistema multimediale completo e intuitivo. Invariati anche i difetti, che sono la scarsa capienza del baule (e con la ruota di scorta si perde anche il piano di carico ad altezza variabile) e gli evidenti fruscii causati dalla carrozzeria squadrata e dai grandi specchi laterali. Secondo i criteri del 2014 (anno in cui sono stati effettuati i crash-test Euro NCAP), l’auto è sicura: si era meritata cinque stelle.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)


Plancia e comandi
Dentro dominano le tinte scure, ma dettagli color alluminio ravvivano un po’ l’ambiente; materiali e montaggi sono di buon livello, inclusi i morbidi inserti in vinile nei pannelli porta specifici per la Jeep Renegade Limited, e ci sono tanti richiami alla storia della Jeep, come le cornici degli altoparlanti che riprendono la forma della classica mascherina. Le tasche nelle porte sono poco capienti, ma il numero dei vani portaoggetti è abbondante e il cassetto è abbastanza ampio e si può chiudere a chiave; non è, però, refrigerabile. I comandi, quasi tutti grandi, sono facili da trovare e da azionare. Lo schermo centrale potrebbe essere un po’ più in alto, ma il nuovo sistema multimediale è ricco e intuitivo: ha di serie la radio Dab, Android Auto e Apple CarPlay. Nel pacchetto Infotainment ci sono poi il monitor di 8,4’’ anziché 7, e il navigatore. Riuscito anche il cruscotto, dalla grafica chiara e giovanile: tra i due elementi a lancetta c’è uno schermo di ben 7’’ chiaro e configurabile. 

Abitabilità
Persino col tetto apribile in cristallo (un optional che riduce lo spazio verticale) l’agio sopra la testa rimane generoso: in quattro si viaggia bene, e in cinque non si sta scomodi. Ben profilati i sedili: si sta seduti in alto e ci sono ampie regolazioni (cinture di sicurezza incluse); optional, quelle elettriche delle poltrone.

Bagagliaio
Il vano della Jeep Renegade è piccolo, dispone di poco spazio sotto la cappelliera e la situazione peggiora con la ruota di scorta (optional), che elimina la possibilità di posizionare il fondo 13 cm più in basso. Solo reclinando lo schienale e caricando fino al soffitto, grazie alla forma squadrata della carrozzeria, diventa tra i più capienti della categoria.

COME VA

3
Average: 3 (1 vote)
Cambiate dolci ma non sempre puntuali

In città
Le cambiate inavvertibili, il non dover azionare la frizione e le sospensioni confortevoli (ma i cerchi di 19’’, che si pagano a parte, non le aiutano a lavorare al meglio) riducono lo stress da traffico. Corretto il “peso” del volante in manovra, dove si può contare sui sensori anteriori e posteriori e sulla retrocamera (optional). Non dei migliori i consumi rilevati: 10,2 km/l.

Fuori città
Lo sterzo della Jeep Renegade è valido e il limite di aderenza in curva facile da percepire; inoltre, i freni sono resistenti e il motore non disdegna di allungare con brio. Solo il cambio stona: non sempre è rapido nell’inserire la marcia giusta e, mancando i comandi al volante, si può usarlo manualmente solo agendo sulla leva. Lungo il nostro percorso di prova, abbiamo percorso 13,7 km/l: non un granché.

In autostrada
A 130 km/h il 1.3 è a 2750 giri e, pur non potendo definirsi economo, il consumo è inferiore a quello della Jeep Renegade 1.0 (10,8 km/l rilevati contro 9,8). Ma le ruote di 19’’ causano rumori di rotolamento, che si sommano ai fruscii. E, nei viaggi, si vorrebbe un poggiapiede sinistro più ampio. Vivace la ripresa dopo i rallentamenti.

PERCHÈ SÌ

Abitabilità
Nell’abitacolo c’è molto spazio, grazie anche alle forme squadrate e al tetto che rimane orizzontale.

Ripresa
Dopo una certa inerzia iniziale, nelle riprese da media velocità l’ago del tachimetro sale in fretta.

Silenziosità
Curata l’insonorizzazione: il quattro cilindri fa sentire il suo rombo, peraltro gradevole, solo quando lo si sfrutta a fondo. Ed è anche lineare nell’erogazione.

Sistema multimediale
È rapido, semplice da usare, ricco di funzioni (Android Auto e Apple CarPlay sono di serie) e quello con schermo di 8,4’’ e navigatore vale quello che costa

PERCHÈ NO

Baule
È avaro di centimetri e, se si sceglie la ruota di scorta, si perde anche la possibilità di abbassare il piano di carico.

Fruscii
L’aerodinamica “ da autoblindo” è quella che è: sopra i 100 km/h l’aria che scorre sul parabrezza quasi verticale e sui grandi specchi si nota parecchio.

Reattività del cambio
Il robotizzato a doppia frizione (senza “palette” al volante) è l’unica trasmissione disponibile ed è spesso “indecisa” su quale marcia inserire, oltre che lenta a scalare quando si preme a fondo il pedale destro.

Ruote di 19’
Le sconsigliamo: riducono il comfort e causano un evidente rumore di rotolamento ad alta velocità, senza migliorare sensibilmente né la tenuta di strada né la frenata.

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 1332
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (150)/5500
Coppia max Nm/giri 270/1850
Emissione di CO2 grammi/km 144
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio rotizz. doppia friz. 6 marce + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 424/181/167
Passo cm 257
Peso in ordine di marcia kg n.d.
Capacità bagagliaio litri 351/1297
Pneumatici della vett. in prova 235/45 R19

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 4900 giri   190,1 km/h 196 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,3   9,4 secondi
0-400 metri 17,5 132,4 km/h non dichiarata
0-1000 metri 31,6 167,0 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN D Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 29,1 167,4 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 27,6 167,9 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 3,2   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 6,7   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   10,2 km/litro non dichiarato
Fuori città   13,7 km/litro non dichiarato
In autostrada   10,8 km/litro non dichiarato
Medio   11,7 km/litro 15,6 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   37,0 metri non dichiarata
da 130 km/h   62,8 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,6 metri non dichiarato
Jeep Renegade
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
274
153
85
67
138
VOTO MEDIO
3,5
3.499305
717
Aggiungi un commento
Ritratto di AyrtonTheMagic
31 maggio 2019 - 11:17
2
Posso aggiungere che i cambi americani sono dei veri e propri ce55i? "Questi" americani producono i cambi di queste vetture in particolare, assemblando dei ZF costruiti su licenza, ma la differenza tra questi e i made in germany è imbarazzante.. Infatti chissà perché su Giulia e Stelvio gli ZF e i Getrag che la equipaggiano, sono acquistati direttamente dal fornitore e non fatti fare agli "americani".. poi non parliamo delle loro produzioni come le unità montate sul freemont...
Ritratto di napolmen4
31 maggio 2019 - 12:36
...getrag e' americana....il doppia frizione e' progettato/ingegnerizzato ed industrializzato da FCA .....
Ritratto di AyrtonTheMagic
31 maggio 2019 - 12:39
2
Cos'è Getrag???? Ma hai internet bloccato? No perché wikipedia ti può aiutare eh... Io non ho parlato del doppia frizione. Quindi per cortesia, prima di rispondermi, leggi bene e studia
Ritratto di Abacus
31 maggio 2019 - 10:24
Le linee aerodinamiche perfette sono quelle da velivolo militare da superiorità aerea di teatro. Basta copiare senza rischio copyright. L'auto, che passa la maggior parte del suo tempo in coda, porta a considerare le accelerazioni fulminanti come rarissime eccezioni. (Per esempio di eccezioni, se i Carabinieri cattivi hanno troppa curiosità per la mia targa.) La maggior parte delle utenze privilegia la comodità rispetto ai consumi, il che spiega il lento e fatale declino del marchio Alfa Romeo. Oso sperare che la futura Panda riprenda telaio e stile della Jeep. Sull'auto da città si gioca il futuro industriale italiano, mentre sul giocattolo da mille cavalli si gioca solo un primato pubblicitario. Molto discutibile perdita di tempo e di soldi, e - contro le apparenze - anche di prestigio. Oso sperare che l'industria nazionale, ancora come drogata da una stagione di torpore innaturale, riscopra la vena geniale che ha reso ammirevole il talento massimo dell'intelligenza italiana.
Ritratto di AyrtonTheMagic
31 maggio 2019 - 12:23
2
Però basta un'aerodinamica discreta per farti fare 100 km in autostrada a 130 km/h e farti risparmiare qualche litro di carburante.
Ritratto di Abacus
31 maggio 2019 - 22:47
RISPOSTA AD AYRTON. Una aerodinamica discreta mi fa risparmiare qualche moneta da salvadanaio. Tanto basta per farmi perdere la visione retro e laterale, peccato mortale in città. L'aerodinamica spinta è altro affare: devo sedere sdraiato come un astronauta al decollo, e per ogni buca romana non vista dalla signora Raggi devo chiamare Huston.. (Huston, abbiamo un problema!, retromarcia cieca, quasi impossibile...) L'auto non è un giocattolo, ma un oggetto d'uso pratico come forchetta e coltello quando serve impugnarli. La semplicità difficile è il capolavoro delle intelligenze migliori.
Ritratto di AyrtonTheMagic
1 giugno 2019 - 08:45
2
Si ma nella vita esistono gli equilibri. Non è tutto con forma a goccia o a muro. Io parlo di efficienza, ovviamente entro i limiti dell'idea progettuale.
Ritratto di andrea999
6 giugno 2019 - 18:48
20 anni fa disegnavano auto con CX nettamente inferiore, maggiore abitabilità e visibiltà eccellente , non come ore che sacrificano tutto al design.
Ritratto di IloveDR
31 maggio 2019 - 11:25
4
"Questa settimana Mike Manley ha venduto $ 3,5 milioni di azioni FCA"...poi che il motore Firefly sia stato progettato male non gliene può fregà de meno...
Ritratto di ziobell0
31 maggio 2019 - 11:43
Linea azzeccata, marchio "vincente" = qui da noi se ne vendono a quintali. Poi prezzo alto, contenuti insomma e consumi alti non importa.....
Pagine
Annunci

Jeep Renegade usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Jeep Renegade usate 201411.99914.63018 annunci
Jeep Renegade usate 20159.99015.27098 annunci
Jeep Renegade usate 201612.80016.250121 annunci
Jeep Renegade usate 201713.90017.640110 annunci
Jeep Renegade usate 201814.99019.620144 annunci
Jeep Renegade usate 201916.50020.100214 annunci
Jeep Renegade usate 202016.25021.83070 annunci

Jeep Renegade km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Jeep Renegade km 0 201515.90015.9001 annuncio
Jeep Renegade km 0 201721.25024.6408 annunci
Jeep Renegade km 0 201817.40020.84055 annunci
Jeep Renegade km 0 201915.79021.950396 annunci
Jeep Renegade km 0 202020022.590785 annunci