PROVATE PER VOI

Lancia Ypsilon: non ricca, però astemia

Prova pubblicata su alVolante di
agosto 2011
  • Prezzo (al momento del test)

    € 13.820
  • Consumo medio rilevato

    20,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    115 grammi/km
  • Euro

    Euro 5
Lancia Ypsilon
Lancia Ypsilon 1.2 Gold
L'AUTO IN SINTESI

La nuova utilitaria Lancia ha dimensioni simili a quelle del vecchio modello, ma offre due porte in più. Abbastanza comoda per quattro persone, con il 1.2 a benzina consuma poco e, in quest’allestimento intermedio Gold, è proposta a un prezzo invitante; ma la dotazione va integrata a pagamento.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
2
Average: 2 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Non bada solo alle apparenze

La linea della carrozzeria è d’effetto e gli interni – a parte qualche assemblaggio migliorabile – non sono da meno. Ma rispetto al vecchio modello l’attuale Ypsilon è anche più pratica: ha cinque porte invece di tre e, sebbene sia stato eliminato il divano scorrevole, lo spazio per passeggeri e bagagli è soddisfacente. Pur non potentissimo, il 1.2 si fa apprezzare per il funzionamento silenzioso e omogeneo e per i bassi consumi. Bene anche guidabilità e comfort, un po’ meno la dotazione, che richiede integrazioni a pagamento.

La nuova generazione della Lancia Ypsilon ha una linea personale, con un frontale “importante” impreziosito da brillanti cromature, fiancate disegnate dall’alternanza di profili curvilinei e superfici bombate, e la coda contraddistinta dal lunotto allungato verso il basso ad “alleggerire” stilisticamente il portellone: fa un bel passo avanti rispetto al vecchio modello (che rimane in vendita, anche nella versione a Gpl).

Una soluzione inedita sono le cinque porte (invece di tre), con quelle posteriori che quasi non si notano perché le relative maniglie sono celate nella cornice del finestrino. È più ricercato anche l’abitacolo, che offre spazio sufficiente per quattro persone anche se non è più previsto (nemmeno come optional) il divano scorrevole: così lo spazio a disposizione dei passeggeri posteriori e dei bagagli non può essere “modulato” a piacimento.

Il quattro cilindri 1.2 a benzina (69 CV) non è un motore esuberante, ma ha dalla sua una grande rotondità di funzionamento, è silenzioso e dimostra un tiro generoso già ai regimi inferiori, facilitando la guida in città. Per avere più brio ci sono il bicilindrico 0.9 TwinAir (da 86 CV, anche con cambio robotizzato DFN a 5 marce), oppure il 1.3 a gasolio, che con i suoi 95 CV è il più potente della gamma.

Non troppo pesante (965 kg) e dotata di rapporti di trasmissione piuttosto “distesi”, la Ypsilon 1.2 si fa apprezzare anche per i consumi, bassi in tutte le condizioni d’impiego. A favorirla l’economia di carburante ci sono anche il sistema Stop&Start, che nelle brevi soste spegne il motore per poi riavviarlo automaticamente quando si preme l’acceleratore e la spia nel cruscotto che “suggerisce” al guidatore il momento migliore per cambiare marcia.

Non soddisfa appieno, invece, la dotazione: è vero che la Gold è proposta a un prezzo abbastanza accessibile, ma fa pagare a parte il quinto posto (altrimenti l’omologazione è per quattro) e, addirittura, i poggiatesta posteriori. E per quanto riguarda la sicurezza vanno aggiunti gli airbag laterali anteriori, mentre quelli frontali e quelli a tendina sono di serie per tutta la gamma, al pari dell’Esp.

VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
Tanto effetto… e qualche difetto

L’abitacolo è raffinato, con rivestimenti morbidi per plancia e pannelli delle porte, e la consolle rifinita in plastica nera lucida; alcuni dettagli appaiono, però, poco solidi. In rapporto alle dimensioni esterne lo spazio è parecchio: in quattro adulti si viaggia comodi; invece, il quinto posto – oltretutto offerto a pagamento – è davvero limitato. Discreto il bagagliaio: ha la soglia alta, ma la forma interna regolare lo rende più pratico di quel che la sua capacità – discreta ma inferiore a quella offerta dalle rivali più lunghe – lascerebbe immaginare.

Plancia e comandi
La plancia e i pannelli delle porte sono rivestiti in materiale morbido al tatto di colore scuro, ma a richiesta e senza sovrapprezzo lo si può avere anche marrone. Non meno d’effetto la consolle in plastica nera e lucida (peccato che tenda a flettere sotto la pressione delle dita e appaia facile a graffiarsi) e, di notte, i sottili fasci di luce color ghiaccio che filtrano ai lati della sovrastante strumentazione a pannello. Quest’ultima si affida alla classica coppia di ben leggibili strumenti analogici e a uno schermo digitale che, invece, patisce un po’ la luce diretta nonostante la presenza di una palpebra protettiva (peraltro d’aspetto non molto solido).

Abitabilità
La Lancia Ypsilon è un’auto piccola, ma lo spazio interno è ben sfruttato. Ovviamente chi sta davanti è più “coccolato”: le poltrone, dall’imbottitura non cedevole (e, perciò, adatta anche ai lunghi viaggi) sono comode e, grazie alla forma avvolgente, in grado di offrire un buon sostegno nelle curve. Come “suggerisce” il fatto che il quinto posto sia un optional a pagamento, il divano è effettivamente comodo solo per due persone; e chi supera i 180 cm d’altezza, comunque, trova la seduta un po’ corta e sfiora il soffitto con la testa. Non facile svuotare le tasche: oltre al pozzetto alla base della leva del cambio c’è solo il cassetto di fronte al passeggero (né ampio né rivestito, ma, in compenso, illuminato).

Bagagliaio
In termini di volume di carico la Ypsilon offre meno delle rivali più lunghe, ma il vano – peraltro dotato d’illuminazione e ben rifinito – ha una forma regolare e si sfrutta con facilità: i passaruota ingombrano poco e la buona distanza fra pavimento e tendalino (51 cm) permette di stivare l’occorrente per una breve vacanza in quattro. L’accessibilità, però, non è il massimo, perché pur in presenza di una bocca ampia e regolare si devono fare i conti con la soglia alta (72cm da terra) e col gradino di 16 cm che la separa dal pavimento; inoltre, reclinando gli schienali si forma un ulteriore dislivello di 11 cm che impedisce di far scorrere facilmente le valigie.

COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
Piacevole su ogni percorso

Nel traffico la Ypsilon si muove bene: ha un motore pronto e fluido e comandi dolci da azionare. Pur in grado di offrire un adeguato livello di comfort anche sui fondi “tormentati”, le sospensioni non sono troppo cedevoli e così fra le curve si può viaggiare spediti: il rollio è contenuto, la tenuta di strada sicura e l’Esp interviene soltanto quando si esagera; migliorabili, però, i freni. Al crescere dell’andatura la precisione dello sterzo si mantiene soddisfacente e la rumorosità del motore non diventa mai fastidiosa: così, nonostante le prestazioni non siano esuberanti, la Ypsilon è a suo agio anche in autostrada.

In città
La frizione richiede – come pure lo sterzo – uno sforzo per l’azionamento davvero contenuto, e altrettanto dolci sono gli innesti del cambio (la cui leva - che sbuca dalla consolle - risulta a portata di mano); inoltre, l’auto è maneggevole: nel traffico non ci si stressa. Buona pure la visibilità, almeno davanti e di lato; dietro, invece fanno comodo i sensori (che si pagano a parte). Del motore si apprezza la disponibilità ai bassi regimi (ma insistere oltre i 4000 è controproducente: più che la spinta, aumenta il rumore) e la fluidità d’erogazione.

Fuori città
Il servosterzo elettrico è ben tarato: la precisione non manca e le reazioni sono sincere. Dunque fra le curve si viaggia spediti, tanto più che le sospensioni – senza far mancare il comfort – tengono a bada il rollio, e le reazioni sono sempre prevedibili. Il meglio, comunque, lo si ottiene nella guida tranquilla, anche perché dal 1.2 non si può pretendere grinta: quando serve lo “scatto” per un sorpasso bisogna scalare marcia, e con il climatizzatore in funzione le prestazioni calano. Basso il consumo: abbiamo sfiorato i 19 km/l.

In autostrada
Le prestazioni non sono esuberanti, ma il 1.2 non ha il fiato corto e si difende anche in autostrada: a 130 orari lavora a 3500 giri e non fa troppo baccano. Dunque, il comfort si mantiene su buoni livelli, pure se le giunzioni dei viadotti qualche sobbalzo possono procurarlo; l’assetto e la precisione dell’appoggio, però, non ne risentono, anche perché l’Esp (di serie) è sempre vigile e pronto a recuperare eventuali perdite di stabilità. Rimane, tuttavia, migliorabile la frenata: l’impianto è poco potente e decisamente sensibile alla fatica.

QUANTO È SICURA
4
Average: 4 (1 vote)
Ciò che è di serie non basta

In attesa che l’Euro NCAP esamini la nuova Lancia Ypsilon, le considerazioni relative alla sicurezza devono limitarsi all’equipaggiamento. Compresi nel prezzo ci sono l’Esp, gli airbag frontali e quelli per la testa davanti e dietro, ma i “cuscini” anteriori laterali vanno aggiunti a pagamento e i fendinebbia sono di serie soltanto nella più ricca Platinum. Fra gli “extra” disponibili per la Gold ci sono anche il cruise control e i fari allo xeno.

Condivisibile la scelta della Lancia di equipaggiare con l’Esp tutta la gamma Ypsilon, assieme agli airbag frontali e a quelli a tendina (che riparano la testa degli occupanti) estesi anche ai posti dietro; sono inclusi nel prezzo pure gli attacchi Isofix ai quali fissare i seggiolini destinati al trasporto di bimbi. Ma ciò non toglie che sia necessario integrare a pagamento l’equipaggiamento di sicurezza di questa utilitaria con gli airbag laterali anteriori, dispositivi previsti come dotazione standard nella maggior parte delle rivali. Eccetto che nella “base” Silver sono disponibili con sovrapprezzo anche il cruise control e i fari allo xeno; altrettanto vale per i fendinebbia, previsti di serie soltanto nella top di gamma Platinum. Per i risultati dei crash test, comunque, di deve attendere: la Lancia Ypsilon deve ancora essere sottoposta alle “attenzioni” dell’Euro NCAP.

NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Sfizio sì, completezza no

Elegante e originale, ma anche piuttosto pratica, questa cinque porte è offerta a un prezzo allettante; occhio, però, alle integrazioni a pagamento e ai seducenti accessori che fanno lievitare l’esborso finale. Con il 1.2 a benzina consuma poco e, anche senza avere prestazioni brillanti, è piacevole da guidare sia in città, sia fuori: le sospensioni soddisfano le esigenze del comfort senza penalizzare agilità e tenuta di strada. Promossi i consumi, bassi in tutte le condizioni d’uso, mentre di migliorabile ci sono alcune finiture e i freni.

Ricca di personalità sia fuori, sia dentro l’abitacolo, ancor più del modello precedente questa Lancia Ypsilon merita un posto nel club delle “utilitarie sfiziose”. Ma non rinuncia alla praticità: ha cinque porte, è comoda per quattro persone e vanta pure un discreto bagagliaio. Di migliorabile ci sono alcune finiture e, su strada, sarebbe utile avere freni più potenti. Ma ciò non toglie che la guida sia piacevole e sicura (anche grazie all’Esp di serie), in città come fuori. Merito, anche, del 1.2 a benzina: ha prestazioni “giuste” e col suo funzionamento fluido e silenzioso favorisce il comfort. Da utilitaria questa Lancia ha anche i consumi contenuti e il prezzo interessante, ma nella valutazione di quest’ultimo va calcolata l’aggiunta di accessori che molte rivali offrono di serie, come gli airbag laterali, le prese Usb e Aux, o i comandi per gestire dal volante la radio e il vivavoce Bluetooth. Chi vuole il massimo può prendere in considerazione il sistema di parcheggio automatico Magic parking, come pure i pacchetti Vyp Zen (che include l’antifurto con sirena, due tagliandi gratuiti e l’estensione della garanzia da due a cinque anni) o Vyp Techno (con navigatore TomTom, sistema Blue&Me, sensori di parcheggio posteriori e cruise control).

PERCHÉ SÌ
 
 

Abitabilità
Per essere un’auto lunga soltanto 384 cm – quindi oltre una decina di centimetri meno delle rivali – l’utilitaria Lancia è piuttosto accogliente: si viaggia sufficientemente comodi anche dietro, a patto, però, di essere in due e non in tre.

Consumi
La Ypsilon è poco assetata, e ad aiutare chi guida a fare economia di benzina ci sono pure l’indicatore di cambiata (dispositivo che entro il 2012 diverrà obbligatorio per tutte le nuove auto vendute in Europa) e lo Stop&Start.

Motore
Non è esuberante, anche perché i lunghi rapporti del cambio favoriscono più i consumi che la ripresa. Però il quattro cilindri 1.2 vanta buona fluidità sin dai regimi più bassi, ha un’erogazione omogenea ed è silenzioso.

Sospensioni
Non sono cedevoli in curva, e nel contempo filtrano efficacemente le sconnessioni del manto stradale: rappresentano un riuscito compromesso fra le esigenze del comfort e quelle della guidabilità.

PERCHÉ NO
 
 

Assemblaggi
Dai materiali impiegati nell’abitacolo e dal design di svariati elementi è evidente la ricerca di “distinzione” legata al prestigio del marchio. Eppure, non mancano accoppiamenti imprecisi e superfici che flettono alla semplice pressione delle dita.

Dotazione
L’equipaggiamento della Gold è sufficiente in termini assoluti, ma incompleto se raffrontato a quello di alcune concorrenti: inevitabile spendere cifre extra per aggiungere acceessori importanti per il comfort e per la sicurezza.

Frenata
Non solo modulabilità del comando lascia a desiderare, ma sono al di sotto delle aspettative anche la potenza e la resistenza all’affaticamento dei freni. Colpa anche dell’impianto “povero”: davanti ci sono dischi non ventilati, dietro anacronistici tamburi.

Volante
La Ypsilon non può avere (nemmeno a pagamento) la registrazione in profondità del volante: si tratta di una caratteristica utile per ottenere una posizione di guida ottimale, alla quale un’utilitaria moderna e “raffinata” non dovrebbe costringere a rinunciare.

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 4a a 5000 giri   162,4 km/h 163 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 16,0   14,5 secondi
0-400 metri 20,0 111,7 km/h non dichiarata
0-1000 metri 36,9 140,2 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 42,4 124,0 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 40,3 115,2 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 27,1   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,2 km/litro 15,6 km/litro
Fuori città   18,9 km/litro 24,4 km/litro
In autostrada   13,9 km/litro non dichiarato
Medio   15,6 km/litro 20,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   40,5 metri non dichiarata
da 130 km/h   70,2 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   135 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,0 metri 9,4
Cilindrata cm3 1.242
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 51 (69)/5400
Coppia max Nm/giri 102/3000
Emissione di CO2 grammi/km 115
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 (manuale) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 384/167/152
Passo cm 239
Peso in ordine di marcia kg 965
Capacità bagagliaio litri 245/n.d.
Pneumatici (di serie) 185/55 R 15
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 4a a 5000 giri   162,4 km/h 163 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 16,0   14,5 secondi
0-400 metri 20,0 111,7 km/h non dichiarata
0-1000 metri 36,9 140,2 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 42,4 124,0 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 40,3 115,2 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 27,1   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,2 km/litro 15,6 km/litro
Fuori città   18,9 km/litro 24,4 km/litro
In autostrada   13,9 km/litro non dichiarato
Medio   15,6 km/litro 20,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   40,5 metri non dichiarata
da 130 km/h   70,2 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   135 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,0 metri 9,4
Cilindrata cm3 1.242
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 51 (69)/5400
Coppia max Nm/giri 102/3000
Emissione di CO2 grammi/km 115
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 (manuale) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 384/167/152
Passo cm 239
Peso in ordine di marcia kg 965
Capacità bagagliaio litri 245/n.d.
Pneumatici (di serie) 185/55 R 15
Lancia Ypsilon 1.2 Gold
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
6
10
7
2
6
VOTO MEDIO
3,3
3.258065
31
Aggiungi un commento
Ritratto di faro58
18 gennaio 2016 - 23:16
Ultima tornata dell'anno per l'ente indipendente europeo per la sicurezza automobilistica, che su 15 auto ne ha premiate 11 con il massimo del punteggio, le 5 stelle. Ma per la piccola italiana il bilancio è molto negativo di Andrea Barsanti | 2 dicembre 2015. A totalizzare il punteggio più deludente è stata però la Lancia Ypsilon, che ha avuto soltanto 2 stelle risultando la peggiore del 2015: non soltanto perché la piccola italiana, testata dopo il recente restyling, è risultata molto carente nella protezione degli adulti e e nei sistemi di sicurezza, ma soprattutto perché ha preso fuoco durante i test. Come si legge nella valutazione estesa di EuroNCAP, poco dopo la prova di crash frontale, s’è verificato un principio d’incendio nel vano motore quando il polo positivo della batteria è andato in cortocircuito e ha dato fuoco al liquido dei freni, che scorre in un tubo che le passa proprio accanto. Immediata la replica dell’azienda, che ha fatto sapere che si tratta di un fatto non si era mai verificato prima e che prenderà contromisure a partire dagli esemplari assemblati da dicembre. Resta da capire che cosa Lancia pensi di fare con le Ypsilon già in circolazione. Vogliamo aprire gli occhi o riteniamo che se una macchina è carina tutto il resto passi in secondo piano? La stanno forse regalando? Non mi sembra ma se fosse così sarei disposto a passar sopra ai difetti.Confrontate anche gli spazi di arresto con quelli di auto dello stesso segmento o anche di prezzo simile e poi se ne esce a testa alta ne riparliamo.
Ritratto di Ace
27 gennaio 2016 - 00:06
Abominevole pensavo che peggio della citroen visa e della nissan micra non c'era niente ma questa auto è brutta forte ci sta bene in mezzo a quelle.. ovunque la guardo non mi piace forse l'unica cosa decente è il volante il resto lo scarterei, senza parlare delle prestazioni! ecologica e che consuma poco ok ma in montagna ce la fa a salire? penso di si ma mi vengono dei dubbi guardando la scheda tecnica pare abbia le prestazioni di un ape piaggio!
Pagine
Annunci

Lancia Ypsilon usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Lancia Ypsilon usate 20125.3007.22051 annunci
Lancia Ypsilon usate 20135.9507.69056 annunci
Lancia Ypsilon usate 20146.3008.03055 annunci
Lancia Ypsilon usate 20156.9008.87047 annunci
Lancia Ypsilon usate 20167.9009.45060 annunci
Lancia Ypsilon usate 20178.39010.150102 annunci
Lancia Ypsilon usate 20188.49011.06035 annunci

Lancia Ypsilon km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Lancia Ypsilon km 0 201510.50011.2003 annunci
Lancia Ypsilon km 0 20169.30010.1805 annunci
Lancia Ypsilon km 0 20179.35011.74072 annunci
Lancia Ypsilon km 0 20188.29011.450439 annunci