PROVATE PER VOI

Lexus RX: più comoda che sportiva

Prova pubblicata su alVolante di
marzo 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 74.000
  • Consumo medio rilevato

    12,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    127 grammi/km
  • Euro

    6
Lexus RX
Lexus RX 450h F Sport
L'AUTO IN SINTESI

La Lexus RX 450h è spaziosa, accogliente e ricca: ha di serie i fari full led, gli interni in pelle, il navigatore, le sospensioni a controllo elettronico e molti sistemi di aiuto alla guida (allarme anti-colpo di sonno, avviso di cambio involontario di corsia, frenata automatica d’emergenza). Come tutte le ibride, beneficia di sgravi fiscali (il “bollo” si paga solo sui cavalli del motore termico) e, laddove previsto dalle amministrazioni locali, della possibilità di accesso alle zone a traffico limitato. Le linee spigolose hanno grinta, ma questa Lexus preferisce la guida in relax (in curva, il rollio è evidente). I due motori elettrici che “aiutano” il 3.5 V6 a benzina (insieme, le tre unità erogano 313 CV) fanno risparmiare carburante in città, quindi non sul terreno più congeniale a una maxi suv come questa, molto più adatta all’autostrada (dove, invece, le unità a corrente lavorano poco e le richieste di carburante sono più alte). Comunque, il consumo medio di 12,4 km con un litro di benzina è ragionevole e paragonabile a quello di rivali “tradizionali” con motori a gasolio.

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Un comodo salotto da viaggio

Se desiderate una suv dall’aspetto anticonformista (le elaborate linee tese e i tagli netti che distinguono la carrozzeria non passano certo inosservati) ma accogliente, questa Lexus RX 450h può fare al caso vostro. L’abitacolo è enorme e può ospitare senza sacrifici anche cinque adulti (utile il divano diviso in due parti, che per di più possono scorrere di 12 cm); inoltre, è ben rifinito, ha un piacevole aspetto sportivo e offre chicche come la ricarica a induzione (su un’apposita piastra alla base della consolle) per i telefonini che ne siano previsti. L’impianto multimediale, con ampio schermo di 12,3” e integrazioni per Android e Apple, è moderno, ma si comanda con un fin troppo veloce “mouse” fra i sedili. Altre pecche, la mancanza di vani refrigerati e di rivestimento nelle tasche per le porte (gli oggetti che contengono possono così dar luogo a rumori). Nulla da ridire sull’ottima posizione di guida rialzata: il sedile è ampio e con estese regolazioni elettriche. La guida è facile e sicura, grazie anche ai freni efficienti e alle quattro ruote motrici; le prestazioni sono briose ma non sportive (anche nella F Sport, la versione più performante): gli oltre 2000 kg di massa dell’auto le tolgono agilità e il sistema ibrido, che fa anche da cambio (simile a una trasmissione a variazione continua di rapporto), tende a far salire troppo i giri del 3.5 in rapporto allo scatto effettivo dell’auto. In compenso il continuo attivarsi e disattivarsi delle unità elettriche è impercettibile, a vantaggio di una fluidità di marcia davvero encomiabile. Nei crash test svolti nel 2015 dall’ente europeo Euro NCAP, la RX ha ottenuto il massimo punteggio, cinque stelle (efficace, in particolare, la protezione per gli adulti).

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Il baule è grande, però…

Plancia e comandi
L’aspetto futuribile del cruscotto della Lexus RX 450h non va a discapito della leggibilità degli strumenti. Davvero tante le informazioni visualizzabili (in modo intuitivo) nell’ampio schermo alla sinistra del contagiri circolare. Bassa e leggermente avvolgente, la plancia è di impostazione sportiva.

Abitabilità
L’abitacolo è molto grande. Davanti si viaggia “alla grande”, e dietro si sta bene pure in tre: il divano è largo e, grazie anche al pavimento piatto, chi siede al centro non ha intralci per i piedi.

Bagagliaio
Il vano è capiente ma, considerato che è quello di una suv lunga quasi cinque metri, ci saremmo aspettati anche di più. Altri limiti: la soglia di carico, a 80 cm d’altezza dal suolo, e gli appena 44 cm di spazio fra il piano di carico e il tendalino. Per il resto, il baule è realizzato con cura e ha una forma regolare.

COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
Senza fretta

In città
A batteria carica con la Lexus RX 450h si percorrono circa 1,7 km coi soli motori elettrici. La fluidità dell’erogazione e dei passaggi di marcia, oltre alla leggerezza dello sterzo, aiutano nel traffico. Ma le dimensioni sono d’impaccio, specie nei parcheggi. Preziosi i sensori di distanza (di serie), utile la retrocamera (optional).

Fuori città
Si viaggia comodi (anche se qualche buca si sente) e la guida è intuitiva. Per divertirsi ci sono le otto marce (simulate elettronicamente) inseribili con le palette al volante e due modalità di guida di intonazione più sportiva (quelle disponibili sono in totale sei): impostandole, lo sterzo, già pronto, s’indurisce un poco e l’auto diventa più reattiva (gli ammortizzatori s’irrigidiscono), anche se tutto questo non basta a renderla realmente agile. Ottimi i freni.

In autostrada
L’atmosfera è ovattata: i rumori restano fuori (a 130 km/h il 3.5 lavora a soli 1950 giri) e l’efficace cruise control adattativo (mantiene costante la distanza dai veicoli che precedono) agevola la guida. Lo sterzo leggero, però, può non essere gradito a tutti. Piuttosto rapide le riprese dopo i rallentamenti.

Fuori strada 
La trazione 4x4 e i 20 cm fra il sottoscocca e il suolo permettono di affrontare percorsi sconnessi senza troppi rischi per l’integrità della vettura. Ma questa non è una vera fuoristrada: non ha le ridotte, né il limitatore di velocità in discesa e nemmeno delle protezioni per la carrozzeria. Fatte per l’asfalto, inoltre, le ruote brunite di 20” con gomme larghe.

PERCHÉ SÌ

Comfort
L’abitacolo grande, ben isolato dai rumori e con sedili accoglienti, è l’ideale per i lunghi viaggi.

Facilità di guida
Anche se è una “macchinona”, si lascia “portare in giro” senza difficoltà.

Freni
Sono efficaci e resistenti.

PERCHÉ NO

Baule
Non è molto pratico e ce lo aspetterebbe più capiente.

Dettagli
Considerato il prezzo dell’auto, i vani portaoggetti potevano essere più curati.

Maneggevolezza
Fra le curve non è certo una gazzella.

SCHEDA TECNICA
Motore a benzina  
Cilindrata cm3 3456
No cilindri e disposizione 6 a V di 60°
Potenza massima kW (CV)/giri 193 (262)/6000
Coppia max Nm/giri 335/4600
   
Motore elettrico anteriore  
Potenza massima kW (CV)/giri 123 (167)/n.d.
Coppia max Nm/giri 335/n.d.
   
Motore elettrico posteriore  
Potenza massima kW (CV)/giri 50 (68)/n.d.
Coppia max Nm/giri 139/n.d.
   
Potenza massima complessiva kW (CV) 230 (313)
   
Tipo batteria nichel-metallo idruro
Emissione di CO2 grammi/km 127
No rapporti del cambio autom. CVT + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 489/190/169
Passo cm 279
Peso in ordine di marcia kg 2100
Capacità bagagliaio litri n.d.-539/1612
Pneumatici (di serie) 235/55 R18
Serbatorio di benzina (litri) 65
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4800 giri   209,8 km/h 200 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 8,4   7,7 secondi
0-400 metri 16,1 149,7 km/h non dichiarata
0-1000 metri 28,4 195,7 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE S Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 25,8 196,2 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 24,7 197,4 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,4   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 4,9   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,7 km/litro 18,2 km/litro
Fuori città   13 km/litro 18,2 km/litro
In autostrada   9,5 km/litro non dichiarato
Medio   12,4 km/litro 18,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   35,8 metri non dichiarata
da 130 km/h   60,4 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   12,3 metri non dichiarata

 

Lexus RX
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
51
19
17
15
14
VOTO MEDIO
3,7
3.672415
116
Aggiungi un commento
Ritratto di Mark R
16 dicembre 2016 - 14:23
Il consumo è ricavato "alla pompa"... ogni volta che faccio il pieno (allo stesso modo, cioè quando vado in riserva faccio il pieno e poi lo riempio fino all'orlo) azzero l'ODO trip e il gioco è fatto; il cdb sbaglia massimo di un 5% (esempio da 23.8km/l a 22.6km/l, questo è dipeso dal fatto che molte volte lascio lo storico). Non serve necessariamente avere uno strumento apposta... ricordo che la centralina legge tutti i valori... sta solo nel programmatore del software decidere se mostrare o no i dati e con che approssimazione... Se uno vuole avere il dato più attendibile possibile resetta lo storico prima di partire ed è fatta.... Poi sulla prius 2 ci programmi che permettono di visualizzare molti ma molti dati senza comprare uno strumento esterno come lo scangauge... Tu nel commento prima hai scritto le testuali parole "Se giri anche in città ma senza bollino rosso di traffico, dove l'unico volta in cui ti ritrovi in coda è per il semaforo, nonostante sia urbano, i vantaggi dell'ibrido cominciamo già a scemare".. lo hai detto chiaramente. Comunque i benefici dell'ibrido non si hanno solo in certe occasioni.... Nel mio percorso abituale di 15km di cui 12 in extraurbano, il motore si spegne e riaccende all'incirca 20-25 volte.... e senza problemi (questo è un vero start & stop)
Ritratto di tody
16 dicembre 2016 - 15:36
2
Se il metodo che usi fosse così preciso secondo te le riviste del settore andrebbero a utilizzare uno strumento concepito solo per quello (che ha un costo e richiedo tempo per l'installazione)? Conosco gente che ha la mia stessa auto e mi dice che in città gli fa almeno 23 km/l. Io più di 17 non riesco a farli. Guarda un po' le riviste del settore hanno consumi più vicini ai miei. Un amico ha una Punto prima serie e mi dice sempre che anche in città gli fa 16 km/l. 20 Km/l in autostrada fa fatica a farli il diesel più efficiente e tu li fai con l'ibrido. O guidate alitando sull'acceleratore o il vostro metodo di calcolare è un po' troppo ottimista.
Ritratto di Mark R
16 dicembre 2016 - 22:47
Se si potesse ti metterei una foto con il grafico del consumo ogni 15 minuti che lo fa la stessa prius... Con il valore di 3.5L/100km.... Questo in tarda primavera con pressione gomme a 2.3bar.... Ti ho spiegato come faccio... "alla pompa"... e ti dico che è attendibile... quando sai che con 43 litri di benzina fai sempre più di 1000km (circa 1200km in primavera-estate).... non ci vuole un gran strumento.... la matematica non è un'opinione... Io so ogni quanto faccio il pieno... quindi non sono troppo ottimista.. ma sono REALISTA ;) Ti ripeto... quello che legge lo strumento è il valore che gli dà la centralina ne di più ne di meno.... lo stesso che da il computer di bordo... Se vuoi la massima precisione devi eliminare lo storico.... Ripeto per l'ennesima volta: è tutto RELATIVO.. dipende dal proprio stile di guida. Tu a 200.000km hai ancora i freni di primo impianto a metà usura?? Non penso proprio... Questo sta a significare che ho disperso meno energia in calore... Pensa un po' che adesso ho messo le gomme a 3.2bar e l'usura delle gomme è più uniforme, tiene meglio e soprattutto consumo meno :) Questa primavera/estate, secondo me riuscirò a toccare i 2.9-3L/100km Ora sto facendo i 23km/l con un clima non ottimale ;)
Ritratto di tody
17 dicembre 2016 - 12:34
2
Se riesci a essere così parsimonioso buon per te. Ricordati però:1)i rilevamenti delle riviste sono omogenei, perché vengono rilevati guidando nello stesso modo e nei medesimi percorsi. 2) Anche il contakm non ha una precisione millimetrica. 3) A 130 di tachimetro corrispondono circa 120 reali o poco più. 4) Sono anni che gli automobilisti chiedono di rivedere il ciclo di omologazione dei consumi perché quanto dichiarato è sempre molto lontano dalla realtà, mentre tu invece riesci a fare meglio. 5) Il metodo che usano le riviste non è così semplice come lo descrivi tu. Guardati questo video di una rivista concorrente: http://tv.quattroruote.it/mondo-q/quattroruote-labs/video/nuovi-testi-di-consumo-gennaio-2014.;)
Ritratto di Mark R
17 dicembre 2016 - 13:02
Allora: non sarà sempre il medesimo stile di guida cambierà sempre qualcosa... le condizioni atmosferiche sono sempre diverse e questo influisce sul rendimento del motore.... I test più omogenei mi sembrano quelli di omniauto, dove viene percorso lo stesso tragitto... Prova ad andare a vedere la prova su strada di omniauto della prius 4... Noterai che nell'economy run hanno fatto più dei 38km/l.... Quello è un test reale dove comprende tutti i tipi di percorsi.... 4R non è per niente attendibile secondo il mio punto di vista... Tutte queste prove falsano molto la realtà ed influiscono sulla scelta... Tutto dipende dal proprio stile di guida.. che sicuramente non sarà mai uguale a quello di chi testa l'auto.... Il contachilometri ridà i dati rilevati dalla centralina ne più ne meno.... Il fatto che il tachimetro non restituisce il valore effettivo è per questioni imposte dalla legge.
Ritratto di tody
17 dicembre 2016 - 15:19
2
Omniauto, invece, a me sembra uno dei più superficiali perché si basa esclusivamente sul cdb. Sono d'accordissimo che tutto dipende dal proprio stile di guida, proprio per quello non puoi confrontare i dati che rilevi tu con quelli miei o di qualcun altro che ha il piede più pesante. Sul metodo di 4ruote non entro più di tanto nel merito, però anche alVolante ha rilevamenti simili (guardati sto video http://www.alvolante.it/news/consumi_reali_auto-201875). Comunque ti faccio i complimenti perché argomenti la tua tesi in modo educato e rispettando le opinioni degli altri (cosa ormai rara su questo sito).
Ritratto di Mark R
17 dicembre 2016 - 19:37
Grazie per il complimento :) Solo per fare un esempio: oggi ho fatto 150km tra andata e ritorno solo strada normale con temperatura di 1°C e umidità alta.. e ho fatto i 3.7L/100km; mai fatti in periodo invernale! arrivavo a fare massimo i 4.3L/100km però le gomme erano a 2.4bar ora a 3.2bar.
Ritratto di leomar
13 dicembre 2016 - 21:08
Le prime due auto che ho avuto mi hanno dato un sacco di problemi di affidabilità, per questo ho scelto di acquistare auto giapponesi, Ho posseduto due honda e due Toyota e non ho mai avuto un problema, anche minimo. Credo che rimarrò su queste marche ma a me l'auto serve e l'affidabilità è una componente troppo importante, però le auto giapponesi, sebbene abbiano una meccanica e un impianto elettrico di prim'ordine sono carenti, come dire, di carisma. La Lexus è un'auto splendidamente costruita, migliore delle tanto blasonate tedesche che in quanto ad affidabilità lasciano a desiderare relativamente a quanto costano e migliori anche delle inglesi e delle italiane ma mancano dello stesso fascino, d'altronde sarebbe come scegliere un vestito perché è di ottimo materiale, traspira e fa caldo ma poi non dona, quindi capisco che chi mette l'estetica e il fascino al primo posto faccia altre scelte. Rimane comunque il fatto che e alla Toyota le auto le sanno costruire molto bene che siano premier o auto popolari
Ritratto di francesco.87
13 dicembre 2016 - 21:20
cioè nella comparazione di ieri q5-jaguar arrivavano a 85mila euro.. con 10mila in meno si porta a casa questo capolavoro!!
Ritratto di tody
14 dicembre 2016 - 13:33
2
Come hanno detto altri l'ibrido è vincente su modelli tipo la Yaris o l'Auris, su questo catafalco è un ossimoro bello e buono. L'auto non mi convince neanche esteticamente parlando. E in ogni caso perché preferirla alla più piccola NX (che dà la stessa sostanza e costa meno)?
Pagine