PROVATE PER VOI

Mazda 3: la “X” va meglio. Ma non fa miracoli

Prova pubblicata su alVolante di
gennaio 2020
Pubblicato 17 novembre 2020
  • Prezzo (al momento del test)

    € 30.800
  • Consumo medio rilevato

    16,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    103 grammi/km
  • Euro

    6d
Mazda 3
Mazda 3 2.0 Skyactiv-X M Hybrid Exclusive

L'AUTO IN SINTESI

Media dalle forme personali e con impostazione sportiveggiante, la Mazda 3 si distingue anche nella tecnologia. Si tratta infatti del primo modello (insieme alla crossover CX-30) venduto anche con il motore Skyactiv-X, che è  un’esclusiva della casa giapponese. Utilizza la benzina ma, grazie a una lunga serie di modifiche (inclusa l’adozione di un compressore) riesce a funzionare come un diesel, con miscela “magra” (cioè con poco carburante) e combustione più rapida. Secondo la casa, il rendimento migliora e la potenza sale (a 179 cavalli, invece dei 122 o 150 delle altre versioni 2.0), e i nostri strumenti confermano: i miglioramenti ci sono, con consumi contenuti in rapporto alla potenza. Ma va detto che i migliori diesel restano lontani, e la grinta non è eccezionale, soprattutto in ripresa. Per il resto, la Mazda 3 si conferma un’auto non molto spaziosa in rapporto agli ingombri, ma ben rifinita, comoda e con una dotazione di serie  generosa. Abbastanza buono il comportamento su strada.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
3
Average: 3 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
5
Average: 5 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Beve poco ed è generosa (con gli accessori)

La Mazda 3 è una berlina dalle forme particolari, con frontale basso e grintoso e zona posteriore caratterizzata dai montanti molto estesi e dai vetri piccoli; discrete, in rapporto agli ingombri, sia l’abitabilità sia la capienza del bagagliaio. Questa versione è tecnicamente interessante perché porta al debutto l’innovativo motore Skyactiv-X: un 2.0 che va a benzina, ma nel quale, nella gran parte delle situazioni, la combustione avviene come nei diesel: per compressione (approfondiamo l’argomento qui). La casa dichiara vantaggi nei consumi e nelle prestazioni rispetto alle altre Mazda 3 2.0, e in effetti anche noi abbiamo registrato dei miglioramenti rispetto a quella da 122 CV (vedi qui). Tuttavia, considerando i 57 cavalli aggiuntivi (e il prezzo maggiorato di oltre 3.000 euro) ci aspettavamo qualcosa di più. Inoltre, ci sono auto simili che, pur non essendo ibride (questa giapponese ha un motorino elettrico aggiuntivo di 7,9 CV), sono più vivaci e “bevono” poco di più.

La guida soddisfa, con frenata e tenuta di strada di buon livello, unite a un cambio manuale dall’ottima manovrabilità. In città, però, si vorrebbero una frizione e uno sterzo più leggeri. La dotazione è molto ricca in rapporto al prezzo: include, fra l’altro, i fari a matrice di led, il cruise control adattativo e i cerchi di 18”. Segnaliamo poi che la Mazda 3 Skyactiv-X c’è anche 4x4 (unica Mazda 3 a offrire questa opportunità). Bene anche la sicurezza, certificata dall’Euro NCAP. Nei test compiuti nel 2019, la Mazda 3 ha ricevuto cinque stelle, con l’ottimo risultato di 98% nella protezione degli occupanti. Solo col buio la frenata automatica d’emergenza ha avuto qualche difficoltà nell’attivarsi per evitare l’investimento dei pedoni.

VITA A BORDO

3
Average: 3 (1 vote)
Curata, ma non tanto pratica

Plancia e comandi
I sedili in pelle sono di serie, ma il colore rosso, ripreso anche negli inserti della plancia e delle porte, è nel pacchetto a richiesta Design: dona vivacità a un interno che, dietro, è poco luminoso per via dei finestrini piccoli. La plancia è elegante e le finiture sono curate, ma nell’auto del test il comodo poggiabraccia scorrevole aveva preso gioco. Di serie per la Mazda 3 il navigatore, Apple CarPlay, Android Auto e il valido hi-fi della Bose, con 12 altoparlanti. Tuttavia, il ben visibile display di 8,8” non è “touch” e la gestione dal tunnel centrale, con manopole e tasti, è a volte macchinosa. Mancano poi la ricarica wireless dei cellulari e le rotelle per variare la portata delle bocchette.

Abitabilità
L’impostazione è sportiva, con i sedili rasoterra separati dall’alto tunnel che ospita la leva del cambio (contornata da una mascherina lucida facile a rigarsi). Le poltrone anteriori della Mazda 3, non molto larghe, sono riscaldabili e quella del guidatore ha le regolazioni di tipo elettrico. Il divano è piuttosto infossato e chi è alto più di 180 cm ha poco spazio per la testa. Mancano sia le bocchette dell’aria sia delle prese Usb per la ricarica (ce n’è una sotto il poggiabraccia anteriore); presente un bracciolo a scomparsa con portabibita.

Bagagliaio
La Mazda 3 non brilla per capienza fra le berline medie. Il vano è ben rifinito, ma l’accessibilità è appena discreta: la soglia di carico dista 76 cm da terra e 20 dal piano interno.

COME VA

3
Average: 3 (1 vote)
Ottimo cambio, ma il 2.0 potrebbe fare di più

In città
Consuma poco (14,3 km/litro sono un buon risultato per un’auto di questo tipo) e trae vantaggio da aiuti elettronici come le telecamere con vista tutt’attorno alla vettura e i sensori dell’angolo cieco dei retrovisori: meno male, perché la visibilità di tre quarti posteriore è molto limitata. Negli spazi stretti, poi, la Mazda 3 risente della lunghezza (446 cm non sono pochi) e del diametro di sterzata di 11,2 metri. Lo scatto è abbastanza buono, ma la frizione e il volante non sono leggeri da azionare.

Fuori città
Silenziosa e comoda (anche se sullo sconnesso non è così “morbida”), fra le curve dispone di una buona tenuta di strada, con rollio ridotto. Ottima la manovrabilità del cambio e ampio il campo di utilizzo del 2.0, che è pronto e regolare (ma non grintoso) da 1000 a 6500 giri. E consuma poco: 19,2 km/litro nel nostro consueto percorso di prova. 

In autostrada
La Mazda 3 è stabile e precisa anche a  elevata andatura. In sesta marcia, a 130 km/h il 2.0 lavora a soli 2800 giri, non facendosi sentire (l’insonorizzazione in generale è buona) e accontentandosi davvero di poca benzina: 15,9 km/litro. Gli manca, però, un po’ di spinta: nei falsopiani capita di dover scalare una marcia per mantenere l’andatura.

PERCHÈ SÌ

CAMBIO
Gli innesti sono precisi, e la leva si muove fluidamente: cambiare è un piacere.

CONSUMI
Questa versione fa risparmiare qualcosa rispetto a quella da 122 CV, e in generale è poco assetata.

DOTAZIONE
Di serie offre tanto: dall’head-up display ai sedili a regolazione elettrica agli aiuti alla guida.

FINITURE
Sono apprezzabili sia la scelta dei materiali, sia la bontà delle lavorazioni

PERCHÈ NO

BAGAGLIAIO
Capienza e accessibilità non sono un granché per la categoria.

INFOTAINMENT
Mancando uno schermo tattile, la gestione di Apple CarPlay, di Android Auto e del navigatore richiede più tempo e più passaggi.

POSTI DIETRO
Lo spazio è appena discreto, e i finestrini piccoli limitano la luminosità. 

PRESTAZIONI
Con 179 CV, ci aspettavamo più sprint e ripresa.

SCHEDA TECNICA

Motore a gasolio  
Cilindrata cm3 1998
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 132 (179)/6000
Coppia max Nm/giri 224/3000
   
Motore elettrico  
Potenza massima kW (CV)/giri 5,8 (7.9)/n.d.
Coppia max Nm/giri 48/n.d.
Tipo batteria ioni di litio
   
Emissione di CO2 grammi/km 103
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
Capacità di traino kg 1300
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 446/180/144
Passo cm 273
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1320
Capacità bagagliaio litri 358/1026
Pneumatici (di serie) 215/48 R18
Serbatoio litri 51

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 6250 giri   215,7 km/h 216 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,5   8,2 secondi
0-400 metri 17,2 137,5 km/h non dichiarata
0-1000 metri 30,7 177,3 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 35,4 152,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 35,3 141,5 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 8,7   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 16,6   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   14,3 km/litro 19,6 km/litro
Fuori città   19,2 km/litro 23,8 km/litro
In autostrada   15,9 km/litro non dichiarato
Medio   16,7 km/litro 17,2* km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   36,6 metri non dichiarata
da 130 km/h   61,6 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,2 metri 10,6


*In base al ciclo WLTP

Mazda 3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
124
73
42
37
37
VOTO MEDIO
3,7
3.670925
313


Aggiungi un commento
Ritratto di xmatte
18 novembre 2020 - 09:31
ELAN questo è un'altro. E il bello è che non ha capito se sta parlando di patate al metro o di carote al quadrato.
Ritratto di Miti
18 novembre 2020 - 09:44
1
Xmatte se sei così super intelligente e capisci di motori più di me ( o noi , visto che "sono un altro ) perché non mi / ci illumini con la tua scienza in motoristica. Invece di sparare cavolate non sapendo nulla di propulsori , perché non ti fai un giro in un blog di fruttivendolo , forse avrai più successo con i tuoi commenti. Il mio commento era semplicemente retorico. Niente di più e niente di meno. Adesso vai a farti un giro e parlare delle tue carote e patate. Saluti.
Ritratto di xmatte
18 novembre 2020 - 09:53
Veramente sei tu che dall'alto del tuo sapere ci hai informato che quei dati sono imbarazzanti. Immagino anche che hai provato a fondo il veicolo con questa motorizzazione. Dai condividi il tuo sapere e la tua esperienza!
Ritratto di Miti
18 novembre 2020 - 10:14
1
Giulia 330 N/m a 200 CV, il 3 cilindri PSA 110 CV con 230 N/m , il 4 cilindri 1,5 della Ford con 150 CV e 240 N/m. , Kia / Hyundai con il 1,4 turbo con 140 CV e 240 N/m. Tanto per sapere ...la scelta quando ho cambiato l'auto era tra la Mazda 3 ,Kia Ceed e Megane. Con la prova di guida. La coppia del motore di Kia/ Hyundai si avvertiva molto meglio delle altre. Mazda avrà il design ed forse , dico forse , materiali migliori. Ma in una vettura il motore viene per prima. Mazda è andate contra corrente con i propulsori. Non hanno fatto downsizing. Ma no mi risultano tutte quelle vendite per non dire anche i prezzi più alti. L'incentivo della Mazda era di 1500 euro a quel epoca. La Renault 2500. La Kia 5000 eurini.
Ritratto di Miti
18 novembre 2020 - 10:26
1
Che sia chiara una cosa. L'ibrido solo una casa sa farlo bene. La Toyota. Del resto o sono barzellette de ibride leggere ( per fregare i nostri soldi e l'ambiente ) o copie incolla del sistema ibrido giapponese. Avvisami quando gli altri faranno qualcosa di nuovo. Salvo l'elettrico. Parlo solo di motori termici&co
Ritratto di ELAN
18 novembre 2020 - 11:00
1
anche Honda con l'i-MMD e gli i-DCD.
Ritratto di Miti
18 novembre 2020 - 11:40
1
Elan, punterei di più sul I-DCD. Un ottima tecnologia. Ma non penso che può competere con la Toyota. Hanno tantissima esperienza ormai. E qui non parlo di velocità. Ma di tutto che un motore ibrido può dare. Comunque, la Honda fa motori veramente sofisticati. E di ottima qualità. Ho fatto una prova di guida con la corolla un paio di settimane fa. L'ha comprato un mio collega. Veramente un ottima auto. Riguardo la Mazda. Loro sono veramente cresciuti in qualità e design. Ma pur troppo come propulsori ... Quando ho provato la 3 ti giuro che mi calzava come un guanto. Forse non piace a tutti come forma della carrozzeria. O per il cruscotto un po' diverso di tutte le altre auto che avevo visto. Pur troppo era molto più cara. Non volevo ne gasolio ne l'ibrido. E il "X" era appena sfornato e non ero pronto rischiare con un motore nuovissimo. Dopo il giro di prova con il diesel ( pur troppo ) ha pesato anche il venditore che sembrava che voleva a tutti costi fare una statua alla Mazda. Ma ad un prezzo molto elevato ed in seguito sono andato via. La 3 era appena uscita da qualche mese. Un auto come dicevo molto interessante e un po' fuori dai schemi odierni. Saluti.
Ritratto di ELAN
18 novembre 2020 - 11:54
1
Intelligent dual clutch drive di Honda (doppia frizione) sono venduti in Giappone dal 2013
Ritratto di Miti
18 novembre 2020 - 12:33
1
Nel 2010 la prima Auris ibrida. Alla fine sono solo 3 anni differenza. Pensavo di più. Vuol dire che mentre noi europei tifavamo per il diesel loro già stavano cambiando la " marcia ". Poi ho sempre avuto dubbio riguardo dei interscambi di tecnologie tra le case giapponesi. Ma solo in Giappone.
Ritratto di ELAN
18 novembre 2020 - 13:05
1
Sì ma non vedo nulla di eccezionale oggi.
Pagine
Annunci

Mazda 3 usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Mazda 3 usate 201610.90013.1303 annunci
Mazda 3 usate 201710.50012.7502 annunci
Mazda 3 usate 201815.00016.5703 annunci
Mazda 3 usate 202021.50023.7203 annunci
Mazda 3 usate 202123.30024.1002 annunci

Mazda 3 km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Mazda 3 km 0 202027.00027.0001 annuncio
Mazda 3 km 0 202125.50025.5002 annunci