PROVATE PER VOI

Mercedes G: tosta come ieri, non solo nel look

Prova pubblicata su alVolante di
novembre 2020
Pubblicato 23 agosto 2021
  • Prezzo (al momento del test)

    € 120.270
  • Consumo medio rilevato

    9,1 km/l
  • Emissioni di CO2

    229 grammi/km
  • Euro

    6d
Mercedes G
Mercedes G 350 d Premium

L'AUTO IN SINTESI

La Mercedes Classe G conserva lo stile e la “formula” della precedente generazione, rispetto alla quale è tutta nuova e più spaziosa. Ben costruita (dettagli a parte) e confortevole, la G del test è mossa da un sei cilindri a gasolio con 286 CV; dai primi mesi del 2021 questa versione è stata messa fuori produzione, mentre rimane la 400d, con lo stesso motore portato a 330 CV. Il vellutato cambio automatico ha le ridotte: anche per questo (e per i tre differenziali bloccabili) in fuori strada quest’auto è quasi inarrestabile. Su asfalto la guida è migliorata, ma siamo ancora distanti dalle migliori suv; stesso discorso per gli “aiuti” elettronici, presenti ma non in gran numero. E il sistema multimediale risulti un po’ datato. 

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
5
Average: 5 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
5
Average: 5 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Aiuti alla guida
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Una riuscita evoluzione

Questa lussuosa fuoristrada conserva la linea squadrata e vecchio stile della Mercedes Classe G lanciata nel 1979, da tempo diventata un’icona per gli appassionati. Ma la somiglianza inganna: più largo di ben 12 cm, il nuovo modello eredita solo le maniglie esterne, il copri ruota di scorta e gli ugelli dei lavafari. A dire il vero, sono stati conservati anche l’inconfondibile rumore dello scatto delle serrature e il tonfo metallico della chiusura delle porte (che richiedono una certa forza per essere mosse): fanno parte dell’identità dell’auto. A differenza poi della Land Rover Defender (l’unica vera rivale), la G non ha rinunciato alla costruzione con telaio separato, più robusta e adatta all’utilizzo “estremo”. Per migliorare la guida sull’asfalto (comunque solo discreta), davanti sono state adottate raffinate sospensioni a quadrilatero alto, mentre dietro rimane il ponte rigido, benché evoluto.

Raffinato il 3.0 diesel con sei cilindri in linea di questa Mercedes Classe G: spinge forte, senza far rumore né vibrare. Ben si accorda al dolce cambio automatico e alle sospensioni tarate per il comfort. Come in passato, la G costa alcune decine di migliaia di euro in più rispetto alle suv della casa tedesca; una cifra che può essere in parte giustificata con l’aspetto inconfondibile, gli elevati contenuti tecnici e la ricca dotazione (in questa versione). La Premium plus ha infatti gli ammortizzatori elettronici, i sedili massaggianti con regolazione elettrica e l’hi-fi. Con la Premium si risparmia pur conservando il cruise control adattativo, il (brusco) mantenimento in corsia e il tetto apribile e già la “base” Sport ha gli interni in pelle e i fari a matrice di led. Sottoposta ai crash test dell’Euro NCAP nel 2019, la Mercedes G ha meritato cinque stelle nonostante negli urti frontali la protezione per il torso non sia sempre stata di alto livello.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Più spaziosa e ben curata (ma non ovunque)

Plancia e comandi
Anche l’interno è una reinterpretazione della precedente Mercedes Classe G, tanto che nella plancia a sviluppo verticale spicca il maniglione di appiglio per il passeggero, utile nel fuori strada “duro”. Materiali e montaggi sono di alto livello, ma c’è anche qualche “sbavatura” fastidiosa, dato il prezzo: come le tasche nelle porte non rivestite e alcuni comandi dall’apparenza poco “solida” (per esempio i tasti per bloccare i tre differenziali, realizzati in una plastica che imita malamente il metallo). Il sistema multimediale graficamente richiama i dispositivi più moderni della casa, ma è della precedente generazione: lo schermo di 12,3’’ non è tattile; poco pratico l’uso tramite rotella di funzioni come Android Auto e Apple CarPlay (di serie).

Abitabilità
Si avverte che, rispetto alla precedente generazione della Mercedes Classe G, è stata allargata: ora lo spazio è buono, anche per le persone di corporatura robusta. Si sta più in alto che in qualunque suv, e anche gli spilungoni hanno spazio per le ginocchia. Le poltrone di serie sono riscaldabili, massaggianti e regolabili elettricamente (poggiatesta incluso, che ha anche un tasto per avvicinarlo al capo). Dietro, chi siede al centro apprezza il pavimento piatto, il divano soffice e quasi piatto e lo schienale che si regola nell’inclinazione. 

Bagagliaio
Date le dimensioni esterne della Mercedes Classe G, e nonostante il fatto che l’ingombrante meccanica non permetta di avere il doppiofondo, lo spazio non delude. Per spalancare il portellone serve però oltre un metro di spazio libero dietro l’auto: è incernierato di lato e, anche se un pistoncino in basso aiuta, sembra proprio di aprire una pesante cassaforte. Il vano, regolare e ben rivestito di moquette, ha un tappetino in gomma. Alta da terra ma non troppo (per il tipo di auto) la soglia di carico: 76 cm.

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
Beve, ma va ovunque in pieno comfort

In città
In manovra, le “frecce” sporgenti aiutano a capire dove finisce il cofano; più difficile percepire gli ingombri laterali, per via dei passaruota allargati, e dietro la visibilità è critica, ma sensori di distanza e telecamere a 360° sono di serie. Sterzo piuttosto pesante a parte, il comfort a bordo della Mercedes Classe G è notevole: tombini, rattoppi dell’asfalto e dossi si sentono poco, e i passaggi di marcia per niente. La corposa e vellutata spinta del 3.0 fin dai 1000 giri aiuta nel traffico, e il consumo (8,7 km/l rilevati dai nostri strumenti) è tutto sommato accettabile. 

Fuori città
Per una fuoristrada, lo sterzo è sufficientemente preciso (si nota il passaggio dal sistema a circolazione di sfere a quello a pignone e cremagliera con comando elettrico), ma rimane poco diretto e il volante della Mercedes Classe G va riaccompagnato al centro dopo le curve. Questo, assieme all’evidente rollio (anche in modalità Sport) non invita alla guida “allegra”. Brusco il mantenimento in corsia, che anziché agire sullo sterzo (come in quasi tutte le altre auto) lavora sui freni. Il cui pedale richiede una certa forza per essere azionato, ma è ben modulabile. Il “sei cilindri in linea” convince per la silenziosità (anche a freddo) e la quasi assenza di vibrazioni: non sembra proprio un diesel. Ma il discorso vale anche nei consumi: non siamo andati oltre gli 11,3 km/l.

In autostrada
A 130 km/h, il motore della Mercedes Classe G “trotta” a 1750 giri con il cambio in nona marcia: sostanzialmente inavvertibile il suo rumore, e contenuto anche quello delle gomme che rotolano sull’asfalto. I fruscii, però, si fanno notare (almeno per gli standard di un’auto di lusso): colpa dell’aerodinamica “da mattone”, che penalizza anche i consumi (alla massima velocità concessa, abbiamo percorso solo 7,6 km/l). Questa versione ha di serie anche il monitoraggio dell’angolo cieco e il cruise control adattativo; mancano però i dispositivi più moderni, come la guida semi-autonoma.

Fuori strada
Pur con i pneumatici di serie, poco “artigliati”, la Mercedes G fa cose che le suv si sognano: merito anche delle marce ridotte (di serie). La capacità di guado è di 70 cm (10 in più della vecchia), l’altezza dal suolo è fissa a 24,1 cm (0,6 in più): una valore notevole, ma le molle ad aria, che consentirebbero di sollevare l’auto al tocco di un pulsante, sono state scartate dai progettisti perché reputate meno affidabili in fuori strada.

PERCHÈ SÌ

FUORI STRADA
Con le gomme adatte, l’auto è inarrestabile: come e più di prima.

MOLLEGGIO
Le sospensioni riescono ad assorbire con efficacia le asperità del terreno più accidentato.

MOTORE
Spinge subito e, per rumorosità e assenza di vibrazioni, sembra quasi un motore a benzina.

PERSONALITÀ
La casa ha migliorato i punti deboli della precedente G (a partire da abitabilità e sterzo) lasciando intatti quelli di forza, come l’aspetto “rude”.

PERCHÈ NO

DETTAGLI
Poco “solidi” i tasti in plastica del blocco dei differenziali. E le tasche ricavate nei pannelli delle porte non sono rivestite.

MANTENIMENTO IN CORSIA
Agisce sui freni, anziché sullo sterzo: il suo intervento è piuttosto brusco.

PORTELLONE
È pesante e, dietro, richiede oltre un metro di spazio libero per poterlo spalancare.

SISTEMA MULTIMEDIALE
Persino la Mercedes meno costosa (la A) ha l’evoluto Mbux con schermo tattile... 

SCHEDA TECNICA

Carburante gasolio
Cilindrata cm3 2925
No cilindri e disposizione 6 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 210 (286)/3400-4600
Coppia max Nm/giri 600/1200-3200
Emissione di CO2 grammi/km 229
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 9 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
Capacità di traino kg 3500
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 482/193/197
Passo cm 289
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 2372
Capacità bagagliaio litri 621/1941
Pneumatici (di serie) 265/60 R18
Serbatoio litri 100

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 7a a 3800 giri   198,0 km/h 199 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 7,6   7,4 secondi
0-400 metri 15,5 141,9 km/h non dichiarata
0-1000 metri 28,9 175,8 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE S Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 27,3 175,2 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 26,3 176,6 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,3   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 5,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   8,7 km/litro non dichiarato
Fuori città   11,3 km/litro non dichiarato
In autostrada   7,6 km/litro non dichiarato
Medio   9,1 km/litro 9,3* km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   39,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   65,2 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   13,2 metri 13,6


*In base al ciclo WLTP

Mercedes G
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
50
20
19
17
34
VOTO MEDIO
3,3
3.25
140


Aggiungi un commento
Ritratto di RubenC
23 agosto 2021 - 20:54
1
Una volta c'era una versione professionale più basica e un po' meno cara, però penso che non la comprasse nessuno...
Ritratto di Emanuele.80
23 agosto 2021 - 13:10
Quest'auto la capisco ancora meno dei SUV. Ha tutta la meccanica ed il telaio da fuoristrada PURA (tra le poche rimaste) ma punta ad essere un'auto di gran prestigio, ad un prezzo tale che NESSUNO la userà come fuoristrada. La prima classe G era nata con tutt'altro obiettivo, era un mezzo di utilità.
Ritratto di Quello la
23 agosto 2021 - 17:08
Esatto. Tutti a criticare il nuovo land rover, tranne poi, quando davvero c'è un fuoristrada, nessuno che ne faccia l'uso cui e' preposto.
Ritratto di FiestaLory
23 agosto 2021 - 14:20
Sempre commovente notare come tasti in plastica poco solidi, tasche non rivesiste e sistema multimediale inferiore rispetto anche ai modelli d'ingresso della gamma, si coniughino con 120000€ di prezzo in un sibilo fugace e impercettibile quando si tratta di auto tedesca, mentre per auto provenienti da altri lidi difetti analoghi sono le prime scintille di un rogo premeditato affamato di pretesti.
Ritratto di Volpe bianca
23 agosto 2021 - 14:51
Sono 120.270€ per la precisione. I 270€ sono il costo dei tasti in plastica, delle tasche non rivestite e del sistema multimediale scarso, e forse avanza anche qualcosa. Che "sviste".....
Ritratto di Quello la
23 agosto 2021 - 14:50
Ma perché a me piacciono le macchine che non mi serviranno mai?
Ritratto di Andre_a
23 agosto 2021 - 15:53
9
Credo che non ci sia nessuno al mondo a cui "serve davvero". Ma secondo me il bello è anche lì: non mi serve, costa 120000€, ma mi piace un sacco e quindi me la compro.
Ritratto di Veni Vidi Vici
23 agosto 2021 - 18:40
1
il ragionamento non fa una piega
Ritratto di Das Driver
23 agosto 2021 - 15:43
Veramente bella. Mio zio Jeff B. (non metto intero per la privacy) ne ha una uguale, la usa per portare il cane a fare i suoi bisogni nella sua tenuta di campagna. La parcheggia regolarmente contro un platano e la guida con gli stivali in gomma sporchi di fango. Ricordo che una volta è rimasto senza benzina, si è fatto recuperare dal suo elicottero. L'auto credo sia ancora la, contro il platano. Ne ha già acquistato un altra, con il pieno di benzina (opt).
Ritratto di dr_watson
23 agosto 2021 - 19:05
Digli di acquistare un altro platano, non si sa mai.
Pagine
Annunci

Mercedes G usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Mercedes G usate 201592.00092.0001 annuncio
Mercedes G usate 201674.300110.5804 annunci
Mercedes G usate 201799.900115.8304 annunci
Mercedes G usate 201887.90087.9001 annuncio
Mercedes G usate 201994.500104.2502 annunci
Mercedes G usate 202029.500119.0005 annunci
Mercedes G usate 2021214.000214.0001 annuncio

Mercedes G km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Mercedes G km 0 202159.900184.4605 annunci