PROVATE PER VOI

Mini Clubman: più pratica e spaziosa, ma costosa

Prova pubblicata su alVolante di
luglio 2016
Pubblicato 21 ottobre 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 31.000
  • Consumo medio rilevato

    16,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    109 grammi/km
  • Euro

    6
Mini Clubman
Mini Clubman Cooper D Hype Steptronic

L'AUTO IN SINTESI

Rilanciata a fine 2015, la Mini Clubman è diventata una vera famigliare (è lunga 425 cm, 29 più del modello precedente): ora offre un abitacolo più spazioso e quattro porte vere (prima erano tre, di cui una “mini” sul lato destro, mentre ora se n’è aggiunta una nella fiancata sinistra e anche le posteriori sono di dimensioni normali). Senza per questo abbandonare i classici fari ovali, il tetto piatto, le fiancate alte, i finestrini squadrati e il portellone a due ante che della Clubman è sempre stato un tratto distintivo. La plancia e la consolle riprendono le linee di quelle delle altre Mini, con finiture curate e materiali di qualità. Il 2.0 a gasolio da 150 CV è adeguato alla vettura e, pur non avendo un carattere realmente sportivo, è comunque brillante.

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
2
Average: 2 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
2
Average: 2 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

MANEGGEVOLE E SICURA

La Mini Clubman, originale e ricercata, ora ha quattro porte in luogo delle tre del vecchio modello, per facilitare l’accesso a bordo. Più spaziosa (per i passeggeri e per i bagagli), conserva un look inconfondibile, con forme solo più arrotondate e filanti. Il 2.0 turbodiesel da 150 CV ha una discreta grinta. Il cambio automatico a otto marce (a richiesta) è dolce e veloce, e contribuisce a rendere la guida più piacevole e facile in ogni situazione (realizzato dalla giapponese Aisin, è un classico automatico con convertitore di coppia, montato anche da altri modelli del gruppo, come la BMW Serie 2 Gran Tourer e la X1; sulle vetture più grandi, invece, c’è il più conosciuto ZF, sempre a otto marce). Se in città la vettura convince per la notevole maneggevolezza, nei percorsi tortuosi si fa apprezzare per le sospensioni tutt’altro che cedevoli, che limitano il rollio in curva e garantiscono un’elevata tenuta di strada. Precisa la guida, specie se con il comando Driving Modes (varia su tre livelli le risposte di motore, cambio e sterzo) si seleziona la modalità Sport, che rende anche più reattiva la macchina. La Hype ha i fari bi-led, ma è cara e fa pagare a parte accessori che oggi sono spesso di serie. Come i sensori di parcheggio posteriori: utili perché, dietro, la visibilità è modesta. Un valore aggiunto per la sicurezza è il pacchetto Driving Assistant (optional), con il cruise control adattativo, la frenata d’emergenza in città e il sistema che mostra i segnali stradali.

VITA A BORDO

5
Average: 5 (1 vote)
ORIGINALE E DI QUALITÀ 

Plancia e comandi
Moderni e ricercati, gli interni della Mini Clubman ripropongono i tratti più caratteristici delle Mini: il cruscotto a due strumenti, dietro il volante, e il grande schermo multifunzione, circondato da un anello luminoso, al centro della plancia. Tutti i materiali sono di ottima qualità, le plastiche morbide e assemblate con cura. Ampie le possibilità di personalizzazione: a listino sono numerosi gli abbinamenti cromatici ottenibili accostando i colori degli inserti nella plancia e nelle porte coi rivestimenti dei sedili e del volante (rifiniti con attenzione quasi artigianale). Tra gli optional disponibili per arricchire la dotazione ci sono la radio digitale e l’hi-fi della Harman/Kardon, da 410 watt e 12 altoparlanti (quasi 1.000 euro) e il navigatore Professional dell’auto in prova, che prevede lo schermo di 8,8” e mostra anche le mappe satellitari. Ma il climatizzatore automatico bizona (quello di serie è manuale) si paga a parte.

Abitabilità
Davanti lo spazio non manca, ma anche dietro due adulti non possono lamentarsi; stretto e meno comodo il posto per il passeggero al centro del divano, penalizzato anche dall’alto tunnel centrale della trasmissione (la Mini Clubman è disponibile anche nella versione 4x4 siglata ALL4) e dal mobiletto ingombrante. Le poltrone anteriori sono comode, con la seduta e lo schienale dai fianchetti molto pronunciati, che trattengono bene il corpo nelle curve. Le regolazioni elettriche memorizzabili (per guidatore e passeggero) sono disponibili come extra. Il divano, largo nei due lati, al centro è più stretto e ha l’imbottitura rigida. Il “clima” bizona (optional) include le due bocchette posteriori.

Bagagliaio
L’apertura non è alta, ma larga e di forma regolare. Il vano, ben sfruttabile, è illuminato da due luci; tra la soglia e il fondo ci sono 6 cm e, quando si ripiega il divano, si dispone di un fondo piatto. Adatto pure per una (breve) vacanza in quattro, il baule ha una discreta capacità: 360 litri, 100 in più che nel vecchio modello. A pagamento, nel pacchetto Portaoggetti, lo schienale in tre parti (40/20/40, di serie è 60/40). Sotto il piano di carico si cela un vano di grandi dimensioni che consente di guadagnare 18 cm in altezza.

COME VA

0
Nessun voto
IL TRAFFICO NON LA SPAVENTA

In città
Il motore pronto e le dimensioni non esagerate rendono la Mini Clubman facile da guidare in spazi ristretti. Lo sterzo è leggero e il cambio automatico efficiente nel ridurre lo stress nel traffico. Le sospensioni non digeriscono del tutto il pavé e la scarsa visibilità posteriore mette un po’ in difficoltà nei parcheggi. Non male il consumo, che si attesta su 14,3 km con un litro.

Fuori città
Benché il comfort sia più elevato che in altre Mini, anche questa versione rimane abbastanza rigida: divertente sulle strade ricche di curve, gratifica con il suo sterzo preciso e il ridotto coricamento laterale in curva. E, premendo il tasto Sport, la reattività della macchina aumenta. Elevata la percorrenza media di 18,5 km con un litro di gasolio.

In autostrada
Su asfalto privo di sconnessioni si viaggia con un discreto comfort, specie a velocità costante (a 130 km/h, in ottava marcia, il motore è a soli 2100 giri); solo in accelerazione il 2.0 si fa sentire un po’. Nei curvoni la tenuta di strada è rassicurante. Non delude la ripresa dopo i rallentamenti. La percorrenza media è risultata di 15,9 km con un litro.

PERCHÈ SÌ

Agilità
Anche se cresciuta nelle dimensioni, la vettura si muove bene in città.

Cambio
L’automatico è dolce (ma anche rapido, se serve) nell’inserimento delle otto marce.

Finiture
L’abitacolo e il baule sono realizzati con cura. Gradevoli (sia al tatto sia alla vista) i materiali dei rivestimenti. L’assemblaggio è preciso.

Tenuta di strada
Il comportamento della vettura è genuino: infonde sempre sicurezza.

PERCHÈ NO

Dotazione
Sono tanti gli accessori a pagamento che dovrebbero essere di serie: dal “clima” automatico ai sensori di distanza.

Prezzo
Alto, pur considerando la qualità delle finiture e l’immagine di auto originale e ricercata.

Quinto posto
Il tunnel alto e il mobiletto tra i sedili tolgono spazio a chi siede al centro del divano.

Visibilità posteriore
Ostacolata dal lunotto piccolo e “spezzato” dalla larga chiusura centrale.

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm3 1995
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (150)/4000
Coppia max Nm/giri 330/1750
Emissione di CO2 grammi/km 115
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 425/180/144
Passo cm 267
Peso in ordine di marcia kg 1360
Capacità bagagliaio litri 360/1250
Pneumatici (di serie) 225/40 R18

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 7a a 4050 giri   205,9 km/h 212 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,5   8,5 secondi
0-400 metri 16,9 135 km/h non dichiarata
0-1000 metri 30,7 171,7 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE S Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 28,6 171,2 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 27,3 173 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,9   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 6,8   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   14,3 km/litro 20,4 km/litro
Fuori città   18,5 km/litro 24,4 km/litro
In autostrada   15,9 km/litro non dichiarato
Medio   16,7 km/litro 22,7 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,4 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   136 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,2 metri 11,3

 

Mini Clubman
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
41
21
26
33
76
VOTO MEDIO
2,6
2.583755
197
Aggiungi un commento
Ritratto di littlesea
22 ottobre 2016 - 06:22
E io invece ti dico che tutta sta differenza a livello di finiture non la vedo...Plastiche magari alla vista migliori ma solo alla vista...
Ritratto di MAXTONE
22 ottobre 2016 - 13:17
Le hai passate al microscopio per essere certo del fatto che siano migliori solo alla vista.
Ritratto di littlesea
22 ottobre 2016 - 17:44
Si, perché?...Ma che ne sai...
Ritratto di MAXTONE
22 ottobre 2016 - 19:43
E tu che ne sai?
Ritratto di littlesea
22 ottobre 2016 - 23:52
Forse anche più di quanto tu spari...O sei l'enciclopedia vivente dellautomobilismo, oppure sei laureato in tecnica dei materiali per poterti arrogare di conoscere il valore delle finiture nelle auto...Mini sarà Bmw ma, ribadisco, NON VALE quanto costa, al pari di q2, smart e A1...
Ritratto di gbvalli
22 ottobre 2016 - 09:03
Sarà anche "di qualità", ma certo che più brutta di così era difficile farla. Peccato, la mini era riuscita a rimanere fedele alla sua impronta originale, unica, personalissima e bellissima, fino alla penultima versione. Con quest'ultima ha abbandonato il suo "sapore", la sua immagine originale, ed è caduta nel grande calderone delle auto pseudo-snob che vorrebbero-ma-non-possono emergere sull'uniformità generale.
Ritratto di kuruma74
22 ottobre 2016 - 09:56
Ragazzi non scherziamo per cortesia. Stiamo paragonando un auto che monta il blue and me e una che monta il BMW professional. Diamo a Cesare quel che è di Cesare, senza stare a fare tanti paragoni estetici, che alla fine i gusti sono gusti, io ho una 500L e la sto per cambiare con Mini Clubman, come esterni vi dico la verità non mi fanno impazzire nessuna delle 2 ma la qualità generale e soprattutto quella degli interni, parliamo di una galassia di differenza. Poi il motore lasciamo stare.
Ritratto di littlesea
22 ottobre 2016 - 11:41
Cioè tu davvero riesci a vedere una maggiore qualità degli interni?...Avrai preso la versione da 30.000+optional!...E poi...il motore...vorresti dire che il 1.6 Mtj 2 della Fiat non è valido? Mah!
Ritratto di Fdkk
22 ottobre 2016 - 13:55
2
No hai ragione anzi Fiat è rifinita meglio. Tutta questa gente deve essere proprio pazza a spendere almeno un 30% in più per una macchina più brutta e rifinita peggio. Tutti pazzi e incompetenti.
Ritratto di littlesea
22 ottobre 2016 - 14:27
Infatti...
Pagine
Annunci

Mini Clubman usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Mini Clubman usate 201411.90011.9001 annuncio
Mini Clubman usate 201512.50016.30010 annunci
Mini Clubman usate 201611.90017.29074 annunci
Mini Clubman usate 201713.90018.37038 annunci
Mini Clubman usate 201817.40021.3908 annunci
Mini Clubman usate 201919.40026.28030 annunci
Mini Clubman usate 202028.70028.7001 annuncio

Mini Clubman km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Mini Clubman km 0 201825.90030.2107 annunci
Mini Clubman km 0 201922.90030.99020 annunci
Mini Clubman km 0 202028.30028.3001 annuncio