PROVATE PER VOI

Mini Countryman: saltella un po’, ma nella guida appaga

Prova pubblicata su alVolante di
aprile 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 37.900
  • Consumo medio rilevato

    15,6 km/l
  • Emissioni di CO2

    126 grammi/km
  • Euro

    6
Mini Countryman
Mini Countryman Cooper D Jungle ALL4 Steptronic
L'AUTO IN SINTESI

Cresciuta di 20 centimetri rispetto alla precedente edizione, la Mini Countryman diventa più spaziosa e offre una buona capacità di carico (oscilla fra 450 e 566 litri facendo scorrere il divano, e passa a 1390 reclinandolo). L’abitacolo mostra un’elevata cura per i particolari e, come la carrozzeria, uno stile personale e moderno. Ma è soprattutto per la guida che questa crossover risulta appagante: la tenuta di strada è notevole (anche per via dell'assetto rigido) e lo sterzo preciso. Quest’ultimo però non è proprio leggero: lo si nota in manovra e nella guida a bassa velocità. Brillante il duemila turbodiesel da 150 cavalli; in questa versione è abbinato a un cambio automatico a otto marce, abbastanza rapido ma non fulmineo (e in questo caso non si può neppure ordinare quello sportivo, più rapido e con le palette al volante per la selezione manuale delle marce). 

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
5
Average: 5 (1 vote)
Qualità/prezzo
2
Average: 2 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
ORIGINALE E SPORTIVA

Seppur più ingombrante del modello precedente, la Mini Countryman resta una crossover agile e divertente da guidare. Alle forme accattivante abbina dettagli sfiziosi, che però si pagano a parte: è il caso degli specchietti che proiettano il logo Mini sull'asfalto quando si apre la vettura col telecomando, o della plancia retroilluminata. Tra gli extra ci sono anche i tappetini e la radio Dab: in un'auto così ricercata e moderna ci si aspetterebbe di averli di serie… Grave l'assenza (anche tra gli optional) di sistemi di sicurezza quali il sistema contro le uscite volontarie di corsia e i sensori per l'angolo cieco dei retrovisori. Queste lacune hanno fatto ottenere alla vettura solo 51 punti su 100 nella valutazione dell’Euro NCAP relativa ai sistemi di assistenza alla guida, ma nei crash test realizzati nella stessa sessione (nel 2017) la crossover inglese ha ottenuto il massimo punteggio. Tra i motori, il 2.0 turbodiesel da 150 CV è di sicuro quello che meglio abbina prestazioni e consumi: tuttavia, è un peccato non poterlo abbinare al cambio automatico sportivo, riservato alla SD (oltre che alla "S" a benzina) che di cavalli ne ha 190. Per il resto la Countryman Cooper D è in grado di accontentare anche i palati più fini in fatto di guida sportiva: la tenuta di strada è elevata, e lo sterzo preciso (ma un po' pesante). Il conto da pagare è qualche saltellamento sullo sconnesso per via delle sospensioni rigide.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
LO SPAZIO NON MANCA, NEPPURE PER LE BORSE

Plancia e comandi
Realizzata con plastiche morbide al tatto (rigido e soggetto ai graffi solo il rivestimento alla base del cambio), la plancia è inconfondibilmente Mini, con i tradizionali elementi circolari: dai comandi sulle razze del volante, alla strumentazione. Fanno eccezione solo le bocchette dell'aria, ora a forma di rettangolo con i vertici arrotondati, mentre sul vecchio modello erano circolari. Alla base della consolle ci sono cinque levette a bilanciere (anch'esse si rifanno alla tradizione Mini): quella centrale avvia e spegne il motore. Utile l'head-up display (a richiesta) che proietta su una lastrina sopra il volante informazioni utili, come la velocità e le indicazioni del navigatore, riducendo la distrazione alla guida.

Abitabilità
L'aumento di lunghezza della Mini Countryman e, soprattutto, di passo (la distanza tra le ruote anteriori e quelle posteriori è cresciuta di 7 cm) ha portato a maggiore spazio per i passeggeri posteriori. Soffre soltanto chi è al centro del divano (scorrevole di 13 cm, e con lo schienale suddiviso in tre parti 40/20/40): il tunnel sul pavimento è ingombrante, come le bocchette del "clima".

Bagagliaio
Il vano bagagli è ben rifinito, e tutto sommato ampio. Facendo scorrere in avanti il divano, la capacità cresce da 450 litri a 566, senza rinunciare a nessuno dei posti per i passeggeri. Viaggiando in due, invece, si arriva a 1390 litri. Peccato solo che il piano di carico, che nasconde un capiente doppiofondo, non si possa abbassare: in questo modo si potrebbero sovrapporre anche due grandi valigie, operazione invece impossibile se non togliendo la cappelliera (la distanza fra quest'ultima e il piano è di 46 cm).

COME VA
5
Average: 5 (1 vote)
IN MANOVRA SI FA GINNASTICA, IN CURVA CI SI DIVERTE

In città
I (tanti) centimetri in più rispetto al vecchio modello non impacciano la Mini Countryman nel traffico: anzi, il terzo finestrino sopra il baule è più ampio e migliora la visuale di tre quarti posteriore. Lo sprint al semaforo è buono, e i consumi non sono esagerati (13,9 km/litro rilevati). Confortevole il cambio, mentre le sospensioni sono rigide e lo sterzo pesante, in tutte le modalità di guida.

Fuori città
La tenuta di strada e la precisione dello sterzo sono quasi da berlina sportiva: sul misto questa crossover è divertente, e l’Esp (disinseribile a più livelli) interviene di rado. Vivace il 2.0 turbodiesel (che nella guida tranquilla non risulta neppure troppo assetato con 17,9 km litro effettivi); potenti i freni, mentre il cambio automatico non è dei più rapidi.

In autostrada
A 130 km/h i consumi della Mini Countryman sono solo discreti (14,3 km/litro rilevati). In compenso, il motore fa sentire poco la sua "voce" (a 130 km/h in ottava lavora a 2000 giri), e si avverte giusto qualche fruscio e un po’ di rumore di rotolamento delle gomme sull’asfalto più granuloso. In definitiva, si viaggia rilassati, anche grazie alla posizione di guida rialzata: peccato solo per qualche sobbalzo di troppo sui cambi di asfalto o in presenza di avvallamenti.

Fuori strada
La Mini Countryman non è certo votata all'off-road "duro": l'altezza da terra è di appena 16,5 cm. Per contro, i paraurti sporgono poco rispetto alle ruote: raro strisciarli nell’attacco o all’uscita delle pendenze ripide. Sui fondi scivolosi emerge l’efficace trazione integrale, mentre l'originale applicazione Mini Country Timer (fa parte del pacchetto Wired) dà le statistiche dell’uso in off-road: indica i chilometri percorsi e il grado di difficoltà raggiunto, fino arrivare al livello "Cliff Champ" (campione di arrampicata).

PERCHÉ SÌ

Divano scorrevole
Davvero pratico, permette al bisogno di far crescere la capacità del baule, senza "lasciare a piedi" nessuno dei passeggeri. Utile anche il frazionamento 40/20/40.

Guida
Sul misto la Mini Countryman è appagante, grazie all’agilità e alla tenuta di strada elevate.

Qualità
L’abitacolo è curato, anche se qualche dettaglio potrebbe essere migliorato.

PERCHÉ NO

Assistenza alla guida
In un'auto così moderna (e costosa) non dovrebbero mancare il sistema contro le uscite involontarie di corsia o i sensori per l’angolo cieco dei retrovisori. Invece...

Comfort
Se alle sospensioni, rigide, sono abbinati i cerchi di 19”, se la strada non è “un biliardo” si sobbalza. Inoltre, lo sterzo è pesante in manovra e a bassa andatura.

Optional
Giusto che alcuni sfizi (come la plancia retroilluminata) si paghino. Ma la radio Dab e i tappetini ci si aspetta che siano di serie.

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1995
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (150)/4000
Coppia max Nm/giri 330/1750-2500
Emissione di CO2 grammi/km 126
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 430/182/156
Passo cm 267
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1500
Capacità bagagliaio litri 450-566/1390
Pneumatici (di serie) 225/55 R15

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 7a a 3850 giri   200,5 km/h 205 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,1   8,7 secondi
0-400 metri 16,4 133,2 km/h non dichiarata
0-1000 metri 30,5 168,1 km/h non dichiarata
       
RIPRESA in Drive S Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 29,1 168,3 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 27,7 169,5 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 3   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 7,1   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,9 km/litro 19,2 km/litro
Fuori città   17,9 km/litro 22,2 km/litro
In autostrada   14,3 km/litro non dichiarato
Medio   15,6 km/litro 20,8 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   36,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   59 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11 metri 11 metri

 

Mini Countryman
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
25
24
23
32
61
VOTO MEDIO
2,5
2.51515
165
Aggiungi un commento
Ritratto di slvrkt
28 agosto 2017 - 22:09
2
capito, ma dove vivo in diesel non esiste, e sia mini che CX-3 sono vendute di base con 150cv benzina e sono piu' che divertenti da guidare: la 500x con 180 ma per via del peso e del cambio automatico pessimo e schizofrenico il piacere di guida di quest'ultima e' nullo. La ch-r viene invece perlopiu' venduta con un mediocre 1.4 120 cv o 2.0 140 cv e considerando che pesa anche molto, la guida ne viene irrimediabilmente compromessa - e dire che il telaio non sarebbe malissimo, per essere una toyota.
Ritratto di supermax63
30 agosto 2017 - 04:15
Sua errata corrige:1800cc Ibrido di derivazione Prius
Ritratto di Ercole1994
28 agosto 2017 - 17:06
Questa la trovo leggermente meglio riuscita della Clubman. La Clubman dal vivo, accentua ancor di più i suoi volumi da "carro funebre", soprattutto dell'eccessivo sbalzo posteriore. Invece la Countryman, per quanto non bellissima, riesce ad essere un pelino più equilibrata per l'altezza da terra di qualche centimetro superiore.
Ritratto di francesco.87
28 agosto 2017 - 17:30
quanti soldi!! per un auto di 4.30m!!
Ritratto di napolmen4
28 agosto 2017 - 17:47
di mini ha poco o nulla anche in rispetto alla sua antenata!!
Ritratto di Ercole1994
28 agosto 2017 - 18:01
Beh, anche la 500X non è coerente allo spirito della storica antenata. Ovviamente, lo dico per obbiettività, non per attaccare.
Ritratto di Alfiere
28 agosto 2017 - 19:48
1
E un altro modello, un altra era, basta fare i puristi del marchio sul web, non sembrate fighi. Nell'idea, comunque, sono auto molto simili. La mini era di tendenza, lo è sempre stata e lo è anche questa clubman per chi ama i suv piccoli da città e gite, nonostante il basso rapporto ingombri esterni / spazio interno.
Ritratto di Alfiere
28 agosto 2017 - 19:49
1
Refuso, intendo la Countryman
Ritratto di Alfiere
28 agosto 2017 - 22:37
1
E veramente si, stai facendo il purista senza capirne un accidente... C'era un motivo per il quale la cooper era 3 porte e grossa quanto un aigo. E non era perchè i progettisti si alzarono con quell'idea la mattina, ma per le doti di tenuta e rigidità. Oggi continui a dire che "non ha senso" oltre tre porte, ma nel frattempo l'ingegneria non è quella degli anni 60.
Ritratto di The Krieg
28 agosto 2017 - 18:29
La nuova countryman, oltre ad essere costosissima, è notevolmente peggiorata. Invece trovo la sorella Clubman molto riuscita (anche se costosetta).
Pagine