PROVATE PER VOI

Opel Grandland X: non è regalata ma scatta decisa

Prova pubblicata su alVolante di
marzo 2019
Pubblicato 13 marzo 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 34.400
  • Consumo medio rilevato

    16,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    111 grammi/km
  • Euro

    6
Opel Grandland X
Opel Grandland X 1.6 Ecotec 120 CV Ultimate
L'AUTO IN SINTESI

Non a buon mercato, ma in compenso ben rifinita e provvista di un equipaggiamento di serie che include anche ausili alla guida di ultima generazione, la Opel Grandland X è una crossover spaziosa in rapporto agli ingombri esterni, che sono inferiori a quelli di una wagon media. Confortevole e gratificante da guidare pure fra le curve, può essere equipaggiata con il pacchetto All Road (gomme M+S e controllo della trazione, che è solo anteriore, di tipo evoluto) per affrontare con un’arma in più anche fondi a bassa aderenza. Tutt’altro che sottodimensionato il 1.6 a gasolio da 120 CV della versione in prova: è un quattro cilindri di origine PSA (gruppo francese che ha assorbito il marchio tedesco) del quale si apprezzano anche i ragionevoli consumi; è proposto in alternativa al brillante 2.0 da 177 CV, disponibile, unicamente con cambio automatico, e al 1.2 turbo a benzina da 131 CV.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
2
Average: 2 (1 vote)
PERCHÈ COMPRARLA
Versatilità formato famiglia

La Opel Grandland X è una “media” crossover che sfrutta efficacemente i 448 cm di lunghezza della carrozzeria, offrendo una notevole abitabilità e un baule degno di una station wagon (ma dall’accessibilità penalizzata dalla soglia molto distante da terra). La versione in prova impiegava un 1.6 turbodiesel da 120 CV che, come il resto della meccanica (derivata da quella della Peugeot 3008) è di derivazione PSA, gruppo francese che ha acquisito la Opel: è un motore che garantisce il giusto brio senza chiedere troppo gasolio. Si tenga conto che nella seconda parte del 2018 questo motore è stato sostituito da un nuovo 1.5 diesel con 131 CV; al momento della pubblicazione della prova sul sito, si trovano ancora delle 1.6 a km zero. Chi vuole maggiori prestazioni può orientarsi sulla 2.0 diesel da 177 CV abbinato a un cambio automatico a 8 marce, oppure sulla 1.2 turbo a benzina da 131 CV. La Grandland X ha superato i test Euro NCAP nel 2017 ottenendo il punteggio massimo (cinque stelle); elevati, in particolare, i voti riferiti alla protezione degli adulti e dei bambini assicurati a seggiolini Isofix.

Su strada la Opel Grandland X si fa apprezzare per la guida, piacevole e precisa, e per l’elevato grado di comfort. In assenza della trazione integrale (non disponibile), la vettura può essere resa più efficace su fango e neve aggiungendo il pacchetto All Road (presente nell’esemplare in prova): comprende pneumatici M+S installati su cerchi di 18” (che nella Ultimate sostituiscono quelli di 19”) e un controllo di trazione evoluto, che prevede modalità dedicate ai fondi scivolosi. L’optional appena citato è disponibile anche per la “base” Advanced, già dotata di allarme di involontario abbandono di corsia, mentre per avere il monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori si deve passare all’intermedia Advance. Oltre al sistema anti-colpo di sonno, l’allestimento Ultimate comprende il pacchetto OpelEye (altrimenti optional, sfrutta un radar e una telecamera dietro il parabrezza), che comprende la frenata automatica con riconoscimento dei pedoni, il mantenimento di corsia e il monitoraggio del traffico in arrivo dietro il veicolo (basato su sensori a ultrasuoni). 

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Tanta cura con semplicità

Plancia e comandi 
Di aspetto classico e priva di soluzioni troppo appariscenti, la plancia della Opel Grandland X presenta superfici morbide (estese alle porte) e finte cuciture che ricordano i rivestimenti in pelle. Completo il cruscotto, con indicatori analogici (incluso il termometro dell’acqua) e display di 4,2” per il computer di bordo. A portata di mano il touch screen di 8”: di origine PSA e personalizzato nella grafica, oltre al Gps comprende la radio Dab, Android Auto (che, però, supporta solo alcuni dei comandi al volante) e Apple CarPlay. Lo schermo centrale permette pure la gestione dei i flussi dell’aria (scelta che ha permesso di ridurre la quantità di tasti e rotelle), ma per le funzioni principali del “clima” sono stati conservati i comandi fisici. Non mancano il wi-fi di bordo né il sistema di assistenza remota OnStar (gratis per un anno, poi in abbonamento) con chiamata dei soccorsi manuale o automatica in caso di incidente grave. La rotella dell’IntelliGrip (nel pacchetto All Road) nel tunnel consente di variare la risposta dell’Esp e del controllo di trazione adattandola anche ai fondi difficili (come neve, fango o sabbia).

Abitabilità 
Lo spazio è generoso in tutte le direzioni, e chi sta davanti viaggia su avvolgenti poltrone riscaldabili (come il volante, e il parabrezza per quanto riguarda lo sbrinamento): di serie per quella lato guida e optional per l’altra ci sono le regolazioni elettriche estese al supporto lombare e all’inclinazione delle sedute, anche allungabili manualmente. Il divano ampio e poco rialzato sarebbe comodo pure per tre, se non fosse che lo schienale (che cela il bracciolo e la botola passante verso il bagagliaio) è rigido, e che il mobiletto con le bocchette d’aerazione fra i sedili anteriori toglie spazio alle ginocchia (mentre non dà fastidio il tunnel, quasi piatto); dietro è presente anche una presa a 12 V. Pratici il cassetto di fronte al passeggero (non largo ma profondo), che è refrigerato, e il vano nel bracciolo anteriore, completo di base di ricarica senza fili per gli smartphone predisposti (optional per la Opel Grandland X in allestimento Ultimate, di serie per le altre).

Bagagliaio 
Fra i più grandi della categoria (514/1652 litri), il vano bagagli ha un’imboccatura ampia e squadrata, ma l’accessibilità è condizionata negativamente dalla soglia, che si trova a 80 cm da terra ed è di 6 cm più alta del pavimento; il dislivello cresce a 16 cm qualora si fissi il piano di carico nella posizione inferiore, così da aumentare da 50 a 60 cm l’altezza utile al tendalino. Oltre alle finiture curate, del baule della Opel Grandland X si apprezzano la presenza di una presa a 12 V e la pratica leva che consente di reclinare gli schienali (ottenendo un ripiano uniforme).

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Viaggi comodo e ti diverti fra le curve

In città  
Più agile di quanto le sue dimensioni lascerebbero presupporre, in città la Opel Grandland X si destreggia senza richiedere troppo impegno: sterzo e frizione sono leggeri. Inoltre, le sospensioni filtrano a dovere anche il pavé. Nelle manovre in “retro” la visuale è limitata, ma si può comunque fare affidamento sui sensori di distanza (di serie anche davanti), sulla retrocamera e sul sistema di parcheggio semiautomatico. Fluida la spinta del 1.6 a gasolio, peraltro non assetato dal momento che nel traffico percorre 16,1 km/l.

Fuori città  
La tenuta di strada e gli spazi di arresto non risentono più di tanto delle gomme M+S, e così al volante della Opel Grandland X ci si può divertire anche fra le curve: il rollio contenuto favorisce l’agilità e – se si esagera – l’approssimarsi del limite di aderenza è “segnalato” da un progressivo sottosterzo (pronto l’intervento dell’Esp). Ben sfruttabile ai medi regimi e abbinato a un cambio manuale preciso (almeno finché non si manovra la leva con troppa foga), il quattro cilindri turbodiesel assicura prestazioni brillanti (il tempo nello “0-100” è risultato inferiore a quello dichiarato), ma è pure in grado di coprire 20 km con un litro di gasolio.

In autostrada 
Il cruise control adattativo, disponibile soltanto in abbinamento al cambio automatico, sarebbe la ciliegina sulla torta, ma anche in sua assenza la Opel Grandland X consente di affrontare gli spostamenti autostradali in tutto relax e senza consumare troppo (14,3 km/l): ad assicurare il necessario comfort provvedono sospensioni efficienti, e il valido isolamento rispetto al rumore dell’aria e delle gomme che rotolano sull’asfalto. Si fa sentire poco pure il motore, che a 130 km/h in sesta lavora a 2300 giri.

PERCHÈ SÌ

Comfort
Oltre che spaziosa, l’auto è correttamente insonorizzata e le sospensioni fanno il loro dovere anche se il manto stradale non è perfetto.

Guida
La tenuta di strada è elevata. Inoltre, la Grandland non si corica troppo in curva e ha uno sterzo pronto e preciso.

Sistemi di sicurezza
La dotazione della Ultimate include anche il pacchetto Opel Eye (optional a buon mercato per le altre versioni) con frenata automatica e mantenimento di corsia. 

PERCHÈ NO

Accesso al baule
Scomodo caricare colli pesanti: la soglia è di 6 cm più in alto del pavimento (16 cm se questo è fissato nella posizione inferiore) e dista 80 cm da terra.

Prezzo
Anche se le finiture non deludono e l’equipaggiamento include utili ausili alla guida, questa crossover costa sensibilmente di più delle rivali.

Visibilità posteriore
Il lunotto è piccolo e, quando piove, il “tergi” riesce a pulirne un’area alquanto limitata. Nelle manovre e quando ci si immette nel traffico disturbano gli estesi montanti. 

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1560
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/3500
Coppia max Nm/giri 300/1750
Emissione di CO2 grammi/km 111
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 448/186/161
Passo cm 268
Peso in ordine di marcia kg 1317
Capacità bagagliaio litri 514/1652
Pneumatici (di serie) 235/50 R19*


*Auto in prova equipaggiata con gomme Continental ContiPremiumContact LX 2 225/55 R 18 M+S (nell’All Road pack)

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 3250 giri   182,8 km/h 189 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,6   11,8 secondi
0-400 metri 17,6 126,3 km/h non dichiarata
0-1000 metri 32,6 157,1 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 38,9 149,0 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 35,9 143,4 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 14,0   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 13,9   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   16,1 km/litro 20,4 km/litro
Fuori città   20,0 km/litro 25,6 km/litro
In autostrada   14,3 km/litro non dichiarato
Medio   16,7 km/litro 23,3 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,3 metri non dichiarata
da 130 km/h   64,3 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,7 metri non dichiarata
Opel Grandland X
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
34
47
47
12
22
VOTO MEDIO
3,4
3.3642
162
Aggiungi un commento
Ritratto di remor
14 marzo 2019 - 10:30
Per me, cosa personale ovvio, una generalista con tale livello di potenza cambio manuale trazione 2wd in tale categoria seppure carica di allestimento, chiavi in mano non dovrebbe andare oltre i 25 al limite ma proprio limite 27 mila. Poi non è detto che con gli sconti della casa non ci arrivi
Ritratto di Sepp0
14 marzo 2019 - 10:41
Ah guarda, pensa che se fosse per me i marchi cosiddetti premium sarebbero già falliti da una vita. Fare un clone generalista di un Q3 non è che ti costa molto meno, non puoi regalarlo. Io HR-V full optional col cambio automatico l'ho pagato 27, nessuno ti regala nulla. Un SUV lungo 450 full optional a 25k è impensabile. Forse giusto se è una Dacia.
Ritratto di remor
14 marzo 2019 - 11:33
Parlavo di carica di allestimento e non di full anche perchè oggi al full non c'è quasi limite. Per questa Grandland cioè, coi vari adas ok può essere non gli manchi tanto o nulla nella categoria ma come dicevo il motore è un regolare diesel 120 cavalli, trazione solo anteriore, cambio non automatico, in aggiunta il cruise control non è adattivo, non vedo barre sul tetto, poi non so avrà interni in pelle? ha un cockpit come lo offre anche la Ibiza? ha il tetto in vetro panoramico? ha il bracciolo posteriore? che impianto audio ha? ha un antifurto? Cioè tutte richieste della serie -nulla di eccezionale-, non è che parliamo di comandi gestuali o fari laser o clima quadrizona, e comunque non dimentichiamo che la richiesta è di oltre 34 mila
Ritratto di deutsch
14 marzo 2019 - 12:12
4
il problema è che tutto quello che trovi su questa di serie sulla premium lo paghi e parte e salato. se ci aggiungi sconti molto diversi vedrai che alla fine i listini si differenziano molto. poi non capisco fare un listino alto per poi fare alti sconti
Ritratto di Santhiago
16 marzo 2019 - 19:14
Forse kia e hyunday come prezzo effettivo sui 25 riesci ad avere un bell'allestimento
Ritratto di FiestaLory
14 marzo 2019 - 13:17
Signori, ovviamente con il massimo rispetto per il parere di tutti, ma temo che con questa fissa per la dicotomia premium/generalista stiamo finendo col prosciutto sugli occhi. Sino agli anni '90 non era così accentuata, e più che altro si distingueva fra buone e cattive auto. Per carità, il blasone è sempre esistito, ma oggi il marketing ci sta rendendo avvelenati di status. Francamente, dal seg.c in giù, la distinzione fra premium e generalista non ha ragion d'essere, a mio avviso.
Ritratto di Sepp0
14 marzo 2019 - 16:40
La dicotomia esiste per il semplice fatto che essere considerato premium ti consente di sviluppare una macchina generalista riuscendo però a venderla a un prezzo molto più salato del normale, aumentando a dismisura i guadagni. Non è un caso che i tedeschi, praticamente quasi gli unici ad avere tantissimi marchi "premium" venduti in volumi, ci marciano sopra da 30 anni e la gente continua ad abboccare.
Ritratto di FiestaLory
14 marzo 2019 - 18:55
Sottoscrivo Seppo, infatti era quello che volevo intendere con "il prosciutto sugli occhi". Quando senti parlare di Volkswagen (intesa come marchio, non come gruppo) premium, comprendi le potenzialità del marketing.
Ritratto di marcoveneto
13 marzo 2019 - 22:24
Esteticamente la reputo la peggiore del trio.. E dentro è veramente anonima e senza guizzi.. Speriamo la nuova corsa sia più originale, e non segua il corso intrapreso con grandland x e l orribile Crossland x...
Ritratto di alex_rm
13 marzo 2019 - 23:45
La peggiore del trio PSA(meglio 3008 e C5 aircross) esternamente ed internamente sembra un auto di 10 anni fa,però magari fosse Fiat(o FCA) che non offre niente in questo segmento con moltissime vendite dove PSA e gruppo VW hanno minimo 3-4 modelli per ogni segmento di mercato.
Pagine
Annunci

Opel Grandland x usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Opel Grandland x usate 201720.90021.6003 annunci
Opel Grandland x usate 201818.95022.51010 annunci
Opel Grandland x usate 201922.90023.99010 annunci

Opel Grandland x km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Opel Grandland x km 0 201821.49024.3004 annunci
Opel Grandland x km 0 201923.30026.09021 annunci