PROVATE PER VOI

Opel Insignia Grand Sport: più per viaggiare che per caricare

Prova pubblicata su alVolante di
agosto 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 34.550
  • Consumo medio rilevato

    15,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    136 grammi/km
  • Euro

    6
Opel Insignia Grand Sport
Opel Insignia Grand Sport 2.0 CDTI Innovation
L'AUTO IN SINTESI

La Opel Insignia Grand Sport è una grande berlina col portellone, che spicca per guidabilità (è agile come vetture ben più piccole) e comfort; molti i sistemi di sicurezza, e quasi sempre di serie. Il 2 litri a gasolio garantisce una spinta adeguata, mentre il cambio ha una corsa lunga della leva e innesti non molto agevoli. Ben fatto l’abitacolo (che, però, non brilla per originalità) e semplici da usare i comandi; un po’ piccolo in rapporto al tipo di auto il baule, che sconta anche una soglia di carico alta da terra.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
2
Average: 2 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Piacevole da guidare, senza essere scomoda

In questa nuova edizione, la Opel Insignia accentua il suo stile sportivo: più lunga di 6 cm e più bassa di 4, guadagna slancio. Pure il passo (la distanza tra il centro delle ruote anteriori e di quelle posteriori) è cresciuto, consentendo di  dare più spazio all’abitacolo, ma il baule (che pure dispone di un pratico portellone) perde 40 litri di capienza. “Dimagrita” (fino a 175 kg, secondo le versioni), l’auto è agile e ha un rollio in curva contenuto, specie impostando sulla modalità Sport gli ammortizzatori elettronici FlexRide (optional). Lo sterzo è preciso e la frenata potente. Il 2.0 turbodiesel da 170 CV, corposo nella spinta fin dai 1500 giri e non troppo assetato (sebbene alcune rivali facciano meglio), è un po’ rumoroso in piena accelerazione. Il cambio manuale (l’automatico a sei marce si paga a parte) non è dei più precisi e la frizione (pesante) nel traffico può affaticare. Alla scarsa visibilità in manovra sopperiscono, in parte, i sensori di distanza e la retrocamera (di serie). Curata la sicurezza: tutte le versioni della Opel Insignia Grand Sport offrono senza sovrapprezzo la frenata automatica, l’allarme di uscita di corsia, la telecamera Opel Eye (rileva e mostra nel cruscotto i limiti di velocità) e l’assistenza a distanza OnStar, utile nelle emergenze. La ricca Innovation del test può avere il cruise control adattativo e i fari a matrice di led, il cui potente fascio di luce evita di abbagliare gli altri automobilisti. Curata, come è lecito aspettarsi, la sicurezza: nel 2017 si è meritata 5 stelle nei crash-test Euro NCAP, con un lodevole 93% punteggio nella protezione degli occupanti.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Bene i comandi, meno il baule

Plancia e comandi
La plancia della Opel Insignia Grand Sport si presenta ordinata ed elegante; gradevole la parte superiore in plastica morbida. Migliorata (rispetto alla precedente generazione) la disposizione dei comandi: sono intuitivi e non affollano la consolle. La strumentazione, analogica ai lati e digitale al centro, è chiara e decisamente ricca: ci sono anche l’indicatore della temperatura dell’olio del motore e il voltmetro per lo stato della batteria. Il sistema multimediale è intuitivo e si comanda dallo schermo di 8’’; Android Auto e Apple CarPlay sono di serie, mentre la radio digitale Dab è optional.

Abitabilità
In quattro si sta bene: dietro c’è agio per spalle, gambe (i 9 cm di passo in più rispetto alla precedente Insignia “si sentono”) e testa di due adulti (alti anche 190 cm). Al centro del divano si ha, però, un grosso tunnel tra i piedi.

Bagagliaio
Il baule dell’Insignia non è tra i più grandi della categoria, e carica meno di quello del vecchio modello (la cui capienza era di 530/1470 litri); limitato lo spazio sotto il tendalino (appena 44 cm). L’ampio portellone si apre su una bocca di carico di forma regolare, ma la soglia è distante dal suolo ben 76 cm, e più alta (di 17 cm) del fondo. Col divano giù (basta tirare due comode levette sulle pareti del vano) il baule è lungo, ma il piano che si forma non è piatto.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Agile e comoda, meriterebbe un cambio migliore

In città
I 490 cm di lunghezza della Opel Insignia Grand Sport si avvertono, specie nel traffico, dove anche la pesantezza della frizione non aiuta. Negli spazi stretti è difficile fare manovra: i sensori di distanza e la telecamera di retromarcia (di serie) danno una mano, ma non risolvono del tutto il problema. Discreto il consumo rilevato: 13,3 km/l di media.

Fuori città
Comoda (anche se non troppo morbida e con poco rollio pure nella modalità di guida Tour, la più tranquilla), l’auto diventa più reattiva in Sport, rendendo divertente ed efficace la guida. Nei sorpassi e in salita ci si gode la prontezza di risposta del motore; in discesa, la potenza e la resistenza dei freni. Non preoccupanti i consumi: 17,5 km/l in media, mentre gli innesti del cambio sono a volte legnosi.

In autostrada
La Opel Insignia Grand Sport è molto adatta ai lunghi trasferimenti: a 130 km/h, in sesta marcia, il motore lavora senza sforzo a 2300 giri (16,1 km/l la percorrenza rilevata in queste condizioni), il rumore nell’abitacolo non è fastidioso e le sospensioni isolano bene da avvallamenti e giunzioni dell’asfalto.

PERCHÉ SÌ

Abitacolo
Ampio, confortevole e ricco di vani. Pratica la doppia presa Usb dietro.

Comandi
Tutti quelli principali sono ben dimensionati, facili da usare e intuitivi da trovare.

Guida
Berlina grande, ma agile, convince per efficacia delle sospensioni e precisione dello sterzo.

Sicurezza
La frenata automatica e l’avviso di cambio di corsia sono di serie. E tra gli optional figurano i fari a matrice di led.

PERCHÉ NO

Bagagliaio
Pur non essendo piccolo in assoluto, è meno capiente di quello del vecchio modello, ha la soglia alta e il fondo poco regolare.

Cambio
Dovrebbe avere innesti più rapidi e meno contrastati. La frizione è piuttosto pesante.

Quinto posto
Il tunnel sul pavimento, molto pronunciato, penalizza chi siede al centro del divano.

Visibilità
Sensori e retrocamera sono utili, ma in manovra è difficile valutare gli ingombri dell’auto.

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1956
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 125 (170)/3750
Coppia max Nm/giri 400/1750-2500
Emissione di CO2 grammi/km 136
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 490/186/146
Passo cm 283
Peso in ordine di marcia kg 1507
Capacità bagagliaio litri 490/1450
Serbatoio litri 62
Pneumatici (di serie) 245/45 R18

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4050 giri   229,1 km/h 226 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 8,3   8,7 secondi
0-400 metri 16,0 141,9 km/h non dichiarata
0-1000 metri 29,2 181,6 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 34,7 173,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 32,5 167,4 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 11,0   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 10,1   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,3 km/litro 14,9 km/litro
Fuori città   17,5 km/litro 23,3 km/litro
In autostrada   16,1 km/litro non dichiarato
Medio   15,9 km/litro 19,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   36,2 metri non dichiarata
da 130 km/h   61,2 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,9 metri 11,1

 

Opel Insignia Grand Sport
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
72
47
25
8
13
VOTO MEDIO
4,0
3.951515
165
Aggiungi un commento
Ritratto di lucios
30 agosto 2018 - 00:10
4
Beh. Linea un po' anonima, in un segmento dove conta molto l'immagine, lo stile e l'esclusività.
Ritratto di Giuliopedrali
30 agosto 2018 - 08:41
Buona la prossima!
30 agosto 2018 - 15:14
La prossima sarà l'Ascona (render su Auto Bild).
Ritratto di Rikolas
30 agosto 2018 - 10:44
Più anonima di così era impossibile da pensare. Terrificante. Per una volta che non si parla di Crossover, se ne escono con sto berlinone improponibile da oltre una tonnellata e mezza. Mah, ormai di auto davvero belle in commercio ne sono rimaste davvero poche, il pessimo gusto regna sovrano. Mi vien voggia davvero di prendere qualche bel modello vintage, le auto moderne non sanno più di niente.
Ritratto di Giuliopedrali
30 agosto 2018 - 12:08
Purtroppo hai ragione. È molto meglio della Mondeo ma non sa di niente pur essendo un ottima vettura. Ma era la Opel di GM... Ora la Opel è PSA Dongfeng e speriamo nel nuovo corso del design (ottimo il prototipo GT X) e finalmente un nome evocativo, da Ascona a Rekord a Olympia a Commodore ad Admiral o Diplomat...
30 agosto 2018 - 14:51
Qualunque berlina di quel colore e con cerchi che non sono minimo da 19 è anonima.
Ritratto di MirtilloHSD
30 agosto 2018 - 11:24
4
Chissà se la rimpiazzeranno di già, essendo nata nell'orbita GM... Comunque mi piacciono molto le Sedan, la Insignia con la I va molto in UK, sotto nome Vauxhall ovviamente (là vanno matti per Vauxhall, Ford e giapponesi come Honda). Manca un motore plug-in, magari da 250 CV. LA SW non mi piace. Circa la visibilità e il baule, è ovvio che non siano eccezionali su una berlina (la visibilità ormai fa pena anche su una citycar, tanto ci sono le telecamere e i sensori, ti dicono)
Ritratto di Giuliopedrali
30 agosto 2018 - 12:11
E speriamo a proposito di Vauxhall che si torni a un minimo di differenziazione tra Opel e Vauxhall con un minimo di concorrenza interna tra designer "tedeschi" e "britannici"... Coi cinesi di Dongfeng dietro PSA i miracoli dono possibili.
30 agosto 2018 - 15:10
Più che altro potrebbe sparire il marchio Vauxhall per uniformare tutto, come è stato ritirato gradualmente da Cipro, Malta e Irlanda a favore di Opel. Spero di no ovviamente.
Ritratto di MirtilloHSD
31 agosto 2018 - 13:55
4
Non lo sapevo che l'avessero ritirato da quei mercati (a Cipro da che parte guidano?)
Pagine