PROVATE PER VOI

Peugeot 2008: chic e risparmiosa

Prova pubblicata su alVolante di
luglio 2015
Pubblicato 23 novembre 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 25.710
  • Consumo medio rilevato

    18,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    96 grammi/km
  • Euro

    6
Peugeot 2008
Peugeot 2008 1.6 BlueHDi 120 CV Feline

L'AUTO IN SINTESI

La Peugeot 2008 è lunga 416 cm si distingue per le finiture curate e la buona dotazione di serie: sensori di parcheggio anteriori e posteriori, “clima” bizona, navigatore. Ma anche i consumi rilevati nel test non sono affatto male. Non impeccabile, invece, la frenata su asfalto asciutto, penalizzata dalle gomme M+S (sta per “Mud&Snow”, fango e neve), obbligatorie in abbinamento al controllo di trazione evoluto Grip Control, che migliora la motricità sui fondi scivolosi.

 

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
2
Average: 2 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

DIVERTENTE E BEN DOTATA
 
Nel sempre più affollato mondo delle crossover compatte la Peugeot 2008 spicca per la qualità, soprattutto nel ricco allestimento del test: all’esterno si notano diversi particolari cromati (dalla mascherina alle cornici attorno ai finestrini), mentre dentro sono i materiali e gli assemblaggi a distinguersi. Ciliegina sulla torta l’ampio tetto in vetro, di serie. Alla guida si apprezza una notevole agilità, dovuta alle dimensioni ridotte (416 cm da un paraurti all’altro) ma anche allo sterzo pronto. Il volante, piccolo, è sportivo, ma se non viene tenuto basso rischia di coprire la parte centrale della strumentazione, collocata in posizione leggermente rialzata (come nelle Peugeot 208 e 308). Il “millesei” da 120 cavalli non è assetato (anche grazie al cambio dai rapporti lunghi, che per contro penalizzano la ripresa) e mostra una certa fluidità nell’erogazione. Quest’auto non è fatta per il fuori strada (solo 16,5 cm l’altezza da terra), ma sugli sterrati leggeri e sui fondi scivolosi (come fango e neve) rispetto ad altre crossover a trazione anteriore è avvantaggiata dal raffinato sistema Grip Control (di serie per questa versione) che regola lo slittamento delle ruote in base al tipo di fondo per ottimizzare la motricità, favorita anche dalle gomme M+S (Mud&Snow significa proprio fango e neve). Il rovescio della medaglia è rappresentato da spazi di frenata più lunghi della media, soprattutto col caldo.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
DETTAGLI CURATI, MA…
 
Plancia e comandi
Una volta saliti a bordo della Peugeot 2008, si nota la posizione inconsueta del cruscotto, i cui strumenti vanno letti da sopra il volante anziché attraverso la sua corona. Per riuscirci, quest’ultimo va tenuto in basso… Gradevole il disegno della plancia, realizzata con materiali di qualità, come le morbide plastiche e la fascia in similpelle. Il navigatore (di serie) è ben visibile, mentre il tasto per attivare le “quattro frecce”, utile nelle situazioni di emergenza, è troppo in basso e seminascosto dalla sporgenza proprio della plancia. Facilmente raggiungibile, invece, la rotella del Grip Control. Piccolo neo, l’assenza delle maniglie al soffitto per i passeggeri.
 
Abitabilità
Lo spazio per i passeggeri non è affatto male, almeno viaggiando in quattro: l’eventuale passeggero al centro del divano ha però tra i piedi un ingombrante tunnel sul pavimento. Il tetto in vetro (con la relativa tendina scorrevole che lo oscura) ruba circa 5 centimetri in altezza rispetto alle versioni che ne sono prive.
 
Bagagliaio
La capacità di carico è discreta e il baule è ben rifinito. Da non trascurare neppure la praticità di alcuni dettagli, come la protezione in metallo per non graffiare la soglia di carico (comoda, a soli 62 cm da terra) e le guide in plastica che favoriscono lo scorrimento sulla moquette dei carichi pesanti. Ma non ci sarebbe stato male anche un divano scorrevole, e la cappelliera va sollevata a mano.

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
COMFORT E BRIO VANNO A BRACCETTO
 
In città
La Peugeot 2008 ha un’insonorizzazione curata, e le sospensioni piuttosto morbide fanno sentire solo le asperità più marcate. L’agilità nel traffico è buona (vivace il 1.6), mentre in manovra vanno sfruttati i sensori di distanza posteriori (di serie, come quelli anteriori e il preciso sistema di parcheggio semi-automatico).
 
Fuori città
Bisogna fare l’abitudine al volante piccolo e alla reattività dello sterzo, che all’inizio può sorprendere per la prontezza. Poi, però, tra le curve quest’auto è divertente. Fluida l’erogazione del motore, mentre gli spazi di frenata risentono delle gomme M+S. Molto ben tarato l’Esp: interviene il giusto.
 
In autostrada
Anche nei viaggi la Peugeot 2008 non se la cava male: le marce lunghe tengono molto basso il numero di giri (a 130 km/h, in sesta, la strumentazione indica 2250 giri). Ne guadagna la rumorosità (oltre alle percorrenze). Ridotta anche quella dovuta all’aerodinamica, mentre le gomme M+S si fanno sentire un po’. Notevole la stabilità sui curvoni affrontati in velocità.

PERCHÈ SÌ

“Clima” bizona. Rare le crossover di questa fascia di prezzo che permettono (senza sborsare un euro in più ) di regolare indipendentemente la temperatura nei lati destro e sinistro dell’abitacolo. 
Finiture. Rispetto alle rivali questa spicca per la qualità dei materiali, a cominciare dalla plancia. Piccolo neo, invece, l’assenza delle maniglie al soffitto.
Guida. La francese è agile, e lo sterzo è assai pronto negli inserimenti in curva: fatta l’abitudine al piccolo volante, i percorsi tortuosi danno soddisfazione.

 

PERCHÈ NO

Cappelliera. Purtroppo non si solleva insieme al portellone: va tirata su a mano la parte più esterna (ripiegandola verso l’interno della vettura), che rischia di ricadere mentre si caricano i bagagli.
“Quattro frecce”. Il tasto (utile nelle situazioni di emergenza) è nella parte bassa della consolle centrale, per di più incassato: difficile individuarlo in fretta.
Strumentazione. Il cruscotto sopra al volante (come nelle Peugeot 208 e 308) costringe a tenere il volante molto in basso per non coprire parte della strumentazione.

 

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm3 1560
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/3500
Coppia max Nm/giri 300/1750
Emissione di CO2 grammi/km 96
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 416/174/156
Passo cm 254
Peso in ordine di marcia kg 1180
Capacità bagagliaio litri 360/1194
Pneumatici (di serie) 250/50 R17

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 3750 giri   185,5 km/h 190 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,5   9,6 secondi
0-400 metri 17,5 126,9 km/h non dichiarata
0-1000 metri 32,3 159,6 km/h 31,5 secondi
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 26,2 190,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 25,1 191,8 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 25,1 191,8 km/h  
da 80 a 120 km/h in 6a 4,9   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   17,4 km/litro 23,3 km/litro
Fuori città   20,2 km/litro 30,3 km/litro
In autostrada   16,1 km/litro non dichiarato
Medio   18,5 km/litro 27 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   41,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   71,3 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,1 metri 10,4

 

 

Peugeot 2008
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
132
143
88
60
83
VOTO MEDIO
3,4
3.35771
506


Aggiungi un commento
Ritratto di GuglielmoDiffusion
24 novembre 2015 - 15:33
Bellissima, spasiosissima, pulita, fresca, profumata, inovativa, moderna, giovanile, perfetta, lusuisisima, trendyssima.. DESSO VOGLIO LA VERIONE XFACTOR! SUBITO!
Ritratto di Angelotorino
24 novembre 2015 - 17:55
Brutta con linee superate,prezzo alto,rapporto qualità prezzo negativo, in nessun caso arriviamo alle 5 stelle,anzi solo in alcuni casi si arriva a 4, classica linea francese che sa di vecchio e non appaga la vista.
Ritratto di vash7
24 novembre 2015 - 18:25
Pensa che ii ho ancora una 206 CC del 2002,oltra la 2008.al confronto le piccole dell'epoca sembrano di decenni prima.mentre la mia ha una linea ancora interessante.cmq de gustibus..
Ritratto di giodani
24 novembre 2015 - 18:21
Acquistata a luglio 2015 la 100 CV HDI Allure. Lasciando da parte le discussioni sulla linea, che sono del tutto personali e soggettive, non posso che parlarne bene. Rifiniture ottime, comoda per la famiglia (ho moglie e 2 figli di 12 e 10 anni), consumi bassissimi (supero tranquillamente i 20 km/l su percorso extraurbano), dotazione accessori completa. Uniche pecche la cappelliera non fissata al portellone e il climatizzatore automatico bizona che non ha nè il tasto "mono2 nè quello "off" (per spegnerlo si deve azzerare la velocità del ventilatore). Alla strumentazione "sopraelevata" ci si fa rapidamente l'abitudine.
Ritratto di luperk
24 novembre 2015 - 19:11
in termini assoluti, ci sono molte persone che non hanno mai avuto problemi con le auto francesi, e molte che le hanno avute. La differenza sta nella percentuale dei veicoli che hanno questi problemi, e le auto francesi statisticamente, ne hanno molti di più delle giapponesi o delle svedesi (e personalmente, il sottoscritto odia volvo)
Ritratto di P206xs
24 novembre 2015 - 19:18
1
Sulle jappo posso anche essere d'accordo...anche se mitsu e nissan non spiccano per l'affidabilità....le volvo sono auto di nicchia . Per quanto riguarda le francesi..io terrei separate PSA e Renault quest'ultima come affidabilità e cura è inferiore secondo me.......e comunque le francesi in genere oggi sono pari alle tedesche ed alle italiane!
Ritratto di jonny holiday
24 novembre 2015 - 21:59
OK, fammi pensare.. finestrini a compasso, telaio in acciaio radiattivo fatto a bombay.. pianali e motori cinesi, plastiche fatte in magrebinia... ehmm.. diciamo pure che da qualche annetto, i pegiottari, sono diventati "diversamente chic" rispetto alla concorrenza.. LOL
Ritratto di P206xs
25 novembre 2015 - 09:05
1
Jonny ma quale sarebbe il pianale fatto in india? ed anche i motore cinesi? e dal tuo linguaggio "LOL" secondo me sei il classico Bimbomi...ia ...che non avrà manco la patente....ti conviene stare nella tua bella cameretta ad ascoltare fedez!!
Ritratto di jonny holiday
25 novembre 2015 - 15:23
Ho parlato di acciaio indiano (ratan tata) di pianali e motori cinesi (vedi articoli su diverse riviste specializzate) che parlano di motori e pianali fatti assieme ai cinesi della dongfeng nei centri R&D in cina. il termine "LOL" è un omaggio linguistico dedicato a tutti gli "chiccosi" pegiottari di questo blog..
Ritratto di P206xs
25 novembre 2015 - 15:29
1
Da dove arrivi l'acciaio non ne ho la più pallida idea ma poco me ne frega! i motori ed i telai europei sono fabbricati in euro e non in cina. Ovviamente sul mercato asiatico assemblano li. La fiat allora che produce la 500in polonia è polacca? la vw in repubblica ceca?
Pagine
Annunci

Peugeot 2008 usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Peugeot 2008 usate 20156.00010.62047 annunci
Peugeot 2008 usate 20168.90011.90037 annunci
Peugeot 2008 usate 201710.40012.77036 annunci
Peugeot 2008 usate 201811.29013.60046 annunci
Peugeot 2008 usate 20192.90016.20057 annunci
Peugeot 2008 usate 202018.50022.19022 annunci
Peugeot 2008 usate 202119.90019.9502 annunci

Peugeot 2008 km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Peugeot 2008 km 0 201717.90017.9001 annuncio
Peugeot 2008 km 0 201915.50018.6303 annunci
Peugeot 2008 km 0 202019.17522.10040 annunci
Peugeot 2008 km 0 202119.77522.44012 annunci