PROVATE PER VOI

Peugeot 5008: il relax è (quasi) totale

Prova pubblicata su alVolante di
maggio 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 35.800
  • Consumo medio rilevato

    15,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    118 grammi/km
  • Euro

    6
Peugeot 5008
Peugeot 5008 1.6 BlueHDi 120 CV GT Line EAT6
L'AUTO IN SINTESI

La Peugeot 5008 è una crossover di medie dimensioni (464 cm la lunghezza) a sette posti e può essere una valida auto da famiglia, ma con una particolarità: pur pratica e spaziosa, non rinuncia a una personalità decisa e a una certa eleganza. Abbinato al comodo cambio automatico, il fluido 1.6 diesel da 120 CV non consuma molto (15,9 km/l la media rilevata), ed è abbastanza brillante: 12,4 i secondi per scattare da 0 a 100 km/h. Lo sterzo preciso e i diversi aiuti elettronici, come l’avviso d’involontario cambio di corsia, facilitano la guida. Però, la sportiveggiante GT Line con i pneumatici montati su cerchi di 18 pollici non sempre “liscia” le buche... 

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
5
Average: 5 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Non conosce banalità

Come la precedente Peugeot 5008, quest’auto è spaziosa e ha sette posti di serie. Eppure, non è una classica monovolume, ma una comoda crossover con un aspetto ricercato, giocato sul contrasto tra la tinta della carrozzeria e gli elementi neri o cromati. I “denti” che si spingono nei fari (full led per le GT Line), poi, caratterizzano il frontale imponente e con la mascherina a effetto tridimensionale. Il ricco allestimento GT Line include nel prezzo svariati aiuti alla guida: dalla frenata automatica d’emergenza (attiva fino a 85 km/h) al sistema che agisce sul servosterzo per prevenire l’uscita involontaria dalla corsia di marcia. Di serie pure l’i-Cockpit amplify: per rendere più piacevole il viaggio, attraverso lo schermo nella consolle si può scegliere una delle tre fragranze da diffondere nell’abitacolo, variare l’intensità dell’illuminazione interna, i colori della strumentazione e l’acustica dell’impianto audio. Invece, premendo il tasto Sport fra i sedili, motore e cambio rispondono più pronti, lo sterzo si appesantisce e l’hi-fi amplifica il rombo del 1.6 che, però, risulta innaturale. L’interno, comunque, è già accogliente: offre spazio a volontà e finiture curate. L’originale plancia su due livelli (separati da un inserto di tessuto) non è “pesante”; eleganti e pratici i tasti tipo alluminio nella consolle, inseriti in una cornice dello stesso materiale.

Fra i tanti portaoggetti, quello sotto il bracciolo fra i sedili anteriori è grande e refrigerato. Inoltre, le tasche nelle porte (complete di una soffusa illuminazione notturna a led) sono ampie e hanno un rivestimento interno antirumore. Alla guida della Peugeot 5008, la fluida risposta del 1.6 diesel (120 CV) e del cambio automatico rende piacevoli i viaggi, senza pesare sui consumi. Le sei marce si possono selezionare con le corte leve dietro il volante: solidali al piantone, nelle svolte sono fuori portata per le dita. Assieme allo sterzo preciso, le sospensioni ferme invitano ad andature spigliate, ma non sempre filtrano come si deve lo sconnesso più marcato. Affrontando gli sterrati bisogna mettere in conto che quest’auto ha due ruote motrici; comunque la mobilità è agevolata ordinando l’Advanced grip control (abbinato alle gomme M+S): una manopola nella consolle permette di selezionare quattro modalità di guida, che agiscono sul controllo elettronico della trazione. Le prime tre servono per muoversi meglio su sabbia, neve o fango; l’ultima disinserisce l’Esp, per avere motricità in condizioni particolari (come le partenze sulla neve con le catene montate). Sotto i 30 km/h, con un tasto si può attivare il dispositivo che impedisce di superare i 3 km/h nelle discese più ripide. Massimo punteggio (cinque stelle) è quello assegnato dall’Euro NCAP nei crash test effettuati nel 2016. Valida, in particolare, la protezione per i bambini assicurati ai seggiolini.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Strumentazione all’avanguardia

Plancia e comandi
Il monitor di 12,3” nel cruscotto della Peugeot 5008 racchiude la strumentazione digitale: è completa e di facile lettura. Si può configurare in cinque modi, anche con i classici tachimetro e contagiri circolari o con la mappa del navigatore a tutto schermo. Altrettanto scenografici, ma meno pratici, i comandi raggruppati nell’ampio schermo a sfioramento di 8”: agire sul “clima” richiede più passaggi, che possono distrarre. La posizione di guida rialzata è confortevole; al volante, esagonale e di piccolo diametro, si fa presto l’abitudine. 

Abitabilità
Le poltrone (dal riuscito rivestimento in tessuto e finta pelle) sono comode e offrono la regolazione lombare. Inoltre, tra gli optional non manca la funzione massaggio. Anche sulle tre poltroncine centrali, scorrevoli di 17 centimetri, lo spazio abbonda, mentre i due posti che si possono estrarre dal fondo del baule (basta tirare un nastro di tessuto) sono adatti a persone di statura inferiore ai 170 cm: chi è più alto viaggia un po’ con le “ginocchia in bocca”. In compenso, accedervi non è un’impresa.

Bagagliaio
Il baule è grande e, attraverso la “bocca” ampia e di forma regolare, anche ben accessibile. Nelle pareti ci sono vani capienti, ma non i ganci portaborse. Il piano di carico non ha gradini e alette mobili coprono i vuoti che la seconda fila di sedili lascia nel fondo quando viene reclinata. Parecchio lo spazio tra il pavimento e il tendalino: oltre che per parecchi bagagli, c’è posto pure per un passeggino ripiegato. Con i sedili della terza fila in uso, il bagaglio si riduce, ma riesce comunque ad accogliere tre piccoli trolley. E, se non servono, i due sedili della terza fila si possono rimuovere (pesano 11 kg l’uno) per disporre di un ulteriore vano.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
La guida non è faticosa

In città
La seduta alta della Peugeot 5008 dà la sensazione di dominare la strada, e anche la visibilità posteriore non è male. Ma per le manovre è meglio affidarsi alla retrocamera (optional): il lunotto scuro e distante da terra non aiuta. Buona la prontezza del motore e comodo il cambio automatico; più che apprezzabili i 14,1 km/litro rilevati. Invece, sulle sconnessioni più marcate la taratura solida delle sospensioni provoca qualche sobbalzo.

Fuori città
L’agilità non delude (il rollio è moderato) ma, forzando l’ingresso in curva, emerge un evidente sottosterzo (la tendenza dell’avantreno ad allargare la traiettoria), ben controllabile rilasciando l’acceleratore. I 120 CV bastano per muoversi in scioltezza, e le percorrenze sono di tutto rispetto: 18,9 km/litro stando ai nostri strumenti. Valida nella guida briosa la risposta di sterzo e freni.

In autostrada
A 130 km/h, in sesta, il 1.6 lavora a 2200 giri e si sente poco (a differenza dei fruscii generati dai retrovisori) e nei lunghi viaggi il relax è favorito dal dispositivo i-Cockpit amplify e soprattutto dai sedili massaggianti. In fatto di prestazioni, la ripresa dopo un rallentamento è abbastanza vivace e il cambio non è troppo lento, neppure in scalata. Non male i 13,7 km/l che abbiamo registrato nel test.

PERCHÉ SÌ

Interni 
L’abitacolo è spazioso (come il baule) e accogliente. Curate le finiture e comodi i sedili.

Originalità 
Le forme della carrozzeria non passano inosservate. E anche l’abitacolo mostra soluzioni fuori dal comune.

Sicurezza 
La frenata automatica d’emergenza è di serie. E per chi utilizza l’auto su fondi scivolosi, si può contare sull’Advanced grip control (optional).

Sterzo 
È preciso, e non troppo leggero né troppo pesante. Inoltre, la corona piccola lo fa sembrare più diretto.

PERCHÉ NO

Cambio 
Nell’impiego manuale le levette dietro al volante, piccole e fisse, non sono pratiche: quando si sterza restano fuori dalla portata delle dita.

Comandi 
Perfino per la regolazione del “clima” bisogna accedere al display sulla plancia, passando da una schermata all’altra: nella guida ci si può distrarre.

Rumore 
Fastidioso il fruscio dei retrovisori e, in modalità Sport, il rombo del 1.6 riprodotto dagli altoparlanti risulta innaturale.

Sospensioni 
Sono tutt’altro che morbide, faticano ad assorbire efficacemente le buche e i dossi. E pure i cerchi di 18” non aiutano

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1560
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/3500
Coppia max Nm/giri 300/1750
Emissione di CO2 grammi/km 118
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (automatico) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 464/184/165
Passo cm 284
Peso in ordine di marcia kg 1380
Capacità bagagliaio litri n.d./702-780/1940
Pneumatici (di serie) 225/55 R18
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 4300 giri   179,0 km/h 183 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 12,4   11,9 secondi
0-400 metri 18,4 120,3 km/h non dichiarata
0-1000 metri 34,0 150,9 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 31,5 151,2 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 30,1 152,0 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 3,6   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 9,9   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   14,1 km/litro 19,6 km/litro
Fuori città   18,9 km/litro 23,8 km/litro
In autostrada   13,7 km/litro non dichiarato
Medio   15,9 km/litro 21,7 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   39,0 metri non dichiarata
da 130 km/h   64,7 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,9 metri non dichiarato
Peugeot 5008
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
32
39
31
30
35
VOTO MEDIO
3,0
3.017965
167
Aggiungi un commento
Ritratto di Francescod78
29 gennaio 2018 - 21:13
la 3008 è più sexy, ma il suo posteriore non è un granché nella parte bassa...
Ritratto di Illuca
29 gennaio 2018 - 19:36
e la FCA....dorme.....
Ritratto di Francescod78
29 gennaio 2018 - 21:10
Comprata per necessità, perché mi serviva una auto spaziosa per la famiglia. Ero rimasto inizialmente catturato dalla 3008, poi le ho preferito questa (ebbene sì) per la possibilità dei 7 posti ed il bagagliaio più spazioso. Insomma, per i contenuti. La 5008 costa in definitiva solo poco più della 3008. Aspetto cassone: soggettivo. A me non spiace. Non mi sembra sgraziata, anzi a guardare bene il retro della 3008 nei dettagli forse è la 3008 che ci perde qualcosa. Certo, avrei tolto qualche cromatura di troppo. Da evitare l’allestimento GT che con tutti quegli (inutili) orpelli fa molto “vorrei, ma non sono”. Io ho optato per un Active con i sistemi di assistenza alla guida, molto comodi, ed un buono stereo. Motore: 1.6 benzina da 165, in prova avevo provato il diesel 2.0 da 180 cv ma non mi aveva proprio impressionato. Non ha le 4 ruote motrici, ma è pur sempre un’auto per la famiglia, offerta ad un prezzo tutto sommato onesto. Vero che il Kodak è più gradevole, più classico e forse più conveniente all’acquisto... ma i costi lievitano (e le prestazioni si abbassano) con le 4 ruote motrici che, a me, non servono. Credo ne vedremo... almeno in Germania, dove vivo, cominciano a sbucare, ovviamente non tante quante le 3008 che è comunque un’eccellente prodotto. In conclusione per me i punti forti sono: rapporto qualità prezzo, spazio e facili, non invadenti, sistemi di assistenza alla guida. Punti deboli: certi difetti che sembrano pecche di prima serie (portellone posteriore pesante con manopola piccina) e, d’accordo con l’autore dell’articolo, sospensioni.
Ritratto di tramsi
29 gennaio 2018 - 23:12
Io preferisco la GT, che ha anche un assetto differente. Cmq, gran macchina, complimentoni! ;-)
Ritratto di stefbule
29 gennaio 2018 - 22:24
11
Gli 8 marce arrivano quest'anno. I problemi (anche se sono migliorati) sono i tempi di attesa.,sia per 3008 che 5008 si va dai 3 mesi ai 6 del 180cv. e poi sono il prezzo del 180cv, 10mila testoni (rispetto alla Allure) in più solo per la cavalleria sono un pò troppi. Per il resto ha un suo fascino nonostante tutto.
Ritratto di tramsi
29 gennaio 2018 - 23:22
Esatto, questa macchina esercita un fascino presso chi (come me) è sensibile alle sue forme e dimensioni non smisurate ma comunque possenti. Originalmente futuristico il design degli interni e ottima la sua qualità. Non mi serve affatto una macchina del genere, ma mi piace parecchio, anche per il perfetto equilibrio dimensionale tra l'esageratamente enorme e la tipica media, ulteriormente amplificato dallo stile, che la fa sembrare più grande di quanto in realtà sia. La preferisco alla 3008, pur molto bella, proprio per questo.
Ritratto di otttoz
30 gennaio 2018 - 09:45
...diesel euro 6: fra quanto i comuni più inquinati li fermeranno? ...agire sul “clima” richiede più passaggi, che possono distrarre. ...sulle sconnessioni più marcate la taratura solida delle sospensioni provoca qualche sobbalzo...in Italia tutte le strade hanno sconnessioni più marcate!
Ritratto di Elio Viviani
8 febbraio 2018 - 11:08
Non mi piace il cofano motore e il taglio dei fari troppo "giapponesizzante", per il resto ok.
Ritratto di dci82
29 marzo 2018 - 18:51
1
Preferisco la più corta 5008 sinceramente.
Pagine