PROVATE PER VOI

Renault Twingo: parcheggi svelti, riprese lente

Prova pubblicata su alVolante di
novembre 2014
Pubblicato 24 marzo 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 12.500
  • Consumo medio rilevato

    14,1 km/l
  • Emissioni di CO2

    95 grammi/km
  • Euro

    6
Renault Twingo
Renault Twingo 1.0 SCe Energy S&S

L'AUTO IN SINTESI

Agilissima nel traffico, in relazione ai 360 cm di lunghezza la Renault Twingo è anche discretamente spaziosa. Tuttavia, il 1.0 a benzina è poco vivace e, essendo collocato fra le ruote dietro (quelle motrici), “scalda” il fondo del piccolo bagagliaio. Da approvare l’equipaggiamento di serie, che nel caso della Energy comprende anche il sistema che avvisa dell’involontario abbandono della propria corsia di marcia.
Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
2
Average: 2 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
5
Average: 5 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Simpatica e piuttosto ricca
Originale citycar a cinque porte, offre quattro posti in una carrozzeria lunga soltanto 360 cm, ma ha il bagagliaio piccolo: “colpa” del motore, che è fra le ruote posteriori. Pensata per la città, è agilissima e facile da guidare, oltre che sicura. Peccato, però, che il 1.0 a tre cilindri a benzina non sia né vivace né particolarmente economo. Le finiture sono di buona qualità e la Energy, la versione più costosa, vanta una dotazione ricca.
 
 
La Renault Twingo ha una linea accattivante e originale: l’abitacolo è avanzato, e il muso corto perché il motore è collocato fra le ruote posteriori, che sono quelle motrici. È una soluzione condivisa con la nuova Smart forfour (la piccola cinque porte nata dal medesimo progetto), che ha permesso di ottenere una buona abitabilità in rapporto ai 360 cm di lunghezza ma che, pure, ha penalizzato la capacità del bagagliaio.
 
Moderni ed esteticamente piacevoli anche gli interni, realizzati con plastiche di discreta qualità. I posti sono quattro, comodi per passeggeri di statura medio-bassa, mentre il quinto posto – diversamente da quanto accade per alcune rivali altrettanto compatte – non è disponibile nemmeno pagando; inoltre, il divano è fisso e non scorrevole come nel vecchio modello. Fra gli optional, il sistema multimediale con schermo tattile di 7”.
 
Oltre che maneggevole come poche altre (merito, anche, della trazione posteriore che lascia più spazio agli organi di sterzo e permette di contenere il raggio di svolta), su strada la Renault Twingo è sicura: lo sterzo è sempre piuttosto leggero, ma ha reazioni facili da gestire, e la stabilità resta elevata anche nelle frenate violente. Il tre cilindri 1.0 a benzina da 71 CV è fluido, ma pigro nelle prestazioni e non propriamente parco.
 
L’Energy è l’allestimento meglio equipaggiato abbinabile al citato motore, e offre di serie, fra l’altro, i cerchi in lega di 15”, gli specchi regolabili elettricamente, il cruise control e l’avviso di involontario cambio di corsia. Volendo, c’è il più abbordabile Live, che non fa rinunciare né al “clima” manuale né alla radio R&Go (che permette di accedere alle funzioni di uno smartphone connesso).

 

VITA A BORDO

3
Average: 3 (1 vote)
Fa quel che può
Lo spazio a bordo è proporzionato alle dimensioni esterne, e sufficiente per quattro adulti, sebbene nella zona posteriore il soffitto non sia alto (specialmente se la vettura monta il tetto apribile, optional). Buona la qualità di plastiche e tessuti, migliorabile la posizione di alcuni comandi. I portaoggetti non mancano e un contributo alla praticità arriva dallo schienale anteriore destro abbattibile come quello del divano, il che rende possibile caricare oggetti lunghi; ma con i quattro posti in uso, di spazio per i bagagli ce n’è poco.
 
 
Plancia e comandi
Linee tondeggianti e vari inserti lucidi caratterizzano la plancia e la consolle della Renault Twingo, che si fanno apprezzare pure per la qualità delle plastiche (come, d’altronde, soddisfano i rivestimenti in tessuto). Migliorabile la collocazione dei vari tasti, che può confondere; inoltre, il pulsante dell’hazard è poco in evidenza e le bocchette centrali non si possono escludere. Il volante ha una foggia sportiva (con corona schiacciata inferiormente) e ospita i comandi del vivavoce, del cruise control e della radio (questi ultimi dietro la razza, ma comunque funzionali); fra i sedili davanti ci sono le prese a 12 volt, Usb e Aux. Minimalista il cruscotto, con la corona superiore dedicata al tachimetro e lo schermo centrale che ospita, oltre alle varie spie, l’indicatore di cambiata e quello del livello del carburante.
 
Abitabilità
Lo spazio è “giusto” anche in quattro. Le poltrone con poggiatesta integrati sono avvolgenti, con quella di sinistra regolabile anche in altezza e provvista di schienale registrabile tramite manopola (mentre il passeggero dispone di un meno preciso sistema a leva): facile trovare la giusta posizione di guida, sebbene l’appoggio per il piede sinistro risulti troppo arretrato. Chi siede sul divano ha abbastanza spazio per le gambe, ma meno sopra la testa, specialmente se l’auto è dotata di tetto apribile (optional); inoltre, i finestrini dietro si aprono a compasso, cioè di pochi gradi. Ben congegnati i portaoggetti, fra i quali un cassetto estraibile davanti alla leva del cambio, un ripostiglio sotto la seduta del divano (che può contenere uno o più ombrelli) e cassetti nelle porte dotati di elastico che ferma gli oggetti sporgenti.
 
Bagagliaio
La Renault Twingo è corta, e il motore collocato fra le ruote dietro ha costretto i progettisti a rialzare il pavimento (che tende anche a scaldarsi) a scapito della capacità di carico, pari a soli 188 litri. Eppure la flessibilità è notevole: mettendo in verticale lo schienale del divano si arriva a 219 litri (ma gli eventuali passeggeri posteriori viaggiano scomodi), mentre abbattendo entrambe le sezioni di cui è formato se ne ottengono 980; inoltre, si può “chiudere” a libro la poltrona anteriore destra liberando un piano lungo ben 225 cm. Di buono ci sono anche le finiture del vano, illuminato da una potente luce e coperto da un tendalino morbido che si solleva assieme al portellone (in vetro, fa corpo unico con il lunotto). 

COME VA

3
Average: 3 (1 vote)
“Animale” da città
Dimensioni compatte, sterzo leggerissimo e raggio di svolta contenuto rendono davvero facile la guida nel traffico, e nei percorsi extraurbani la precisione e la tenuta di strada (pur non essendo certo da auto sportiva) sono adeguate. Anche se i cerchi in lega maggiorati (16”) rendono la vettura un po’ rigida sullo sconnesso, il comfort è di buon livello; inoltre, l’insonorizzazione è valida anche in autostrada. In ogni caso le prestazioni del motore, fluido ma tutt’altro che grintoso, invitano alla guida tranquilla, e i consumi non sono nulla di eccezionale.
 
 
In città
La Renault Twingo è una vetturetta davvero piacevole da guidare nel traffico, grazie allo sterzo leggerissimo (e con un raggio di svolta contenuto, prezioso nelle manovre e nelle inversioni a U), al cambio dal comando morbido e ben manovrabile e alla dolcezza d’erogazione del motore; di quest’ultimo si apprezzano pure le scarse vibrazioni, ma i consumi non sono bassi (12,7 km/l) nonostante la presenza dello Stop&Start. Quanto al comfort, l’esemplare in prova è risultato un po’ rigido sullo sconnesso perché equipaggiato con cerchi in lega di 16” e gomme ribassate (185/50 davanti e 205/45 dietro, sono optional) al posto di quelli di 15” di serie (con gomme 165/65 anteriori e 185/60 posteriori).
 
Fuori città
Il tre cilindri non è particolarmente brioso e nei sorpassi, oppure in salita, bisogna “tirargli il collo”. In compenso fra le curve l’agilità è notevole e lo stesso vale per la stabilità. Il limite di aderenza è relativamente facile da raggiungere, ma anche da gestire dato che la vettura allarga progressivamente la traiettoria con il muso (complice il fatto che le gomme davanti sono più strette di quelle dietro) e che l’Esp interviene con decisione e puntualità. Buoni, ma non eccezionali, i consumi di benzina (17,2 km/l).
 
In autostrada
La Renault Twingo trasmette sicurezza anche in autostrada, rivelandosi stabile sia nei curvoni, sia nei bruschi rallentamenti (non si creano scompensi d’assetto nemmeno agendo bruscamente sui freni, peraltro di discreta potenza). Le prestazioni, però, non sono da passista: la ripresa è lenta (dopo un rallentamento, meglio scalare dalla quinta alla quarta), la riserva di potenza non proprio eccezionale (150,1 km/h la velocità di punta effettiva, raggiungibile in quarta) e i consumi piuttosto elevati (12,1 km/l). In compenso, per essere una citycar è abbastanza bene insonorizzata per quanto riguarda il motore (che a 130 km/h “gira” a quota 3900).

 

QUANTO È SICURA

4
Average: 4 (1 vote)
Airbag per la testa solo davanti
L’Euro NCAP ha assegnato alla nuova Twingo quattro stelle su cinque, un risultato in linea con quello delle principali rivali e supportato da punteggi buoni nelle verifiche relative alla capacità di salvaguardia dei passeggeri (bambini compresi) e dei pedoni. Meno esaltante la valutazione relativa ai sistemi di assistenza, determinata dal fatto che alcuni dispositivi di ultima generazione sono a pagamento oppure non previsti. Il necessario, comunque, è di serie: oltre all’Esp, ci sono quattro airbag.
 
 
Di serie nella Renault Twingo c’è l’essenziale, a cominciare dall’Esp e quattro airbag (quelli laterali anteriori sono estesi a proteggere anche la testa dei passeggeri, ma non dei due che viaggiano dietro), oltre ai sensori di pressione per le gomme; salvo che nella versione base, è incluso nel prezzo pure il vivavoce Bluetooth. La Energy aggiunge i fendinebbia e il pacchetto Safety, che comprende il cruise control e la telecamera Visio System con avviso d’abbandono non segnalato della propria corsia di marcia. Contribuisce alla sicurezza il sistema R&Go che dialoga via Bluetooth con qualsiasi smartphone (per il quale è previsto un supporto regolabile) e dispone di sintesi vocale per l’audiolettura degli sms (evita distrazioni dalla guida). Il fatto che il Visio System sia optional per le altre versioni, e che la frenata d’emergenza automatica non sia prevista, ha fatto sì che nei crash test Euro NCAP – eseguiti secondo lo standard in vigore dal 2015 – la nuova Renault Twingo ottenesse solo 56 punti percentuali nel giudizio sui sistemi di sicurezza, mancando di una stella il punteggio massimo (ne ha ottenute quattro su cinque). Confortanti, invece, i giudizi relativi agli altri ambiti di indagine specifici, con 78 punti percentuali per la protezione dei passeggeri, 81 per i bambini su seggiolini omologati e 68 per la capacità di salvaguardare i pedoni in caso di investimento.

NE VALE LA PENA?

4
Average: 4 (1 vote)
Davvero originale, abbastanza funzionale
Agilissima in città e davvero sicura fuori, ha un motore che soddisfa più per la fluidità di funzionamento che per le prestazioni; inoltre, i consumi non sono nulla di eccezionale. Come la carrozzeria, l’abitacolo è esteticamente personale e ben fatto; non mancano soluzioni che aiutano a sfruttare al meglio lo spazio a disposizione, ma con i quattro posti in uso la capacità di carico è davvero limitata. La Energy è ben dotata in rapporto a quel che costa, e offre pure una buona scelta di accessori a pagamento.
 
 
La Renault Twingo è una citycar dalla linea originale, in grado di mantenere quel che promette (ed è parecchio) in termini di maneggevolezza e di piacevolezza di guida nel traffico. Fuori città, non crea problemi: la tenuta di strada discreta e l'Esp sempre pronto a intervenire la rendono affidabile anche nei percorsi tortuosi e in autostrada, situazioni in cui nemmeno fa mancare il comfort. Ma non chiedetele troppo in fatto di prestazioni, perché il tre cilindri ha un carattere sin troppo tranquillo al quale, peraltro, corrispondono consumi un po’ superiori alle attese. L’abitacolo, facilmente accessibile grazie all’ampio angolo di apertura delle quattro porte, è discretamente spazioso, e convince pure per le soluzioni pratiche: vero che alcuni comandi non sono il massimo della funzionalità, ma i portaoggetti non mancano e la possibilità di reclinare sia lo schienale del divano, sia quello della poltrona anteriore destra, consente carichi eccezionali in rapporto alle dimensioni della vettura. Per contro, si devono accettare alcuni compromessi: per esempio i finestrini dietro che si aprono a compasso o il bagagliaio che, con i quattro posti in uso, è piccolo e poco sfruttabile. Fra i punti a favore, comunque, vanno annoverate la buona qualità costruttiva e la dotazione, che nel caso della Energy è completa in rapporto al prezzo. Inoltre, si può contare su una discreta scelta di optional: si va dai sensori di distanza posteriori (a buon mercato) alla più costosa retrocamera compresa nel pacchetto Techno assieme al navigatore, alla radio digitale e alla presa Usb posteriore. Dall’estate del 2015 sarà, inoltre, disponibile anche il cambio robotizzato a doppia frizione.

 

PERCHÈ SÌ

Dotazione
Dal “clima” agli specchi regolabili elettricamente, al cruise control, al dispositivo che avvisa se si “salta” corsia senza averlo segnalato, per finire ai cerchi in lega: la Energy offre un equipaggiamento ricco in rapporto al prezzo 
 
Guida in città 
Il motore ha un’erogazione progressiva e facilmente gestibile, lo sterzo e il cambio sono dolci da azionare e l’agilità è davvero elevata: nel traffico la Twingo si lascia condurre con poco impegno.
 
Praticità
Agevolmente accessibile anche dietro, l’abitacolo è pratico: offre parecchi vani per riporre gli oggetti e prevede la possibilità di “chiudere” il sedile destro per caricare (abbattendo anche metà divano) oggetti lunghi oltre due metri.
 
Sistema multimediale
Di serie c’è l’R&Go, che permette di accedere ai contenuti e alle funzioni di uno smartphone connesso e di usarlo in vivavoce, fra gli optional il pacchetto Techno con schermo a sfioramento di 7”.

PERCHÈ NO

Bagagliaio
Per avere i 219 litri di capacità con i quattro posti in uso (invece di 188) si deve regolare nella posizione verticale lo schienale del divano (che diventa scomodo). Inoltre, il motore collocato sotto il pavimento trasmette calore al carico.
 
Prestazioni
I 71 CV del 1.0 a tre cilindri sono parecchio pigri, e si finisce quasi sempre per metterli alla frusta. Ma i risultati sono comunque scarsi in termini di vivacità, e per giunta penalizzanti per i consumi.
 
Quinto posto
La Twingo è omologata per quattro persone e la possibilità di trasportarne una quinta non è prevista nemmeno a pagamento (diversamente da quanto accade per alcune rivali altrettanto compatte).
 
Ruota di scorta
Davanti, lo spazio sotto il cofano è impegnato dagli organi di servizio, e dietro dalla meccanica: per il ruotino non c’è posto, e così si può contare soltanto sul kit di riparazione alloggiato nella plancia (inefficace se la gomma è seriamente danneggiata).

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm3 999
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 52 (71)/6000
Coppia max Nm/giri 91/2850
Emissione di CO2 grammi/km 95
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 360/165/155
Passo cm 249
Peso in ordine di marcia kg 865
Capacità bagagliaio litri 188-219/980
Pneumatici (di serie) 165/65-185/60 R15

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 4a a 4300 giri   150,1 km/h 151 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 17,0   14,5 secondi
0-400 metri 20,3 108,4 km/h 19,6 secondi
0-1000 metri 37,7 135,5 km/h 35,8 secondi
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 40,7 127,7 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 38,9 118,5 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 4a 11,5    
da 80 a 120 km/h in 5a 28,1   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,7 km/litro 20 km/litro
Fuori città   17,2 km/litro 27 km/litro
In autostrada   12,1 km/litro non dichiarato
Medio   14,1 km/litro 23,8 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,3 metri non dichiarata
da 130 km/h   65,1 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   135 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   8,6 metri 8,6

 

 

Renault Twingo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
193
155
81
75
138
VOTO MEDIO
3,3
3.29595
642


Aggiungi un commento
Ritratto di carlo1967
25 marzo 2015 - 13:20
Nella realtà un'occasione sprecata da Renault. Quasi rimpiango la vecchia, almeno aveva un prezzo da low cost.
Ritratto di fastidio
25 marzo 2015 - 13:40
6
vista di lato non è per nulla bella, sembra un'auto cinese, mille volte meglio la prima twingo (che era veramente originale e con idee innovative), da allora è sempre andata peggio versione dopo versione..
Ritratto di M93
25 marzo 2015 - 15:52
A me non convince, sia per l'estetica che per l'impostazione meccanica (motore e trazione posteriori), fatti salve le ottime doti di agilità e maneggevolezza. Rispetto alla Twingo che possiedo (1 Phase II), imho, questa nuova serie è molto meno originale e sbarazzina.
Ritratto di Paglianti
25 marzo 2015 - 17:19
Di questa twingo penso si possa dire tutto, ma come fai a dire che nn e' originale??? E' unica, con motore e trazione posteriore!!! Poi se nn piace, e' un altro discorso, ma originale credo nn ci siano dubbi.
Ritratto di Franck Dì
25 marzo 2015 - 17:56
perchè ho un amica milanese che ha la nuova smart for2 (beata lei) e mi ha detto che consuma pochissimo... pochissimo... quindi, visto ke i motori sono gli stessi fra renault e smart, come possono dire che quel motore ha un consumo eccessivo??? qualcosa non quadra..... cmq sia stiamo parlando di una citycar di segmento A adatta per l'uso cittadino nella totale comodità quindi nn pensata x correre o fare partenze brucianti ai semafori... ps: mi sà ke devono rifare la prova...
Ritratto di super5
25 marzo 2015 - 18:11
e anche la mia va molto meglio di quella della prova. per me avevano un esemplare con dei problemi. le altre riviste hanno usato un'altra twingo bianca e i rilevamenti sono tutti diversi da quello di al volante. e la cosa è strana, perchè per tutti i modelli non c'è differenza sostanziale tra i rilevamenti di al volante e le riviste concorrenti. per la twingo 3 sì, e differenze enormi. troppo strano per pensare che sia normale.
Ritratto di Iceman Paul
27 marzo 2015 - 01:16
innanzi tutto complimenti per il nick super 5, poi fojone ha ragione, a volte discutere non serve. Secondo me renault ha fatto un'auto originale e ben sfrutttabile, il motore posteriore permette una buona agilità in città e questa nasce come tale, anche se io la userei day by day anche per statali e autostrade. In salone ci sono salito e lo spazio mi piace, la trovo bella e originale....se non avrà successo....pazienza godrà chi la prenderà usata...anche se in giro se ne vedono gia diverse...... personalmente ho trovato molto carina ed essenziale la base, molto più vicina concetto twingo. auguro a super 5 di farci molta strada e di conoscerla bene....chi guida una renault difficilmente riuscirà a starne senza....la mia twingo del 2002....1.2 ec181.000 km. Ti auguro un buon futuro con la nuova twingo...e chi e ne frega di cosa pensala massa, chi sceglie renault deve fare una scelta controcorrente....
Ritratto di super5
27 marzo 2015 - 11:28
twingo1 ice del 95, twingo 2 dynamique e questa 3. ogni modello ha avuto i suoi miglioramenti. questa è molto più confortevole e silenziosa delle precedenti.mi spiace solo aver perso il divano scorrevole, ma ho guadagnato il sedile destro abbattibile e soprattutoo le 5porte.sono a 3mila km ora.ovviamente ho anche la super5, dalla quale derivava la twingo1. anche le finiture sono via via migliorate, e non sono mai state inferiori alla panda. anche la meccanica è più accessibile rispetto alla precedente, anche se non si direbbe.ma qui commentano tutti senza conoscere la macchina, che ci vogliamo fare....
Ritratto di Franck Dì
28 marzo 2015 - 09:39
mi piace la twingo bianca con strisce nere laterali.... è sportivetta.... l'unico dubbio ke mi viene è la fanaleria anteriore se è davvero bella dal vivo perchè in foto mi lascia un pò di "perplessità".... non vedo l'ora di vedere una twingo dal vivo... la twingo e la forfour sono davvero carine... per il momento mi piace molto la forfour per via dei fari molto belli e luci led nella fanaleria posteriore...
Ritratto di opinionista
25 marzo 2015 - 21:56
2
Scandalosamente iproponibile ... La Smart 5 porte è più o meno terribile come questa Interni così cosi, ma nell'insieme "0"
Pagine
Annunci

Renault Twingo usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Renault Twingo usate 20156.8007.9307 annunci
Renault Twingo usate 20167.4008.27013 annunci
Renault Twingo usate 20176.4908.72031 annunci
Renault Twingo usate 20187.4009.66022 annunci
Renault Twingo usate 20198.90010.63024 annunci
Renault Twingo usate 20209.69913.97028 annunci
Renault Twingo usate 202112.60014.50010 annunci

Renault Twingo km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Renault Twingo km 0 201811.95012.2102 annunci
Renault Twingo km 0 201915.77016.7505 annunci
Renault Twingo km 0 20208.95011.4303 annunci
Renault Twingo km 0 20219.50013.28013 annunci