PROVATE PER VOI

Skoda Kamiq: ariosa e tecnologica

Prova pubblicata su alVolante di
dicembre 2019
Pubblicato 13 giugno 2020
  • Prezzo (al momento del test)

    € 26.430
  • Consumo medio rilevato

    15,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    120 grammi/km
  • Euro

    6d-TEMP
Skoda Kamiq
Skoda Kamiq 1.0 TSI 115 CV Dark Shade

L'AUTO IN SINTESI

La Skoda Kamiq è una crossover compatta ben rifinita e spaziosa (quanto meno finché si viaggia in quattro), oltre che comoda e con una generosa dotazione: di serie già dalla versione meno costosa ci sono il sistema contro il colpo di sonno, quello che mantiene l’auto in corsia, la frenata automatica d’emergenza, i fari full led (con illuminazione nelle svolte) e il cruise control adattativo. Ricco e moderno il sistema multimediale, dal quale si gestiscono anche alcune funzioni del “clima” automatico bizona (scomodo: avremmo preferito solo comandi fisici). Le manca giusto il divano scorrevole… Valido il 1.0 turbo a tre cilindri: è silenzioso, consuma poco e non vibra.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
5
Average: 5 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
5
Average: 5 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Ricca e comoda, ma fuori è poco protetta

La Skoda Kamiq è una crossover a trazione anteriore lunga poco più di un’utilitaria e con un abitacolo davvero spazioso, rifinito con cura e pieno di “gadget” utili per rendere più gradevole il viaggio. Il baule è abbastanza generoso, ma manca il divano scorrevole per poter modulare lo spazio in base alle esigenze del momento. Per essere una “piccola”, il comfort è di alto livello: le sospensioni “lisciano” i fondi accidentati e l’insonorizzazione è valida. Curiosamente per una crossover, la carrozzeria non dispone però di protezioni in plastica, riservate alla variante più “avventurosa” Scoutline.  Il 1.0 a tre cilindri turbo è vivace già dai bassi giri e i suoi 116 cavalli non richiedono mai troppa benzina. Validi lo sterzo e il cambio manuale a sei marce: i rapporti sono lunghi,ma anche senza scalare si riprende velocità con una discreta baldanza. La leva ha una corsa definita e innesti precisi, ma la frizione è po’ pesante da azionare. Del 1.0 c’è anche una versione da 95 CV, abbinata a una cambio a cinque rapporti, che già non è pigra; solo il motore da 116 CV protagonista di questa prova, però, si può abbinare al robotizzato DSG a doppia frizione (optional).

La Skoda Kamiq Dark Shade del nostro test è una versione speciale, con cerchi di 18” e mascherina e archi del tetto panoramico (che è di serie) neri; così si giustifica il prezzo non proprio contenuto. La Style, infatti, fa risparmiare parecchio e offre la stessa dotazione tecnologica e per la sicurezza: navigatore con schermo di 9,2’’, cruscotto digitale di 10,2’’, climatizzatore bizona e avviamento a pulsante. Tutt’altro che povera la Ambition: è la “base”, ma ha già di serie il cruise control adattativo, la frenata automatica, i fari full led, i sensori di parcheggio posteriori, l’impianto multimediale con lo schermo di 8’’, Android Auto e Apple CarPlay. Dedicata ai grandi viaggiatori la 1.6 TDI a gasolio da 116 CV: rispetto alla 1.0 TSI provata costa oltre duemila euro in più e c’è anche col DSG. Esuberante, ma non assetata, la 1.5 TSI, col quattro cilindri turbo a benzina da 150 CV.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Ben fatta e con un ottimo infotainment

Plancia e comandi
Colpisce la qualità delle finiture della Skoda Kamiq, non lussuose ma superiori a quelle di quasi tutte le rivali. La parte alta della plancia è rivestita morbidamente. Optional l’inserto color alluminio, il sovrastante “filetto” color bronzo che prosegue fin nei pannelli porta (compresi quelli dietro) e le luci d’ambiente bianche (color rosso o ambra si pagano a parte). I comandi del “clima” (bizona di serie) sono un po’ troppo in basso, e se per regolare la temperatura ci sono due pratiche rotelle, per gestire i flussi bisogna ricorrere allo schermo tattile centrale di 9,2’’: una soluzione un po’ macchinosa e che fa distogliere gli occhi dalla strada. Molto valido il sistema multimediale: lo schermo, reattivo al tocco, ha una grafica moderna e configurabile a piacere; elevata l’integrazione col cruscotto digitale. Di serie il navigatore (con mappe aggiornate a vita), Apple CarPlay (optional c’è quello senza cavo) e Android Auto; “caldo” e potente il suono dell’impianto di serie. Valido il cruscotto digitale: è di serie e ampiamente configurabile. Un tasto nel volante modifica la grafica del cruscotto digitale (anch’esso di serie): spiccano le varianti con mappa a tutto schermo e quella “minimalista”, che mostra solo velocità e autonomia.

La Skoda Kamiq ha di serie ci sono parecchi piccoli dettagli che rendono più gradevole l’utilizzo: citiamo il bracciolo scorrevole fra i sedili, con vano sottostante, l’ombrello che trova posto nel pannello della porta anteriore sinistra, il raschiaghiaccio alloggiato all’interno dello sportellino del carburante e provvisto di tacche per misurare lo spessore residuo del battistrada. Accanto alla leva del freno di stazionamento c’è poi un portabottiglia; utile pure la linguetta sul lato interno del parabrezza, che consente di fissare il tagliando del parcheggio a pagamento, mentre una fessura dedicata al biglietto dell’autostrada è sotto il bracciolo centrale. Il massimo, però, si ottiene con il pacchetto Family, proposto a una cifra non esagerata. Ci sono i tavolinetti ripiegabili per chi sta dietro, il bracciolo centrale posteriore a scomparsa con portabibita, il rivestimento double face (in gomma e in tessuto) del fondo del baule, un cestino portarifiuti e, nella consolle centrale, il supporto removibile per cellulari. Il cassetto destro è piuttosto ampio, oltreché rivestito e refrigerabile, e provvisto di fessure per tenere a portata di mano tessere e monete. 

Abitabilità
Parecchio lo spazio per quattro adulti, specie per le gambe (anche di chi sta dietro). L’unico appunto riguarda il posto centrale del divano: la seduta è rialzata e il tunnel sul pavimento è ingombrante. La posizione di guida della Skoda Kamiq è dominante e offre ampie regolazioni anche del volante e delle cinture di sicurezza. Accoglienti i sedili, regolabili in altezza e nel supporto lombare. Il pacchetto Simply Clever 2 prevede pure un cassetto sotto le sedute. Dietro non mancano le bocchette di ventilazione e, con poche decine di euro, due prese Usb (di tipo “C”) per la ricarica.

Bagagliaio
Il vano della Skoda Kamiq è ampio per una crossover compatta, in particolare reclinando gli schienali posteriori. Ma il divano scorrevole non è disponibile. L’imboccatura squadrata permette di caricare oggetti grandi; robusto il battivaligia in plastica, con anello incassato, ma il piano che si ottiene reclinando lo schienale non è piatto. Utili gli elementi fermacarico posizionabili col velcro. E con il pacchetto Simply Clever ci sono il fondo alzabile di 13 cm e vari ganci (inclusi due amovibili, da fissare agli attacchi isofix sul retro del divano) e reti. “Furba” la torcia estraibile nel bagagliaio. 

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
Valida un po’ dappertutto

In città
A dispetto delle ruote di 18’’, buche e rotaie non si sentono troppo. In manovra il volante della Skoda Kamiq non affatica e i sensori di distanza (di serie quelli posteriori) sono preziosi: la carrozzeria senza protezioni è a rischio di “toccatine”. Ben modulabile ma un po’ duro da premere il pedale della frizione, e i consumi non sono male: 13,7 km/l rilevati.

Fuori città
Nei percorsi tortuosi si apprezzano la vivace spinta del motore (che non disdegna gli allunghi, e senza mai rendere troppo evidente la sua “voce”), la prontezza dei freni e la precisione di cambio e sterzo. I 19 cm di altezza da terra permettono alla Skoda Kamiq di affrontare con tranquillità gli sterrati poco impegnativi. Bassi i consumi: i nostri strumenti hanno rilevato in media 19,2 km/l.

In autostrada
A 130 km/h, in sesta, il motore è a 2750 giri: non si fa sentire e assicura percorrenze di tutto rispetto (14,1 km/l); ridotti i fruscii e il rumore di rotolamento delle gomme. Il cruise control adattativo è efficiente, ma manca la funzione che mantiene l’auto al centro della corsia: certo, è una rarità per vetture di questo prezzo, ma non avrebbe stonato visto il buon livello tecnologico.

PERCHÈ SÌ

COMFORT
L’insonorizzazione è curata e persino con i cerchi di 18’’ l’assorbimento delle irregolarità della strada è efficace. Silenzioso il motore.

MOTORE
Spinge con brio già dai bassi regimi, non trasmette vibrazioni e si accontenta di poca benzina.

SPAZIO
Anche quattro persone molto alte viaggiano comode, senza “toccare” con testa e ginocchia. Ampio il baule.

TECNOLOGIA
Sono di serie un infotainment rapido ed evoluto, il cruscotto digitale e svariati aiuti alla guida.

PERCHÈ NO

COMANDI DEL “CLIMA”
Per alcune regolazioni si è costretti a passare dallo schermo tattile centrale. E nelle bocchette manca la regolazione separata della portata e della direzione dell’aria.

DIVANO
Averlo di tipo scorrevole sarebbe stato un plus.

PROTEZIONI ANTIGRAFFIO
Sono riservate alla versione Scoutline: la carrozzeria è più esposta a “strisciate”.

QUINTO POSTO
Chi viaggia al centro del divano deve fare i conti con un voluminoso tunnel nel pavimento.

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 999
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 85 (116)/5000-5500
Coppia max Nm/giri 200/2000-3500
Emissione di CO2 grammi/km 120
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 424/179/153
Posti 5
Passo cm 265
Peso in ordine di marcia kg 1156
Capacità bagagliaio litri 400/1395
Pneumatici (di serie) 215/40 R18

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 5000 giri   190,4 km/h 194 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,4   9,9 secondi
0-400 metri 17,4 131,6 km/h non dichiarata
0-1000 metri 31,7 165,6 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 38,4 150,7 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 35,7 141,1 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 12,6   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 15,8   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,7 km/litro non dichiarato
Fuori città   19,2 km/litro non dichiarato
In autostrada   14,1 km/litro non dichiarato
Medio   15,8 km/litro 18,9* km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,2 metri non dichiarata
da 130 km/h   63,4 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,7 metri 10,1

 

*In base al ciclo WLTP

 

Skoda Kamiq
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
55
46
24
36
50
VOTO MEDIO
3,1
3.094785
211


Aggiungi un commento
Ritratto di littlesea
15 giugno 2020 - 07:18
1
Che, forse non lo sai, consuma più o meno la stessa quantità di benzina e risulta molto più affidabile nel tempo.
Ritratto di deutsch
15 giugno 2020 - 09:43
4
che forse non sai paga molto più di assicurazione. che forse non sai offre prestazioni mosce rispetto ad un turbo benzina, soprattutto in ripresa. in merito ai consumi non so , quando ci sarà una comparativa vedremo intanto dall'omologazione risultano differenze a favore di skoda. in merito all'affidabilità io non ho elementi al riguardo chiedo quindi di condividere col forum i tuoi sui quali basi le tue affermazioni
Ritratto di Meandro78
15 giugno 2020 - 09:52
Quindi tu preferisci un motore da aspirapolvere sempre sotto sforzo... Molto più sensate le tesi di chi vuole l'all-in elettrico o gli umarell sostenitori dell'ibrido Toyota. Almeno quando parlano di efficienza vera sono seri, non solo quando parlano di omologazione. Lo vogliamo capire o np che il frazionamento 1.0 tre cilindri non è frutto della volontà di sviluppo del settore ma dei condizionamenti, anche demenziali, che la UE impone ai produttori europei? Somiglia sempre di più alle omologazioni giapponesi per le keicar (lì la cubatura dei tre cilindri si ferma a 664 cm cubi).
Ritratto di sportbackman
15 giugno 2020 - 09:58
Ai consumatori frega niente di quello che c’è sotto,importa che L vettura abbia costi di gestione bassi,consumi poco,ad abbia buone prestazioni,e questi nuovi motori 1000 3 cilindri offrono tutto questo!
Ritratto di deutsch
15 giugno 2020 - 10:18
4
esatto anche perchè la "gente" con queste auto benzina forse non fa neanche 10k km all'anno (la media nazionale dei benzina è di 7/8000 km annui). se dovessi andare su un'auto di questa categoria sicuramente non prenderei un 2.0 aspirato in luogo di un 1.0 turbo anche perchè se punti agli aspirati togli il 95% delle auto del segmento. la cx3 è una bella macchina, ma se la scelgo non è certo per il motore grande. diverso è il discorso del full ibrido sul quale non mi farei problemi verso una cilindrata più grande del termico normale. poi ognuno è libero di scegliere il motore che vuole
Ritratto di littlesea
15 giugno 2020 - 16:17
1
Non avete idea di quello che dite, oppure parlate solo per sentito dire, per falsi miti...Un 1.0 benzina viene considerato dalle assicurazioni un motore di solito utilizzato da neopatentati e, per questo, fortemente "penalizzato" a differenza di un 2.0 che, tra l'altro, viene catalogato come propulsore da pochi km/anno...E poi...volete mettere la manutenzione di un motore collaudato e morigerato, rispetto un seppur valido ma potenzialmente fragile 1.0 turbo con tanta tecnologia? Non fatemi ridere, per carità...
Ritratto di deutsch
15 giugno 2020 - 16:38
4
opinioni a parte, i dati dicono che il 1.0 è 12cv fiscale mentre il 2.0 è 19 o 20 a seconda della cilindrata. i cv fiscali sono il parametro base, direttamente collegato alla cilindrata, che usano le assicurazione per computare il premio. a parità di dati un 12 cv pagherà sicuramente meno di un 19/20. poi ognuno prende ciò che vuole
Ritratto di sportbackman
15 giugno 2020 - 16:45
Ecco,bravo!Fallo capire a chi vuole trovare a tutti i costi qualche difetto arrampicandosi sugli specchi
Ritratto di Roomy79
15 giugno 2020 - 22:13
1
Manco cosa stai dicendo... Il costo si basa sui cv fiscali, residenza e eventuale guida di persone non esperte (< 26 anni) , una tipo 1300 4 porte (macchina del nonno) a parità di classe paga come una 500 1300 miei cabrio (macchina da ragazzino) . Spararle proprio a caso per parlare va bene, però...
Ritratto di BigDeals
15 giugno 2020 - 17:11
L'assicurazione si paga sui cavalli non sulla cilindrata.
Pagine
Annunci

Skoda Kamiq usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Skoda Kamiq usate 202020.80021.8904 annunci
Skoda Kamiq usate 202123.90023.9001 annuncio

Skoda Kamiq km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Skoda Kamiq km 0 201928.90028.9001 annuncio
Skoda Kamiq km 0 202123.49023.4902 annunci