PROVATE PER VOI

Skoda Karoq: la giusta misura anche nella guida

Prova pubblicata su alVolante di
aprile 2018
  • Prezzo (al momento del test)

    € 29.350
  • Consumo medio rilevato

    16,1 km/l
  • Emissioni di CO2

    114 grammi/km
  • Euro

    6
Skoda Karoq
Skoda Karoq 1.6 TDI Executive DSG
L'AUTO IN SINTESI

Crossover non troppo ingombrante (438 cm di lunghezza), la Skoda Karoq brilal per praticità: vanta un abitacolo spazioso, e un baule capiente e flessibile grazie al divano scorrevole (optional). Il 1.6 TDl da 116 CV dell’auto in prova è il diesel “base”: abbastanza brioso e non troppo assetato, lavora in perfetto accordo con il cambio robotizzato a doppia frizione DSG (ma c’è anche con la trasmissione manuale). Facile da guidare, questa proposta ceca è anche confortevole, sebbene in velocità i fruscii aerodinamici si facciano sentire troppo. La Executive offre di serie – fra l’altro – il navigatore e la frenata automatica d’emergenza, e la dotazione di ausili alla guida può essere arricchita a pagamento. In previsione di un utilizzo fuori dall’asfalto (i 18 cm di luce a terra lo consentono) si può considerare la più costosa 4x4 con il 2.0 a gasolio da 150 CV.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
È ben fatta e pensa alla famiglia

Chi è alla ricerca di una crossover spaziosa, ma che non sia impacciata nel traffico cittadino, può valutare la Skoda Karoq: lunga 438 cm, offre una notevole abitabilità e un bagagliaio degno di nota. La versione in prova impiega il diesel meno potente, il 1.6 TDI da 116 CV: abbinato al puntuale e vellutato cambio robotizzato a doppia frizione DSG a sette marce (più costoso di quello manuale a sei rapporti, disponibile in alternativa), assicura sufficiente brio e non chiede troppo gasolio. Piacevole la guida: fra le curve l’auto è stabile e sicura, e lo sterzo è preciso e leggero (ma non molto diretto). Chi vuole abbandonare l’asfalto può contare su 18 cm di luce a terra, ma per avere pure la trasmissione 4x4 deve orientarsi sulla più costosa 2.0 TDI da 150 CV: è la sola che può disporne, dato che anche le due versioni a benzina, la 1.0 TSI da 116 CV e la 1.5 TSI da 150 CV, sono a trazione anteriore.

Promossa con cinque stelle nei test Euro NCAP, la Skoda Karoq ha ottenuto una buona votazione media nelle diverse aree di indagine, complice il fatto che la frenata automatica d’emergenza (fino a 60 km/h, con riconoscimento dei pedoni) è di serie per tutta la gamma; acquistando il pacchetto Travel Assistance, la funzionalità del sistema viene elevata a 160 km/h, e si ottengono pure il cruise control adattativo e l’avviso di involontario cambio di corsia. Fra gli optional c’è anche il pacchetto di servizi Skoda Care Connect, gestibile dallo smartphone tramite un’app dedicata: include la chiamata automatica d’emergenza in caso di incidente (attiva per 14 anni) e la gestione a distanza di alcune funzioni della vettura (con canone d’abbonamento triennale). Tornando alla dotazione di serie, quella dell’intermedia Executive è completa: contempla anche i fari full led e il navigatore, accessori ai quali si rinuncia optando per la più abbordabile Ambition; ma per avere compreso nel prezzo anche il pratico divano scorrevole e asportabile Vario-Flex (altrimenti optional) si deve passare alla top di gamma Style.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Meglio col divano scorrevole

Plancia e comandi 
Costruzione curata, morbido il rivestimento della parte superiore della plancia, e pochi fronzoli contraddistinguono un ambiente improntato alla praticità, ma che può essere reso sfizioso aggiungendo su plancia e porte le strisce luminose del pacchetto Led. Stile semplice pure per il ben leggibile cruscotto della Skoda Karoq, purtroppo privo della spia che segnala l’accensione degli anabbaglianti; molte le informazioni richiamabili nel display fra i due strumenti analogici. Reattivo al tatto (ma non molto pronto ai comandi vocali) il touch screen di 8” del sistema multimediale, che è completo di navigatore, Apple CarPlay e Android Auto; peccato, però, che la radio Dab sia a richiesta, e che il lettore cd sia riservato al raffinato impianto opzionale Columbus. Fra i difetti, anche i display che mostrano la temperatura impostata nel “clima” automatico: sono troppo piccoli.

Abitabilità  
L’abitacolo della Skoda Karoq è ampio e ricco di soluzioni pratiche: per esempio il cassetto di fronte al passeggero (non rivestito) è piuttosto ampio, refrigerato e completato da due slot per schede SD; inoltre, ci sono un capace vano nel bracciolo anteriore (con portabottiglie), un cassettino (dall’interno imbottito) nella parte superiore della plancia e un portaombrelli sotto la seduta destra. Con sovrapprezzo si possono avere le sagomate poltrone sportive in pelle e Alcantara e pure i poggiatesta provvisti di supporti per smartphone sul retro, a uso dei passeggeri posteriori; pratiche le leve per registrare l’altezza e il supporto lombare. Davvero utile il divano scorrevole di 15 cm Vario-Flex (optional) diviso in tre parti, comodo soprattutto ai lati in virtù delle sedute più ampie e degli schienali reclinabili di 13°; chi sta al centro, invece, ha meno spazio anche per i piedi a causa del tunnel nel pavimento e del mobiletto che sbuca fra i sedili anteriori (ospita le bocchette del “clima”, un vano e una presa a 12 V).

Bagagliaio 
Oltre alla soglia più vicina a terra che in altre suv (69 cm), il baule della Skoda Karoq vanta una capacità da record nella categoria, almeno se si ordina il divano scorrevole e removibile Vario-Flex (nessuna rivale offre una soluzione simile): in questo caso si può contare su 479-588 litri di capienza con tutti i posti in uso, 1605 reclinando il divano e ben 1810 asportandolo e lasciandolo a casa. Inoltre, si ottiene pure il tendalino che si solleva assieme al portellone, oltre a due binari sul pavimento, provvisti di ganci fermacarico. Regolare la forma del vano, in grado di accogliere due grandi valigie sovrapposte senza dover togliere la cappelliera (che dista 50 cm dal piano di carico).

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Va bene ovunque, ma con qualche fruscio

In città  
Complici la posizione di guida rialzata e le estese superfici vetrate, tenere sotto controllo i ragionevoli ingombri della carrozzeria non è impegnativo: la Skoda Karoq si disimpegna agevolmente anche negli spazi ristretti. Alleviano lo stress della guida pure la leggerezza dello sterzo e il cambio a doppia frizione, dagli innesti rapidi e dolci, mentre le sospensioni, dal canto loro, digeriscono gli ostacoli senza contraccolpi. Del 1.6 diesel si apprezzano la regolarità di funzionamento e i consumi non “impegnativi” (16 km/l).

Fuori città  
La tenuta di strada sicura (nell’esemplare in prova favorita dai cerchi di 18”, optional al posto di quelli di 17”, con gomme 215/50) e la frenata potente fanno sì che la Skoda Karoq assecondi la guida brillante. Inoltre, per sfruttare al massimo il 1.6 TDI si può impostare il cambio in modalità S (si ritarda il passaggio al rapporto superiore) o anche selezionare le marce agendo sulle palette al volante. Alzando il ritmo, però, la suv ceca ricorda di essere una vettura non concepita per la guida sportiva: lo sterzo, anche se preciso, è poco diretto.

In autostrada 
Nulla da eccepire sulla stabilità, sulla precisione e sulla risposta delle sospensioni della Skoda Karoq, che ha un comportamento “sano” anche ad andatura elevata. Peccato, però, che i fruscii generati dagli specchi retrovisori esterni siano sensibili già a partire dai 90 km/h, e assieme ai rumori delle gomme penalizzino il comfort (che per altri versi è buono). Ancora una volta adeguato il 1.6 TDI, che non consuma troppo (14,3 km/l), si rivela – assistito dal rapido cambio robotizzato – pronto nelle riprese e lavora in silenzio grazie alla settima marcia abbastanza lunga, che sviluppa i 130 km/h a soli 2300 giri del motore.

PERCHÉ SÌ

Baule 
Fra i più capienti della categoria, è sfruttabile al meglio grazie al divano Vario-Flex; inoltre, è fornito di utili elementi funzionali (come i ganci di fissaggio).

Cambio
Rapido negli innesti, che avvengono sempre con la necessaria dolcezza, il robotizzato a doppia frizione (con paddle al volante per l’uso in manuale) non delude. 

Guida
Non è una crossover sportiva, ma la Karoq non difetta di maneggevolezza, è intuitiva da condurre e si rivela gratificante e sicura anche fra le curve.

Prezzo
Non c’è di che lamentarsi: si tratta di una vettura ben rifinita, equipaggiata di una meccanica efficiente e con una dotazione di serie priva di lacune.

PERCHÉ NO

Fruscii
Anche senza essere eccessivamente fastidioso, il rumore dell’aria che scorre sulla carrozzeria (e sugli specchi) è avvertibile, come pure quello delle gomme.

Lettore di CD
È abbinato soltanto all’impianto di infotainment più sofisticato: una scelta discutibile, anche perché l’eventuale sovrapprezzo da sborsare è consistente.

Spie 
Dal cruscotto manca quella che segnala l’accensione delle luci anabbaglianti. Leggibili con difficoltà i display che mostrano la temperatura impostata nel climatizzatore. 

Tunnel 
Necessario ad alloggiare l’albero di trasmissione delle versioni 4x4, è piuttosto voluminoso e toglie spazio ai piedi dell’eventuale quinto passeggero.

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 85 (116)/3250-4000
Coppia max Nm/giri 250/1500-3200
Emissione di CO2 grammi/km 114
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (robotizz. doppia friz.) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 438/184/162
Passo cm 262
Peso in ordine di marcia kg 1366
Capacità bagagliaio litri 479-588/1810*
Pneumatici (di serie) 225/55 R17**


*con divano Vario-Flex
**Auto in prova con gomme Bridgestone Turanza T001 215/50 R 18

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 3800 giri   183,3 km/h 188 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 11,7   10,9 secondi
0-400 metri 18,3 124,9 km/h non dichiarata
0-1000 metri 33,4 156,5 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE S Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 30,5 157,0 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 29,1 157,8 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 3,3   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 8,8   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   16,1 km/litro 22,2 km/litro
Fuori città   18,2 km/litro 23,8 km/litro
In autostrada   14,3 km/litro non dichiarato
Medio   16,1 km/litro 23,3 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   35,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   60,3 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,4 metri non dichiarata
Skoda Karoq
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
39
35
33
27
41
VOTO MEDIO
3,0
3.022855
175
Aggiungi un commento
Ritratto di Dario Visintin
13 marzo 2019 - 18:37
VEDENDO GLI INTERNI: MI CHIEDO MA NON SIA MAI DETTO ,CHE UN'AUTO DEL GRUPPO A CUI APPARTIENE NON ABBIA LA MINIMA FANTASIA DI TROVARE UN PRODUTTORE PER QUANTO RIGUARDI L'ESTETICA DEGLI INTERNI, DI PROPORRE UN A FILOSOFIA DICIAMO DIVERSA DALLA SOLITA LINEA CHE PROPONE LA CASA MADRE
Ritratto di Enrico55
13 marzo 2019 - 23:20
Io invece ho avuto una Passat 2000 tdi 150 cv col DSG a bagno d'olio e dopo 150.000 km ho dovuto cambiare tutta la meccatronica, inquinata dallo sporco delle frizioni interne, cosa toccata a tanti altri miei conoscenti, il costo supera sempre i 1.600 euro! Ho avuto poi una Octavia 1600 tdi col DSG a secco e in 100.000 km non ho mai avuto nessun tipo di problema, oltre ad essere il cambio molto più reattivo, dolce e preciso in ogni situazione, inoltre anche dovendo sostituire le frizioni esterne la spesa è molto inferiore, anzi viene quasi ammortizzata dal risparmio della mancata sostituzione periodica del costoso olio e del costosissimo filtro, che su quello a secco non è mai prevista. Il gruppo VW ha pensato di montare questo tipo di cambio validissimo per potenze fino a 30Kgm, proprio per avere una gestione più economica nel lungo periodo della manutenzione del cambio stesso, tenete presente che all'estero la presenza del cambio automatico anche sulle auto più piccole, ad esempio la Polo, è molto diffusa. Per avere una XC 40 nuova pari accessori non bastano 40.000 euro, altro che spicci! Certamente che è più bella, ma il confronto è improponibile, oltre ad avere motori più potenti ed interni di lusso al pari delle tre sorelle tedesche, pensate che pesa 200 kg in più, di cui almeno 70/80 solo per la abissale differenza della struttura e del comfort dei sedili...poi provate a chiudere una portiera, una sembra di latta, l'altra una cassaforte, per non parlare dell'assale posteriore o del cambio automatico a 8 rapporti che solo quello peserà 30/40 kg in più...A ben vedere comunque sinceramente penso che alla fine la enorme differenza tra le due auto giustifichi anche la altrettanto enorme differenza di prezzo, la Skoda è regina incontrastata di vendite nell'est europa, l'altra aspira ad una clientela più facoltosa e sarà sicuramente regina nel ricco nord europa, alla fine siamo sempre là...
Ritratto di Renee
14 marzo 2019 - 14:12
Per me i SUV rispecchiano esattamente il caos che regna nelle menti dell'umanita' del Ventunesimo secolo. Queste tipologie di auto rappresentano il disordine : Né carne Né pesce. Fuoristrada ma con assetto sportivo, campagnole ma con interni di lusso e materiali pregiati, rapporti ridotti e rapporti prestazionali ... tanto spazio occupato fuori e tanto poco spazio dentro. vogliono l'uno e vogliono pure l'altro. In breve : Suv auto confuse per confusi. E i confusi di questi tempi sono in tanti.
Ritratto di acerottobre
15 marzo 2019 - 07:16
Forse si tratta di utenti tuttofare che ne apprezzano la versatilità/praticità nel rispetto delle dovute proporzioni e non possono permettersi che una sola auto per TUTTI GLI USI...
Ritratto di Renee
15 marzo 2019 - 10:13
Se per tutti gli usi vuol dire che non servono a nulla un po' come quando si ha a che fare con delle persone che dicono di saper fare tutto e poi alla fine non sono capaci a niente. Io sono del pare che se si deve fare un auto sportiva la si deve fare sportiva se si deve fare un fuoristrada si deve fare fuoristrada.Non esistono vie di mezzo o si fa bene mirata allo scopo o niente. Questi ingegneri delle varie case automobilistiche non sanno piu' cosa inventarsi per fregare il prossimo fra dei quali comprando un carrozzone del genere migliaia di euro che tra un paio di anni non ne varra' nemmeno la meta'..
Ritratto di Giuliopedrali
14 marzo 2019 - 19:05
Le vere SUV o crossover odierne non devono avere assolutamente niente di fuoristradistico. Diciamo che permettono più fantasia stilistica rispetto alle berline e poi una volta passati a un'auto più alta è difficile tornare a quelle basse.
Ritratto di Giuseppe Bottazzi
15 marzo 2019 - 11:13
Se la fanno a metano cominciamo a parlarne, altrimenti è solo un"altra in mezzo al mucchio, ormai fatte con lo stampino.
Pagine
Annunci

Skoda Karoq usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Skoda Karoq usate 20149.9009.9001 annuncio
Skoda Karoq usate 201725.30026.6002 annunci
Skoda Karoq usate 201822.90028.6307 annunci

Skoda Karoq km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Skoda Karoq km 0 201825.90028.6303 annunci
Skoda Karoq km 0 201919.85022.4405 annunci