PROVATE PER VOI

Toyota Rav4: in città ti dà il massimo

Prova pubblicata su alVolante di
aprile 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 39.700
  • Consumo medio rilevato

    14,1 km/l
  • Emissioni di CO2

    118 grammi/km
  • Euro

    6
Toyota Rav4
Toyota Rav4 2.5 HV E-CVT Lounge 4WD
L'AUTO IN SINTESI

La Toyota Rav4 Hybrid 4WD è una suv medio-grande, spinta da un 2.5 a benzina e due motori elettrici (quello posteriore trasforma l’auto in una 4x4). Molto spaziosa nell’abitacolo come nel bagagliaio e ben equipaggiata in rapporto al prezzo (ma con qualche economia nelle finiture interne) questa suv ha 197 cavalli, e sa scattare con decisione; la guida, però, non è particolarmente precisa, e invita ad andare tranquilli. Il giudizio sui consumi dipende dal tipo di percorso: sono molto bassi in città, dove il sistema ibrido riesce a recuperare gran parte dell’energia che andrebbe dispersa nei rallentamenti, mentre in autostrada le rivali diesel fanno meglio (anche in termini di autonomia).

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Al primo posto mette la comodità

È la versione ibrida della spaziosa suv giapponese, aggiornata circa un anno fa. La Toyota Rav4 Hybrid Ha due motori elettrici: il primo supporta il 2.5 a benzina nelle riprese, mentre il secondo interviene (quando serve) solo sulle ruote posteriori, trasformando l’auto in una 4x4. Si spendono 3.050 euro in più rispetto alla versione con la sola trazione anteriore, ma sui fondi viscidi è un bel vantaggio. Dimensioni a parte (la Toyota Rav4 è lunga 461 cm), questa suv è molto a suo agio in città. Lo scatto è vivace, la trasmissione automatica (a variazione continua di rapporto) è fluida e i consumi sono davvero bassi. In più, c’è da considerare che molte amministrazioni comunali garantiscono delle agevolazioni (accesso alle Ztl e parcheggi nelle strisce blu gratuiti) alle auto ibride, perché poco inquinanti. Su strada aperta si apprezzano il notevole comfort e il brio garantito dai tre motori (che garantiscono una potenza combinata massima di 197 cavalli). Tuttavia, l’evidente rollio in curva, lo sterzo che non dà molta confidenza e la fastidiosa risposta “tipo scooter” del 2.5 a benzina (che sale molto di giri non appena si accelera con decisione) non invitano alla guida brillante. La Lounge ha una dotazione valida in rapporto al prezzo: fari full led, “clima” automatico bizona, portellone ad azionamento elettrico e telecamera di retromarcia sono di serie. Inoltre, la Toyota propone sconti molto consistenti e la garanzia è di tre anni (cinque sui componenti del sistema ibrido).

VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
Tanto spazio, ma qualche economia

Plancia e comandi
Arioso e con spazio da vendere, l’abitacolo della Toyota Rav4 Hybrid è simile a quello del vecchio modello: sono nuovi, però, il sistema multimediale con schermo tattile a sfioramento di 7 pollici e la strumentazione, specifica per questa versione ibrida (invece del contagiri c’è un indicatore della potenza fornita o recuperata) e illuminata in azzurro. Alcuni elementi sono realizzati con cura (come i comandi del “clima” bizona, oppure l’hi-fi dal suono limpido), ma le plastiche dei pannelli delle porte e della plancia sono da utilitaria, e certi montaggi mancano di precisione. Inoltre, solo l’alzavetro anteriore sinistro è automatico, alcuni pulsanti e la griglia in cui scorre la leva del cambio sono superati e le tasche nelle porte sono minuscole. Chi siede davanti dispone di raffinate comodità, quali i sedili riscaldabili e (per il solo guidatore) le regolazioni elettriche. Meno coccolato chi sta dietro, dove non c’è neppure una bocchetta del “clima”.

Abitabilità
La Toyota Rav4 è una cinque posti “vera”: lo spazio è abbondante in ogni direzione, posteriormente il pavimento è piatto (non c’è un tunnel che intralcia i piedi) e lo schienale del divano si può inclinare all’indietro per riposarsi nei lunghi viaggi.  

Bagagliaio
La presenza delle batterie e del motore elettrico posteriore non peggiora molto la capienza, che rimane molto buona: c’è un rialzo di sette centimetri vicino al divano, ma la capienza è comunque di ben 579 litri (61 in meno delle Rav4 a gasolio). L’accesso è comodo (soglia a 67 cm da terra e portellone molto ampio ad azionamento elettrico) e gli schienali si reclinano anche dal baule, con due levette; appena sufficiente la finitura (le pareti laterali, in plastica, si rigano con facilità).

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Sorpresa: una suv fatta per la città 

In città
La Toyota Rav4 Hybrid è ingombrante, ma per il resto si dimostra decisamente adatta al traffico urbano. I frequenti rallentamenti consentono al sistema ibrido di recuperare molta energia, che va a ricaricare le batterie (e, poi, ad alimentare “gratis” i motori elettrici). Di conseguenza, i consumi (abbiamo misurato oltre 17 km/litro) e le emissioni inquinanti sono molto ridotti per una suv di questa stazza, e migliori di quelli delle rivali a gasolio. In più, lo scatto è immediato e deciso, il comfort più che apprezzabile (grazie anche al cambio automatico e allo sterzo leggero) e, nei parcheggi, sensori e telecamera di retromarcia vengono in aiuto.

Fuori città
I 197 cavalli complessivi tornano utili nei sorpassi, che si effettuano rapidamente e senza dover “lavorare” con il cambio, ma non è consigliabile sfruttarli per adottare una guida “dinamica”: nelle curve prese con decisione, infatti, la carrozzeria s’inclina parecchio di lato, mentre il 2.5 sale fastidiosamente di giri quando si accelera e solo scalando manualmente le marce si ottiene un buon freno motore. Muovendosi tranquilli, invece, si gode del buon comfort e si ottengono consumi contenuti (15,4 km/litro nei nostri test). 

In autostrada
A velocità costante il contributo del sistema ibrido è pressoché nullo. Lo dimostra il fatto che, a 130 orari effettivi, il 2.5 chiede circa un litro di benzina per percorrere 10 km. Comunque, la rumorosità non è fastidiosa (fino a che se non si accelera a fondo per effettuare un sorpasso o affrontare un falsopiano) e la stabilità apprezzabile; comodo il cruise control con radar di distanza, nel pacchetto Safety Sense Plus (1.200 euro).

Nel fuori strada
Pur trattandosi di una suv 4x4, conviene sfruttare la trazione integrale per muoversi con maggiore sicurezza sui fondi viscidi che non dedicarsi a chissà quali arrampicate. La distanza da terra di 17,7 cm è relativamente ridotta e il sistema 4x4 non è il massimo nei tratti davvero impegnativi: se le ruote anteriori iniziano a slittare su una forte pendenza, non è detto che la spinta del motore elettrico posteriore basti per avanzare.

PERCHÉ SÌ

Comfort
Lo sconnesso non dà mai fastidio e la rumorosità nell’abitacolo è quasi sempre ridotta.

Comportamento in città
Nel traffico ci si muove in pieno relax, consumando e inquinando molto poco.

Dotazione
Quella di serie offre molti accessori di pregio; interessanti (e non cari) gli optional.

Spazio
L’abitacolo è decisamente ampio; stanno comodi anche cinque adulti. E il bagagliaio è capiente

PERCHÉ NO

Consumo in autostrada
A 130 km/h si percorrono circa 10 km con un litro, mentre una buona suv diesel di prestazioni paragonabili ne fa 13-14 (e il gasolio costa meno).

Guida veloce
Taratura delle sospensioni, risposta dello sterzo e cambio sono fatti per viaggiare tranquilli.

Interni
Diverse plastiche (e alcuni comandi) sono inadeguati a un’auto da 40.000 euro.

Praticità
I portaoggetti sono piccoli e manca il divano scorrevole.

SCHEDA TECNICA
Motore a benzina  
Cilindrata cm3 2494
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 114 (155)/5700
Coppia max Nm/giri 206/4400-4800
   
Motore elettrico anteriore  
Potenza massima kW (CV)/giri 105 (143)/n.d.
Coppia max Nm/giri 270/n.d.
   
Motore elettrico posteriore  
Potenza massima kW (CV)/giri 50 (68)/n.d.
Coppia max Nm/giri 139/n.d.
   
Potenza massima complessiva kW (CV) 145 (197)
   
Emissione di CO2 grammi/km 118
No rapporti del cambio autom. CVT + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 461/185/171
Passo cm 266
Peso in ordine di marcia kg 1690
Capacità bagagliaio litri n.d.-579/1633
Pneumatici (di serie) 235/55 R18

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
In Drive   184,5 km/h 180 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 8,6   8,3 secondi
0-400 metri 16,2 140,2 km/h non dichiarata
0-1000 metri 29,6 175,8 km/h non dichiarata
       
RIPRESA in D Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 27,7 176,4 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 26,4 178,2 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,8   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 5,8   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   17,2 km/litro 20 km/litro
Fuori città   15,4 km/litro 20,4 km/litro
In autostrada   10,1 km/litro non dichiarato
Medio   14,1 km/litro 19,6 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,7 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,2 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   137 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,8 metri 11,2 metri

 

 

Toyota Rav4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
54
50
58
29
49
VOTO MEDIO
3,1
3.129165
240
Aggiungi un commento
Ritratto di nicktwo
14 novembre 2016 - 22:55
lungi da me prendere le difese del diesel, che quando ad esempio vedo un macchinone da 60 mila euro diesel mi viene da piangere per essersi perso, per qualche km/litro, il piacere e le emozioni del benzina, soprattutto se aspirato... tuttavia continuo a veder scrivere della leggendaria solidita' dell'ibrido toyota... quindi mi assicurate che se digito su google search -> toyota richiam, non esce alcun risultato attinente le parti hibryde delle relative motorizzazioni e invece ne escono in quantita' relativamente alle motorizzazioni diesel?.. saluti
Ritratto di nicktwo
14 novembre 2016 - 22:59
(o anche cercando per i diesel di altre marche, al limite)
Ritratto di Zot27
14 novembre 2016 - 23:05
Che c'entrano i richiami. (Che poi sono gratis e fanno perdere poco tempo)
Ritratto di nicktwo
14 novembre 2016 - 23:15
se non ho capito male il richiamo e' il riportare l' auto in officina madre per risistemare qualcosa che non va / di inaffidabile... ci mancherebbe doverselo anche pagare... per il resto anche, esempio generico, andare in giro con i bulloni delle ruote allentati e' pericolosissimo eppure stringerli comporterebbe praticamente spenderci lo stesso tempo che lasciarli lenti,,, che c' entra la durata dell'intervento col livello dell'affidabilita' che era venuta a mancare?.. saluti
Ritratto di Zot27
14 novembre 2016 - 23:23
Nel mio caso ne ho fatti un paio su cose che nessuno ha mai avuto problemi. Si tratta di serietà della Casa madre. Per il resto mai speso un centesimo oltre ai tagliandi, escluso ora per la prima volta le pastiglie anteriori a 160.000 km
Ritratto di Alaudabar
28 marzo 2018 - 23:18
Ho ricevuto un richiamo per un auto di 13 anni per sostituire la bombola di gas dell'airbag sul volante perché non più conforme e non sicuro della sua funzione primaria: gonfiare l'airbag in caso di incidente! Ovvio che questo è un caso limite, che da una parte elogia Toyota per l'attenzione al cliente, anche se per la frizione bimassa dei diesel non ha fatto una bella figura. I richiami di solito riguardano sostituzioni di parti che a fronte di un controllo qualitativo sono risultati inadeguati o non funzionanti e questo grazie anche alla pazienza degli utenti che si sono trovati nella spiacevole situazione di sperimentare il problema su quelle parti. Meglio un richiamo anche a distanza di molti anni che il mero menefreghismo del costruttore o persino del rivenditore che non fa passare in garanzia un difetto di fabbrica.
Ritratto di nicktwo
14 novembre 2016 - 23:08
fra l' altro ad esempio, restando in tema di koreani e di quanto si stanno dando da fare, spulciando appunto nella sezione richiami di av ho con grande sorpresa visualizzato che la pagina hiunday e' praticamente quasi vuota (solo la veloster, che fra l' altro in italia ce ne saranno un paio)... ora capisco perche' azzardano a dare ben 7 anni di garanzia... in questo caso probabilmente il proverbiale e indiscusso ci starebbe tutto... saluti
Ritratto di Zot27
14 novembre 2016 - 23:13
K/H ha già una buona reputazione in affidabilità, ma T/L sono indiscussi al top, soprattutto sull'ibrido
Ritratto di nicktwo
15 novembre 2016 - 08:52
fino a ieri sarei stato anche d'accordo con tali assolutismi ma oggi i koreans hanno un po' scoperchiato il pentolone di queste gerarchie subliminsli... insomma l'abbiamo visto sopra relativamente ai consumi, rav4 14km/l di media, nyro 19km/l, praticamente il 30% meglio pur costando un/terzo di meno... purtroppo, nel senso che purtroppo non tocca a noi italiani tale ruolo, almeno stando ai tests su strada l'avanguardia tecnologica nell'hibrido leggero sta passando di mano agli altri orientali, che fra l'altro garantiscono anche 7 anni di garanzia, cosa che nessun altro (jappo inclusi) osa piu' fare... e' anche vero che loro, i koreani, sono molto avvantaggiati che sono world liader nel campo delle batterie,,, e infatti, entrando spero non troppo nel tecnico, un pregio della nyro e' proprio il fatto di usare batterie al litio anche per un hibrido leggero mentre la concorrenza si ferma a piu' datate batterie al nickhel (poi va be c'e' anche il fatto del doppia frizione anzi che' il cvt che assorbe meno potenza e evita effetti scooter, ma mi fermo qui se no andiamo veramente troppo nel tecnico)... saluti
Ritratto di morino
15 novembre 2016 - 09:31
curiosità: l'altro giorno ho beccato uno al supermercato con la veloster (colore arancione acceso) e abbiamo parlato per un paio di minuti.. era molto contento della sua, nessun grosso problema e ottima come feeling di guida. La usa come seconda auto di famiglia e ne andava molto fiero...
Pagine