PROVATE PER VOI

Toyota Rav4: in città ti dà il massimo

Prova pubblicata su alVolante di
aprile 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 39.700
  • Consumo medio rilevato

    14,1 km/l
  • Emissioni di CO2

    118 grammi/km
  • Euro

    6
Toyota Rav4
Toyota Rav4 2.5 HV E-CVT Lounge 4WD
L'AUTO IN SINTESI

La Toyota Rav4 Hybrid 4WD è una suv medio-grande, spinta da un 2.5 a benzina e due motori elettrici (quello posteriore trasforma l’auto in una 4x4). Molto spaziosa nell’abitacolo come nel bagagliaio e ben equipaggiata in rapporto al prezzo (ma con qualche economia nelle finiture interne) questa suv ha 197 cavalli, e sa scattare con decisione; la guida, però, non è particolarmente precisa, e invita ad andare tranquilli. Il giudizio sui consumi dipende dal tipo di percorso: sono molto bassi in città, dove il sistema ibrido riesce a recuperare gran parte dell’energia che andrebbe dispersa nei rallentamenti, mentre in autostrada le rivali diesel fanno meglio (anche in termini di autonomia).

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Al primo posto mette la comodità

È la versione ibrida della spaziosa suv giapponese, aggiornata circa un anno fa. La Toyota Rav4 Hybrid Ha due motori elettrici: il primo supporta il 2.5 a benzina nelle riprese, mentre il secondo interviene (quando serve) solo sulle ruote posteriori, trasformando l’auto in una 4x4. Si spendono 3.050 euro in più rispetto alla versione con la sola trazione anteriore, ma sui fondi viscidi è un bel vantaggio. Dimensioni a parte (la Toyota Rav4 è lunga 461 cm), questa suv è molto a suo agio in città. Lo scatto è vivace, la trasmissione automatica (a variazione continua di rapporto) è fluida e i consumi sono davvero bassi. In più, c’è da considerare che molte amministrazioni comunali garantiscono delle agevolazioni (accesso alle Ztl e parcheggi nelle strisce blu gratuiti) alle auto ibride, perché poco inquinanti. Su strada aperta si apprezzano il notevole comfort e il brio garantito dai tre motori (che garantiscono una potenza combinata massima di 197 cavalli). Tuttavia, l’evidente rollio in curva, lo sterzo che non dà molta confidenza e la fastidiosa risposta “tipo scooter” del 2.5 a benzina (che sale molto di giri non appena si accelera con decisione) non invitano alla guida brillante. La Lounge ha una dotazione valida in rapporto al prezzo: fari full led, “clima” automatico bizona, portellone ad azionamento elettrico e telecamera di retromarcia sono di serie. Inoltre, la Toyota propone sconti molto consistenti e la garanzia è di tre anni (cinque sui componenti del sistema ibrido).

VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
Tanto spazio, ma qualche economia

Plancia e comandi
Arioso e con spazio da vendere, l’abitacolo della Toyota Rav4 Hybrid è simile a quello del vecchio modello: sono nuovi, però, il sistema multimediale con schermo tattile a sfioramento di 7 pollici e la strumentazione, specifica per questa versione ibrida (invece del contagiri c’è un indicatore della potenza fornita o recuperata) e illuminata in azzurro. Alcuni elementi sono realizzati con cura (come i comandi del “clima” bizona, oppure l’hi-fi dal suono limpido), ma le plastiche dei pannelli delle porte e della plancia sono da utilitaria, e certi montaggi mancano di precisione. Inoltre, solo l’alzavetro anteriore sinistro è automatico, alcuni pulsanti e la griglia in cui scorre la leva del cambio sono superati e le tasche nelle porte sono minuscole. Chi siede davanti dispone di raffinate comodità, quali i sedili riscaldabili e (per il solo guidatore) le regolazioni elettriche. Meno coccolato chi sta dietro, dove non c’è neppure una bocchetta del “clima”.

Abitabilità
La Toyota Rav4 è una cinque posti “vera”: lo spazio è abbondante in ogni direzione, posteriormente il pavimento è piatto (non c’è un tunnel che intralcia i piedi) e lo schienale del divano si può inclinare all’indietro per riposarsi nei lunghi viaggi.  

Bagagliaio
La presenza delle batterie e del motore elettrico posteriore non peggiora molto la capienza, che rimane molto buona: c’è un rialzo di sette centimetri vicino al divano, ma la capienza è comunque di ben 579 litri (61 in meno delle Rav4 a gasolio). L’accesso è comodo (soglia a 67 cm da terra e portellone molto ampio ad azionamento elettrico) e gli schienali si reclinano anche dal baule, con due levette; appena sufficiente la finitura (le pareti laterali, in plastica, si rigano con facilità).

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Sorpresa: una suv fatta per la città 

In città
La Toyota Rav4 Hybrid è ingombrante, ma per il resto si dimostra decisamente adatta al traffico urbano. I frequenti rallentamenti consentono al sistema ibrido di recuperare molta energia, che va a ricaricare le batterie (e, poi, ad alimentare “gratis” i motori elettrici). Di conseguenza, i consumi (abbiamo misurato oltre 17 km/litro) e le emissioni inquinanti sono molto ridotti per una suv di questa stazza, e migliori di quelli delle rivali a gasolio. In più, lo scatto è immediato e deciso, il comfort più che apprezzabile (grazie anche al cambio automatico e allo sterzo leggero) e, nei parcheggi, sensori e telecamera di retromarcia vengono in aiuto.

Fuori città
I 197 cavalli complessivi tornano utili nei sorpassi, che si effettuano rapidamente e senza dover “lavorare” con il cambio, ma non è consigliabile sfruttarli per adottare una guida “dinamica”: nelle curve prese con decisione, infatti, la carrozzeria s’inclina parecchio di lato, mentre il 2.5 sale fastidiosamente di giri quando si accelera e solo scalando manualmente le marce si ottiene un buon freno motore. Muovendosi tranquilli, invece, si gode del buon comfort e si ottengono consumi contenuti (15,4 km/litro nei nostri test). 

In autostrada
A velocità costante il contributo del sistema ibrido è pressoché nullo. Lo dimostra il fatto che, a 130 orari effettivi, il 2.5 chiede circa un litro di benzina per percorrere 10 km. Comunque, la rumorosità non è fastidiosa (fino a che se non si accelera a fondo per effettuare un sorpasso o affrontare un falsopiano) e la stabilità apprezzabile; comodo il cruise control con radar di distanza, nel pacchetto Safety Sense Plus (1.200 euro).

Nel fuori strada
Pur trattandosi di una suv 4x4, conviene sfruttare la trazione integrale per muoversi con maggiore sicurezza sui fondi viscidi che non dedicarsi a chissà quali arrampicate. La distanza da terra di 17,7 cm è relativamente ridotta e il sistema 4x4 non è il massimo nei tratti davvero impegnativi: se le ruote anteriori iniziano a slittare su una forte pendenza, non è detto che la spinta del motore elettrico posteriore basti per avanzare.

PERCHÉ SÌ

Comfort
Lo sconnesso non dà mai fastidio e la rumorosità nell’abitacolo è quasi sempre ridotta.

Comportamento in città
Nel traffico ci si muove in pieno relax, consumando e inquinando molto poco.

Dotazione
Quella di serie offre molti accessori di pregio; interessanti (e non cari) gli optional.

Spazio
L’abitacolo è decisamente ampio; stanno comodi anche cinque adulti. E il bagagliaio è capiente

PERCHÉ NO

Consumo in autostrada
A 130 km/h si percorrono circa 10 km con un litro, mentre una buona suv diesel di prestazioni paragonabili ne fa 13-14 (e il gasolio costa meno).

Guida veloce
Taratura delle sospensioni, risposta dello sterzo e cambio sono fatti per viaggiare tranquilli.

Interni
Diverse plastiche (e alcuni comandi) sono inadeguati a un’auto da 40.000 euro.

Praticità
I portaoggetti sono piccoli e manca il divano scorrevole.

SCHEDA TECNICA
Motore a benzina  
Cilindrata cm3 2494
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 114 (155)/5700
Coppia max Nm/giri 206/4400-4800
   
Motore elettrico anteriore  
Potenza massima kW (CV)/giri 105 (143)/n.d.
Coppia max Nm/giri 270/n.d.
   
Motore elettrico posteriore  
Potenza massima kW (CV)/giri 50 (68)/n.d.
Coppia max Nm/giri 139/n.d.
   
Potenza massima complessiva kW (CV) 145 (197)
   
Emissione di CO2 grammi/km 118
No rapporti del cambio autom. CVT + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 461/185/171
Passo cm 266
Peso in ordine di marcia kg 1690
Capacità bagagliaio litri n.d.-579/1633
Pneumatici (di serie) 235/55 R18

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
In Drive   184,5 km/h 180 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 8,6   8,3 secondi
0-400 metri 16,2 140,2 km/h non dichiarata
0-1000 metri 29,6 175,8 km/h non dichiarata
       
RIPRESA in D Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 27,7 176,4 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 26,4 178,2 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,8   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 5,8   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   17,2 km/litro 20 km/litro
Fuori città   15,4 km/litro 20,4 km/litro
In autostrada   10,1 km/litro non dichiarato
Medio   14,1 km/litro 19,6 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,7 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,2 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   137 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,8 metri 11,2 metri

 

 

Toyota Rav4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
54
50
58
29
49
VOTO MEDIO
3,1
3.129165
240
Aggiungi un commento
Ritratto di nicktwo
16 novembre 2016 - 13:15
avranno frainteso o malcopiato o frainteso con la massa a pieno carico il valore riportato qui sopra... se fossi un po' piu' esperto/certosino come il sottoscritto degli articoli che vengono qui pubblicati sapresti che capita con una certa frequenza (fino a che qualche utente non segnala la cosa e allora certe volte correggono molte volte lasciano comunque come e')... ti faccio un esempio cosi' ci capiamo... questa http://www.alvolante.it/prova/toyota-yaris-hsd-hybrid e' la prova della yaris hybrid che magari avrai letto e riletto tante volte ma, a differenza del sottoscritto, non ti sarai certamente accorto che la lunghezza riportata in scheda è erroneamente 295cm... quindi se metti caso un domani ci mettiamo a parlare di compattezza delle segmento b magari potresti venirmi a scrivere che nella yaris ci entrano tranquillamente in 5 nono stante e' lunga solo 297cm ossia circa 1 metro meno di qualsiasi altra segmento b, e il tutto perche' lo hai letto dalla prova sopra linkata... ecco il motivo per cui ti ho riportato i valori dei pesi estrapolati invece dalle dalla rivista cartacea (dove di questi errrori tendono a non ripeterne perche' mese dopo mese anche se sbagliano poi gli viene detto dai lettori che la rivista la pagano e quindi vogliono dati corretti, ergon lo correggono)... per analogo motivo eviteremo di affrontare il discorso sui cambi cvt e doppia frizione, ma ti dico fidati della mia competenza e scrupolosita' in materia che (come nel caso dell'articolo sulla yaris hb) io gli argomenti li spacco in 4 come solitamente si fa coi capelli, insomma li studio e anzi fin troppo... saluti
Ritratto di Zot27
16 novembre 2016 - 18:07
Ho capito , sei un troll
Ritratto di Zot27
16 novembre 2016 - 18:31
e comunque stralcio dal servizio in questo sito del 18 luglio 2016 La caratteristica appena descritta permette ai cambi CVT di approfittare di un numero teoricamente infinito di rapporti, con valori compresi tra il minimo e il massimo valore possibile (imposti dalla geometria del cambio). Nelle altre tipologie di cambio, invece, il numero di rapporti disponibile è ben definito (gli ultimi modelli arrivano a quota 10). La possibilità di scegliere il rapporto esatto consente di far funzionare il motore sempre al regime ideale per un determinato utilizzo: ne consegue una migliore gestione dei consumi. Questo tipo di cambio, infatti, è quello che garantisce il miglior abbinamento tra la curva di coppia e massimo rendimento del motore e la curva di coppia resistente richiesta per il movimento del veicolo.
Ritratto di Zot27
16 novembre 2016 - 18:32
e comunque stralcio dal servizio in questo sito del 18 luglio 2016 La caratteristica appena descritta permette ai cambi CVT di approfittare di un numero teoricamente infinito di rapporti, con valori compresi tra il minimo e il massimo valore possibile (imposti dalla geometria del cambio). Nelle altre tipologie di cambio, invece, il numero di rapporti disponibile è ben definito (gli ultimi modelli arrivano a quota 10). La possibilità di scegliere il rapporto esatto consente di far funzionare il motore sempre al regime ideale per un determinato utilizzo: ne consegue una migliore gestione dei consumi. Questo tipo di cambio, infatti, è quello che garantisce il miglior abbinamento tra la curva di coppia e massimo rendimento del motore e la curva di coppia resistente richiesta per il movimento del veicolo.
Ritratto di mika69
15 novembre 2016 - 08:40
...per poi fare 10/litro in autostrada. Su queste auto, per il momento, meglio il diesel. Ma un diesel-ibrido non è possibile farlo?
Ritratto di mika69
15 novembre 2016 - 08:55
Ah ecco.
Ritratto di andrewcai
15 novembre 2016 - 13:50
Un diesel ibrido non ha senso. Il sistema ibrido viene usato per inquinare di meno
Ritratto di anarchico2
15 novembre 2016 - 08:58
In città un 2.5 benzina ibrido? Allora in autostrada serve un 5000 turbodiesel. Ridicolo.
Ritratto di ForzaPisa
15 novembre 2016 - 11:56
Ma ancora siamo fissati con la cilindrata? I 2.2 diesel Mazda consumano come i 1.6 europei... Cmq, i motori delle ibride Toyota sono a ciclo Atkinson e non col tradizionale Otto: la cilindrata è grande ma solo teorica, perché in compressione parte della miscela aria-benzina ritorna nei collettori e quindi la prima parte della corsa del pistone non è usata per comprimere... anche la Prius è 1.800, ma fa 25 km/l quando va male...
Ritratto di MegaMauro
15 novembre 2016 - 12:47
toyota vende perchè si è fatta un ottima reputazione ma i suoi prodotti iniziano a vacillare, design discutibile, interni pessimi, e il tanto decantato ibrido toyota porta a solo una media di 14kl in città? sono convinto che toyota avrà un lento ma inesorabile declino in europa (come già avvenuto per honda subaru suzuki ect ect)
Pagine