PROVATE PER VOI

Toyota Verso: con lei si va sul velluto

Prova pubblicata su alVolante di
ottobre 2010

Listino prezzi Toyota Verso non disponibile

Pubblicato 06 ottobre 2010
  • Prezzo (al momento del test)

    € 27.650
  • Consumo medio rilevato

    14,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    178 grammi/km
  • Euro

    Euro 4
Toyota Verso
Toyota Verso 2.2 D-CAT Sol Automatica 7 posti
L'AUTO IN SINTESI

Ha cinque comodi posti più due strapuntini “estraibili” dal fondo del bagagliaio. Più che la guidabilità, su strada si apprezza il comfort, favorito pure dal cambio automatico abbinato al brillante 2.2 a gasolio; i consumi, però, sono alti.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
2
Average: 2 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
2
Average: 2 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Tanto spazio e ingombri contenuti

Poco più lunga di una berlina compatta, alla linea personale unisce una notevole abitabilità: cinque persone stanno comode, e grazie a due poltroncine in terza fila – che quando non sono in uso scompaiono sotto il fondo del bagagliaio – all’occorrenza si può viaggiare anche in sette. Il cambio automatico si sposa bene con la fluidità del 2.2 turbodiesel e favorisce il comfort, ma essendo del tipo a convertitore di coppia fa crescere i consumi. La ricca Sol è bene equipaggiata anche sotto il profilo della sicurezza, ma personalizzarla costa molto: gli accessori più interessanti sono offerti soltanto in pacchetto con altri optional.

Nel 2009 la Toyota Verso ha preso il posto della Corolla Verso, rispetto alla quale è tutta nuova: con l’imponente frontale che ricorda quello della Avensis, ha una linea abbastanza personale. Soluzioni originali anche nell’abitacolo, a partire dalla strumentazione collocata al centro della plancia; peccato, però, che la qualità delle plastiche utilizzate per la consolle e per i pannelli delle porte non sia all’altezza del resto.

Nonostante la lunghezza inferiore a quella di una media famigliare (444 cm da un paraurti all’altro), a bordo ci stanno comodamente cinque persone, e anche chi siede dietro ha molto spazio per le gambe. Inoltre, ci sono due strapuntini che si estraggono dal pavimento del baule: non proprio comodissimi (la seduta si rivela troppo bassa per i lunghi tragitti), all’occorrenza permettono di viaggiare in sette.

Anche se non particolarmente potente in rapporto alla cilindrata (ha 150 CV), il 2.2 D-4D spinge bene sin dai 1800 giri e ha un funzionamento piacevolmente fluido; peccato che non eccella nei consumi, soprattutto in questa versione equipaggiata con cambio automatico. Quest’ultimo, del tipo a convertitore di coppia, può essere utilizzato anche come sequenziale selezionando i sei rapporti tramite due levette al volante. Tuttavia, la sua scarsa rapidità lo rende più adatto alla guida rilassata che a quella sportiva.

Il Sol, l’allestimento più ricco, costa meno di rivali più piccole, offre sette airbag di serie ed è garantita tre anni (o 100.000 km). Peccato, però, che determinati optional siano proposti soltanto all’interno di pacchetti predefiniti: per esempio, chi desidera il “clima” automatico bizona è costretto a ordinare il pacchetto Luxury, che comprende anche il sistema Easy Access (permette di salire a bordo e avviare il motore senza estrarre la chiave di tasca) e il regolatore elettronico di velocità. Di conseguenza, per qualsiasi piccola personalizzazione si finisce per spendere più del dovuto.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Stanno larghi anche i bagagli

La plancia, con la strumentazione al centro, è moderna e personale, ma la qualità di alcune plastiche è sottotono. Nonostante le tinte scure dei rivestimenti lo facciano apparire poco arioso, l’abitacolo è accogliente per cinque persone, e anche chi siede dietro gode di parecchio spazio per le gambe; grazie ai due strapuntini posteriori si può viaggiare anche in sette, ma le sedute sono basse e il comfort è sufficiente soltanto per brevi tragitti. Facilmente accessibile e pratico il baule: se si viaggia in cinque permette di stivare i bagagli di tutta la famiglia, e conserva un po’ di capienza utile anche nella configurazione a sette posti.

Plancia e comandi
L’aspetto della plancia è moderno e originale, con la strumentazione collocata al centro e protetta da una pronunciata palpebra; quest’ultima è ben leggibile ma merita due critiche: l’indicatore del livello del gasolio è troppo piccolo, e manca il termometro del liquido refrigerante.
La qualità dei materiali è soddisfacente nella parte superiore, mentre le plastiche utilizzate inferiormente e quelle dei pannelli delle porte sono troppo rigide. I comandi sono correttamente collocati, e se si acquista il pacchetto Luxury c’è anche l’avviamento a pulsante (la chiave non serve nemmeno per salire a bordo e può essere tenuta in tasca).

Abitabilità
Le tonalità scure dei rivestimenti e delle plastiche fanno apparire l’abitacolo poco arioso, ma lo spazio non manca: le ampie poltrone anteriori sono comode (però il poggiagomiti è troppo arretrato), e sul divano ci si sta in tre senza problemi, con il passeggero centrale favorito dall’assenza del tunnel; se si è in due si può reclinare lo schienale centrale e utilizzarlo a mo’ di tavolinetto. Le sedute dei due strapuntini estraibili in terza fila sono molto vicine al pavimento: a meno che gli occupanti non siano due ragazzini, vanno bene per i brevi tragitti. Ottima la disponibilità di portaoggetti: il cassetto nella plancia è doppio e ci sono anche due botole sotto i piedi dei passeggeri posteriori.

Bagagliaio
Anche con i due strapuntini posteriori in uso c’è spazio per qualche borsa (la profondità utile è di 31 cm), ma il tutto rimane a vista poiché il tendalino va riposto sotto il piano di carico. Se, invece, si viaggia in cinque, ci stanno le valigie di tutta la famiglia, anche nel caso si arretri completamente il divano. Quest’ultimo è composto da tre poltroncine indipendenti che possono essere abbattute singolarmente (basta agire su una pratica levetta di sblocco) e fatte “sparire” nel pavimento, formando una superficie facilmente sfruttabile anche perché priva di gradini. Agevole pure l’accessibilità, grazie all’imboccatura ampia e alla soglia non troppo distante dal suolo.

COME VA
0
Nessun voto
È comoda ma “beve”

Anche se la sua presenza non giova ai consumi, nel traffico il cambio automatico riduce lo stress. In città si apprezzano pure la leggerezza dello sterzo e gli ingombri tutt’altro che esagerati, ma la visibilità posteriore – a meno di non mettere mano al portafogli acquistando la telecamera di retromarcia o i sensori di distanza – è critica e le manovre poco agevoli. Fuori città si apprezza la buona spinta del motore, ma lo sterzo poco preciso e le sospensioni morbide inducono ad adottare uno stile di guida tranquillo; orientato al comfort anche il cambio automatico, piuttosto lento nei passaggi di rapporto. Di buon livello il comfort in autostrada, disturbato solo da qualche fruscio di troppo.

In città
La carrozzeria della Toyota Verso non è troppo ingombrante e la servoassistenza elettrica rende lo sterzo leggero a bassa velocità e in manovra: i città ci si muove agevolmente. In retromarcia, però, serve attenzione perché il lunotto – dalla forma schiacciata – lascia vedere poco: per rimediare si possono montare i sensori oppure la telecamera posteriore, che, però, non sono a buon mercato. Alle buone capacità filtranti delle sospensioni si aggiunge la comodità del cambio automatico, che diminuisce lo stress soprattutto quando si viaggia in coda; peccato che faccia salire i consumi.

Fuori città
Il motore offre una spinta abbastanza generosa, ma la risposta del cambio – anche se si preme il tasto Sport e si utilizza la modalità sequenziale innestando i rapporti con le palette al volante – è lenta, e quindi adatta alla guida rilassata. D’altra parte, nemmeno lo sterzo eccelle per prontezza e precisione, e a causa del rilevante peso della vettura fra le curve l’inerzia si fa sentire. Buona, in ogni caso, la tenuta di strada, con l’Esp spesso fin troppo pronto a intervenire. Accettabile la richiesta di carburante: con un litro di gasolio si coprono più di 14 km.

In autostrada
Ad andatura autostradale la souplesse non manca, grazie al turbodiesel dal funzionamento fluido e silenzioso; efficace anche la ripresa, favorita dal cambio automatico che scala (con lentezza, però) sino a innestare il rapporto più indicato. Un notevole contributo al comfort arriva dalle sospensioni, che isolano bene anche dalle giunzioni trasversali dell’asfalto. Peccato che a disturbare ci siano i sibili aerodinamici provocati dagli specchi retrovisori: si fanno sentire troppo già a partire dai 120 km/h.

QUANTO È SICURA
0
Nessun voto
Tutela anche chi sta fuori

Dall’EuroNcap arriva la promozione a pieni voti: la Verso ha ottenuto cinque stelle, con valutazioni specifiche interessanti anche per quanto riguarda la tutela dei pedoni in caso di investimento. Poco da eccepire sulla dotazione di serie, che oltre ai controlli elettronici di trazione e stabilità comprende sette airbag, fra cui quello per le ginocchia del conducente; peccato solo che se si vuole aggiungere il cruise-control ci si debba accollare la spesa dell’intero pacchetto Navi oppure di quello denominato Luxury.

Oltre all’immancabile Esp – il cui intervento risulta, in verità, sin troppo prudenziale – l’equipaggiamento di serie contempla anche gli airbag per la testa (estesi pure ai posti dietro) e quello per le ginocchia del conducente. Compresi nel prezzo anche i fendinebbia, mentre non si possono avere i fari allo xeno (che alcune rivali offrono come optional). Nella lista degli accessori a pagamento compare il regolatore elettronico di velocità, utile per chi viaggia spesso in autostrada; ma è incluso nei pacchetti Navi e Luxury, che fanno lievitare sensibilmente il preventivo. Nei crash test EuroNcap la Verso ha riportato il massimo punteggio (cinque stelle), con valori percentuali dell’89%  per la protezione degli occupanti, del 75% per i bambini su seggiolini Isofix e del 69% per la tutela dei pedoni in caso di investimento (un risultato superiore alla media). Elevata anche l’efficacia dei sistemi di assistenza alla guida, valutati 86 punti su cento.

NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Per comodi viaggi in compagnia

Per chi di tanto in tanto ha bisogno di una “sette posti”, ma non vuole sobbarcarsi l’acquisto di una monovolume più ingombrante e costosa, la Verso è la soluzione giusta: comoda per cinque, permette di contare anche su un bagagliaio capiente e sulla praticità del divano scorrevole e suddiviso in tre poltroncine separate. Il 2.2 ha un funzionamento fluido e silenzioso, ma con il cambio automatico “beve” parecchio gasolio e mal si presta – come d’altra parte l’assetto – alla guida brillante. In compenso il comfort è elevato in ogni condizione. Peccato che per avere determinati accessori si sia costretti ad acquistare un intero pacchetto.

È una monovolume spaziosa in rapporto alle dimensioni esterne, comodissima per cinque e provvista di un baule capiente e facilmente sfruttabile; pratico il divano scorrevole e suddiviso in tre parti, con lo schienale centrale che si può reclinare trasformandosi in tavolinetto. Per brevi tragitti, e se non si trasportano molti bagagli, permette di viaggiare anche in sette grazie a una coppia di strapuntini estraibili (ma con sedute molto basse, in verità) alloggiati sotto il piano di carico.

Le sospensioni sono morbide e vanno bene per chi antepone il comfort di marcia alla guidabilità: fra le curve il peso si sente e anche la precisione dello sterzo non è il massimo; inoltre, il cambio automatico è più comodo che rapido, ed essendo di tipo tradizionale fa anche salire i consumi del generoso turbodiesel 2.2. Il prezzo è conveniente in rapporto alla dotazione, completa anche sotto il profilo della sicurezza. Peccato che per aggiungere qualche accessorio – come il “clima” automatico al posto di quello manuale – si sia obbligati ad acquistare interi pacchetti, finendo per spendere molto più del previsto.

PERCHÉ SÌ
 
 

Abitabilità
Difficile trovare una vettura più accogliente sotto i 4,5 metri di lunghezza: in cinque si viaggia comodi, e si può contare sui due posti aggiuntivi nel bagagliaio (che, però, hanno la seduta bassa e sono adatti solo a brevi tragitti).

Easy Access
Si tratta di un optional compreso in un pacchetto piuttosto costoso, ma le concorrenti non ce l’hanno e costituisce una bella comodità: consente di sbloccare le serrature delle porte e di avviare il motore senza usare la chiave (basta tenerla in tasca).

Praticità
Per organizzare a piacimento lo spazio nell’abitacolo non si fa fatica: il sistema di levette che permette di abbattere i sedili in seconda e terza fila è molto efficiente. Inoltre, si ottiene una superficie di carico priva di gradini.

Comfort
Se si escludono i fruscii presenti ad andatura elevata, il comfort è superiore alla media: il motore è bene insonorizzato, il cambio automatico risponde con dolcezza e le sospensioni filtrano efficacemente le asperità.

PERCHÉ NO
 
 

Accessori
Non è possibile acquistare i singoli accessori che interessano, ma si può scegliere soltanto fra diversi pacchetti che includono anche altri optional: così si finisce per spendere qualche migliaio di euro in più di quanto preventivato.

Fruscii
L’abitacolo è bene isolato rispetto al rumore del motore e del rotolamento delle gomme, ma a partire dai 120 orari si debbono fare i conti con i fastidiosi fruscii aerodinamici generati dagli specchi retrovisori.

Sterzo
La taratura della servoassistenza elettrica è studiata per offrire il massimo comfort: il comando è leggero e non si fatica nemmeno in manovra. Però, penalizza la precisione, e fra le curve il feeling di guida non è il massimo.

Visibilità
I sensori (forniti dalla concessionaria) costano cari, e la telecamera posteriore ancor di più, eppure sono necessari dato che il lunotto piccolo rende difficoltosa la retromarcia. Nelle svolte strette, inoltre, i montanti del parabrezza interferiscono con la visuale (soprattutto a sinistra).

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4300 giri   199,6 km/h 195 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,8   10,1 secondi
0-400 metri 16,9 132,6 km/h 17,0
0-1000 metri 31,1 167,9 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 29,1 168,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 27,7 170,2 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h 7,1   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   11,9 km/litro 11,9 km/litro
Fuori città   14,3 km/litro 17,2 km/litro
In autostrada   11,6 km/litro non dichiarato
Massimo   6,7 km/litro non dichiarato
Medio   12,8 km/litro 14,7 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   63,3 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,8 metri 11,2
Cilindrata cm3 2.231
No cilindri e disposizione 4
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (149.56)/3600
Coppia max Nm/giri 340/2000-2800
Emissione di CO2 grammi/km 178
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (automatico) + retromarcia
Trazione Anteriore
Freni anteriori Dischi autoventilanti
Freni posteriori Dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 444/179/162
Passo cm 278
Peso in ordine di marcia kg 1615
Capacità bagagliaio litri 155/1645
Pneumatici (di serie) 215/55 R 17

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4300 giri   199,6 km/h 195 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,8   10,1 secondi
0-400 metri 16,9 132,6 km/h 17,0
0-1000 metri 31,1 167,9 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 29,1 168,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 27,7 170,2 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h 7,1   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   11,9 km/litro 11,9 km/litro
Fuori città   14,3 km/litro 17,2 km/litro
In autostrada   11,6 km/litro non dichiarato
Massimo   6,7 km/litro non dichiarato
Medio   12,8 km/litro 14,7 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   63,3 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,8 metri 11,2
Cilindrata cm3 2.231
No cilindri e disposizione 4
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (149.56)/3600
Coppia max Nm/giri 340/2000-2800
Emissione di CO2 grammi/km 178
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (automatico) + retromarcia
Trazione Anteriore
Freni anteriori Dischi autoventilanti
Freni posteriori Dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 444/179/162
Passo cm 278
Peso in ordine di marcia kg 1615
Capacità bagagliaio litri 155/1645
Pneumatici (di serie) 215/55 R 17

 

Aggiungi un commento
Ritratto di Skaramakaj
13 dicembre 2010 - 14:34
sfuggito di dirti che, in merito al motore della verso, in quanto auto non proprio minuta per cm e kg, è proprio per questo che i cc e quindi maggiore coppia, regolarità di funzionamento, robustezza/affidabilità, e minori consumi(e ti ricordo che quella dell'articolo ha comunque un classico aut. con convertitore di coppia) sono utili per far si che il motore abbia una "stazza" adeguata a quella del corpo vettura, se vuoi un qualcosa di SERIO, altrimenti ti prendi un "bel" 1.6td e "sei a posto", capisco che ci sia la moda e determinate esigenze economiche(vedasi assicurazioni come da te ricordato), ma questo è comunque un discorso di LOGICA meccanica e non si discute, o almeno così "dovrebbe" essere, e mi raccomando, la prossima volta studia un po l'argomento, lo dico per te non per altro, ci mancherebbe.
Ritratto di vito.alecci
14 dicembre 2010 - 21:11
....professorino, se scendi da lassù, forse riesci a comprendere meglio ciò che diciamo noi comuni mortali!! Mai mi sono definito specialista o conoscitore professionista di questioni motoristiche ancor meno legali, riguardanti sentenze addirittura d'oltreoceano. Quindi sgombrando la nebbia della boria, ti renderai conto che il mio è un giudizio da semplice automobilista, da semplice lettore di riviste d'automobile e da comune giudice di vari aspetti di un auto che potrebbe o no interessarmi!!! Io giudico inutili per esempio le auto che sprecano spazio, le 3 volumi per esempio, pur avendone e forse proprio per questo, possedute tante, di varie cilindrate. So che cilindrate alte migliorano la coppia, differente dalla potenza che può trovarsi anche in motori piccoli ma pompati, so che in questo momento, dove le assicurazioni stanno andando ben oltre il lecito, è meglio tenersi "moderati", non eccellere nei cavalli fiscali, ne nei consumi che ne conseguono da cubature esagerate! Tutto qua. Se speri che mi studi la causa Toyota-automobilisti Usa, te lo scordi, oltretutto ciò, anche se fosse vero, e non vedo perchè dubitarne, spieghi i tanti richiami avuti anche in Italia, dove inevitabilmente, sentendo il parere di meccanici, leggendo riviste.....pare che la Toyota non è più quel marchio d'eccellenza di qualche anno fa. Ho sentito svariati meccanici dire che la Bmw non è più quella di una volta, così come la Mercedes.....sempre pessime comunque nel "famoso" rapporto qualità-prezzo; viceversa, tanti dicono che le Audi valgono quanto costano.......e costano tanto! Checchè tu ne dica, è così che la gente valuta le scelte, la fortuna o no di alcuni marchi o modelli. Per questo la nuova Mini o 500 sono dei miti, piuttosto che l'inossidabile Golf o qualche modello Ford!! La nuova Opel Meriva ha praticamente le stesse dimensioni della Verso, e so che sicuramente troverai mille differenze che umilieranno questo accostamento, però, io da automobilista consumatore e padre di famiglia, non posso pensarla come te, perchè il consumo conta più delle prestazioni, perchè trovo più interessanti caratteristiche di sicurezza piuttosto che la comodità di un cambio automatico......comunque complimenti, fregatene dei dati di vendita, se di Verso in giro quasi non ne esistono, se la gente comune fa scelte da "ignoranti", sei preparato da paura. Quando comprerò l'auto nuova ti contatterò.....so che non mi deluderai!....e scusa se non ho studiato........sai!!......è mancata la luce....ricordo dicevamo alle elementari!!
Ritratto di vito.alecci
14 dicembre 2010 - 21:27
....dimenticavo il tanto vituperato rapporto qualità-prezzo, scusa!! Da comune consumatore ed automobilista, ribadisco, è la qualità migliore al prezzo minore, il punto d'incontro: all'unanimità, tale rapporto vedeva vincente, fino a qualche anno fa la VW, e ciò l'ho appurato di persona! Nel 1991 mio padre acquisto una VW Passat GL 1.8 a benzina, un macchinone; nella scelta valutammo, ricordo la Fiat Croma, forse più spaziosa, più comoda per via dell'enorme portellone e 2.0 di cilindrata, di uguale prezzo, intorno ai 25 milioni di vecchie lire, pur con degli accessori in più. Optammo per la tedesca e, oggi, 19 anni dopo, ho capito che avevamo scelto bene, essendo tale auto ancora in circolazione mentre di Croma, nessuno si ricorda più neanche che forma avessero. Oggi la mia Passat è funzionante e camminante con impianto Gpl e non se ne vede la fine carriera.........Eccoti un esempio! Due auto, stessa classe, stesso prezzo, diversa considerazione e durata nel tempo. Altre auto notoriamente con un ottimo rapporto q-p? A detta di tutti, le Ford, le Opel, ultimamente anche le Renault e le Seat. Le giapponesi sono partite alla grande, ma le europee si sono presto uniformate......obbligate da un mercato severo e ormai smaliziato. Spero di averti chiarito vari insormontabili dubbi.......almeno c'ho tentato!
Ritratto di luca orru
4 febbraio 2011 - 18:39
meglio a koenieggsegg o ferrari o lamborghini o porsche
Ritratto di marco_75
13 febbraio 2011 - 11:02
1
Sono possessore dell'auto da circa un paio di mesi e posso dire che, al momento, ne sono entusiasta. Per quanto riguarda la linea esterna, fermo restando che stiamo parlando di una monovolume, ci sono motivi che la rendono mossa il giusto, soprattutto nei confronti della concorrenza tedesca, senza eccedere però in scelte troppo originali alla francese. Per gli interni, nel rispetto dei 444 cm di lunghezza, abitabilità per 5 e soluzioni funzionali non mancano. Da rilevare inoltre un'ottima ergonomia della plancia, moderna ma al tempo stesso essenziale. Confemo che la qualità estetica della plastiche è piuttosto scarsa, il che però non significa che siano male assemblate e che dal punto di vista funzionale (resistenza e deformazioni) non siano valide. Consiglio personale: assolutamente da provare per chi cerca un'auto pratica con la vocazione da tutto-fare, in grado di offrire molto spazio e di disimpegnarsi egregiamente sia in città che nelle lunghe percorrenze. Se, al contrario, si è alla ricerca di un'auto esteticamente accattivante dagli interni accoglienti e raffinati, meglio rivolgersi altrove.
Ritratto di andamaco
25 marzo 2011 - 18:32
Ciao Marco, tu che sei in possesso della Verso, cosa mi dici del fruscio che parlano della prova? e poi andature autostradali Km 130 l'auto risulta silenziosa? a quanti giri al minuto e il motore? Grazie 1000
Ritratto di marco_75
3 aprile 2011 - 10:01
1
Ciao, ti confesso che anche io prima dell'acquisto ero curioso di verificare se quanto scritto da diverse parti relativamente ai fruscii fosse vero o meno. Prima di risponderti, premetto che non ho ancora avuto modo di provare l'auto in autostrada, quindi la massima andatura l'ho raggiunta in tangenziale dove il limite è di 110 Km/h. Quindi senz'altro la mia risposta non potrà essere esaudiente. Detto questo, e detto che il modello che ho acquistato è il 1.8 benzina, a mio avviso il confort di guida è ottimo per quanto riguarda stabilità della vettura e assenza di vibrazioni, sia percepite sullo sterzo sia sulle sedute. In autostrada questo aiuta senza altro. Dal punto di vista acustico, ammetto che si avverte qualche leggero fruscio provinire dalla zona montanti anteriori/specchietti a partire dalla velocità di 80/90 km/h ma ci tengo a precisare due questioni: (1) salendo di velocità, la mia sensazione è che il fruscio cali o, almeno, non aumenti; (2) sono anche convinto che questo leggero fruscio di fondo si percepisca in quanto l'isolamento del motore e della strada siano ottimi. In sintesi il leggero fruscio c'è, è vero, ma non risulta mai veramente fastidioso e lo percepisci esclusivamente se viaggi avendo silenzio assoluto in auto. Spero di esserti stato d'aiuto.
Ritratto di andamaco
3 aprile 2011 - 11:44
Grazie per la precisione. E' vero che quando c'è il silenzio assoluto del motore nell'abitacolo, si notano altri rumori, uno di questi e il fruscio, per non parlare dei pneumatici sull'asfalto drenante che entra nell'abitacolo in modo fastidiosissimo.
Ritratto di micheles
25 maggio 2011 - 19:51
Sono stato in possesso della precedente Corolla Verso 2.2 136 cv, bellissima, comoda spaziosa, motore eccellente, scattante e veloce, ma consumi veramente esagerati. Da quanto ho letto sono rimasti così, qualcuno mi sa dire qualcosa in proposito?. Come mai ha le stesse prestazioni ma con ben 150 cv?
Ritratto di marco_75
29 maggio 2011 - 13:45
1
Ciao, ti rispondo riportandoti i dati da CDB (l/100km) rilevati nei circa 2000 km che ho percoro fino ad ora (parlo del 1.8 benzina, 150cv). Nel ciclo urbano, si va dai 9,0 ai 10,5. I 9,0 si fanno con motore caldo e traffico urbano moderato mentre si arriva fino ai 10,5 in caso di breve tragitto percorso con motore freddo, soprattutto nei mesi invernali quando le temperature al mattino possono essere anche al di sotto dello zero. Nel ciclo extraurbano, sulle statali un po' trafficate in cui difficilmente si superano i 70-80 km/h, si sta mediamente attorno ai 6,5. In autostrada, con cruise ai 130 km/h, i consumi di poco superiori agli 8,0. Personalmente, ritengo i consumi in linea con le attese. Sinceramente, per chi come me percorre pochi km e molti di questi in città, ritengo la scelta del 1.8 a benzina un'opportunità da prendere in considerazione.
Pagine
Annunci

Toyota Verso usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Toyota Verso usate 20137.85010.4409 annunci
Toyota Verso usate 20149.80012.1008 annunci
Toyota Verso usate 20159.90013.61011 annunci
Toyota Verso usate 20169.65013.2408 annunci
Toyota Verso usate 201715.80015.8001 annuncio

Toyota Verso km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Toyota Verso km 0 20137.85010.4409 annunci
Toyota Verso km 0 20149.80012.1008 annunci
Toyota Verso km 0 20159.90013.61011 annunci
Toyota Verso km 0 20169.65013.2408 annunci
Toyota Verso km 0 201715.80015.8001 annuncio