PROVATE PER VOI

Volkswagen ID.3: moderna, docile e “complicata”

Prova pubblicata su alVolante di
novembre 2020
Pubblicato 29 aprile 2021
  • Prezzo (al momento del test)

    € 42.900
  • Autonomia

    363 km
  • Tempo di ricarica

    9 ore 15' a 7,2 kW
  • Capacità batteria

    58 kWh
Volkswagen ID.3
Volkswagen ID.3 Business

L'AUTO IN SINTESI

La nuova media elettrica Volkswagen ID.3 è un’elegante e spaziosa cinque porte che porta al debutto la piattaforma MEB, sviluppata apposta per le auto a corrente. Ha un motore posteriore da 204 cavalli, alimentato da una batteria che in questa versione è da 58 kWh, e ci ha consentito di percorrere (in media) 363 km. L’abitacolo è arioso e ben assemblato, ma ha qualche comando poco pratico e uno stile un po’ spartano. L’auto è molto comoda e scattante, e vanta anche una notevole tenuta di strada e ridotti spazi di frenata. Bene la dotazione, ma con qualche pecca: di serie il navigatore, il cruise control adattativo e i fari a matrice di led, ma non i cerchi in lega.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
2
Average: 2 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
5
Average: 5 (1 vote)
Motore
5
Average: 5 (1 vote)
Ripresa
5
Average: 5 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
5
Average: 5 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

TUTTA NUOVA E TANTO COMODA

Lunga in pratica come una Golf (ma più alta di 9 cm), la Volkswagen ID.3 è un’originale media elettrica tutta nuova, con frontale corto, tre finestrini per lato e grandi ruote. Con lei debutta la piattaforma MEB, sviluppata per le auto a batteria del gruppo tedesco; fra le particolarità, il motore posteriore e il pianale rialzato per fare posto alla “pila” sottostante, che in questa versione è da 58 kWh e si ricarica fino a 100 kW in corrente continua (40 minuti il tempo per portarla da 0 all’80%) e a 11 kW in alternata. In media, noi abbiamo percorso 363 km con un “pieno”: non male. E col servizio We Charge si accede a oltre 150.000 punti di ricarica pubblici (dei quali oltre 10.000 in Italia) con la stessa tariffa (si sceglie fra diversi contratti in base all’uso che si fa della vettura).

L’interno della Volkswagen ID.3 è arioso, ma non lussuoso e con qualche comando poco pratico; scomoda la soglia di carico. L’auto è molto confortevole, scattante e dotata di un’ottima tenuta di strada. Bene anche la frenata, pur con corsa lunga del pedale. In generale è una vettura sicura, come provano anche le cinque stelle raccolte nei test realizzati nel 2020 dall’Euro NCAP: molto brillanti i risultati riferiti agli aiuti elettronici alla guida e alla protezione dei bambini, buoni quelli per la salvaguardia degli adulti a bordo (cui ha contribuito l’airbag centrale, fra i sedili anteriori, per limitare le conseguenze negli urti laterali). Precisiamo che l’auto del test è una 1st Edition Plus, versione di lancio. Qui la trattiamo come una Business (identica, targhette a parte), che di serie ha il navigatore, il cruise control adattativo e i fari a matrice di led, ma fa pagare a parte i cerchi in lega e la pompa di calore (che accresce l’autonomia nei mesi freddi).

VITA A BORDO

3
Average: 3 (1 vote)
MODERNA E SPARTANA

Plancia e comandi
Le finiture sono robuste, ma l’abitacolo della Volkswagen ID.3 appare spoglio e i materiali non sono molto raffinati. Interessante la striscia di led alla base del parabrezza, che dà indicazioni a chi guida (per esempio, in base al percorso nel navigatore, si illumina solo la metà del lato in cui occorre svoltare), mentre il cruscotto digitale di 5,3” è chiaro, ma avaro di informazioni. Inoltre, l’azzeramento del contachilometri parziale richiede più passaggi dal display centrale, le piastrine nelle razze del volante non sono intuitive e il pomello per scegliere fra marcia avanti e indietro e avere più freno motore (posizione “B”) non è sotto mano. Il “clima” raffresca in fretta, ma è monozona e ha le bocchette solo davanti e senza regolazione indipendente della portata. Ok i portaoggetti, mentre il sistema multimediale ha una grafica intuitiva, con buona reattività del display di 10’’. Per il resto, giudizio sospeso: al momento della prova mancavano funzioni ora disponibili, come Android Auto, Apple CarPlay e la gestione online dell’auto. 

Abitabilità
Lo spazio è generoso per gambe e testa. Riscaldabili e regolabili in altezza, i sedili anteriori sono bene imbottiti; ciascuno ha un bracciolo centrale sollevabile, posto subito sopra a un ampio vano richiudibile che ospita due prese Usb di tipo “C”. Anche il divano è comodo. Nella Volkswagen ID.3 ci sono ampie tasche nelle porte e dietro i sedili, nonché il bracciolo centrale a scomparsa, ma non le bocchette del “clima”. Il pavimento è piatto, ma vicino al fondo delle sedute anteriori: resta meno agio per muovere i piedi. Due prese Usb-“C” per la ricarica sono nello spigoloso mobiletto centrale.

Bagagliaio
Dati gli ingombri contenuti della Volkswagen ID.3, la capienza di 385/1267 litri non delude (pur non essendo eccezionale) e l’altezza di 55 cm sotto la cappelliera è un buon valore. Solo discreta l’accessibilità: il portello non è tanto grande, si apre a ben 78 cm da terra e a 19 cm dal piano interno; questi gradini (a cui si somma quello che si crea a divano abbassato) rendono più faticose le manovre di carico e scarico. Il vano è ben rifinito e ha una presa a 12 volt e 2 ganci appendiborse; utile la botola nello schienale per infilare gli sci e viaggiare in quattro.

COME VA

5
Average: 5 (1 vote)
BRIOSA E PRECISA 

In città
La Volkswagen ID.3 è molto confortevole: lo sconnesso non causa saltellamenti, l’abitacolo è ben insonorizzato ed è facile accelerare con dolcezza (ma a portata “di piede” c’è uno sprint notevole); di grande aiuto nelle manovre il raggio di sterzata da citycar, mentre la frenata è potente, ma la corsa lunga del pedale ritarda un po’ i rallentamenti.

Fuori città
La Volkswagen ID.3 davvero silenziosa, e piace anche nella guida spigliata: la distribuzione dei pesi equilibrata e la trazione posteriore garantiscono un’ottima tenuta di strada., con un comportamento preciso e senza sorprese. Tuttavia, vorremmo poter variare il recupero di energia (e quindi il freno motore) su più livelli e con le palette al volante (invece che con il pomello solidale al cruscotto, non così comodo). Sul nostro tragitto di prova, i 58 kWh della batteria sono bastati per 420 km: non male.

In autostrada
La distanza che abbiamo percorso con un “pieno” di elettroni (250 km, che diventano 318 riducendo l’andatura da 130 km/h a 110) è discreta per un’elettrica di questo tipo. Molto bene il resto. La Volkswagen ID.3 è stabile e silenziosa (ridotti al minimo anche i fruscii) e riprende rapidamente; ben tarati il cruise control adattativo e il mantenimento in corsia, che lavorano dolcemente e senza incertezze.

PERCHÈ SÌ

ABITABILITÀ 
La carrozzeria è compatta, ma lo spazio a disposizione è notevole.
comfort Si apprezzano l’ottima insonorizzazione, il valido lavoro delle sospensioni e il motore “docile”.

GUIDA 
Facilissima da condurre, tiene molto bene la strada e, volendo, scatta con decisione. Il diametro di sterzata è molto ridotto.

SICUREZZA 
Oltre all’ottima guidabilità, ha accessori come i fari a matrice di led e l’airbag centrale. 

PERCHÈ NO

ACCESSIBILITÀ AL BAULE 
Il portellone non è molto ampio, la soglia di carico è alta e ci sono dei gradini rispetto al pavimento.

CLIMA” 
Le bocchette sono solo davanti e poste molto in basso; troppo semplificate le regolazioni.

COMANDI 
Sono presenti delle complicazioni o scomodità, e il pedale del freno ha la corsa lunga.

PLASTICHE 
Per quanto ben assemblati, molti elementi dell’abitacolo appaiono un po’ “economici”.

SCHEDA TECNICA

Motore elettrico trifase  
Potenza massima kW (CV)/giri 150 (204)/n.d.
Coppia max Nm/giri 310/0-6000
Tipo di batteria ioni di litio
Tensione-capacità n.d. - 58 kWh
Pot. max ricarica da colonnine  
in corr. alternata 11 kW
in corr. continua 100 kWh
Tempo max di ricarica 9 ore 15' (a 7,4 kWh)
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
Traino non consentito
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 426/181/155
Passo cm 277
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1720
Capacità bagagliaio litri 385/1267
Pneumatici (di serie) 215/55 R18


Auto in prova con gomme Continental EcoContact 6 215/50 R 19

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
    162,7 km/h 160 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 7,2   7,3 secondi
0-400 metri 15,4 145,7 km/h non dichiarata
0-1000 metri 29,0 162,7 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 27,0 162,7 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,0   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 5,1   non dichiarata
       
AUTONOMIA   Rilevato Dichiarato
Fuori città   420 km non dichiarata
In autostrada   250 km non dichiarata
Medio   363 km 422* km
       
CONSUMO      
medio   5,8 km/kWh 6,4* km/kWh
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   35,3 metri non dichiarata
da 130 km/h   59,5 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   9,7 metri 10,2 metri

 

*In base al ciclo WLTP (valore combinato).

Volkswagen ID.3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
184
107
45
39
84
VOTO MEDIO
3,6
3.58388
459


Aggiungi un commento
Ritratto di Ale94
29 aprile 2021 - 13:20
In Italia non ne stanno vendendo molte ma nel testo d’Europa è già un successo i problemi principali che qui non spopola sono 1 ci sono poche colonnine di ricarica 2 il prezzo troppo alto difatti le auto poi vendute nel nostro paese sono molto economiche e dai costi di gestione molto bassi.
Ritratto di NITRO75
29 aprile 2021 - 15:51
a quindi questa non ha costi di gestione bassi come vogliono farci credere?
Ritratto di Ale94
29 aprile 2021 - 16:19
Se si rompere qualcosa poi ne parliamo.
Ritratto di deutsch
29 aprile 2021 - 18:51
4
sarà in garanzia
Ritratto di Pierre Cortese
29 aprile 2021 - 19:40
1
Di solito tendono a rompersi appena scaduta la garanzia. Tutti i prodotti oggi dalle lavatrici agli smartphone passando per i televisori per arrivare alle automobili, hanno una ben precisa data di scadenza. E questo lo sanno anche i sassi. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di deutsch
30 aprile 2021 - 09:36
4
tutto ha un vita utile, si chiama usura, però i miei elettrodomestici e le mie auto hanno ampiamente passato il periodo di garanzia ma funzionano ancora tutti. evviva il complottismo. semmai la questione è diversa, ovvero oggi non si riparano più gli elettrodomestici perchè economicamente non vale la pena
Ritratto di Andrea Doria
1 maggio 2021 - 03:10
@deutsch. Sarà anche vero che "tutto" ha una vita utile (credo le auto, per ora, forse), ma quello a cui Pierre Cortese fa riferimento ha un nome ben preciso, e si chiama obsolescenza programmata, e non si tratta di complottismo, ma di una realtà che esiste da un bel po'. L'azienda Osram è stata la prima a proporre questa bastar... Questa schifezz... Questa trovata, figlia dell'era del consumismo. A casa ho voluto tenere due televisori tipo tubo catodico Lg e Samsung del 2001 e 2002, messi da parte per fare posto a dei più moderni Lg, Philips, Sony e un sottomarca Gold, e tra questi, solo il sottomarca non è finito nell'immondizia, almeno per ora. I vecchi (e pesantissimi) di inizio millennio sono perfettamente funzionanti. Il Samsung da 42" resiste da anni con una PlayStation attaccata. Le lavatrici, poi, non ne parliamo: quelle di 25 anni fa sono durate fino a 11 anni, quelle di oggi dipende tutto dalla scheda madre (la prima che si rompe), quindi elettronica.
Ritratto di deutsch
3 maggio 2021 - 09:55
4
conosco bene quel termine ma ho sempre avuto qualche riserva. accetto che oggi i prodotti sono tutti elettronici e differenza di quelli meccanici e questo porta problemi che ieri non c'erano, e vale anche per le auto. il problema degli elettrodomestici è che oggi il costo della riparazione consiglia la sostituzione, ma quello è un problema che deriva dal costo del ricambio e della manodopera. occhio anche a comparare vecchi e nuovi, uno perchè i nuovi consumano molto meno ed accanirsi ad riparare ed usare quelli vecchi spesso è antieconomico, due perche un tv odierna fa ben altro rispetto ad una a tubo catodico
Ritratto di Andrea Doria
4 maggio 2021 - 13:21
@deutsch. Il mio non voleva essere un discorso comparativo con la tecnologia attuale, anche considerando il risparmio energetico: ovviamente un televisore di ieri sarebbe tagliato fuori dalla tecnologia, come il digitale terrestre. E nemmeno vorrei difendere il ricambio di pezzi che potrebbe essere proibitivo. Però su una lavatrice non lo giustifico; una lavatrice, ma anche un forno, devono fare il loro lavoro senza il bisogno di schermi e schermini, che guarda caso rappresentano i loro punti deboli e che li fanno campare anche 4 anni (ridicolo, a me, e non solo a me, è successo). Un brindisi al consumismo.
Ritratto di deutsch
4 maggio 2021 - 15:39
4
l'elettronica si sa a volte fa le bizze, ma la presenza di schermi da anche dei vantaggi. i miei elettrodomestici hanno tutti 7 anni ma sono ancora li funzionanti, mentre nella casa di prima hanno avuto una vita media di circa 12 anni. il problema semmai è che tra uscita tecnico manodopera e ricambio si va a spendere quasi quanto costa il nuovo e se ha già un pò di anni sulle spalle non ne vale la pena. il fatto che si vada su elettrodomestici sempre più tecnologici è un pò figlio dei tempi, programmi dedicati, partenze programmate, connessioni wifi, consumi ridotti, lavatrici che asciugano e lavastoviglie che disinfettano. tutto ha un rovescio della medaglia
Pagine
Annunci

Volkswagen Id.3 usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Volkswagen Id.3 usate 202032.90034.9502 annunci

Volkswagen Id.3 km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Volkswagen Id.3 km 0 202035.90037.5104 annunci