PROVATE PER VOI

Volvo V60: una protettiva e accogliente svedese

Prova pubblicata su alVolante di
aprile 2019
Pubblicato 19 aprile 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 49.720
  • Consumo medio rilevato

    15,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    125 grammi/km
  • Euro

    6
Volvo V60
Volvo V60 D4 Inscription Geartronic

L'AUTO IN SINTESI

La Volvo V60 è una spaziosa wagon rifinita complessivamente con cura, che punta decisamente sulla sicurezza; molti gli aiuti alla guida di serie, e ce ne sono anche di più evoluti, offerti come optional, a prezzi non esagerati. Notevole il comfort: pur senza gli ammortizzatori elettronici (assenti nell’auto del test), le sospensioni lavorano bene sullo sconnesso senza risultare troppo cedevoli, mentre l’insonorizzazione è curata a tal punto che i cerchi di 19’’ (optional) montano gomme antirumore; silenzioso (oltre che brioso ai bassi e medi regimi) anche il 2.0 a gasolio. Il cambio automatico è valido, ma non può avere le palette al volante; convincente l’impianto multimediale, se non per il fatto che il suo schermo viene usato per troppe funzioni (incluse le regolazioni del “clima”) e che c’è da pagare per renderlo davvero completo.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
5
Average: 5 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

La sicurezza prima di tutto

La Volvo V60 è l’ultima di una lunga stirpe di wagon comode e sicure; del modello precedente riprende soltanto il nome. Migliorata sotto tutti i punti di vista, ha finiture curate quanto quelle delle rivali tedesche, che offrono maggiori possibilità di personalizzazione ma anche bagagliai un po’ più piccoli. La raffinata meccanica è condivisa con la più grande V90 (molle ad aria escluse, non disponibili per la V60); al silenzioso 2.0 diesel, dai consumi nella media, è abbinata la rapida e dolce trasmissione automatica, che ha un solo (piccolo) limite: non offre le palette al volante per cambiare facilmente in modalità manuale. Insonorizzata e molleggiata a dovere anche senza ricorrere agli ammortizzatori elettronici (optional non presente nell’auto del test), la vettura è molto comoda quando la si guida con dolcezza, e non manca certo di agilità. Quanto alla sicurezza, di serie fin dalla “base” troviamo il sistema contro il colpo di sonno, quello che mantiene in corsia e la frenata automatica d’emergenza. Persino la ricca Inscription, però, fa pagare dispositivi che dovrebbero essere di serie in un’auto di questo livello, come la retrocamera.

Alcuni pacchetti, comunque, consentono di risparmiare cifre significative rispetto all’acquisto dei singoli optional. Citiamo come esempio l’IntelliSafe Pro, che comprende il cruise control adattativo (funziona fino a 200 km/h e, in presenza del cambio automatico, gestisce anche l’arresto e la ripartenza), il mantenimento in corsia fino a 140 km/h, il monitoraggio dell’angolo cieco degli specchietti e il sistema che, se rileva il rischio di essere tamponati, attiva le quattro “frecce”, tende le cinture di sicurezza anteriori e, qualora la vettura sia ferma, aziona i freni. In aggiunta c’è il dispositivo che avvisa dell’arrivo di veicoli, pedoni e ciclisti mentre si esce in “retro” da un portone o da un parcheggio a pettine senza visibilità laterale; se il guidatore non reagisce all’allarme sonoro, è la vettura stessa a frenare. L’attenzione alla sicurezza è confermata dall’Euro NCAP, che nel 2018 le ha assegnato cinque stelle: la Volvo V60 ha resistito bene a qualunque impatto, proteggendo in maniera esemplare gli occupanti dai colpi di frusta. Non sempre, però, il sistema contro l’uscita di corsia lavora al meglio. Ok, invece, i freni: ci si ferma in poco spazio e l’impianto è ben modulabile e resistente alla fatica. Non si segnalano, inoltre, serpeggiamenti del retrotreno nelle frenate d’emergenza.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Tanto spazio, ma troppi comandi virtuali

Plancia e comandi
Per lo stile minimalista e i materiali di pregio, viene quasi il dubbio di essere entrati per sbaglio in una più grande e costosa Volvo V90. Eppure, solo volante, cruscotto e alcuni comandi sono in comune. Tasti e pomelli della plancia della Volvo V60 si riducono a quelli principali per l’audio, le “quattro frecce” e lo sbrinatore rapido. Per il resto, inclusa la gestione della temperatura e il ricircolo dell’aria, occorre servirsi dello schermo centrale (a sviluppo verticale) di 9’’: facile distrarsi dalla guida. Questo display mostra più funzioni simultaneamente e ha grandi icone per le app (come Spotify, meteo e invio di note vocali); la radio Dab, il cd e un impianto audio migliore sono nel pacchetto Media&Sound, ma per il vero hi-fi (che soddisfa i musicofili più appassionati) c’è da spendere ancora. Android Auto, Apple CarPlay e il controllo dello stato della vettura da un’app per cellulare sono invece di serie, come il cruscotto interamente digitale: la sua grafica tradizionale è di facile lettura, e usando il navigatore, al centro viene mostrato il percorso. 

Abitabilità
In quattro sulla Volvo V60 si viaggia come dei re: lo spazio abbonda in tutte le direzioni. Diverso il discorso se si cerca di posizionare tre persone sul divano: il tunnel sul pavimento è voluminoso e al centro c’è poco agio. Le poltrone hanno di serie la regolazione della lunghezza del cuscino e i rivestimenti in pelle, che si possono avere nei colori terra, marrone, nero o bianco. Solo con quest’ultimo, però, si possono avere la parte inferiore della plancia, il tunnel e i pannelli delle porte nella stessa tinta: una soluzione che dona luminosità all’ambiente e mette in evidenza la qualità delle finiture. Il cuoio di miglior qualità e le regolazioni elettriche con memoria dei sedili anteriori sono invece nel pacchetto Luxury Seats, mentre dietro si apprezzano gli ampi vani nel poggiabraccia a scomparsa e le bocchette, nei montanti e centrali con temperatura a regolazione indipendente fra lato destro e sinistro (“clima” quadrizona, optional).

Bagagliaio
Con il divano in posizione d’uso, la Volvo V60 ha uno dei bagagliai più ampi della categoria. La situazione s’inverte abbattendo lo schienale posteriore: molte rivali dichiarano una sessantina di litri in più. L’apertura è larga, ma non alta (solo 75 cm) mentre il vano è squadrato e misura 47 cm fra pavimento e tendalino: non male. Pratici i quattro ganci portaborsa, la botola nel divano per caricare gli oggetti lunghi pur potendo viaggiare comodi in quattro, e la patella divisoria verticale a scomparsa, con ganci di fissaggio per i piccoli oggetti. La presa a 12 V e i tasti per ripiegare gli schienali sono nel pacchetto optional Versatility Pro. Se si acquista il ruotino di scorta, questo occupa tutto il vano sotto il piano di carico, che non è ben rifinito: lamiere, modulo telefonico del sistema multimediale e diversi cavi elettrici sono lasciati in vista.

COME VA

5
Average: 5 (1 vote)
Tanto comfort, anche in autostrada

In città
Il 2.0 della Volvo V60 spinge bene dai bassi giri e i passaggi di marcia sono vellutati; valido l’assorbimento delle sospensioni su buche e rallentatori di velocità. Le telecamere che fanno vedere tutto intorno all’auto sono care ma consentono di fare manovra in piena sicurezza. Non male i 13,2 km/l di media letti nei nostri strumenti.

Fuori città
Le sospensioni contrastano efficacemente il rollio in curva senza compromettere l’ottimo comfort. Agile nei percorsi tortuosi pur restando stabile, la Volvo V60 ispira confidenza grazie anche ai freni potenti e ben modulabili. Peccato di non poter avere (neppure pagando) le palette al volante per selezionare le marce. Discreti i consumi: abbiamo registrato percorrenze medie di 17,9 km/l.

In autostrada
A 130 km/h si fanno 14,7 km/l e il motore lavora in silenzio, in ottava marcia, a 2000 giri; ben filtrati i rumori di rotolamento (grazie anche ai pneumatici antirumore con cerchi di 19’’, opzionali) e ridotti i fruscii aerodinamici. Efficaci ma non infallibili i sistemi di assistenza alla guida che agiscono su sterzo, freni e acceleratore (nel pacchetto IntelliSafe Pro).

PERCHÈ SÌ

Comfort
Persino con i cerchi di 19’’ l’auto “liscia” l’asfalto, e senza noiosi “dondolii”. Curata l’insonorizzazione.

Finiture
Plastiche, legno e metallo (in gran parte senza sovrapprezzo) convincono, al pari dei montaggi.

Sicurezza
Di serie fin dalla base si hanno il mantenimento di corsia, la frenata automatica e molto altro.

Sistema multimediale
È ricco di funzioni e connesso al web; valido l’hi-fi opzionale.

PERCHÈ NO

Comandi virtuali
Almeno per il “clima” avremmo preferito dei tasti fisici, facili da individuare senza distogliere gli occhi dalla strada.

Doppiofondo
È piccolo (il ruotino, di fatto, lo riempie) e di forma irregolare. E piuttosto mal rifinito. 

Optional
Alcuni, come il cassetto refrigerabile dovrebbero essere di serie; caro l’head-up display.

Palette al volante
Sono riservate alla più costosa (e anche vistosa) versione R-Design.

SCHEDA TECNICA

Carburante 1969
Cilindrata cm3 4 in linea
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 140 (190)/4250
Coppia max Nm/giri 400/1750-2500
Emissione di CO2 grammi/km 125
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 476/185/143
Passo cm 287
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1643
Capacità bagagliaio litri 529/1441
Pneumatici (di serie) 235/45 R18
Serbatoio litri 55

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 7a a 4150 giri   224,7 km/h 220 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 8,4   7,9 secondi
0-400 metri 16,1 139,6 km/h non dichiarata
0-1000 metri 29,4 178,9 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN D Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 27,7 180,3 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 26,5 181,1 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,8   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 6,1   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,2 km/litro 17,9 km/litro
Fuori città   17,9 km/litro 23,3 km/litro
In autostrada   14,7 km/litro non dichiarato
Medio   15,5 km/litro 21,3 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   34,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   60,1 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,4 metri non dichiarato
Volvo V60
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
75
39
22
18
16
VOTO MEDIO
3,8
3.817645
170
Aggiungi un commento
Ritratto di makid
21 aprile 2019 - 15:43
Una Skoda Super, costa 20.000 Euro in meno ed offre più spazio, più bagagliaio ed identiche dotazioni, se però si vuole fare il fighetto con un auto che ti distingue questa è l'auto ideale.
Ritratto di Agl75
21 aprile 2019 - 23:06
Tablet no ma il resto ben riuscito. Ultimamente Volvo secondo me sta lavorando molto bene.
Ritratto di lucios
22 aprile 2019 - 10:11
4
Gira e rigira ma per la maggior parte dell'utenza sempre diesel sono appetibili ste auto.
Ritratto di Metalmachine
22 aprile 2019 - 12:36
1
K
Ritratto di Metalmachine
22 aprile 2019 - 12:37
1
K
Ritratto di Wikowako
23 aprile 2019 - 17:23
Una buona automobile, pero' con 190CV dovrebbe avere prestazioni un po' migliori. Buoni anche i consumi, senza gridare al miracolo. Prezzo elevato, ma la "triade" e' anche peggio.
Ritratto di marco_89
24 aprile 2019 - 09:05
1
Premesso che non apprezzo questa filosofia ormai diffusa del "fatta una, fatte tutte" (il "family feeling"), credo che le ultime Volvo siano decisamente sopravvalutate in termini di qualità. Toccata personalmente con mano la serie di V60 uscente, e assolutamente non trovo nulla di eccezionale a livello di plancia e componenti interni. In tema di sicurezza, beh, propone ausili alla guida che ormai montano anche le utilitarie più diffuse...diciamo che vive di rendita per la nomea che ormai si è fatta Volvo in termini di sicurezza..ma non siamo più negli anni '80 e le tecnologie si sono ormai allineate e diffuse. Questa nuova serie, che si avvicina al XC60/90 sarà sicuramente più curata anche in termini di qualità e finiture, trovo tuttavia altre rivali molto più interessanti.
Ritratto di ELAN
24 aprile 2019 - 10:21
1
Gran bella auto e con qualità percepita superiore alle Volvo della generazione precedente... forse tranne i sedili ce sono sempre stati notevoli (almeno la R-Design).
Ritratto di palazzello
24 aprile 2019 - 10:31
Bellissima macchina, ultime tendenze stilistiche volvo azzeccate ma 50.000 euro per un 2.0 diesel sono francamente troppi!!! e se si spendono questi soldi vale comprare più un benzina a meno che sia un rappresentante trottolino...
Ritratto di Dario 61
27 aprile 2019 - 09:50
Come accade di frequente, tanti accorgimenti e poi “cadono” su banalità come un cassetto refrigerato. Male anche per i comandi del clima virtuali, distraggono. Peccato per un’ottima auto.
Pagine
Annunci

Volvo V60 usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Volvo V60 usate 20144.30011.52010 annunci
Volvo V60 usate 20159.35812.80031 annunci
Volvo V60 usate 20169.75214.84021 annunci
Volvo V60 usate 201711.50017.86018 annunci
Volvo V60 usate 20189.50028.79019 annunci
Volvo V60 usate 201925.74230.07051 annunci

Volvo V60 km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Volvo V60 km 0 201426.50026.5001 annuncio
Volvo V60 km 0 201838.20038.5502 annunci
Volvo V60 km 0 201929.73836.45013 annunci
Volvo V60 km 0 202028.50033.58014 annunci