E il termometro dell'acqua?

26 giugno 2009
Tecnologia
L’affidabilità dei motori ha portato molte Case a eliminare il termometro dell’acqua: un risparmio per i Costruttori, una carenza per chi usa l’auto. Sapere, ad esempio, se la temperatura sta salendo troppo velocemente può aiutarci a prevenire danni molto costosi.
Un caro ricordo

 

 

 

 

 

 

ORMAI NON C'È PIÙ - Manca ormai dai cruscotti di molte auto, in particolare da quelli delle utilitarie: il termometro del liquido di raffreddamento viene rimpiazzato, sempre più spesso, da un’economica spia che si accende quando la temperatura è troppo alta e (ma solo su qualche modello) anche quando è troppo bassa. Le Case giustificano il risparmio (qualche euro) con una serie di motivazioni tecniche, che, però, non ci convincono del tutto.

NON È PIÙ NECESSARIO COME ANNI FA, MA AIUTA SEMPRE - Oggi, è vero, i motori moderni sono più affidabili di una volta, sia per come sono progettati, sia perché l’elettronica aiuta a limitare i danni nelle situazioni d’emergenza (come il surriscaldamento); in sostanza, il motore sa “proteggersi” da sé. A patto di tenerlo d’occhio con regolarità, però, il termometro è ancora utile: indica se la temperatura è troppo bassa (in quel caso, meglio non sfruttare a fondo il motore: si rischia di rovinarlo) e, se tende a salire troppo, permette di prevenire le anomalie, evitando “panne” e gravi stress meccanici.

(prosegue a pagina 2)

Il sistema un po’ raffredda, un po’ scalda

Sopra, un cruscotto della Mazda 3. Nel cerchiolino rosso l'indicatore della temperatura dell'acqua.

 

 

 

 

 

 

TUTTO FUNZIONA MEGLIO - Un motore funziona al meglio e si usura poco quando la temperatura del liquido di raffreddamento è a regime (tra 90 e 105 °C): in queste condizioni i “giochi” tra gli organi meccanici sono giusti, l’olio ha la corretta fluidità e il carburante vaporizza più rapidamente.

ALLA RICERCA DEL GIUSTO EQUILIBRIO - Il sistema di raffreddamento serve proprio a mantenere la giusta temperatura smaltendo o trattenendo il calore, in base al funzionamento.A freddo agisce il termostato: una valvola che, escludendo il passaggio del liquido nel radiatore, accelera il raggiungimento dei 90 °C. Il flusso d’aria che attraversa il radiatore è poi sufficiente per smaltire il calore del motore in velocità, ma non in coda o nelle salite.

Per evitare che la temperatura salga troppo, c’è l’elettroventola, che parte lentamente a 97-98 °C, e gira più veloce se si arriva a 100-102 °C. Quando tutto è a posto, si può sfruttare al massimo il motore anche se fuori ci sono 40 °C, ma basta un radiatore sporco o una perdita di liquido per causare un surriscaldamento.

GUAI DIETRO L’ANGOLO - È allora che l’elettronica “ci mette una pezza”: per ridurre la temperatura esclude il climatizzatore dell’aria, poi modifica l’anticipo di accensione, arricchisce la miscela e infine “taglia” la potenza. Spesso, però, sarebbe bastata un’occhiata attenta al termometro per affrontare subito il problema.

Aggiungi un commento
Ritratto di the driver
13 agosto 2009 - 10:34
L'assenza del termometro può essere in alcuni casi una grave mancanza. 2 settimane fa ho soccorso un mio collega che era rimasto in panne con la sua OPEL CORSA GTC 1.7 che aveva una perdita di liquido refrigerante da un manicotto. Solo quando il computer di bordo ha segnalato l'assenza del liquido dal radiatore lui si è accorto del danno. Aperto il cofano non vi dico la fumata bianca. Fortunatamente il servizio assistenza opel è stato cortese e ci ha inviati il carroattrezzi pochi minuti dopo. Se avesse avuto il termometro si sarebbe accorto dell'innalzamento della temperatura molto prima e magari avrebbe evitato danni più seri.
Ritratto di Daniele Corsa
14 agosto 2009 - 16:53
Anche io mi sono chiesto dovera il termometro dell'acqua quando ho proso la mia nuova opel corsa, strumento molto utile su una macchina e pensare che sul mio motorino c'era.
Ritratto di prosciutto
25 aprile 2010 - 10:54
il termometro e l,amperometro si vede dal menù segreto ........ACCENDERE LA RADIO SPINGERE SETTING FINO A SENTIRE UN BEEP POI SPINGERE IL TASTO BC ED ENTRI NELL MENù POI SEMPRE CON IL BC SCORRI IL MENù . La temperatura acqua si indica con il COOL E AM PEROMETRO CON A=V.
Ritratto di Paolo88
10 luglio 2010 - 10:01
1
scusa se mi intrometto (non ho questa macchina), ma: l'amperometro misura l'intensità di corrente (che tu giustamente hai indicato con A, ma poi metti A=V, dove V si intende VOLT. i Volt rappresentano la tensiona della batteria, non la corrente che circola (A). Ti dico questo solo per farti un'idea della differenza tra A (corrente che circola) ed V ( tensione), che di conseguenza A non può essere = V. il tuo strumento misura A= I (intensità di corrente). Se ho capito male quello che volevi scrivere, fai finta che non ti abbia detto niente!ciao
Ritratto di mikirough
16 agosto 2009 - 10:17
Non capisco come si possa eliminare un'utile strumento che oltretutto costa veramente pochi euro, e che ci aiuta a gestire bene la macchina e magari ci fa capire se il radiatore è sporco o se ci possono essere problemi, anche perchè se l'elettronica non interviene e fondiamo il motore chi ci ripaga? Si può far installare lo strumento dopo l'acquisto dell'auto?
Ritratto di il_fanaticismo_colpisce_ancora
29 marzo 2011 - 21:29
uno ke ha appena preso la makkina nuova nn credo ke faccia viaggi da 500 KM, quindi il motore non corre rischi, ma una volta finita la garanzia..2-3 anni dopo la makkina è ormai vekkia e quindi si rompe di qua e si rompe di là. una volta ke la makkina si rompe dopo ke è scaduta la garanzia nn credo ke l'officina del concessionario paghi le spese, quindi più si rompe e più le case guadagnano
Ritratto di Criomar67
1 aprile 2016 - 12:31
Rispondo a Miki, forse in ritardo. Dopo essere stato in panne con l'alternatore concordo che il voltmetro sarebbe utile per monitorare la tensione prodotta dallo stesso. Ma si può pure acquistarne uno da inserire nell'accendi sigari. Invece per quanto riguarda l'indicatore di temperatura dell'acqua, si può installare dopo acquistando il raccordo di alluminio (costo 10€.) del diametro del vostro manicotto, quello che va dalla valvola termostatica al radiatore. Poi basta prendere lo strumento per la rilevazione della temperatura comprensivo di sensore, costo 30€ ca. A breve lo installeró, visto che poco tempo fa ho bruciato la guarnizione della testa tra cilindro e cilindro, caso anomalo secondo il meccanico. Magari con il manometro della temperatura acqua me ne sarei accorto prima. Saluti, Mario.
Ritratto di hrc
21 agosto 2009 - 21:57
Ridateci il termometro e pure l'amperometro. Due strumenti che costano pochissimo e che possono dare preziosi segnali sullo stato di salute della meccanica . Proprio non capisco perché stiano praticamente scomparendo .
Ritratto di antonioap
2 ottobre 2009 - 21:44
CONCORDO...ridateci il termometro e l'aperometro...
Ritratto di muchoman
27 agosto 2009 - 21:01
visto che volgiono risparmiare....potrebbero almeno inserirlo come optionala prezzo irrisorio.....è una vergogna eliminare uno strumento così importante...in un paio di occasioni mi ha fatto risparmiare un bel pò di soldi.....la spia non mi convince nè come affidabilità nè per visibilità......RIDATECELO
Pagine

DA SAPERE PER CATEGORIA

listino
Le ultime entrate
  • Volkswagen Tiguan
    Volkswagen Tiguan
    da € 27.850 a € 46.000
  • Skoda Superb Wagon
    Skoda Superb Wagon
    da € 28.010 a € 46.510
  • Audi Q7
    Audi Q7
    da € 63.100 a € 106.550
  • Volvo S60 Cross Country
    Volvo S60 Cross Country
    da € 37.950 a € 53.410
  • Volvo S60
    Volvo S60
    da € 30.650 a € 47.140

PROVATE PER VOI

I PRIMI CONTATTI

  • Smart fortwo cabrio Electric Drive Prime
    € 29.389
    La versione elettrica della Smart cabrio è vivace e scattante, ma adatta soprattutto all’uso urbano: l'autonomia reale, di circa 120 km, ne preclude infatti l’utilizzo a lungo raggio.
  • Nissan Qashqai 1.6 dCi Tekna Xtronic
    € 35.000
    Il leggero aggiornamento della Nissan Qashqai ne ha reso ancora più accogliente l’abitacolo; le sospensioni assorbono meglio le buche e lo sterzo è più preciso. La maneggevolezza, però, non è ancora il massimo.
  • Renault Koléos dCi 175 X-Tronic Initiale Paris
    € 40.900
    Del modello precedente, la nuova Renault Koleos conserva solo il nome: cresce nelle dimensioni, nei contenuti tecnici e negli interni, accoglienti (specie per quattro) e ben fatti. Silenziosa e rilassante, non è però granché comoda da caricare.